Home / ComeDonChisciotte / MONTI, IMU, DISASTRO IMMOBILIARE

MONTI, IMU, DISASTRO IMMOBILIARE

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

Il Censis stima che l’IMU produca una perdita di valore degli immobili italiani tra il 20 e il 50%, cioè tra 800 e 2.000 miliardi di Euro, stimando 4.000 il patrimonio ante IMU. E’ come se una serie di bombardamenti avesse distrutto un edificio e un terreno su tre.

Quindi Monti, ha fatto un danno di circa 1.500 miliardi al patrimonio privato e pubblico del paese, per incassarne 47.

Ha fatto un danno di 2/3 del debito pubblico, senza ridurre il debito pubblico, ma aggravandolo e peggiorando il rapporto tra valore dei risparmi e debito pubblico e privato.

Ha colpito in tal modo l’unico punto forte della situazione finanziaria italiana: il buon rapporto tra debito (pubblico e privato) e patrimonio (pubblico e privato). Davvero un genio dell’economia! Non basta la nomina a Senatore a Vita per alti meriti verso la patria. Merita  un premio Nobel.

 Il danno così cagionato da Monti e da chi lo sostiene non sta solo nella perdita di ricchezza nazionale, perché la svalutazione degli immobili ha ben altri effetti:

 1)rende più difficile e meno fruttuosa la via di ridurre il debito pubblico vendendo il patrimonio immobiliare dello Stato;

 2)taglia il valore delle garanzie immobiliari date da imprese e cittadini alle banche, quindi taglia il credito  e l’attività economica;

 3)deprime il mercato immobiliare, già depresso da circa cinque anni;

 4)fa chiudere i cantieri delle costruzioni in corso, per la ragione al punto 2) e al punto 3);

 5)fa chiudere o fallire molte imprese edili, con ricadute negative (insolvenze, cessazione degli ordinativi) sull’indotto e sull’occupazione, quindi anche sugli ammortizzatori sociali;

 6)moltiplica la recessione e la rende irreversibile, perché le recessioni e le riprese dei sistemi economici sono guidate e sostenute dal settore delle costruzioni, come ultimamente vediamo nel caso del Regno Unito.

 Possiamo facilmente immaginare che cosa sarebbe successo, che so, a Sarkozy, se avesse fatto una cosa simile alla Francia. Gli italiani, diversamente dai francesi, sono un popolo-materasso. Monti ha coalizzato intorno a sé le forze del privilegio e delle rendite – partiti, banchieri, monopolisti, grandi burocrati strapagati – per portare avanti un politica senza investimenti e senza rinnovamento e senza crescita, di sola recessione, tassazione, disoccupazione e pagamento di interessi agli stranieri e di sostegno alla speculazione bancaria.

 Ma a chi può giova questa sua politica anti-italiana? Solo a un ceto bancario che vuole il paese ridotto in miseria e alla disperazione per far incetta delle sue ricchezze reali prezzi stracciati e approfittare del bisogno della gente per imporre tagli di diritti e ulteriore sottomissione al capitale di sfruttamento straniero. Solo a un disegno di sottomissione dell’Italia e di altri paesi europei al capitalismo soprattutto tedesco, e di loro riduzione a un ruolo servile di subcontinente europeo, di serbatoio di lavoro a basso costo e bassa qualificazione, a un mercato di sfogo per prodotti di basso prezzo e bassa qualità. La riforma Fornero, in diversi sensi, ne è un assaggio concreto.

E se leggete l’ultimo libro di Nino Galloni, Chi ha tradito l’economia italiana?, avrete la storia, ben documentata, di come gli interessi economici stranieri, sin dagli anni ’60, si sono ingeriti nella politica italiana per bloccare la crescita della nostra economia, il risanamento delle nostre finanze, anzi per sabotarle e porre l’Italia in condizioni di dipendenza.

 Monti può essere in buona fede – non conosco il suo animo, non posso condannarlo– ma di fatto agisce come un Nemico a tutti gli effetti. Se si vuole sopravvivergli, bisogna considerarlo per quello che è e fa, assieme alle forze e ai partiti collaborazionisti, che lo sostengono e lo votano per interesse. Il suo governo sta facendo più danni materiali della precedente occupazione tedesca, quella di cui si festeggiava e ieri la ricorrenza della fine; e, suicidio dopo suicidio, rischia di fare anche altrettante vittime di quella, se lo si lascia andare avanti.

 Alle elezioni amministrative, non votate per i collaborazionisti.

