PUTIN PARLA: WASHINGTON ASCOLTERA' ?

DI PAUL CRAIG ROBERTS

counterpunch.org

Putin ricorda a Obama che disseminare discordia tra le potenze nucleari potrebbe minacciare la sicurezza strategica.

In un’intervista odierna al quotidiano serbo Politika, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato futile e pericoloso l’atteggiamento di ricatto alla Russia da parte degli Stati Uniti e dei suoi burattini europei aggiungendo che il Paese Eccezionale- come lo ha definito Obama- e i suoi alleati dovrebbero prendere in considerazione i rischi che deriverebbero da uno scontro aggressivo tra i paesi dotati di armi nucleari.

Putin ha notato un atteggiamento ostile di Obama nei confronti della Russia durante il suo discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 24 settembre quando il presidente americano ha definito la Russia come una delle tre principali minacce in questo momento, assieme allo Stato Islamico e all’ebola. Il presidente Putin ha affermato che condotte unilaterali e punitive nei confronti della Russia possono provocare una crisi e che se l’intenzione di Washington è quella di “isolare il nostro paese, si tratta di un obiettivo assurdo e illusorio”.

Di seguito alcune informazioni del presidente Putin:

“Come possiamo parlare di una de-escalation in Ucraina dal momento che le decisioni riguardo alle nuove sanzioni sono introdotte quasi simultaneamente agli accordi sul processo di pace?”

“Riguardo alle sanzioni contro tutti i settori della nostra economia, questo tipo di atteggiamento non può essere definito in altro modo se non ostile.”

“Speriamo che i nostri partner realizzino l’inutilità dei tentativi di ricatto alla Russia e tengano bene a mente quali potrebbero essere le conseguenze in termini di sicurezza strategica di un disaccordo tra le potenze nucleari.”

Se non moriamo tutti a causa delle esplosioni nucleari, delle radiazioni e dell’inverno nucleare sarà solo grazie al buon senso e alla benevolenza –entrambi elementi inesistenti a Washington- del presidente della Russia.

É necessario guardarsi intorno. Le economie e i mercati finanziari dei paesi occidentali stanno cedendo. Autorità pubbliche stupide e incompetenti hanno portato l’ebola in America. E cosa sta facendo Washington? Le energie del Governo Eccezionale sono più impegnate a combattere lo Stato Islamico, una creatura di Washington stessa, e a far apparire la Russia come il demonio.

C’è stato un solo altro paese nel corso della storia e in qualunque momento storico che sia stato governato male come gli Stati Uniti?

É necessario che gli americani capiscano che il loro governo non è solamente incompetente e immorale, ma che si tratta del male. Washington si nasconde dietro un linguaggio morale che cela la mancanza di una coscienza morale stessa. Non c’è nessun male di cui Washington non sia capace. Coloro che supportano Washington supportano il male.

Paul Craig Roberts

Fonte: www.counterpunch.org

Link: http://www.counterpunch.org/2014/10/16/putin-speaks-will-washington-listen/

16.10.2014

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di GUENDALINA ANZOLIN

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
albsorio
albsorio
18 Ottobre 2014 6:39

Purtroppo a volte non è  semplice capire cose semplici

Servus
Servus
18 Ottobre 2014 9:29
"Già vedete che le cose
non vanno dritte, vedete l’inquinamento dell’aria, dell’acqua, guardate il
tempo che cosa fa: da una parte le inondazioni, dall’altra il fuoco, e avverrà,
perché è inesorabile che avvenga, la terza guerra 
mondiale, per necessità, perché quando gli stati si trovano
davanti al crollo finanziario, che cosa fanno? Fanno guerra
 perché questa distrugge,
ammazza tanti uomini e restano meno bocche da sfamare; poi si ricomincia a
costruire: questo è il loro ragionamento."

bstrnt
bstrnt
18 Ottobre 2014 12:56

La terza guerra mondiale è già iniziata; non possono passare allo scontro diretto e alla fase nucleare e questo lo capiscono anche i mentecatti neocon americani.

Questa guerra sarà portata avanti con eserciti di psicopatici come ISI e banderisti scatenati a destabilizzare le nazioni target e probabilmente, in seguito, con armi climatiche.
Il problema che ora vi sono due opposti schieramenti: il mentecatto Occidente contro il resto del mondo, ovvero il 15% della popolazione mondiale contro 85% ….
In quel 85% vi sono nazioni che sfornano annualmente più scienziati e tecnici che l’intero Occidente.
Quali possibilità avrà, anche nell’immediato, l’Occidente, in palese declino, di mantenere l’agognata supremazia?
luiginox
luiginox
18 Ottobre 2014 14:14

gli ammericani vincono sempre.c’hanno rambo,capitan america.nembo kid,l’omoragno,hulk e batman. come fanno a non vincere?

Denisio
Denisio
18 Ottobre 2014 16:27

Certo, consideriamo pure che il fronte del male, il 15% pur avendo le armi più potenti non è compatto e motivato, non sono più i bei tempi per stare a guardare la TV seduti nei salottini dei paesi occidentali, e mi sa che l’italia con la sua bella istituzione religiosa millenaria nel mezzo e la sua collocazione geografica si trova esattamente tra incundine e martello.

idea3online
idea3online
18 Ottobre 2014 20:30

Siamo diretti verso l’adempimento di Daniele 11:29,30 però prima dovrà rafforzarsi il Regno del Sud(Oriente). Tutto può essere cambiato, tutto può decomporsi, tutto quello che è umano cambia. Ma il percorso profetico descritto in Daniele 11 è scritto dalla mano di Dio, e gli Imperi dovranno attraversare i versi divini scritti nel passato, che viviamo nel presente, e che capiremo nel futuro.

Daniele 11 [www.idea3online.it]
atamoro
atamoro
18 Ottobre 2014 22:45

amico , passami il contatto del tuo pusher!

albsorio
albsorio
19 Ottobre 2014 7:29

Porta pazienza, a casa mia oriente è EST,  dall’Italia troviamo ad est la Russia e l’Asia a SUD l’Afica.

Non so bene da dove scriveva Daniele ma non credo fosse eschimese, mi sembra il solito metodo per cercare interpretazioni a cazzate mistiche.