PRELIEVO FORZOSO DALLE PENSIONI: LO SLITTAMENTO DI DIECI GIORNI

DI STEFANO ALI

ilcappellopensatore.it

Lo slittamento di 10 giorni nel pagamento delle pensioni è un vero e proprio prelievo forzoso.

Vi spiego perché sta facendo discutere la norma, inserita nella Legge finanziaria (che nessuno ha ancora letto per intero), che fa slittare dal giorno 1 al giorno 10 del mese il pagamento delle pensioni.

Si argomenta che tale norma mette in difficoltà i pensionati in quanto, ad esempio, gli affitti scadono nei primi 5 giorni del mese, periodo, quindi, in cui il pensionato non avrebbe ancora percepito la pensione. Giustissimo.

Si argomenta che il Governo, così, guadagna in valuta e commissioni a scapito dei pensionati. Verissimo (anche se guadagnano di più le banche).

Una cosa che sta sfuggendo, però, è che la misura si configura come vero e proprio prelievo forzoso. Vediamo perché.

In modo strutturale, viene alterata la periodicità senza la relativa compensazione di conguaglio (o, almeno, nella norma non pare essere prevista).

Partiamo da un esempio concreto:

Un dipendente con periodicità stipendiale al 27 del mese si colloca in quiescenza il 16, rimanendo in servizio fino al 15. Per allineare la periodicità stipendiale (27 del mese) a quella pensionistica (1 del mese), il dipendente riceverà un ultimo stipendio il 27 rapportato a 15 giorni (dall’1 al 15, periodo di servizio) e una prima pensione, il 1 del mese successivo, pari a 15 giorni (dal 16 al 30, giacché contabilmente tutti i mesi si considerano di 30 giorni).

Per allineare le periodicità, infatti, è necessario corrispondere il “rateo” rapportato al numero di giorni di differenza fra le due periodicità.

Ora, con la norma in finanziaria, se con la prima pensione “differita” non verrà corrisposto anche il rateo corrispondente ai dieci giorni di differimento, quei dieci giorni non saranno stati pagati e non verranno mai recuperati, concretizzando, di fatto, un prelievo forzoso. Da qui il “risparmio” di 6 milioni di €. Più che “risparmio” lo chiamerei furto.

Ah questa sinistra. Ma il PD, nel suo programma elettorale, ha mai scritto che avrebbe aggredito le pensioni? E Renzi, nel suo programma per le primarie, ha rappresentato questa sua intenzione?

Capisco che la Costituzione prevede il non vincolo di mandato, ma, a parte che a tutto c’è un limite, questo riguarda solo i parlamentari eletti.

Renzi, che non è parlamentare ha, per caso, rinvenuto qualche disposizione nello statuto del PD che gli consente di impiparsene dei suoi elettori? Non è che comincia a pesare la manina di Yoram Gutgeld?

Stefano Ali

Fonte: http://ilcappellopensatore.it

Link: http://ilcappellopensatore.it/2014/10/prelievo-forzoso-dalle-pensioni-slittamento-10-giorni/

22.10.2014

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
gaia
gaia
22 Ottobre 2014 12:04

Che sbadata!!

Non mi ero accorta che il PD e Renzi avevano un programma.

s_riccardo
s_riccardo
22 Ottobre 2014 12:09

Renzi pensava di farla franca, 10 giorni cosa vuoi che sia… Grazie per la spiegazione.

albsorio
albsorio
22 Ottobre 2014 12:34

Il "prelievo forzoso" lo hanno già fatto, quanto vale oggi un metro quadrato della tua casa oggi e quanto valeva tre anni fa?

Il tu tempo/lavoro quanto vale oggi, sia in assuluto che in potere di acquistò?
Sveglia ragazzi.
AlbertoConti
AlbertoConti
22 Ottobre 2014 12:55

A parte che il differimento riguarda solo i pensionati con doppia pensione
Inps-Inpdap, cioè 800.000 su quasi 16 milioni, il 10 del mese rappresenta un
compromesso tra l’1 (pensionati solo Inps) e il 16 (pensionati solo
Inpdap).

Comunque quel ragionamento fumoso e indimostrato (se …) sul
rateo, porterebbe nella peggiore delle ipotesi ad un risparmio di 6 milioni,
secondo Ali, cioè l’1 % del bonus-bebè, misura ancora dubbia, e speriamo da
ritirare nella sua forma attuale iniqua (redditi fino a 90.000 €).

Le
porcate di Renzi sono ben altre, questo è il classico dito, anzi ditino, che
distoglie lo sguardo dalla Luna.

Perchè piuttosto non appare in home page
la questione-bomba della dichiarazione esplicita "FUORI DALL’EURO" DEL
M5S?

E’ solo riportata nel forum, senza neppure un commento.

Hamelin
Hamelin
22 Ottobre 2014 12:56

Piu’ che il furto irrisorio di 6 Milioni di EURO questa è una bomba concettuale .

Inizia a toccare punti fissi mentali sacrosanti dell’Italiano medio per tastare il terreno di manovra per ben piu’ audaci obbiettivi .

In futuro le pensioni  verranno magari rispostate … tagliate … per infine sparire per alcune categorie …

La dinamica demografica unita al tasso di discocupazione stellare rende il sistema pensionistico in Italia insostenibile ( e non sul lungo termine , ma già sul medio )…

rebel69
rebel69
22 Ottobre 2014 16:46

Rimango perplesso nel leggere i commenti che si fanno agli articoli di questo Ali,sia questo che il penultimo,quello degli economisti con la "B".Sono sicuro che a certi nostri paesani pochi informati,informati solo dai mainstream o disinformati proprio,non basti la semplice aritmetica per rendersi conto che alla fine del mese di soldi ne avanzano sempre meno(se avanzano)o che si hanno figli laureati tutto il giorno a casa davanti a facebook o se va bene impegnati con contratti vergognosi e stipendi da fame,come del resto in tutti i vari aumenti di  tasse e balzelli che ogni tanto ci arrivano per posta o quando andiamo ad usufruire di un servizio.Del resto cosa vuoi che siano 6.000.000 di €?Detto questo credo che tutto quello che aiuti a farsi un idea,per chi ne avesse ancora bisogno,oppure avere sempre nuovi argomenti da proporre a chi ancora nel PD e nel suo giovane premier vede una luce di speranza,sia molto utile,come utile è sicuramente seguire personaggi come Borghi e Bagnai(di cui ho letto il libro)sempre con il cervello bene acceso.La nostra storia del resto ci dovrebbe avere insegnato che siamo pieni di pifferai magici che usano la verità,magari distorcendola per degli scopi per nulla giusti.Grazie Stefano Ali… Leggi tutto »

lucamartinelli
lucamartinelli
22 Ottobre 2014 22:15

se così fosse sarebbe solo un gioco di prestigio, uno dei tanti contenuti nella legge di stabilità…..

alvise
alvise
23 Ottobre 2014 1:27

Sono d’accordo con te, specialmente quando dici
"Le porcate di Renzi sono ben altre..". Infatti non nego di essere in
agitazione sulla porcata del TTIP. Se andasse applicata cosa succederebbe?
Personaggi nellambito dell’economia l’hanno analizzata, ma comunque non bisogna essere dei Krugman per capirlo, e sappiamo cosa potrebbe succedere,
specialmente quando ci parla della legge di Dornbusch, che secondo me è paurosa, ma forse esagero ed ho solo fisime,  quindi su questo dovremmo stare in campana, perché il TTIP secondo me è la
madre di tutti i pogrom economici.A me non interessa se un governo ha l’eredità
del precedente, se c’è una porcata la deve togliere, stop. Parole inutili lo so
bene, è solo la rabbia che me le fa dire.

Firenze137
Firenze137
23 Ottobre 2014 6:31

questa troavata è come dire " te li do tra 10 giorni…va bene lo stesso no ?"
In fondo 10 giorni che sono ?  E’ un modo di "ribadire" anche psicologicamente che non ci sono soldi..,. ed in fondo io Governo non ho soldi – lo sai vero ? – e quindi mi fai un piccolo favore di aspettare.

Nella mente della gente si consolida ormai l’abitudine a questi che sembrano piccoli  sacrifici. Un sacrificio oggi uno domani  e così sta buona buona, la sera si raccoglie davanti alla TV.. guarda porta a porta e si sente gratificata che ha fatto una buona azione. 

E tutti noi Fantozzi dell’ultima ora, ringraziamo ed andiamo a letto  contenti..Buonanotte

RBendo
RBendo
24 Ottobre 2014 15:48

In base al suo ragionamento allora il prelievo forzoso verrebbe effettuato
riportando la data di erogazione al primo del mese, dato che il mese precedente
è stata erogata il 10, il mese successivo che sarebbe erogata di nuovo il primo
verrebbe decurtata di 10 giorni, e per tornare nel mese successivo si alla
cifra intera.