Marco Della Luna
Fonte: http://marcodellaluna.info
Link: http://marcodellaluna.info/sito/2012/04/27/monti-imu-disastro-immobiliare/
26.04.12

 

Pubblicato da Davide

  • volin

    In qualche modo la bolla immobiliare italiana doveva cominciare ad esplodere. Se non altro l’incredibile pressione dei costi per l’abitazione (prima di tutto gli affitti ma anche l’acquisto della prima casa) dovrebbe diminuire sensibilmente ritornando ad una proporzione vagamente sensata con gli altri costi dei beni primari.

    E’ vero che non saranno pochi che perderanno la prima casa, e gli spiccioli fin’ora investiti, per insolvenza. Tuttavia chi perderà la prima casa, potra affiancarsi ai tanti altri che vivono in affitto, nella lotta per l’accesso all’abitazione.

    E’ evidente, a chiunque voglia dedicarvi attenzione, che le statistiche sui proprietari di case sono drogate, in primo luogo dalla dicitura: “abitante in casa di proprietà” che, nella nazione dei “bamboccioni”, camuffa semplicemente la fortissima sperequazione di condizione economica che spacca gli stessi nuclei familiari (anche le tragedie che derivano da questa situazione inedita nei nuclei familiari si possono ricostruire facilmente).

    L’ambigua sovrapposizione fra “investimento/risparmio” nella prima casa e sodisfazione delle esigenze abitative è stato alla base di decenni confusione paralizzante. Le preoccupazini di Della Luna son del tutto marginali rispetto agli aspetti che ho indicato.

  • radisol

    Vero che tutto quello che ruota intorno al mercato immobiliare in Italia aveva da sempre caratteristiche “drogate” …. ma questo non significa che quanto fa oggi Monti sia giusto … innanzitutto perchè non lo fa certo per “riequilibrare” il mercato immobiliare “drogato” ma esclusivamente per fare cassa a favore della banche, come dice giustamente Della Luna … e poi perchè questo significa immani “tragedie sociali” …. vero che è assurda la situazione in cui l’83% degli italiani risulta essere “proprietario di casa” quando spesso i proprietari reali sono le banche … ma è anche vero che non è affatto certo che quanto fa il governo ( non solo l’IMU ) porti automaticamente a riaprire un mercato equo degli affitti privati … e faccio comunque notare che nei paesi europei dove non c’è mai stata la fissa di diventare tutti “proprietari immobiliari” il mercato degli affitti è soprattutto di tipo pubblico …. e comunque affidato a grossi enti, sia pubblici che privati, e non a piccoli e medi proprietari …. per “riequilibrare” questo in Italia, ammesso che lo si voglia veramente fare, ci vorranno decenni …. ed una politica del “pubblico” e del “bene comune” che è lontana mille miglia dalle politiche neo-liberiste oggi imperanti ….

  • Monarch

    La bolla sarà pure dovuta scoppiare, ma cosi’ tanta gente sarà senza lavoro e in piu’, a lungo andare le banche o altri colossi finanziari si impossesseranno di tutte(o quasi) le abitazioni e il popolo sarà schiavo dell’affitto.
    Ancora una volta lo scopo, oltre che rendere appetibili ai pappa e ciccia amici degli amici la svendita del patrimonio statale, è quello di eliminare la classe media, con la creazione di un esercito di schiavi precari, sottopagati, con l’affitto da pagare e dunque assolutamente privi di qualsiasi certezza e potere contrattuale.

    Inoltre trovo assurdo che chi ha una casa su cui paga un mutuo debba pagarvi l’Imu. Se la casa è al 50-60-70-80% di proprietà di una banca( erogatrice del mutuo) perchè non dovrebbe essere questa a pagarvi la corrispettiva quota di Imu?

  • RicBo

    Finchè la costruzione è sotto il controllo della mafia e le immobiliarie della massoneria la bolla immobiliare in Italia non scoppierà davvero. Purtroppo.

  • oriundo2006

    Qui come altrove, nei provvedimenti del governo, è difficile parlarne ‘obiettivamente’ senza essere implicitamente accusati o semplicemente di propendere da una parte o dall’altra ( proprietari o inquilini, risparmiatori o indebitati..): ma da entrambi i versi siamo senza via d’uscita. Forse è piu’ semplice delineare l’immagine che questi governi hanno del modello di società: questo di M. come quello precedente di B. ( per questi ne fanno fede le sue TV, per il primo le sue ‘liasons dangereuses’, e ben remunerative…) hanno in mente l’America. Un’ America idealizzata stile anni ’50, ma è pur sempre l’American Dream che guida il loro procedere per regole e decreti, ben oltre il senso comune di realtà, sopratutto dell’America di oggi, della sua spaventosa insicurezza sociale, del suo ‘melting pot’ superficiale e cartoonistico, della sua cultura volgare e squallida, della sua amoralità sovra-dipinta da ‘God and Law’…ma con lo spauracchio di Batman super-man oltre le regole per chi dimostra di sapervi resistere…Dunque, linea di continuità, con le buone ( B. e il suo perbenismo scurrile da tenutario ammiccante ) o con le cattive ( M. e la sua sicumera fallace e menzognera, colla maschera di compiaciuta esibizione di buona fede ). Morale: ordo ab chaos, nessuna ipotesi esclusa, neppure quella di un prossimo coinvolgimento militare, sempre come ascari del nostro grande ‘amico’.
    Invidieremo la Grecia, temo.

  • AlbertoConti

    1) NON pagare assolutamente l’IMU sulla prima casa dove ci si vive, ma bisogna farlo in massa! 2) Que se vajan todos (corollario del punto 1).

  • misunderestimated

    Quindi la Bolla Immobiliare Spagnola è scoppiata non per 1.000.000 di invenduti, ma perchè le mafie e la muratoria bella e buona hanno “perso il controllo”: un’analisi meticolosa del fenomeno.

  • misunderestimated

    Complimenti, aggiungiamoci anche che Obama prima di diventare Nobel e Presidente era molto attivo in qualità di legale a strappare mutui a favore dei peones che non avrebbero mai potuto permettersi case da 300.000 dollari in su, poi sappiamo come è andata a finire. Volevano estendere la classe media ai peones appena sbarcati, hanno finito per cancellare quella che esisteva già. Qui in italia, almeno dalle mie parti, le banche hanno erogato prestiti anche agli operai immigrati che ora soffrono per primi gli effetti nefasti della contrazione occupazionale, tutto per gonfiare ulteriormente la domanda e far lievitare il prezzo degli immobili a livelli oltraggiosi: già qualcuno ha consegnato le chiavi alla banca e se n’è tornato al villaggio in India. Se il prezzo degli immobili cala qualche banca con troppi insoluti potrebbe anche fallire.

  • tres19

    Il primo punto sarà un parametro essenziale per rendersi conto se l’Italia è già un popolo di schiavi irreversibili, in tanti aspettavano l’occasione, eccola!

  • maristaurru

    Non facciamo i cinici e gli esperti di economia truffaldina sulla pelle degli altri, la bolla immobiliare deve scoppiare, e non sarebbe la prima nella storia del Paese, dovresti sapere che ha andamento ciclico; ma c’è modo e modo di farla scoppiare, in questo modo alla Monti l’illuminato poco illuminato, ma molto ammanicato, si ingrassano i poteri forti e si butta sul lastrico gente che, cercando di comperarare la prima casa o comprandesola,negli anni ha contribuito a dare lavoro a a operai, artigiani, ha mosso l’econimia , e ha dato fin ora tasse allo Stato ed ai comuni.. tutta ricchezza che è servita anche allo stipendio di parassiti ben nascosti nelle maglie dello Stato, spesso rinnegati che si venderebbero e ci venderebbero a chiunque data la loro ignoranza crassa, ideali alleati degli speculatori che ci stanno mangiando il Paese e trovano pure estimatori, o per ignoranza o peggio..

  • maristaurru

    Appunto, delle Banche potrebebro fallire quindi

    1) Monti ci tartassa di nuove tasse e fallisce il Paese

    2) Monti lascia fallire le Banche che verranno assorbite da chi è più forte.. secondo il piano dei globalizzatori: pesce grande mangia il piccolo, pochi guadagnano, crescono i sottomessi ed un POTERE ENORME SI ACCENTRERA’ SEMPRE PIU’. La spinta è il POTERE , anche per MONTI , fidatevi

