Putin mette le forze di deterrenza nucleare russe in stato di massima allerta

La mossa in risposta alla retorica "ostile" di alti funzionari della NATO, ha spiegato il presidente della Russia

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

 

Russia Today – 27 febbraio 2022

 

Questa mattina il presidente Vladimir Putin ha messo le forze di deterrenza strategica del paese in allerta “speciale”, annunciando la mossa durante un incontro con il ministro della difesa russo Sergey Shoigu e il capo di stato maggiore Valery Gerasimov.

I paesi occidentali non stanno solo compiendo azioni ostili contro il nostro paese nell’area economica. Sto parlando delle sanzioni illegittime che tutti conoscono bene. Tuttavia, anche gli alti funzionari dei principali paesi della NATO fanno dichiarazioni aggressive contro il nostro paese“, ha dichiarato Putin.

Le forze di deterrenza della Russia includono varie armi strategiche, sia nucleari che convenzionali, che possono essere utilizzate sia per la difesa che per l’attacco. Secondo la definizione militare russa, le forze sono progettate per

“scoraggiare l’aggressione contro la Russia e i suoi alleati, così come per sconfiggere l’aggressore, anche in una guerra con l’uso di armi nucleari”.

La mossa arriva nel mezzo dell’offensiva in corso da parte della Russia nella vicina Ucraina, lanciata da Mosca il 24 febbraio. L’operazione militare ha seguito il riconoscimento formale da parte della Russia delle Repubbliche popolari secessioniste di Donetsk e Lugansk, che si sono separate da Kiev nel 2014.

L’offensiva ha provocato una massiccia ricaduta internazionale, con l’Occidente che ha lanciato una nuova ondata di sanzioni contro la Russia, accusandola di un attacco “non provocato”. Le nuove restrizioni andavano da sanzioni personali contro alti funzionari, tra cui il presidente della Russia, fino a colpire il sistema finanziario del paese.

 

Link: https://www.rt.com/russia/550767-putin-nuclear-deterrent-forces-order/

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Nota del traduttore: stiamo seguendo le informazioni da varie testate e provvederemo a tenervi aggiornati con la massima rapidità.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x