L'ITALIA DEI PAPI GAY E DEI FRATI STUPRATORI SI PREPARA AL GOVERNO DRAGHI

DI CLAUDIO LANTI

Il settimanale L’Espresso ha rivelato che il papa Paolo VI era gay e che era ricattato dal
presidente della Repubblica Giuseppe Saragat. Mentre il frate francescano Fedele Bisceglia, redentore di pornostar, che preferisce
trombarsi le suore, ne ha stuprate alcune in compagnia degli amici e le ha filmate. Per giustificarsi ha proclamato “Erano brutte e grasse”.
Ma Papa Montini, come apprendiamo dalla stampa Usa, fece anche di peggio quand’era segretario di stato della Santa Sede alla fine della
seconda guerra mondiale: insieme con il solito compare Pio XII, sospetto agente nazista oggi in via di iniqua santificazione, depredò le
vittime dell’olocausto in Croazia portando i quattrini in Vaticano. Ladri e malfattori dilagano: i carabinieri hanno arrestato una banda di 8
carabinieri spacciatori di droga. Spinta dalla consueta rivalità, la polizia ha arrestato 8 poliziotti per furto e ricettazione.
Frattanto l’Italia è
paralizzata dalla neve con Milano irraggiungibile: bloccati i treni, gli aeroporti e le autostrade. L’uomo politico più serio del Paese Fausto
Bertinotti ha messo in lista un travestito di nome Vladimir Luxuria, fondando la Quinta Internazionale. Arrabbiato per il crescente
isolamento politico nel centro-sinistra, Romano Prodi ha dichiarato che il premier Silvio Berlusconi “è alla canna del gas”. Poi ha
ammorbito i toni: ”Finirà a vendere tappeti”. Un alto dirigente della Goldman Sachs ha giudicato l’economia nazionale affermando: “Vi resta
solo il cibo e il calcio”. In queste condizioni, l’Italia osserva Gianni Letta e Luca di Montezemolo scaldarsi in panchina: uno dei due -o
entrambi- presedieranno il governo tecnocratico guidato nell’ombra dal governatore Mario Draghi.

Claudio Lanti

La Velina Azzurra N. 3 del 27.1. 2006
Supplemento di Italian Outlook – Facts and analysis
Reg. Tribunale di Roma N. 514/92 del 17/9/92
Via della Mendola 190 Roma 00135
Tel/fax/segreteria 06.3550.1661
Fax/segreteria 1786004559 (senza prefisso)

La Velina Azzurra esce con cadenza mediamente settimanale ma non prestabilita, più lunga o più corta a seconda del nostro
capriccio insindacabile, talvolta intervallata da fulminanti Veline-flash per gli sfizi da consumare espressi. Viene inviata per e-mail
ma in casi speciali anche via fax.
Per riceverla -pagando un ticket- mandare una e-mail anche vuota [email protected]
Avrete in automatico le indicazioni necessarie. Invece per contatti, informazioni e altro scriverci a [email protected] o in
Via della Mendola 190 – Roma 00135. Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. La Velina Azzurra è destinata in esclusiva ai
suoi abbonati.
Perciò può essere parzialmente riprodotta citando la fonte, ma non ridistribuita integralmente, a meno di preventivi e
particolari accordi.
Mandarla in giro per e-mail o fotocopia sarebbe un abuso davvero poco nobile che, qualora scoperto,
costerebbe salato agli autori.

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
giorgiovitali
Utente CDC
29 Gennaio 2006 4:51

SCOPRO OGGI PER LA PRIMA VOLTA LA VELINA AZZURRA. NIENTE MALE, LA RAGAZZA. QUELLO CHE DICHIARA IN QUESTA PAGINETTA VA COMMENTATO: di Paolo VI il vizietto era noto. Almeno per coloro che, come il sottoscritto, si iteressano di politica cercando di conoscere le ragioni “oculte” di certi comportamenti. Era noto a molti. Oltre a chi aveva interesse a “sfruttarne” il segreto. C’ era anche un noto attore che era visto entrare in re insolte nelle segrete stanze del Vaticano. Questi sono gli aspetti del POTERE. Per quanto riguarda i soldi riciclati dal Vaticano, documentazione e ricatti a parte, è ora che si comincino a tirar fuori dai vari cassetti le NOTIZIE VERE. In tal caso sarà possibile per molti la COMPRENSIONE della VERITA’ sull’ ultimo conflitto mondiale, che è tutto FUORCHE’ ciò che finora si è detto. Io RINTENGO infatti che, dal mometo che certe ” Organizzazioni” cominciano a chiedere soldi al Vaticano, questo RISPONDERA’ a TONO, sbugiardando definitivamente menzogne che si propagandano da sessantanni, fruttando profitti ENORMI. Per quanto riguarda la gestione della Cosa Pubblica italiana, è bene si capisca che si tratta di un sistema INGESSATO, tutt’ altro che LIBERO ed indipendente, alla mercè di potentati ESTERNI e… Leggi tutto »

