PER LE BANCHE, L’ INVESTIMENTO “PIU’ SICURO” E’ IN PERDITA

DI MAURIZIO BLONDET
rischiocalcolato.it

Per le banche, l’investimento “più sicuro” è in perdita
Come tutti sanno, le banche europee hanno preso in prestito dalla Banca Centrale Europea . all’1 per cento per tre anni, un 489 miliardi di euro. Di questi, ne hanno depositato 425 miliardi nei loro depositi a brevissimo (overnight) presso la stessa BCE. Ciò, nonostante il tasso d’interesse che ricevono per quei depositi sia dello 0,75%. Ossia dello 0,25% per cento inferiore al costo pagato per prendere a prestito quei fondi.

Con questo loro comportamento, senza volere le banche stanno dicendo qualcosa a noi piccoli risparmiatori e depositanti.

a) Che vale la pena di perdere denaro, piuttosto che investire in titoli di stato al 7 per cento. Che l’investimento “sicuro” oggi non è quello che da’ interessi, ma quello presso il prestatore d’ultima istanza, dove non c’è niente da guadagnare (Come aprire un conto in Svizzera?)

b) Le banche pensano che gli stati falliranno, che le altre banche falliranno, che in ogni caso non sono “sicure”, e che è meglio attendere invece di investire qua e là.

c) Le banche sanno che la disfunzione del mercato interbancario è destinata a durare, che la situazione è orribile, ed è meglio non rischiare nulla. In attesa di che? Della nuova operazione di prestito a 3 anni che la BCE indirà il 29 febbraio.

Maurizio Blondet
Fonte: www.rischiocalcolato.it
Link: http://www.rischiocalcolato.it/2011/12/per-le-banche-linvestimento-piu-sicuro-e-in-perdita-the-blondet-pill.html
29.12.2011

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ROE
ROE
30 Dicembre 2011 12:16

Dall’8 dicembre 2011, il tasso sui depositi presso la BCE è lo 0,25% non lo 0,75%. Quindi le banche depositanti che hanno ricevuto prestiti dalla BCE all’1% perdono lo 0,76% non lo 0,25%. Questo rende ancora più verosimile il discorso fatto nell’articolo.

Cornelia
Cornelia
31 Dicembre 2011 4:50

Mi sembra ovvio che per tenere i soldi “al sicuro” si debba pagare qualcosa.
Invece la gente è talmente idiota da volere investimenti “sicuri” e pretendere pure di guadagnarci. Quando perderanno tutto, frigneranno anche. Avidi imbecilli che non sono altro.

borat
borat
31 Dicembre 2011 8:36

cosa ci sia dietro questa operazone lo sapranno si e no in 20; escludo che l’estensore del presente articolo sia fra quelli– quindi queste sono solo supposizioni infondate

Tao
Tao
31 Dicembre 2011 9:18

Sul sito di Beppe Grillo c’è un commento molto esatto (scritto da qualcuno per lui) sul fatto clamoroso che si crea moneta per darla alle banche all’1%, in modo che poi comprino BOt e BTP al 5% o 7% e guadagnino la differenza. E’ ovvio che questo “giro dei Bot” per finanziare il debito pubblico italiano non ha senso, è assurdo. Sarebbe logico invece che si creasse moneta e si comprassero Bot e Btp direttamente, senza passare per le banche. Fin qui niente di nuovo per chi legga questo sito da tempo, questo meccanismo perverso è stato spiegato e discusso venti volte ormai e si è lieti che se ne parli anche su BeppeGrillo. Se è così ovvio che sia assurdo (per la maggioranza degli italiani) creare questi miliardi e fargli fare questi giri, allora non si capisce: 1) chi siano questi “Loro…” di cui parla Grillo che fanno queste manipolazioni a) perchè sono ora tutti a a sostegno dei “Draghi dei Monti” (incluso Grillo e i suoi amici) visto che è ovvio che siano proprio loro che le mettono in opera Sotto c’è un pezzo di Barnard che da una sua risposta (con qualche esagerazione), e fa notare in… Leggi tutto »