Putin stana Soros e le sue manovre contro gli Stati: arrestato il direttore di Open Russia

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

secoloditalia.it

di Paolo Lami

Putin stana il miliardario George Soros e le sue manovre antinazionali condotte, con finanziamenti sottobanco, attraverso la sua Open Society Foundation.

Andrei Pivovarov, direttore della ong Open Russia, una delle organizzazioni satelliti della galassia legata a Soros, è stato arrestato all’aeroporto Pulkovo di San Pietroburgo qualche giorno dopo che l’organizzazione, fondata dall’ex-oligarca Mikhail Khodorkovsky, ha annunciato il suo scioglimento.

È stato il legale di Pivovarov, Elena Borodina, a svelare l’arresto avvenuto ieri all’aeroporto russo, dove il direttore della Ong legata a Soros è stato costretto a scendere dall’aereo sul quale si era imbarcato e che era già pronto al decollo.

Nei giorni scorsi, lo stesso Pivarov – dopo l’entrata in vigore della legge che impedisce la candidatura alle elezioni di chiunque abbia lavorato o sostenuto organizzazioni considerate come estremiste e dell’inasprimento delle pene per chi collabora con le organizzazioni “indesiderabili” – aveva annunciato “l’annullamento dell’appartenenza di tutti i membri a Open Russia per evitare possibili persecuzioni”, nonostante il Cremlino avesse assicurato che la chiusura di Open Russia non è il risultato di “un’epurazione politica“.

Già nel 2017 la Procura generale aveva dichiarato “indesiderabili” tre organizzazioni legate al miliardario George Soros e a Open Russia: Otkrytaya Rossia, Open Russia Civic Movement e Institute of Modern Russia.

Tutte associazioni che ricevevano finanziamenti stranieri – quindi anche quelle legate a Soros – e che, secondo le accuse, hanno l’obiettivo di “istigare le proteste e destabilizzare la situazione politica interna in Russia, minacciando le basi costituzionali e la sua sicurezza”.

Il modello adottato da Soros, con finanziamenti miliardari elargiti sottobanco alla intricata rete di associazioni legate alla sua Open Society, – un modello replicato all’infinito – è quello di minare gli Stati dall’interno attraverso una serie di azioni e di strategie organizzate sotto un’unica regia, come nel caso delle Ong che vanno a cercare i clandestini di fronte alle coste libiche per poi rovesciarli in Italia mettendo in crisi l’economia italiana.

D’altra parte è lo stesso Soros che, nel 1992, mise in ginocchio l’Italia con una manovra speculativa che costo alla lira una svalutazione del 30 per cento e che costrinse la Banca d’Italia a vendere 48 miliardi di dollari delle sue riserve per reggere lo spregiudicato attacco di Soros. Che, tre anni fa, ha rivendicato con orgoglio il gesto: “lo considero un mio successo”.

Fonte: https://www.secoloditalia.it/2021/06/putin-stana-soros-e-le-sue-manovre-contro-gli-stati-arrestato-il-direttore-di-open-russia-mentre-fugge/

Pubblicato il 01.06.2021

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix