Home / ComeDonChisciotte / PATTINANDO SULLE PISTE DI BRINDISI

PATTINANDO SULLE PISTE DI BRINDISI

DI MIGUEL MARTINEZ
kelebeklerblog.com

Ora, non è gentile fare le scommesse sulle tragedie.

Però sulla commedia mediatica, sì.

Prendiamo l’attentato stamattina alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi, e lanciamoci in una profezia di come andrà a finire. Anche perché se non la faccio adesso, poi non posso dire di aver avuto ragione, né posso dare a voi la possibilità di dire che mi sono sbagliato.

Sabato e domenica:

Una riga a testa di Sdegno, poi via a pattinare su pista.

La Pista può essere, a scelta:

– la mafia

– gli anarcoinsurrezionalisti

– Casa Pound

– la massoneria

– i musulmani

– i delinquenti albanesi

– il governo Monti

– i razzisti

– i Servizi Deviati che fanno un po’ di Strategia della Tensione

Per ognuna di queste Piste, ci sono numerosi interessanti indizi (note in italiano come guardacaso).

Lunedì:

Arrestano due ventiduenni iscritti al terzo anno dell’Istituto professionale oggetto dell’attentato, che confessano di aver messo le bombole per spaventare un loro compagno di classe che non aveva restituito loro il motorino: gli inquirenti ci arrivano perché sulla sua pagina di Facebook, uno degli gli attentatori aveva messo la propria foto mentre scaricava le bombole di gas da un’auto.[1]

Si tratta quindi di due giovani su non so quanti milioni in Italia, ma il fatto si trasforma di colpo da Pista in Segno dei Tempi. Alla domanda perché i (cioè milioni di) giovani passerebbero abitualmente il loro tempo a studiare inneschi per bombole di gas per fare stragi, la risposta potrà essere:

– l’arcaica povertà del Sud

– si danno troppi soldi al Sud

– Mediaset non insegna i Valori della Resistenza

– insegnanti sessantottini propagandano il comunismo invece di trasmettere nozioni

– l’insensibilità della società che non sa ascoltare il disagio giovanile

– il crollo dei Valori della Famiglia perché c’è l’aborto

– la xenofobia che dilaga

– il relativismo che permette di costruire moschee ovunque

– insegnanti insensibili che non hanno la Missione dell’Insegnamento e trasmettono solo nozioni

– la Lega Nord che vorrebbe dividere l’Italia

– l’immigrazione che sta distruggendo i valori identitari

– i terroni che non hanno voglia di adattarsi al mondo globale

– troppi soldi buttati nella scuola che si dovrebbero usare per fare nuove imprese

– i tagli alla scuola

Mercoledì:

Il trionfo calcistico dei blu a pallini contro i giallo ocra, tre a due, sostituisce ogni altra notizia.

Giovedì:

“Vero che a Brindisi è successo qualcosa qualche giorno fa?”

“Che, la cosa degli anarchici? No, i mafiosi erano?”

Non esistono le notizie. Esistono dei modelli, che ogni giorno, ognuno applica alla realtà nella stessa, identica e prevedibile maniera.

Nota:

[1] O questo, oppure qualche faccenda losca che riguarda la fornitura di panini per la merenda a scuola, oppure l’ex-marito ossessivo di una bidella.

Se non è qualcosa di simile, non ho problemi a fare un post tra qualche giorno con il titolo “Mi sono sbagliato”.

Miguel Martinez
Fonte: http://kelebeklerblog.com
Link:http://kelebeklerblog.com/2012/05/19/pattinando-sulle-piste-di-brindisi/
19.05.2012

Pubblicato da Davide

  • massi

    che articolo insulso.

  • Skoncertata63

    E’ triste, e’ cosi’: le notizie scuotono le testate e i titoli dei TG per poco più di 48 ore e poi via, fanno spazio ad altro “novità”. Come stamattina, ore 08.30, ascoltavo la radio, all’improvviso s’interrompe il programma “ameno” e danno la sconvolgente notizia. Finita la notizia, senza alcun commento, hanno ricominciato con la trasmissione “amena” e con il gioco a premi.

    Ho spento la radio e ho mandato un messaggio a questa radio dicendo che: e’ vero che ognuno deve fare il suo mestiere, ma una radio che si rispetti, dopo una notizia del genere, non puo’ ricominciare con il gioco a premi. Qui si parla di vite umane saltalte in aria davanti ad una scuola. Non e’ umano, non e’ professionale, non e’ giusto.
    Ma a ognuno il suo mestiere, dicono.
    E allora io mi auguro che chi deve indagare lo faccia davvero e che tra una settimana o meno o piu’ tutti possano capire il perche’ di questo gesto. E spero che un giornalista radio o tv o internet riporti chiaramente i fatti e gli antefatti, che tutti possano capire e sapere.
    Lo spero soprattutto per i genitori delle vittime, che immagino in questo momento prostrati, sconvolti, increduli, abbandontati al loro dolore. In attesa di giudizio.

