Home / ComeDonChisciotte / LO SCONTRO E' TRA PARTITO DELL'ELUSIONE E PARTITO DELL'EVASIONE

LO SCONTRO E' TRA PARTITO DELL'ELUSIONE E PARTITO DELL'EVASIONE

DI GIOVANNI ZIBORDI
cobraf.com

Lo Scontro è tra Partito Dell’elusione e Partito Dell’evasione. Dove il primo è composto da politici, statali, funzionari UE… corporations, istituzioni finanziarie, multinazionali, traders anche… che riescono a ricevere legalmente molto di quello che pagano e le piccole imprese e lavoro autonomo che legalmente dovrebbero pagare oltre il 60% a causa di leggi fatte o influenzate dai primi e cercano di evadere per arrivare a pagare come questi figli di buona donna della politica, finanza globale e multinazionali.

In Italia non solo si pagano troppe tasse in aggregato (questa settimana c’erano articoli che riportavano che siamo 9 punti % sopra la media OCSE, 43% del pil contro 34% degli altri), ma non si evade ed elude come all’estero e quando uso il confronto con l’America, a differenza di voi che parlate per sentito dire e per letto su Repubblica, so quello che sto dicendo, sia per esperienza che per studio.

Nella foto: Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle EntrateBefera dichiara oggi che: “un milione di famiglie dichiarano reddito zero…” per cui deve stanarle.

Non dice però se siano ricchi che spendono 10 mila euro al mese o famiglie che spendono 1300 euro al mese.

In America se guardi a chi ha reddito superiore ai 202 milioni di dollari l’anno, le 400 famiglie più ricche d’America, 6 famiglie hanno pagato zero tasse e altre 110 famiglie hanno pagato meno del 15%.

Non sto parlando di gente che ha grandi patrimoni, ma come gli Agnelli da noi non mostra un reddito annuo tassabile rilevante perchè incassa capital gain e dividendi tassati alla fonte o a livello corporate o come DeBenedetti prende la residenza in Svizzera, sto parlando di gente che ha un reddito personale dichiarato superiore ai 200 milioni di dollari e invece di pagare le aliquote che tutti pagano ne paga la metà (e in alcuni casi quasi niente).

In aggregato le 400 famiglie più ricche d’America sai quanto hanno pagato di tase federali sul reddito (dati 2009) ? Il 19.9%, Questa è il gruppo di dichiarazioni dei redditi americane superiori ai 200 milioni in su l’anno e in media questo gruppo guadagna sui 400 milioni l’anno. Quanto paga in media ? 80 milioni e se ne tiene stretti 320 milioni, ogni anno. Sarebbe bello per un lavoratore autonomo italiano o una SrL pagare legalmente un 20% invece del 60% che si paga da noi no ? (come mostrato più volte da Lanci se poi tieni conto di tutte le imposte una SrL arriva a pagare il 70%. Ovviamente in USA oltre alle tasse sul reddito federali ci sono tasse statali da aggiungere per cui il totale sale, ma arriva al 25% circa).

Ma Obama o il suo ministro delle Finanze Geithner o il loro Attilio Befera cioè il capo dell’Internal Revenue, IRS, Douglas_Shulman hanno denunciato la cosa, scatenato la caccia agli elusori e apprestato nuovi redditometri e indicatori per stanarli ? No. La legislazione fiscale è così complicata che se puoi pagare i grandi studi di commercialisti e avvocati ti dimezzi le tasse legalmente, LE ELUDI. Queste notizie sui ricchi che pagano metà delle tasse che devono le leggi ogni settimana ad esempio su Reuters nella colonna di David Cay Johnston, ma nessuno nel governo o parlamento americano fa niente, perchè le loro campagne elettorali sono finanziate da queste famiglie. Questo nonostante il deficit pubblico annuo sia dal 2009 in USA oltre il 10% del PIL (mentre il nostro è solo 2% del PIL), un deficit di 1200 miliardi di dollari l’anno, per cui lo stato americano avrebbe bisogno che i miliardari paghino le tasse come gli altri.

Befera e Monti inventano nuovi strumenti di repressione fiscale verso gente che ha la colpa di lavorare in proprio, ma che spende sempre meno e ora chiude con frequenza l’attività, mentre in America verso i miliardari con redditi DICHIARATI di centinaia di milioni, che vivono con eserciti di servitori in modo sempre più opulento al punto che hanno ristoranti e ora anche linee aeree dedicate ai loro cani e gatti, leggi che pagano in media la stessa percentuale degli operai e segretarie. Nessuno nel governo progressista di Obama parla della loro elusione fiscale e nessuno in Italia fa dei confronti con “noi italiani che non paghiamo le tasse, mentre in America invece…”

Sai quanto pagano Amazon, Blackrock, Goldman, Starbucks, Google e tante altre multinazionali che operano qui in Italia o Inghilterra e in Europa in genere, dove raccolgono qui milioni di fatturato ? Più o meno niente. In Inghilterra ad esempio c’è una discussione anche in parlamento sul fatto che molte multinazionali non pagano niente, usando complicati schemi di triangolazione tra Lussemburgo, Irlanda, Bahamas… E in America dove sono basate non pagano molto di più, in molti casi società come General Electric pagano dei 4% di tasse in un anno, l’intera industria dei fondi hedge e non di Wall Street paga il 15%. E infatti le multinazionali e grandi corporations vanno benissimo nonostante la crisi, sono piene di soldi e senza debiti.

Gli artigiani, lavoratori autonomi, professionisti, ristoratori, negozianti e piccole imprese italiane invece pagano sul 60% di tasse del loro reddito qui nel nord-italia e infatti vanno sempre peggio e vanno falliti a migliaia.

Se vuoi ti posso citare dozzine di esempi, presi dagli esperti di fisco più rispettati in America, quello del New York Times, David Cay Johnson ad esempio in “Perfectly Legal: The Covert Campaign to Rig Our Tax System to Benefit the Super Rich and Cheat Everybody Else”

le multinazionali, le grandi banche e fondi, le corporations da Luxottica a Google a Goldman Sachs a Amazon a Barclay’s a Blackrock pagano in media IN AGGREGATO intorno al 20% di tasse ANCHE SE IN TEORIA NE DOVREBBERO PAGARE TRA IL 34% e il 50% circa se guardi alle aliquote (a seconda dei paesi, Italia, USA, Inghilterra). E ci sono molti casi eclatanti di corporations che pagano meno del 10% vedi la polemica questo mese in Inghilterra sulle corporations estere che operano da loro con miliardi di fatturato che NON PAGANO NIENTE come Starbucks o Amazon..

Ma per la grancassa dei media “il record dell’evasione tra i paesi civili” non sono i politici della UE, BCE e FMI esentasse per legge, non sono i mega fondi di NY e Londra che pagano il 15% (per la leggina del “Carried Interest”) che finanziano Obama e chiedono a Monti di far pagare i BTP scatenando la Guardia di Finanza, sono le piccole imprese e i lavoratori autonomi italiani, a cui bisogna arrivare a spremere tutto il 60% o 70% del loro reddito che dice la legge gli impone.

Giovanni Zibordi
Fonte: www.cobraf.com
Link: http://www.cobraf.com/forum/PostPrintView.php?postid=123498931
22.11.2012

Pubblicato da Davide

  • Nauseato

    Sottoscrivo praticamente parola per parola. Ben sapendo che non servirà assolutamente a nulla: appena si parla di tasse i vari dipendenti tutti con il culetto ben protetto e al calduccio d’inverno quanto al fresco d’estate, iniziano tutti a schiumare bava ancora prima di sbraitare le loro stucchevoli (e ipocrite) litanie.

  • nigel

    in base al convincimento che ” il Convento e’ povero ma i frati sono ricchi” e cioe’ che il Paese e’ indebitato ma la ricchezza privata dei cittadini e’ rilevante, il governo tecnico ha calato la mannaia fiscale. Ormai andare allo sportello bancario e chiedere il saldo e’ un’operazione estremamente rischiosa, che richiede nervi saldi e coronarie in ordine perche’ la sensazione (angosciosa) e’ che ci sia una falla da qualche parte, e che la barca se non proprio oggi, domani andrà a picco. Se le mani che stringono il foglietto con la sentenza non tremano e la vista regge ancora, potremo notare che non sono le nostre povere spese, ormai ridotte all’osso, ma i prelievi stabiliti dal commercialista a devastare il nostro povero CC.
    Ricordo tuttavia di aver visto da qualche parte uno schema (entrate fiscali /pressione fiscale riportate su ascissa e ordinata) che evidenziava come, superato un certo livello di pressione fiscale, la dispettosa curva picchiasse decisa verso il basso, realizzando in definitiva una riduzione delle entrate per ragioni che ormai conoscono perfettamente anche gli studenti delle elementari e quindi verosimilmente anche i nostri super tecnici. Ora se questi ultimi, davanti al calo delle entrate (nonche’ riduzione del PIL – chiusura/ delocalizzazione delle PMI- Incremento della disoccupazione con aumento del ricorso alla CIG – Debito pubblico aumentato- incremento dei consumi di corda saponata) continuano a perseguire una politica fiscale ” insostenibile” anche secondo i Media in posizione geni-pettorale, quale puo’ essere il vero obiettivo di queste politiche ? 🙂 Sarebbe opportuno chiederselo.

  • rebel69

    Nei campi di sterminio,sia dai gulag russi a quelli di concentramento tedeschi,i prigionieri malati venivano subito eliminati e quelli sani invece venivano alimentati quel tanto che bastava per farli produrre,ad esempio strade oppure impegnati nella costruzione di armi o la coltivazione di campi agricoli.Si tenevano in vita il giusto numero di lavoratori con lo stretto necessario per farli produrre le cose di cui i loro aguzzini avevano bisogno fino a quando per stenti e fatica si passava dalla parte dei malati,quindi si veniva eliminati per far spazio ad un sano e nuovo rimpiazzo.Potra sembrare esagerato come paragone,ma se analizziamo obiettivamente le mosse politiche che riguardano i contratti di lavoro e le piccole medie imprese dal 2000 ad oggi,non si può che confermare che siamo considerati come reclusi di un campo di prigionia.

