OPERAZIONE SALVATAGGIO BIBI

DI GILAD ATZMON

gilad.co.uk


L’esercito israeliano ha lanciato una vasta operazione di terra a Gaza la scorsa notte. Fino a a questo momento, Israele non è riuscito ad enunciare i suoi obiettivi militari. Nessuno ha spiegato qual i siano gli obbiettivi da raggiungere per poter parlare di vittoria. Ho paura che l’obiettivo militare sia invece evidente: salvare la carriera politica di Netanyahu.

Il primo ministro Netanyahu e il suo ministro della difesa Moshe Ya’alon non hanno altre opzioni. I due hanno cercato di evitare un’operazione di terra. Come la maggior parte degli ufficiali dell’IDF Netanyahu e Yaron sanno che l’esercito israeliano non ha la capacità comunque di contrastare la sfida balistica di Gaza.

Israele ha perso il suo potere di deterrenza qualche tempo fa. Hanno invece, sviluppato una tecnologia impressionante per affrontare questa minaccia balistica. Il sistema anti-missile Iron Dome israeliano funziona eccezionalmente bene, comunque, strategicamente, si è dimostrato un’ efficace contromossa. Hanno lasciato che Hamas e le altre organizzazioni a Gaza scatenassero il loro arsenale di razzi sulle città israeliane, mettendo Israele sulla difensiva, però in una posizione etica dal momento che nessuno si faceva del male.

Da una prospettiva militare, questo ha portato a unico un cambiamento di marcia. In sostamza Hamas e l’IDF hanno scambiato dottrine militari. Mentre in passato, Israele e l’IDF sono stati associati alla filosofia della dottrina offensiva – la convinzione che “l’attacco è la miglior forma di difesa.” Adesso è Hamas e gli altri combattenti per la libertà palestinesi che cercano di attaccare e scontrarsi.

Netanyahu e Yaron sono entrambi due veterani delle forze speciali. Hanno un’ottima conoscenza della situazione militare e sono stati testimoni del forte spirito di resistenza a Gaza. Sanno anche che in considerazione del crescente isolamento dello Stato ebraico, le opzioni di Israele sono limitate. Netanyahu e il ministro Ya’alon sanno che un’operazione di terra non potrà fermare il lancio dei missili a meno che l’intera striscia di Gaza sia “arata”. Israele non possiede la potenza militare di impegnarsi in tale operazione né l’abilità diplomatica di sostenere un tale assalto così prolungato.

Per giorni il Primo Ministro Netanyahu è stato spinto dagli estremisti all’interno del suo esecutivo. Egli deve mostrare qualche impegno per l’ideologia che porta avanti la linea dura e che ha sostenuto per anni. Gli israeliani hanno bisogno di vendetta. Dopo tutto, essi sono stati umiliati dalla resistenza palestinese per giorni. Hanno bisogno di qualcosa di cui rallegrarsi e Netanyahu sa di cosa si tratta.

Il filmato dei soldati israeliani che marciano in territorio nemico è un momento collettivo di estasi per lo Stato ebraico. Ma ricordiamo che l’atmosfera cambia in genere una volta che i soldati israeliani vengono rispediti a casa in una bara. Ma questo succede dopo.

Gilad Atzmon

Fonte: http://www.gilad.co.uk

Link: http://www.gilad.co.uk/writings/operation-bibi-rescue.html

18.07.2014

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura della redazione

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
9 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
9
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x