  • Skoncertata63

    Ognuno ha la propria opinione. Personalmente, considerare insulso questo articolo….e’ insulso.
    Invece mi ha fatto riflettere su quanto ignoranza esiste nella nostra collettivita’, ignoranza nel senso di “non sapere e passarci sopra”.
    Ma temo che non riusciremo a passar sopra alla serie di attentati che purtroppo e’ all’orizzonte. Ogni attentato messo a segno incoraggia le mani di chi sta preparando un secondo attentato, e questo incoraggia il terzo,
    Noi possiamo per parte nostra continuare a essere informati su quello che ci accade e a leggere e ascoltare piu’ fonti, non solo sempre la stessa.

  • dana74

    vero, ho solo visto 10 minuti dello squallido carosello mediatico, disgustoso veramente e non aggiungono mai un dettaglio interessante e non lo faranno

    Ps segnalo
    Bombe a Brindisi, utilità della tensione
    http://ilcorrosivo.blogspot.it/2012/05/bomba-brindisi-utilita-della-tensione.html#more

  • Aironeblu

    Aspettiamo il post entro venerdi”, e non scappare!!!
    Io invece credo che la notizia avra’ un lungo strascico, sia che siano stati i due stupidotti (quanto di piu’ lontano dalla realta’), sia che si tratti della ripresa delle stragi di stato. Perche’? Perche’ sara’ un ottimo pretesto per stringere il controllo sui cittadini: vedrai che invece dei due burloni l’autore sara’ un pazzoide estremista indottrinato sui siti sovversivi, che a questo punto diventeranno (da recitare col tono di Napolitano) “un grave ed inequivocabile pericolo che minaccia la sicurezza delle istituzioni e dei cittadini da esse rappresentati”….
    CI SI RISENTE VENERDI’!!!!

  • Tetris1917

    candidato al peggiore articolo su cdc, ultimamente in gran spolvero su posizioni farneticanti. La crisi tira brutti scherzi a qualsiasi livello

  • IVANOE

    Martinez ha ragione.
    Andate a rivedervi tutte le edizioni tv di altri attentati dinamitardi:

    piazza fontana stesse stucchevoli notizie
    piazza della loggia idem
    treno italicus uguale
    piazza bologna lo stesso
    attentati del 1993

    stessa matrice informativa.
    Ci risiamo…. appena in italia la gente comincia a svegliarsi… ecco che si ricomincia… appena ieri genova….oggi brindisi…cje strano….

  • pantos

    ma qualcosa di più utile no eh?
    più che insulso direi incivile e indegno.

  • Pellegrino

    candidato e premiato

  • Tonguessy

    Ogni significato presuppone una profondità,
    una
    dimensione nascosta che l’uomo postmoderno (cioè noi) ignora,
    abituato
    com’è alla mancanza di significati per eccesso di significati stessi.
    Jean Baudrillard

    Martinez ha solo messo in evidenza l’eccesso di significati da cui nasce la mancanza di significati. Nulla ha più senso perchè è sparita la sacralità del significato, e tutto è lasciato alla convenienza. Sparito il Sacro, ecco la Pubblicità.
    Ci aveva ammoniti anche Guy Debord tempo addietro con la sua “Società delo Spettacolo” ovvero lo ““spettacolarismo integrato” cui nessun uomo postmoderno (cioè noi) può sottrarsi.

  • andyconti

    L’articolo potra’ non piacere, ma il concetto di “modello di informazione” e’ il fondamentale problema da cui sorge tutto l’abuso di potere di cui in Italia siamo schiavi da sempre.

  • zufus

    Le stragi di Stato con le bombole del gas?

    Sarà un effetto della crisi anche quello?
  • zufus

    Martinez ha perfettamente ragione. E infatti stamattina spunta fuori l’ipotesi del gesto di uno squilibrato, ed è la più accreditata.

    Pensare che la mafia, o i servizi segreti, o la massoneria, o Bin Laden (che ci sta sempre bene) abbiano fatto un attentato del genere, con le bombole del gas da cucina, poteva crederlo solo chi ragiona con la pancia.

    Ma sembra che siano in tanti, purtroppo anche qui su CDC, a non saper usare il cervello.

    L’indignazione al posto del ragionamento.
  • AlbertoConti

    Altro che insulso, questa è la denuncia del re nudo, la casta dei giornalisti che ha tradito se stessa, la propria missione, negando le verità più palesi per descrivere quotidianamente asini volanti, a puro scopo di distrazione di massa. Gli operatori delle testate atomiche sono più innocenti di questi (ex)giornalisti. Vendersi l’anima e fare marketing è il peggio del peggio, Dante li avrebbe messi nel più basso girone dell’inferno.

  • pantos

    ma che ragionamento è contenuto in questo articolo scusate?
    o sono io troppo stupido?

  • siletti86

    Articolo estremamente acuto! A me piace! Mi ricorda un recente intervento di Rizzo nel quale riportava il pensiero di un suo giovane militante (o almeno credo che lo fosse) che diceva pressappoco: “io, sebbene antisistema, mi seguo tutti i telegiornali ed i media vari perchè voglio capire QUELLO CHE MI VOGLIONO FAR CAPIRE”.