Nuovo stop ad Astra Zeneca in Germania

Dopo 31 segnalazioni di coaguli di tipo raro, che hanno provocato 9 morti, la Germania ferma di nuovo il vaccino AstraZeneca

 

Megan Redshaw – theDefender – 30 marzo 2021

 

I funzionari della sanità tedeschi hanno sospeso l’uso del vaccino Covid di AstraZeneca per le persone sotto i 60 anni come “misura precauzionale”, affermando che le persone devono trattare la questione “con attenzione e attendere il risultato dei dibattiti che si stanno svolgendo a livello federale”.

Le autorità di Monaco e di Berlino hanno sospeso l’uso del vaccino Covid di AstraZeneca per gli under 60, dopo che l’ente regolatore tedesco per i vaccini ha riscontrato 31 casi di un raro coagulo di sangue nel cervello, nove dei quali hanno provocato la morte, come riportato da ABC News.

Tutti i casi, eccetto due, hanno coinvolto donne dai 20 ai 63 anni, stando a quanto comunicato dal Paul Ehrlich Institute.

Dilek Kalayci, massimo funzionario sanitario di Berlino, ha dichiarato che la decisione è stata presa in via precauzionale, in vista di una riunione programmata per oggi con i rappresentanti di tutti i 16 stati della Germania. Ha anche aggiunto che si attendono ulteriori raccomandazioni dagli enti regolatori medici a livello nazionale.

Kalayci ha detto che la sospensione dei vaccini AstraZeneca per i più giovani è stata una misura precauzionale, e che la gente dovrebbe trattare la questione “con attenzione e attendere il risultato dei dibattiti che si stanno svolgendo a livello federale”.

Questo pomeriggio, due ospedali statali di Berlino hanno annunciato di aver smesso di somministrare il vaccino Covid di AstraZeneca al personale femminile sotto i 55 anni, e i direttori di cinque ospedali universitari della Germania occidentale hanno chiesto una sospensione temporanea del vaccino per tutte le donne più giovani, citando il rischio di coaguli di sangue.

Secondo ABC News, l’agenzia di stampa tedesca dpa International ha citato un rappresentante di Monaco, il quale avrebbe dichiarato che la sospensione delle vaccinazioni AstraZeneca per le persone più giovani di 60 anni durerà “fino a quando non sarà risolta la questione delle possibili complicazioni del vaccino per questo gruppo di persone”.

Questa non è la prima volta che la Germania sospende il vaccino di AstraZeneca. Diversi governi europei, tra cui Germania e Francia, avevano inizialmente limitato le vaccinazioni alle persone sotto i 65 anni a causa di problemi neurologici insorti in un partecipante alla sperimentazione nel Regno Unito.

Come riportato oggi, anche i funzionari sanitari canadesi hanno sospeso il vaccino Covid di AstraZeneca nelle persone di età inferiore ai 55 anni, in seguito alle preoccupazioni che il vaccino possa essere collegato a rari coaguli di sangue.

Health Canada ha aggiornato le sue linee guida, spinta da nuovi dati europei che suggeriscono che il rischio di coaguli di sangue è ora potenzialmente uno su 100.000, molto più alto del rischio di uno su un milione dichiarato in precedenza. Il comitato consultivo ha raccomandato di sospendere l’iniezione per i gruppi più giovani, in attesa del risultato di una dettagliata analisi rischi-benefici che l’agenzia ha richiesto ad AstraZeneca.

All’inizio di questo mese, più di 20 paesi, compresa la Germania, avevano sospeso l’uso del vaccino AstraZeneca dopo segnalazioni di rari coaguli di sangue nel cervello di persone sane che avevano ricevuto il vaccino, con conseguenze anche fatali.

Il ministro federale tedesco della salute, Jens Spahn, aveva dichiarato che erano stati segnalati sette casi di trombosi venosa cerebrale e che l’autorità tedesca per i vaccini, il Paul Ehrlich Institute, aveva ritenuto “necessarie ulteriori indagini dopo nuove segnalazioni di trombosi cerebrale in relazione alla vaccinazione in Germania e in Europa.”

I funzionari dell’Istituto si erano detti in attesa di una decisione da parte dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ”per quanto riguardava l’eventuale influenza dei nuovi risultati circa l’approvazione del vaccino.”

Dopo una revisione da parte di esperti in medicina, l’EMA ha concluso che il vaccino Oxford-AstraZeneca “potrebbe essere associato a casi molto rari di coaguli di sangue”, ma i benefici del vaccino superano i rischi, e i paesi dovrebbero continuare a usarlo. La maggior parte dei paesi dell’Unione Europea, compresa la Germania, avevano ripreso l’uso del vaccino.

La stessa settimana, due team di ricerca indipendenti in Norvegia e in Germania hanno annunciato di aver identificato gli anticorpi associati alla risposta immunitaria che ha causato il tipo di coaguli di sangue riscontrato in alcune persone vaccinate con AstraZeneca. Di conseguenza, Francia, Danimarca, Norvegia, Svezia e Finlandia non hanno tolto le loro restrizioni all’uso del vaccino.

La Finlandia e la Svezia hanno limitato il vaccino di AstraZeneca alle persone sopra i 65 anni, mentre la Francia ha ripreso la vaccinazione per le persone sopra i 55 anni. Tutti e tre i paesi mantengono la sospensione per tutte le altre fasce di età, mentre la Norvegia ha rimandato la decisione di riprendere o meno l’uso del vaccino di AstraZeneca per altre tre settimane.

Sebbene il vaccino di AstraZeneca sia stato autorizzato per l’uso nell’UE, non ha ancora ricevuto l’Autorizzazione per l’Uso di Emergenza (EUA) negli Stati Uniti. L’azienda ha in programma di fare richiesta per l’EUA nelle prossime settimane. Se approvato, AstraZeneca diventerebbe il quarto vaccino disponibile negli Stati Uniti, insieme a Moderna, Pfizer e Johnson & Johnson.

 

Link: https://childrenshealthdefense.org/defender/germany-astrazeneca-blood-clots-deaths/

Tradotto da ernestw per Comedonchisciotte.