  • Hamelin

    Il regime in cui viviamo potrebbe essere definito a tutti gli effetti “Corporatocrazia”.
    Il problema serio é che la gente vive in narcolessi piu’ profonda e non si rende conto che il paradigma in cui é vissuta fino ad ora ( per la precisione anni ’90 ) é cambiato.
    E’ difficile rendersene conto , in quanto questo potere elitario ha utilizzato come grimaldello del suo successo i meccanismi democratici saggiamente acquistati con sonante denaro FIAT .
    Sonno profondo per le masse che si troveranno di fronte ad un brusco risveglio.
    Non a caso i Rothschild e Rockfeller affermavano che a loro sarebbe bastato il potere di emettere la moneta.
    Emettendo moneta hanno comprato la legge…ed ora sono loro la legge.
    La legge…non Equivale a Giustizia.

  • nigel

    Non si può che essere d’accordo. Tuttavia, analizzando con i modesti mezzi culturali ed intellettuali di cui dispongo lo sfacelo provocato dal NWO (globalizzazione, sfruttamento disumano delle popolazioni, crisi economica mondiale, etc) la domanda che sorge spontanea è:
    DIETRO QUESTO CAOS C’E’ UN LUCIDO DISEGNO O IL TUTTO E’ SOLO FRUTTO DELLA FOLLIA UMANA ?

  • nigel

    Il grimaldello che hanno usato i fautori del New World Order sono stati: 1) la globalizzazione, realizzata di colpo, quindi non con la dovuta gradualita’ 2) lo sfruttamento dei Paesi emergenti a beneficio delle Multinazionali 3) il danno delle economie occidentali, impossibilitate a concorrere con i Paesi emergenti in conseguenza dei costi della manodopera e quindi della delocalizzazione delle strutture produttive, con conseguente rapido passaggio dalla società del benessere e del Welfare al medioevo socio-economico. Ma guarda che bravi quelli del Bilderberg, è davvero incredibile cosa sono in grado di fare…

  • nigel

    Chi ha realizzato il Gulag (i carcerieri li conosciamo)?

  • ProjectCivilization

    ma il coraggio di dire che e’ un Diritto dell’Uomo non subire prepotenze…non lo trova nessuno….? Come non trovano la forza di arrestare due golpisti presidenti ???????

  • rebel69

    Con la mia risposta al tuo commento avrei voluto rispondere al quesito con cui lo chiudi,ma probabilmente l’ho presa un po’ alla lontana.Volevo sottolineare l’indifferenza ed il rispetto che hanno per noi è che mio malgrado non credo che sia solo una questione di avarizia o semplice follia,ma credo che ci sia un disegno dietro,come del resto c’era al tempo dei gulag o campi di concentramento tedeschi,ma anche in Ruanda Bosnia o la stessa Palestina,dove tutti sanno e sapevano cosa succedeva ma non sono di certo intervenuti prontamente per mettere fine a certe barbarie.

  • ProjectCivilization

    Rapinatore professionista ?

  • massimiliano0it

    Ma se noi liberi professionisti che i soldi allo stato li diamo , ci fermassimo 6 mesi (sei) quelli che i soldi dallo stato li prendono come farebbero ad averli …..magari cosi iniziano a capire !!!

  • albsorio

    60-70% se superi la soglia minima del redditometro, perchè altrimenti la% aumenta, non sono pochi quelli che pagano il minimo, che non hanno raggiunto per essere lasciati in pace, finire nell’ingranaggio dei controlli vuol dire essere finiti, quindi meglio pagare di piu.

  • antomicla

    Nella situazione attuale di rarefazione monetaria del settore commerciale e pletora di denaro nel mondo finanziario, l’Agenzia Entrate dovrebbe prelevare soldi alla finanza e distribuirli gratuitamente alle Aziende. Sul quantum si può discutere, ma così dovrebbe funzionare un sistema fiscale al servizio del cittadino

  • consulfin

    finalmente si tira fuori una parola che ormai consideravo “reclusa” nei libri di testo: ELUSIONE. Quella procedura, cioè, che resta a disposizione dei soli ricchi. I poveri devono limitarsi ad occultare qualche scontrino, a scaricare qualche litro di benzina in più… per sopravvivere. Fino a quando? Perché non scendiamo in piazza? Perché non assediamo ogni uscita pubblica dei vari ministri e sottosegretari che, di nascosto, mettono emendamenti sui propri disegni di legge per farle passare in parlamento di soppiatto? Perché non raccogliamo il testimone degli operai di Carbonia?

  • Nauseato

    Ovviamente.

    Infatti ho tanti di quei soldi che mi escono dalle orecchie …

  • Georgejefferson

    Un taglia e incolla