  • oriundo2006

    Sono d’accordo con quello che scrivi: nelle banche c’è il terrore riguardo agli esiti delle recenti tassazioni ( ed infatti hanno voluto vergognosamente rendersene indenni ). Rimane a vedere se tutto ciò è voluto, come credo, oppure i nostri governanti ‘non sanno quello che fanno’. Nel qual primo caso l’Italia fungerebbe a cavia, defungendo ahimè nel contempo…infatti: non può esistere un piano con X variabili ( a occhio almeno 60 milioni… ) che possa sia essere accettato da masse impoverite e prive di speranze ( come oggi ) ed applicato in un contesto destrutturato e iperconfluttualizzato internamente ed esternamente ( come domani ). Anche la migliore ipotesi ‘politica’ per essere realizzata richiede esseri umani all’altezza del compito: oggi il potere fa il contrario…rende tutti decerebrati, giovani e vecchi. Dunque, in via di logica, l’obiettivo è la schiavitù, l’unica forma applicabile dall’ ‘alto’, ‘ ceteris paribus’ ( nota formula degli economisti…! ). Dunque, quello che ci attende non sono gli Usa degli anni espansivi, ma la Detroit di oggi, con le sue case in vendita a qualche migliaia di dollari, invase da homeless e rasta fuori-di-testa, con contorno di sparatorie tanto per gradire. Se, per contro, non sanno quello che fanno, ebbene si rendono apposta inconsapevoli solo per favorire la ‘mano’ del ‘mercato’ ( e in un momento di resipiscenza inconscia non possono che celarne le lacrime ), lunga mano dietro cui nella penombra appare il solito naso adunco…Del resto, tutte le religioni monoteiste non esaltano il fare la volontà divina, e costoro non vestono forse i panni di sacerdoti officianti riti comprensibili solo a pochissimi ‘eletti’ ? Dunque, seconda conclusione, l’aspetto ‘soggettivo’ serve a preparare ed anticipare la prima conclusione. Saluti.
    N.B.: confidiamo nel Signore Infinito e nella Sua Forza Immensa, che sta preparando la Sua rivincita. Ma sarà terribile, già lo sappiamo.

  • Eshin

    Volevano cacciare di casa ma hanno trovato chi conosceva le leggi…… servi di stato in veste di esecutori…le immagini parlano…non importa capire le parole ……….

    http://www.youtube.com/watch?v=bCzAJ4ApXDU&feature=player_embedded#!

  • siletti86

    Bell’articolo!!!! Come se l’avessi scritto io!!!!! Ma non dimentichiamoci anche del ruolo attivo di una certa magistratura, che fa partire inchieste (che magari dopo anni risultano aver fatto solo un buco nell’acqua), che guarda caso travolgono sempre i nostri colossi industriali strategici!

  • Georgejefferson

    Tra un po finmeccanica la sentirai descrivere come carrozzone pubblico da svendere….le ultime tracce del GOLDEN SHARE

  • Affus

    Il 20% della magistratura italiana, è affiliata a vere e proprie logge massoniche e sette segrete,che sono gli antenati di Mario Monti .

  • albsorio

    È chiaro che aumentando i disoccupati e i contratti atipici diminuisce la capacita di spesa degli italiani, calano i consumi, lo Stato incamera meno, deve quindi aumentare le tasse sulla proprieta, accise, IVA etc. La Grecia è il nostro prossimo futuro, Papademos e trilateral come Monti.

  • ws

    Ma se il valore della case scende del 30-50% non si potranno piu ne fare case nuove ne ristrutturare quelle vecchie , perche’ di sicuro non scenderanno dello stessa percentuale ne i costi di materiali e terreni ne tantomeno il margine delle imprese edili.

    Quindi il’ immobiliare italiano “crollera'”giusto il tempo necessario a che le varie aziene non profit” ( banche e chiese) lo rastrellino….

    .. e quelli che pensano di potersi fare casa a poco prezzo si illudono Tutti pagheremo l’ affitto, il proprietario di casa propria lo paghera’ allo stato e gli altri lo pagheranno ben piu’ salato a”societa’ immobiliari”.

  • Cornelia

    Soprattutto perché se vuoi un mutuo oggi devi comprare per forza dai costruttori, che te lo offrono bello e pronto.
    Se compri da un privato è impossibile avere il mutuo.
    Costruttori mafiosi, e banche, stanno “a gazzimme” come si dice a Roma, ovvero complici.

  • Cornelia

    Ma andiamo! Il mercato immobiliare che crolla per colpa di qualche centinaio di euro di IMU? Ma che fesseria!

    Il mercato immobiliare crolla (e poi è tutta da vedere, fatevi un giro a Roma) perché la bolla è gonfia, e perché le banche non danno più il mutuo a nessuno, neanche se dai la Sardegna in garanzia.

  • siletti86

    se soltanto questi idioti si chiedessero perchè mentre da noi si parla di svendere in francia ed in germania non lo fanno….

  • Nauseato

    Non crollerà per “qualche centinaio di euro di IMU” (che poi il qualche è molto relativo) ma di sicuro è una misura che assieme a tutto il resto non lo “aiuta”.

    Fatto salvo che l’italia ha un patrimonio di costruzioni tanto sovrabbondante quanto inutilizzato e non ostante questo è preda di una cementificazione inarrestabile.
    Purtroppo è questo uno dei tanti processi estremamente complessi che al pari di altri (tutti ?…) sono stati pessimamente governati o non governati e che stanno presentando i conti.

    Più passa il tempo, più mi convinco che non ci siano soluzioni a questo stato di cose. Ci saranno invece ovviamente degli esiti e a guardare la storia, vien vigliaccamente da concludere sia meglio non pensarci.