Home / ComeDonChisciotte / MEGLIO TEDESCHI CHE ITALIANI

MEGLIO TEDESCHI CHE ITALIANI

DI MASSIMO FINI
ilfattoquotidiano.it

Speravamo che col governo dei banchieri, dei professori, dei bocconiani ci sarebbe stata perlomeno concessa una tregua. Speravamo che per un paio di anni gli uomini politici sarebbero scomparsi dalla scena e dalla nostra vista, che sarebbero emigrati, almeno per un po’, in Nuova Zelanda per andare a nascondersi sotto le pecore merinos, quelle dal pelo lunghissimo e impenetrabile. E invece non si può aprire la televisione al mattino, di pomeriggio, la sera, senza vederli ancora tutti lì, i Gasparri, i Cicchitto, i Romani, i Romano, i Bersani, le Finocchiaro, i Rutelli e persino gli Ignazio La Russa, a esibirsi, a pontificare, a scambiarsi le solite accuse con cui sono soliti autoassolversi a vicenda, come se nulla fosse successo, come se il “governo dei tecnici” (cui nessun altro Paese è ricorso) non segnasse il fallimento non di questo o di quello, ma di un’intera classe politica, di oggi e di ieri, diciamo degli ultimi trent’anni.

E allora capisci che, passata la breve esperienza bocconiana, ricomincerà tutto da capo. L’unico a tenere un basso profilo è proprio Silvio Berlusconi che, bisogna riconoscerlo per onestà intellettuale, è qualche gradino sopra gli altri. L’energumeno si è fatto persino moderato. Non attacca più nemmeno la magistratura. Mentre nei sotterranei del pur traballante San Raffaele qualcuno, sotto la supervisione del carcerando Don Verzè, gli sta confezionando l’elisir di lunga vita (120 anni, minimo) il Cavaliere lavora in silenzio per preparare il suo trionfale ritorno. È convinto che il popolo lo ami ancora. E ha ragione. Infatti non sono stati gli italiani a cacciarlo, tantomeno le sinistre con la loro coglionaggine congenita che in tante occasioni lo avevano favorito e continueranno a favorirlo, ma i tedeschi quando, mentre la casa già andava a fuoco e occorreva l’estintore, mandò quella impudente “lettera d’intenti” che rimandava tutto sine die, sperando, come tutti i suoi connazionali, di destra e di sinistra, nello stellone.

Del resto chi potrebbe sostituirlo come candidato premier del Popolo delle Libertà (di delinquere) ora che il suo miglior uomo, Giulio Tremonti, è passato armi e bagagli alla Lega? Alfano? Non facciamo ridere. Cicchitto? C’è un limite anche all’indecenza più spudorata. Scajola? Sarebbe capace di farsi comprare, a sua insaputa, la metà di Palazzo Chigi. Tornerà il Cavaliere e dirà: “Ho salvato per la seconda volta l’Italia”. E a chi gli chiederà perché, risponderà: “Perché mi sono tolto dai coglioni al momento giusto, passando la patata bollente ad altri, a quell’insipido, noiosissimo professore che non vi ha mai fatto divertire come vi facevo divertire io. E questo dimostra il mio alto senso di responsabilità e l’amore che porto a questo Paese di merda che non mi merita e per il quale ho tanto sacrificato le mie serate”. Fra due anni gli italiani, che come dice sempre Travaglio sono degli smemorati, avranno già dimenticato chi è che ci ha portato sull’orlo del precipizio e si ricorderanno solo dell’allegra baldoria in cui vivevamo prima che la Wehrmacht venisse a metterci in riga. Si sono levati alti lai in questi mesi perché abbiamo ceduto la nostra sovranità nazionale ai tedeschi, ad Angela Merkel. Vorrei vedere se non ci fosse stata “la culona inchiavabile”. E c’è da sudar freddo al pensiero che i tedeschi si stanchino di pagare per i fannulloni di tutto il Continente. In ogni caso io preferisco un’Europa governata dai tedeschi a un’Italia governata dagli italiani.

Massimo Fini
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it/
Link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/02/meglio-tedeschi-che-italiani/180874/
31.12.2011

Pubblicato da Davide

  • zara

    Ma quale Wehrmacht e Wehrmacht, la verità è che l’ebreo Monti poche ore fa ci ( mi ) ha rubato il diritto alla pensione per i miei quarant’anni di contributi. Il resto sono cghiacchiere al vento.

  • carloslage

    Ridicolo articolo che ignora completamente i poteri forti che comandano realmente e “riduce” tutto al teatrino destra-sinistra e/o berlusconiani-antiberlusconiani che e’ “fuorviante” perche’ non affronta i “veri” problemi dell’Italia e dell’Europa ma che da’ da mangiare e bene a giornalisti come Travaglio e Fini che di questo teatrino hanno bisogno per giustificare gli altrimenti ingiustificabili ricchi emolumenti che percepiscono per scrivere “mezze verita” innocue o articoli fuorvianti come questo.Parlare di de-globalizzazione o di possibile uscita dall’euro non e’ politicamente corretto.vero Fini?

  • Giancarlo54

    Concordo con Fini riguardo allo schifo per TUTTI i pariti politici italiani, perlomeno quelli parlamentari, non concordo con lui sul ritorno di Berlusconi (spero non sia solo una mia speranza) e dai ringraziamenti alla “kulona”. Articolo insipido e molto molto superficiale.

  • ericvonmaan

    Come ho detto altre volte, questo è il problema dei giornalisti a contratto, costretti per, appunto, contratto, a scrivere un articolo al giorno. A volte ci si azzecca, altre volte no. Questa volta no. Come hanno commentato altri, invece di parlare del solito noisissimo trito e ritrito, sarebbe ora che questi giornalisti “alternativi” (ma de che) parlassero dei poteri forti, dei contratti che ci legano militarmente e commercialmente mani e piedi agli USA, delle spese inutili in campo militare, dello scempio della sovranità monetaria, delle firme sui trattati sovranazionali ed anticostituzionali (Maastricht e Lisbona) messi dai nostri governanti in barba a ogni consultazione popolare…. insomma qualcosa di più importanti delle notti calienti di berlusconi. Ma forse si punta all’audience, chissà. Quanto gli manca alla pensione a Fini? Lui probabilmente la prenderà intera, a differenza di me e i miei figli.

  • rosbaol

    Ma è lo stesso Fini che ha scritto “Il ribbelle dall’A alla Z”? Io non lo riconosco più. Ha scritto un articolo da “Fatto Quotidiano”, propio lui che si è sempre definito come un borderline. Avrà ventuto veramente il deretano a Marco Travaglio come dice Barnard? Cavolo, io ho tutti i suoi libri a casa. Pazienza, niente è per sempre.

  • Maxim

    Penso anche io , come Fini , che Berlusconi sia tutt’ altro che finito.
    Mollando il governo non ha dovuto prendere manovre impopolari e puo’ sperare di rifarsi una sorta di verginità’ ( politica ! ) con la certezza che Monti e chi lo sostiene fermamente ( Udc e lo sciagurato Pd ) alle prossime elezioni ne pagheranno le conseguenze .

  • ws

    mah , anche agli ” smemorati” e’ difficile vendere due volte lo stesso ” tappeto” 🙂

  • Kazonga

    Fini, ma che gli articoli li scrivi e poi li lasci decantare qualche giorno? Don Verzè, più che “carcerando”, lo definirei “seppellendo”… 😉

  • Kazonga

    Su questo, purtroppo, non sarei tanto sicuro… 😉

    In Italia stanno vendendo lo stesso tappeto da almeno vent’anni…

  • ws

    niente è per sempre

    e’ quello che dissi io di montanelli. Fu per me infatti una spiacevole sorpresa che il grande ” libero giornalista&storico” di cui avevo “tutti gli scritti” era in fondo sempre e solo stato uno “scudiero” degli agnelli 🙁

    ma e’ inevitabile, tutti gli ” intellettuali” hanno sempre bisogno di un “padrone munifico” , non solo per i loro “bisogni” ma soprattutto per il loro narcisismo

  • RicBo

    Il solito inutile Fini. E preferisco 1000 volte un Barnard incazzato, presuntuoso, insultante ma eticamente inattaccabile a questo pennivendolo venduto.

  • geopardy

    Non so come andrà a finire, ma in Argentina, momentaneamente, non vogliono più l’euro.
    Una mia carissima amica argentina, che vive e lavora in Italia, ha ora grosse difficoltà a spedire euro in Argentina.

    Se alla fine di tutto ciò, come dice la Merkel, ne uscirà un’europa più forte, bene, sennò ci daremo all’ippica.

    Chi governerà l’Italia non lo so, ma speriamo in un’Europa realmente più unita (anche politicamente), altrimenti, ci attenderà il solito governo Mafia-Chiesa e questa volta più forte e arrogante che mai.

    Ciao

    Geo

  • Fedeledellacroce

    QUOTO!

  • alecale

    Caro fini mi son bastate 5 righe . Governo tecnico ( cui nessun altro paese è ricorso ) . Ti ricordo che il Belgio con capitale Bruxell che è anche capitale ” Europea” , è stato quasi un anno , fine la scorsa estate , senza governo e con a capo un governo TECNICO . saluti .

  • massi

    🙂

  • stonehenge

    Berlusconi vuole vivere fino a 120 anni…per questo motivo è diventato moderato e si è fatto da parte…

  • pehuenco

    Fini: ha scritto l’articolo a sua insaputa…..

  • nuvolenelcielo

    articolo divertente e anche sensato. a parte il finale pro-germanico e pro-culona che sinceramente non mi piace…

  • s_riccardo

    Si, gli uomini politici, quelli di governo e di opposizione, avrebbero dovuto nascondersi e vergognarsi. Babbo li ha messi in castigo nell’angolo come i figli quando la combinano grossa (una volta facevano cosi). Non mi metterei alla televisione a parlare. Dovrebbero stare zitti e eventualmente presentarsi alle prossime elezioni se ne avessero il coraggio. Io mi vergognerei.

  • cris79

    Però non inventiamo favole che l’argentina non accetta Euro! Questa è una balla cosmica. è accettato dappertutto!

    Scusa ma poi questa amica che fà, spedisce i soldi con il piccione viaggiatore che li manda in contanti. Il bonifico telematico no è!? 😀

    Comunque riguardo all’articolo di Fini,io sono daccordo con lui. Propongo una legge speciale che per 15 anni possono candidarsi solo politici crucchi. Tutta questa [email protected]@@ di gente deve sparire. Sono loro il cancro di questo paese.

    pace.

  • pehuenco

    e’ evidente che non sai di argentina se non hai residenza te lo scordi il conto in banca qui in argentina. Ci vuole il DNI, l’unica possibilita e’ avere una partita iva in italia e giustificazione giuridica quindi entri per lavoro . poi prova a fare un bonifico dalla banca italiana ad una in argentina vuoi ridere? devi avere un conto con una una persona di fiducia spedire con western union, oppure affidarti ad un broker, vedi un po’ tu. In sintesi qui in argentina in trasmissioni cazzute come matrix&co parlano apertamente di un euro poco credibile, una moneta con cui non investire,

    o non trattare, ti cambiano al massimo 500 € alla volta se di piu devi compilare una poesia una barba motivo? Devono sapere quanti euro hanno in cassa e la parola d’ordine e’di liberarsene velocemente non fare riserve. mentre per il dollaro stessa storia ma al contrario, a tutti i cittadini e stranieri per i dollari vengono tracciati e’per sapere quanti dollari ci sono in cassa per pagare l’import. per evitare il nero e le fufhe nel vicino uruguay. alla frontera hanno cani addestrati per il dollaro…. In conclusione l’euro esiste ma e’una moneta con la peste. in questo momento sto scrivendo da rosario provincia santa fe’ hasta luego.

  • greiskelly

    ma quando ci decidiamo a tappezzare le piazze di italia per dare concretezza a queste idee?
    bisogna sempre aspettare il giornalista di turno?

  • MartinV

    Francamente anche io preferirei essere governato da tedeschi piuttosto che da banchieri… anche perché i nostri politici sono solo maschere della Commedia dell’Arte e l’Italia continua ad essere una colonia statunitense (vedi aggressione alla Libia, a cui abbiamo partecipato contro gli interessi nazionali)… allora, tanto vale…

  • carloslage

    Articolo inutile e fuorviante!Carino?No,carino proprio no!

  • greiskelly

    c’è un errore! non volevo scrivere questa risposta a questo post, che non ho nemmeno letto!
    non capisco come sia finita qua dentro

  • bstrnt

    Articolo scritto con la visione di questa ignobile Europa da un angolazione, forse volutamente, limitata.

    Qui l’Europa si ritrova a far di conto con quelle sette di pervertiti chiamate con nomi esotici come Mafia di Berkeley, Chicago Boys ….

    Dopo i ben noti disastri in Cile, Argentina, Indonesia, Russia, Cina, Iraq … ora i chierichetti del nano malefico Milton Friedman si stanno dedicando all’Europa.

    Ma vediamo chi si nasconde dietro a questi “piccoli bastardi senza scrupoli” (come amava definirli Nixon) … non si sente la puzza dei soliti avvoltoi Rothschild, Rockefeller e allegra brigata?

    Sì, si nascondono bene dietro alle ben note banche mafiose o ai propugnatori di ipotetiche libertà e democrazie (solo per i mafiosi globali), tipo Soros e compari di merende.

    In questi anni hanno ben farcito di politicanti quisling tutti i paese europei, inoltre si sono prodigati a propagare le loro insane teorie in tutte le università europee (se vuoi sottomettere un popolo, educane i figli!).

    Non penso serva molta intelligenza per tacciare da ciarlatani se dicenti “economisti” che propugnano la crescita infinita in un sistema finito, siano essi della Berkeley, del MIT, della Cattolica di Chicago o della Bocconi, questi sono dei coglioni o più semplicemente dei figli di puttana!