Zret
Zret
29 Gennaio 2006 7:38

I gusti sessuali non sono biasimevoli, anzi è proprio la repressione sessuale che causa certi fenomeni. Io mi soffermerei sul ruolo politico del Vaticano… L’arma di Benedetto XVI Credo che un’approfondita disamina dell’arma, volgarmente definita stemma, appartenente all’attuale papa, Benedetto XVI, potrebbe rivelare significati degni di nota. Preciso che la mia analisi è suscettibile di correzioni e di ulteriori approfondimenti, perché, quando ci s’inoltra nel dedalo dei simboli, non sempre è facile trovare l’uscita: infatti carattere dei simboli è spesso la bivalenza e, in taluni casi, la polisemia. In primo luogo occorre chiedersi che cos’è il simbolo, anche se la risposta a tale domanda in parte esula dai fini di questo studio. Bisogna ricordare che ciascun emblema, di per sé, non è né positivo né negativo, poiché assume una risonanza luminosa od oscura, secondo il contesto e chi lo usa. Orbene, si potrebbe affermare, con una certa approssimazione, che il simbolo è un’immagine primordiale che tende a radicarsi nell’inconscio in cui lascia tracce subliminali. Il simbolo è anche uno strumento sintetico di comunicazione che associa ad un’icona un particolare significato. Tale valore tuttavia tende a creare attorno a sé, a causa di condizioni culturali e psicologiche, una galassia di possibilità… Leggi tutto »

giorgiovitali
Utente CDC
29 Gennaio 2006 9:38

E’ FUORI DI DUBBIO che la SIMBOLOGIA è molto importante nella valutazione degli EVENTI. E’ altrettanto VERO che, se qualcuno DECIDE di affidare la propria immagine ad un SIMBOLO, ciò significa qualcosa. DETTo questo, occorre aggiungere qualcosa. 1) Se il rischio principale è quello di arzigogolare interpretazioni cervellotiche, tuttavia NON possiamo PIU’ affidarci ad interpretazioni meccanicistiche e positiviste della STORIA, perchè il RETROSCENA è il VERO palcoscenico.
2) Qualunque tentativo da parte dei SERVI sel SISTEMA di semplificare gli avvenimenti secondo schemi meccanicistici, E’ UNA FALSIFICAZIONE COSCIENTE GV!

Affus
Affus
29 Gennaio 2006 17:56

ma vatti a sparà !

Zret
Zret
30 Gennaio 2006 15:12

Il retroscena è il vero palcoscenico. In poche parole una profondissima verità.

Tao
Tao
2 Febbraio 2006 11:30

Roma  2 febbraio (La Velina Azzurra) –  Abbiamo suscitato curiosità e provocato proteste con una nostra velina-flash  su “papi gay e frati  stupratori” e altro.  Se il nostro approccio di tragica ironia  non era subito chiaro  ce ne scusiamo.   Era un “outing”, come dicono gli allineati alle  mode, un’uscita allo scoperto.  Abbiamo fatto una cosa semplicissima riportando un collage di notizie  già pubblicate dai giornali nell’arco di pochi giorni.  Notizie  false o vere, diventate comunque ordinaria cronaca quotidiana. Con poche righe volevamo raffigurare l’Italia vuota e stremata, pronta ad accogliere il governo tecnocratico post elettorale che, sotto la bandiera nera delle nuove privatizzazioni, cederà agli interessi stranieri le ultime briciole di quella che fu la ricchezza del quinto paese industrializzato del mondo. Se infatti certe cose  vengono lette  separatamente il loro terribile effetto complessivo viene annebbiato dall’assuefazione.  Si assimila ogni giorno qualche goccia di veleno, chiudendo gli occhi davanti  alla cosiddetta  normalità.    Ma basta un flash di queste cose tutte insieme  per ricevere un colpo allo stomaco.  E quindi, anziché continuare a morire poco a poco  di questo morbo profondo, si reagisce, si vomita sputando il veleno.  Se qualcuno ha sofferto di stomaco all’impatto con il  nostro quadretto,  questo è… Leggi tutto »