Quasi 1000 prigionieri ucraini con la presa di Mariupol

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Questa mattina, mercoledì 18 maggio, il Ministero della Difesa russo durante un briefing ha annunciato che sono 959 i soldati ucraini, precedentemente rintanati nell’impianto Azovstal a Mariupol, che si sono arresi a inizio settimana alle truppe russe.

Dopo giorni e giorni passati nell’acciaieria, lunedì le truppe ucraine sono capitolate, costrette alla resa grazie alla strategia militare russa di non attaccare direttamente il sito, quanto piuttosto bloccarlo, proprio come una volta si conquistavano fortezze e castelli.

Adesso che l’ultimo bastione delle forze ucraine a Mariupol, una città portuale chiave rivendicata dalla Repubblica Popolare di Donetsk come parte del suo territorio, è stato preso, con esso le truppe russe hanno preso la citta. Mariupol è caduta.

Tra i prigionieri anche 80 feriti, di cui 51 hanno che hanno ricevuto cure in un ospedale fornito da Donetsk, ha riferito il portavoce militare Igor Konashenkov, aggiungendo che nonostante Kiev si aspetta che vengano scambiati, molti di loro probabilmente verranno processati in Russia.

Non a caso scrive RT “Martedì è stato presentato al Parlamento russo un progetto di legge che classificherebbe Azov come organizzazione terroristica. Una richiesta simile è stata anche inviata dalla Procura Generale alla Corte Suprema della Russia. Se la classificazione venisse adottata, si aprirebbe un percorso legale per perseguire tutti i membri dell’Azov  [che] fa formalmente parte della Guardia Nazionale ucraina”. Tra i prigionieri, la maggior parte di loro fanno parte proprio del Battaglione Azov.

Così facendo la Russia andrebbe a colpire l’intero esercito ucraino, poichè andrebbe ad accusare il Paese di far militare nelle proprie unità organizzazioni terroristiche, piuttosto che limitarsi a processare i singoli prigionieri per specifici crimini.

Il Ministero della Difesa russo ha pubblicato mercoledì un filmato che mostra le truppe ucraine disarmate che lasciano Azovstal – video in fonte.


Massimo A. Cascone, 18.05.2022

Fonte: https://www.rt.com/russia/555669-azovstal-troops-surrender-video/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix