Perchè Draghi non è salito al Quirinale

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

“Lo scorso fine settimana, per la prima volta nella sua dorata carriera, Mario Draghi ha saltato una promozione. Era il favorito dei bookmaker per diventare presidente dell’Italia. Aveva segnalato di volere il prestigioso incarico, con il suo mandato di sette anni e un notevole peso politico. Ma in otto turni di votazione che alla fine hanno coronato per un secondo mandato il presidente uscente Sergio Mattarella, Draghi non ha mai ottenuto più di cinque voti dai 1.009 parlamentari e delegati regionali che hanno preso parte alle elezioni.”

Così inizia splendidamente l’articolo di reuters.com (in fonte alla fine) per riassumere quello che è successo la scorsa settimana in Italia nel toto-quirinale che ha tenuto tutti con il fiato sospeso.

Certo nessuno qui esulta per il Mattarella Bis, un’elezione che mantiene tutti al loro posto, con un aspirante dittatore da un lato e chi gli firma i decreti legge dall’altro dimenticandosi del suo ruolo di garante della Costituzione, ma può essere intrigante capire come mai una figura così di spicco – “che dopo aver salvato l’Euro e la Grecia, ora sta salvando l’Italia dalla pandemia” – non abbia ottenuto la promozione che tanto auspicava.

Reuters prova a darci una spiegazione intervistando alcuni parlamentari e le loro affermazioni ci offrono un quadro interessante. Secondo la maggior parte dei politici intervistati, la prima motivazione del perchè Draghi non è stato promosso è da rinvenire nella paura di perdere la poltrona a causa delle successive, ed inevitabili, elezioni anticipate.

Secondo Fausto Raciti, deputato del Partito Democratico, una probabile vincitrice delle elezioni sarebbe stata Giorgia Meloni, in cima ai sondaggi; “C’era la matematica certezza delle elezioni anticipate e del premier Meloni. Nessuno nel Pd era disposto a correre quel rischio”.

Non a caso la Meloni aveva pubblicamente appoggiato Draghi alla presidenza a condizione che le elezioni si svolgessero immediatamente.

Ma non è solo questo il motivo della disfatta di Mario Draghi. A non piacere agli oltre 1000 votanti è stato l’atteggiamento con cui ex BCE ha gestito il potere in questi mesi da Presidente del Consiglio. Draghi infatti ha spesso deliberato con decreto d’urgenza, lasciando al parlamento poco spazio per discutere e modificare la legislazione. Questo senso di esclusione gli è costato il sostegno di quasi tutti al momento della votazione. Secondo alcune voci interne al PD, il nostro Premier decide bruscamente e di testa propria anche dopo essersi consultato con il suo gabinetto, cosa che ha prodotto attriti notevoli anche tra i più fidati galoppini che lo circondano.

“Se vuoi essere il capo della Bce devi negoziare con cinque o 10 persone. Per essere presidente della repubblica devi convincere 1.000 legislatori. È un’abilità diversa” – ha detto Borghi deputato della Lega – “Alcuni hanno detto di no, altri hanno detto che ci avrebbero pensato, ma il messaggio che ho ricevuto dalla maggior parte di loro è stato che avrebbero preso in considerazione la possibilità di votare per chiunque tranne Draghi”.

Insomma a quanto pare, nonostante la situazione politica sia drammatica, il sistema dei pesi e dei contrappesi all’interno delle istituzioni politiche pare abbia avuto un colpo di coda, evitandoci che la carica più alta dello Stato fosse affidata all’uomo del Britannia.

D’altronde chi semina fuoco, raccoglie cenere.

Massimo A. Cascone, 03.02.2022

Fonte: https://www.reuters.com/world/europe/anyone-draghi-how-an-italian-presidential-bid-fell-flat-2022-02-02/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x