Libertà. Un giorno di aprile, forse il 25, del 2040

Una poesia di Patrizia Varnier riportata da Patrizia Ligabo'.

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Questa composizione è nata, dopo diverse meditazioni sulla situazione, il primo maggio del 2020 che, credo ricorderete, fu vissuto in forma esclusivamente virtuale.
Era del resto successivo a un 25 aprile soppresso, per la prima volta nella storia del nostro dopoguerra. Azzerato, andato completamente deserto per la paura della pandemia.
La situazione mi turbò parecchio e diede sfogo a questi versi, che immaginavano un futuro in cui gli adulti di adesso si ritrovavano nonni, e dovevano spiegare ai nipoti cose che quei piccoli, per l’ignavia di venti anni prima di fronte alla soppressione dei diritti Costituzionali, potrebbero trovarsi a non conoscere.
Patrizia Varnier

 

Libertà. Un giorno di aprile, forse il 25, del 2040

 

Io non credevo
saremmo arrivati
a tutto questo,
rispose il nonno
aprendo gli occhi acquosi.

Lo disse piano
e senza voltar la faccia,
perché il bimbo
non vi cogliesse
vile smarrimento.

Erano sempre liquidi
quegli occhi grigi e vecchi
e anche si fossero voltati
il bimbo non vi avrebbe distinto
trasparenti lacrime.

Il piccolo allora
ripeté la domanda
che da qualche giorno
gli ronzava intermittente
mischiata ai giochi virtuali.

E gli occhi grigi e vecchi
divennero più liquidi
rivedendo inganni
mai potuti sopire
mai voluti scoprire.

Ora quella domanda
li allagava di tristezza
per non aver fatto nulla
perché si potesse evitarla
nulla per evitare il dramma.

Nonno, dimmelo tu,
papà non mi ha risposto
dice che non lo sa.

Cos’è la libertà?

 

Patrizia Varnier, 1° Maggio 2020

Questa poesia ha partecipato al Festival Internazionale della Poesia di Milano 2020 ed a “l’Antologia e La poesia ai tempi della paura”.

 

Articolo di Patrizia Ligabo’, pubblicato per ComeDonChisciotte.org da Giulio Bona.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
6 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
6
0
È il momento di condividere le tue opinionix