“Omicron”, da che nasce l’isteria europea?

Per il medico sudafricano che l'ha scoperta: "Presenta sintomi lievi"

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

www.lantidiplomatico.it

di Agata Iacono

La variante “omicron” che sta gettando nel panico l’occidente buca i vaccini sperimentali mRNA imposti alla popolazione europea, rende inutile il Super Green Pass del governo Draghi e dimostra l’inefficacia delle terze dosi. Non solo, scatena inoltre il buonismo di chi vorrebbe smaltire le scorte scadute regalandole agli africani…

Lo stigma colpisce il Sudafrica da parte dei sedicenti antirazzisti, che vorrebbero cedere all’Africa i vaccini che avanzano e che bucano le nuove varianti, in attesa degli “aggiornamenti” promessi da Pfizer BioNTech e Moderna, cui a quanto dichiarato dalle stesse Big Pharma “si stava già lavorando da sei mesi”.

E il Sudafrica non ci sta. È la seconda volta che riesce a sequenziare per primo una variante, ma non solo non si riconosce il merito, si punisce. Non è bastato scoprire, informare, condividere le informazioni e allertare immediatamente il mondo della comparsa di Omicron per essere risparmiata da pesanti decisioni. Al Sudafrica non è affatto piaciuta la reazione – “spropositata” , “punitiva” a loro dire – dei vari governi alla notizia della nuova variante B.1.1.529, né tantomeno il trattamento che sta ricevendo e che rischia di minare la sua economia. Di fronte alla chiusura generale dei voli e al fuggi fuggi dal Paese, il Governo di Cyril Ramaphosa ha affermato in un comunicato che il Sudafrica è stato paradossalmente danneggiato per averla scoperta. “Questa ultima tornata di divieti equivale a punire” il Paese “per aver sequenziato la mutazione e per la sua capacità di rilevare nuove varianti rapidamente. “L’eccellenza scientifica”, concludono dal governo, “dovrebbe essere applaudita e non punita”.

Molto importanti anche le parole pronunciate al Telegraph dal medico sudafricano che per primo ha allertato le autorità della presenza della variante omicron COVID-19. La dottoressa Angelique Coetzee, membro del consiglio di amministrazione della South African Medical Association, ha notato per la prima volta pazienti che mostravano sintomi insoliti il ??18 novembre. “I loro sintomi erano diversi, ma così lievi rispetto a quelli che avevo trattato prima”, ha detto Coetzee al The Telegraph. “Presenta una malattia lieve con sintomi come dolori muscolari e stanchezza per un giorno o due”, ha spiegato la Coetzee al quotidiano britannico. “Finora, abbiamo rilevato che le persone infette non subiscono la perdita del gusto o dell’olfatto. Potrebbero avere una leggera tosse. Non ci sono sintomi evidenti. Di quelle infette, alcune sono attualmente in cura a casa”.

L’isteria occidentale non sembra avere nessuna base scientifica.

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-omicron_isteria_occidentale_ma_il_medico_sudafricano_che_lha_scoperta_presenta_sintomi_lievi/38822_44123/

Pubblicato il 28.11.2021

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix