Home / ComeDonChisciotte / LETTERE DAL FRONTE

LETTERE DAL FRONTE

DI MASSIMO FINI
ilfattoquotidiano.it

Alle penose diatribe fra il ministro della Difesa Ignazio La Russa e il generale Vincenzo Camporini, così tristemente tipiche dell’Italia di oggi, preferisco l’umanità, la sensibilità e la profondità della lettera che Matteo Miotto, l’alpino ucciso in combattimento in Afghanistan, scrisse un paio di mesi fa dopo la morte di quattro suoi commilitoni. Una lettera che sembra venire da un mondo lontano, antico, da una “razza Piave” che pur è esistita – e nel cuore e nella mente di Matteo esisteva ancora – sostituita dai La Russa e da tutto ciò che un La Russa significa.

Nella lettera, scevra di ogni retorica, di questo giovanottone veneto c’è tutto l’orgoglio per le proprie radici e la fierezza di appartenere al corpo degli alpini, ma c’è pure la consapevolezza che la stessa fierezza, lo stesso orgoglio per le proprie radici, le proprie tradizioni, il proprio modo di essere, di vivere e morire, appartiene anche al nemico afghano, al nemico talebano.

Nella foto: Matteo Miotto in AfghanistanScrive Matteo: “Questi popoli hanno saputo conservare le proprie radici, dopo che i migliori eserciti, le più grosse armate hanno marciato sulle loro case, invano. L’essenza del popolo afghano è viva, le loro tradizioni si ripetono immutate, possiamo ritenerle sbagliate, arcaiche, ma da migliaia di anni sono rimaste immutate. Gente che nasce, vive e muore per amore delle proprie radici, della propria terra e di essa si nutre. Allora capisci che questo strano popolo dalle usanze a volte anche stravaganti ha qualcosa da insegnare anche a noi”.

Proprio perché è orgoglioso delle sue radici, il giovane Matteo comprende che questo sentimento può appartenere e appartiene, anche ad altri popoli, ad altra gente che per difenderle è disposta a combattere e a morire. I governanti, politici e militari, dei Paesi occidentali che da dieci anni occupano l’Afghanistan si rifiutano di comprendere ciò che il giovane Matteo, con le sue solide radici, con i suoi solidi valori, non lontani, quando si chiamano fierezza, orgoglio, disposizione al sacrificio, anche estremo, da quelli del popolo afghano, ha capito benissimo. Il nocciolo della guerra afghana, a parte i loschi interessi di chi la sta conducendo, la distruzione per lucrare sul business della ricostruzione, gli aiuti fasulli, il turismo estremo delle Ong, è tutto qui.

È assolutamente inutile che i comandi politici e militari occidentali si intestardiscano nel voler “conquistare i cuori e le menti degli afghani”, perché questa gente vuole conservare i propri cuori, le proprie menti, le proprie radici, le proprie tradizioni, i propri costumi, anche se noi, come scrive Matteo “possiamo ritenerle sbagliate, arcaiche”. Il fatto è che sono le loro radici e non sono disposti a cambiarle con quelle di altri, soprattutto se imposte con l’arroganza di chi si ritiene detentore di una “cultura superiore”, con la violenza, con le bombe che uccidono tutti, guerriglieri talebani, vecchi, donne e soprattutto quei bambini, cenciosi ma vitali, che Matteo Miotto osserva, pensieroso, dal suo Lince (i bambini sono il 40% dei ricoverati negli ospedali afghani). Matteo ammira questo popolo che, nonostante “i migliori eserciti, le più grosse armate” siano passate sul suo corpo, è riuscito a conservare se stesso, la propria anima.

Dall’intero tono della lettera si capisce che Matteo non era convinto che la guerra cui stava partecipando fosse giusta, che fosse giusto combattere altri ragazzi come lui (perché anche i talebani sono dei ragazzi), diversissimi in tante cose, ma con alcuni valori essenziali, prepolitici, che li accomunano: la difesa della propria identità, della propria dignità, delle proprie radici.

Non era convinto, ma da bravo soldato, da veneto orgoglioso e fiero, ha fatto il suo dovere fino all’ultimo, fino al sacrificio della vita. Come un vero alpino. Come un talebano. E sono certo che, se da qualche luogo misterioso ci può ascoltare, questo paragone non lo offenderà.

Massimo Fini
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it/
Link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/08/letteredal-fronte-alle-penose-diatribe-fra-il/85299/
8.01.2011

Pubblicato da Davide

114 Commenti

  1. Diciamo che è stato il primo caduto che ha fatto discutere a livelli ben diversi dalla solita diatriba volontari/mercenari/missioni di pace a 5/6.000 euro al mese. Già il fatto che sia stato il primo vero Alpino a cadere, nato all’ombra del Pasubio, dell’Altopiano di Asiago e del Grappa, ha scosso l’opinione pubblica ormai rassegnata alla consueta lista di cognomi a forte connotazione meridionale. Aveva una tradizione di famiglia alle spalle. E proprio per onorarla, e non per giustificare le colpe di un contingente di invasione, ha sentito il dovere di raccontare la sua esperienza, perforando la barriera eretta dalla retorica nazional patriottarda e arrivando al cuore di noi “borghesi”.

  2. È assolutamente inutile che i comandi politici e militari occidentali si intestardiscano nel voler “conquistare i cuori e le menti”, perché questa gente vuole conservare i propri cuori, le proprie menti
    La tradizione USA che ha sterminato i pur valorosi Soux (ad es.) e che ha messo in terrotori dimenticati da Dio e dagli uomini i loro discendenti vuole che le cose non siano esattamente così come Fini ce le dipinge. Purtroppo.

  3. Per quanto possa condividere quanto scritto da Fini, ed il contenuto della lettera di Matteo Miotto, mi resta comunque un dubbio: se davvero egli aveva capito tutte queste cose, che ci faceva ancora in Afghanistan?

  4. Non vorrei dire una cavolata, ma quando fai il militare di professione hai l’obbligo di onorare il contratto per tot anni, altrimenti ti fai qualche annetto di galera.

  5. -Senso di responsabilità nei confronti dei suoi amici in divisa

    -Non voler disonorare il proprio giuramento alla bandiera e ai capi

    -Evitare di sentirsi un civile deriso da persone a lui vicine

    Sono tante le possibili situazioni che si è trovato ad affrontare. E’ difficile entrare nell’animo umano, soprattutto quando è sottoposto a realtà differenti dalla propria.

  6. senso di appartenenza .

  7. Il Fini mi pareva scrivesse cose anche serie, almeno per un giornalaccio ex democristiano come Il Gazzettino. Questo accrocchio di retorica alpinarda su Il Fatto mi ha chiarito che non devo illudermi che nei media padronali passerà mai del sano giornalismo. .
    Il Miotto era quello che in veneto si appella bravo mona! [sacrabolt.altervista.org]…

  8. ribadisco il concetto di JesterHead: “che ci faceva ancora in Afghanistan?”

    evitare idiozie del tipo:
    “Senso di responsabilità”
    “Non voler disonorare il proprio giuramento alla bandiera e ai capi”
    “senso di appartenenza”.

    Grazie.

  9. “”È assolutamente inutile che i comandi politici e militari occidentali si intestardiscano nel voler “conquistare i cuori e le menti degli afghani”, perché questa gente vuole conservare i propri cuori, le proprie menti, le proprie radici, le proprie tradizioni, i propri costumi, anche se noi, come scrive Matteo “possiamo ritenerle sbagliate, arcaiche”. Il fatto è che sono le loro radici e non sono disposti a cambiarle con quelle di altri, soprattutto se imposte con l’arroganza di chi si ritiene detentore di una “cultura superiore”, “”
    NON E’ COLPA NOSTRA SE ABBIAMO UNA CULTURA ,EFFETTIVAMENTE , LOGICAMENTE,RAZIONALMENTE ,SOCIALMENTE ,IMMENSAMENTE SUPERIORE ALLA LORO !!!!!!!!! NEL MONDO CHE STA ARRIVANDO , DOVE SIAMO TUTTI CHIAMATI A CONVIVERE PIU STRETTAMENTE , NON SONO AMMESSI QUEGLI ARCAISMI PREISTORICI !! RINGRAZZIESSERO CHE CI SIAMO NOI ITALIANI E NON I CINESI O I GIAPPONESI O I TURCOMANNI O I MONGOLI MAO MAO !!!
    SENNO IL BUCHO DEL kU … GLEILO METTEVANO PIU SOPRA , SENZA TANTI COMPLIMENTI !!! IO DIFENDO LA RAZZA E NON QUELLA CULTURA PERVERSA E SCHIFOSA !! MA COME ? VI STRACCIATE LE VESTI VOI I POCRITI CONTRO IL NOSTRO MEDIO- EVO DOVE LE DONNE …..NON CONTAVANO UNA CIPPA ? MO SIETE DIVENTATI IMPROVVISAMENTE TOLLERANTI ?

  10. Ti ripeto che anche se si fosse accorto dello schifo che loro chiamano guerra al terrorismo, non puoi prendere ed andartene. se lo fai rischi il carcere militare che non è una passeggiata e poi non è così facile andar via dall’afghanistan.

  11. Eeeeehhh ??!!
    Non ho capito perchè il mondo và in una direzione, come dici tu, bisogna eliminare, asfaltare quelli che tu chiami arcaismi preistorici.
    Tra l’altro al prezzo di sofferenza e distruzione.
    E questa la cultura superiore che hai ?
    RISPETTO, CONSAPEVOLEZZA DI NON ESSERE I DEPOSITARI DELLA VERITA’ – GIUSTIZIA, CONSAPEVOLEZZA DI QUANTO QUESTA CULTURA COME DICI TU IMMENSAMENTE PIù GRANDE CONVIVE IN UNA SOCIETA’ IMMENSAMENTE IPOCRITA, CORROTTA, DOVE I VALORI UMANI QUALI IL RISPETTO, L’ETICA, SONO ORMAI MERCE RARA.
    Io non mi sentirei così immensamente superiore ad un afghano.

  12. Poi ancora questa stronzata della cultura, ecc. ma che gli afghani hanno chiesto un intervento militare per liberarli dai talebani. Ma non raccontiamo scioccxhezze.
    Gli afghani quella che tu chiami cultura “inferiore” continuano ad averla tutt’oggi, dopo anni d’occupazione, poi chi s’informa seriamente, sà che curiosamente le zone più tranquille (nel senso dove non ci sono stupri,sequestri,ecc. molte volte attuati dalle forze di polizia formate dalla NATO) dove vivere in afghanistan sono quelle sotto il controllo talebano.
    Nel 2011 se ci sono persone che ancora non hanno capito che la cultura non la promuovi con qualche bomba all’uranio o un massacro di quà o di là è grave.

  13. non sto facendo questioni se sia giusto o non giusto l’intervento milirare in afghanistan ,non me frega na cippa ,come non mi pronuncio se sia stato giusto che Cesare sia andato in gallia a reprimere i barbari …
    sto dicendo che la nostra cultura è infinitamente superiore alla loro !!! , vediamo se sai essere logico e conseguente dimostrandomi il contrario senza farfugliare sui militari che ammazzano e altre demenze simili. non stiamo facendo a gara di pacifismo qui,ora .

  14. ma vedi, figliuolo, per loro è la TUA cultura ad essere infinitamente inferiore.
    e comincio a sospettare che possano aver ragione, sai??
    in ogni caso credo che in casa loro possano fare che cazzo gli pare, non credi??
    un po’ come se io venissi da te e ti dicessi che non va bene come vivi e che da domani devi vivere come me, perché il mio stile di vita e la mia cultura sono superiori…….

  15. Non vedo il motivo per cui affus stia a perdere tempo nel web, invece di andare a combattere arditamente e motivatamente in Afganistan.
    Metterebbe certamente più ardore dell’alpino Miotto e risparmierebbe altre vite indegne della sua “nobile” ideologia.
    Gli afgani stanno già tremando all’idea.
    Ciao
    Geo

  16. I Sioux ed affini, non avevano mai combattuto eserciti tecnologici, non conoscevano la dipendenza di cui era portatore l’alcol e non erano mai stati al centro delle brame di poderosi eserciti per millenni.
    Gli afgani sì.
    Non li sottovaluterei troppo, anche se la logica yankee è come tu riporti.
    Ciao
    Geo

  17. Articolo sinceramente con molta retorica e un po stonato rispetto ai contenuti spesso interessanti del sito.

    Rimarcabile il commento di affus che ringrazio in quanto simbolo della mediocrita’ generale e della totale assenza di logica analitica in cui ci troviamo nella societa’ moderna, riempiti come siamo di frasi fatte e ideologie ben scritte e facilmente digeribili.

    Grazie per essere un esempio della media, nella tua mediocrita’ hai una funzione ben definita.

  18. Sarebbe bello capire quali sono i criteri di valutazione che utilizzi nel sentenziare la superiorità di una civiltà rispetto ad un altra , dato che tu consideri demenziale prendere in considerazione atti di violenza da parte di chi rappresenta la tua ” CULTURA SUPERIORE” e di chi si prodiga come portatore di civiltà . Sarebbe anche bello sapere cos’è per te il pacifismo , o forse sei uno che ammazza esseri umani tutti i giorni e gioca con fucili e pistole come tuo figlio o quello del vicino con i lego ? A no tu uomo forte vorresti avere sparatorie e omicidi continui in casa tua , gente che arriva con un carroarmato e ti butta giu la casa o ti schiaccia la macchina ( e fai il tassista). oppure ti aumenta la produzione di oppio perchè sai l’eroina alle case farmaceutiche porta un sacco di soldi , oppure perchè almeno hai il gasolio per la tua macchinetta o per la confezione di carta igenica , la bottiglia dell’acqua minerale o il riscaldamento del tuo bel appartamento ( o villetta se sei fortunato ) . Qui non si parla di pacifismo fine a se stesso si parla di quei diritti umani di cui persone come te si sciacquano la bocca e poi come fosse coluttorio
    lo sputano .

    Questa è la guerra , questo è cio che fa la cultura superiore .
    Buona visione.
    http://img521.imageshack.us/i/bscap0015m.jpg

  19. Affus in Afganistan? Beh, non male come idea…..non c’è internet in Afganistan, vero?

  20. Ok , allora se loro hanno un kultura superiore con le donne col pastrano e dovesse succedere che lasciadoli liberi inziano a delinquere …. con terrorismo…. oppio da smerciare , traffico di armi etc etc . Ammesso che sia cosi.
    Poi vengo io con la Mia Kultura superiore , non ti occupo, ma ti polverizzo, ti incenerisco con le atomiche , sanza perdere tempo a costruire ponti e correre dietro ai terroristi . Ci stai ?
    anzi ti dico una cosa , Con la mia kultura e scienza superiore incenerisco : uomini, donne e bambini ,vecchi animali con la loro stronza e puttana kultura inferiore o superiore che sia , non me frega un cazzo ! ci stai ?

  21. ti sbagli amico .
    la kultura superiore tra l’altro te la posso dimosttrare col fatto che la mia bombetta è kapace di liquefare tutta la loro nazione in mezz’ora di fuoco! Una cosa semplice semplice che si nota subito quanto sia superiore, se poi sei cieco tu son cazzi tuoi .
    Ma , sono buono , la mia superiorita non dipende dalla bombetta , no, la mia superiorita non si basa sul pacifismo di quatto deficienti anarchici, no .
    la mia superiorita si basa su un etica superiore , quella che che li permette ancora di vivere standomi vicino nonostante tutto .
    perchè, infondo, non credo che siano tutti terrosristi e che possano vivere senza piu delinquere un giorno in pace e lavorando come facciamo noi .

  22. IO DIFENDO LA RAZZA scrive Affus ommettendo pero’ l’aggettivo che
    specifichi di che razza stia parlando:razza ariana,razza bianca,razza
    italiana,razza indoeuropea.Di che razza stai parlando?E soprattutto
    come si difende una razza?Con le bombe e i campi di prigionia?
    Ha ancora senso parlare di razza oggi nell’epoca della globalizzazione
    e dell’abbattimento delle frontiere?E infine noi italiani,che non siamo
    una razza,non siamo un popolo,non siamo una nazione,non siamo nulla,
    che diritto abbiamo di sentirci superiori a chi sta combattendo per
    difendere il proprio paese e cio’ in cui crede?Non ti sembra di essere
    tu invece portatore di pseudo ideali piuttosto arcaici ed obsoleti,sui
    quali il tribunale della storia ha gia’ emesso il verdetto di esssere
    perdenti?

  23. infatti che ci vado a fare in mezzo ai quei zulu trogloditi se non c’è internet ?
    ma c’è qualcuno in mezzo a voi che mi sa dire cosa sia la cultuta , magari quella italiana , visto che si dice che quei selvaggi hanno la kultura da non diprezzare e che potrebbe essere superiore alla nostra ?

  24. finalmente uno che mi ha capito profondamente.

  25. quale tribunale della storia scusa ? quella dei partigiani che hanno preso il potere con l’aiuto degli americani in italia e in europa ?
    perchè questi brutti ceffi conoscono la storia ?
    dicevo la razza ,ma intendendo la popolazione fisica che , finchè è possibile, va protetta . Io non giudico in base alla razza, alla kultura che tutti hanno. Non giudico in base alla nazione geografica ma in base al bene o al male, perchè ho una mia percezione precisa del bene e del male e non idee sparse e anarchiche in tal senso. io ho un idea del bene comune e della cultura che tu non hai e parli senza sapere cosa dici !

  26. “la mia bombetta”. 1) Bombetta che tu non saresti nemmeno in grado di costruire dopo 7 reincarnazioni. 2) L’etica non è un concetto universale, ma dipende dalla cultura e dall’epoca. Se oggi i cattolici sono un po’ più evoluti (a parte te che sei una scimmia) è grazie al coraggio di menti libere e indipendenti che hanno messo in discussione i dogmi del cattolicesimo pagando con l’abiura o nei casi peggiori con la morte. Lo sai da dove arrivano i numeri che usi per contare? Arabi amico, arabi. Lo sai da dove arriva lo zero? Lo sai da dove arriva la formula risolutiva delle equazioni di secondo grado? Lo sai chi per primo studiò la trigonometria? Lo sai chi studiò intensamente le sezioni coniche che oggi ti permettono di spiegare i moti dei pianeti e delle stelle? Lo sai chi viene considerato il padre dell’Algebra? E sai da dove deriva la parola “Algebra”? Ne riparliamo quando sarai in grado di rispondere ad almeno una di queste domande.

  27. bell’articolo
    aggiungerei una domanda:
    se Miotto non avesse scritto quella lettera, se non avesse pensato ciò … avrebbe avuto l'”onore” di tenere la “testa alta” (in ogni senso) sopra il suo carrarmato?

  28. Ma cosa cavolo hanno a che fare i partigiani con tutto questo?
    Ma ti rendi conto di quello che scrivi?Tu hai una percezione precisa
    del bene e del male scrivi,ma magari gli altri ne hanno una diversa
    dalla tua e questo non significa essere anarchici.
    Inoltre sostieni di avere un’idea della cultura ma non riesci a scrivere
    una frase senza infarcirla di gravissimi errori sintattico grammaticali e
    di consecutio temporum.Che cultura e’ quella di chi non sa nemmeno
    esprimersi nel proprio idioma?

  29. autolesionismo puo andar bene ?
    ma poi mi chiedo io che importa ?

  30. non dirmi che ci viene tutto dall’afgnistan ?
    Ma lo zero viene dagli arabi allora?
    Infatti non mi sono mai sognato di annichilirli quelli !
    Quindi , a quanto pare la cultura la basi sulle scoperte scietifiche ?
    bella cosa !!! sei peggio degli afgani in quanto a cultura !!
    una sola parolina vorrei dirti .
    se non ci fossero stati i trubunai dell’inquisizione con i loro formalismi giuridici basati slle prove da dimostrare , quando non c’ erano piu tribunali e aule di giustizia in europa con la caduta dell’impero romano ma solo signorotti e stregoni nel medio evo etc, a quest’ora non staresti a scrivere al computer .

  31. quindi la cultura è conoscere bene la grammatica ?
    bravo ! Hai la stessa cultura di un afgano che per loro kutura significa imparare a memoria il korano.

  32. Condizione necessaria e non sufficiente per avere una cultura e’ sapersi
    esprimere correttamente in almeno una lingua e tu per ora non possiedi
    questo requisito,dunque come esportatore di cultura non sei molto
    credibile

  33. La cultura e’ conoscere anche la grammatica non solo la grammatica,
    e’ quella che i matematici chiamano condizione necessaria ma non
    sufficiente,so che a una mente piatta puo’ sfuggire la sottile differenza.
    Inoltre io parlavo anche di sintassi e consecutio temporum il che
    dimostra che il vero anarchico sei tu,un anarchico della grammatica e
    della sintassi.

  34. Complimenti!!!!!!

  35. ….apprezzando il tuo sforzo, permettimi un consiglio: non perdere il tuo tempo con Afus, il commento di Fuscoweb ha già colto in pieno il personaggio. Una volta esisteva la carne da canone, ormai l’esercito non ne ha piu’ bisogno….

  36. “Non era convinto, ma da bravo soldato, da veneto orgoglioso e fiero, ha fatto il suo dovere fino all’ultimo, fino al sacrificio della vita.” Lo sono o no volontari i soldati impegnati nelle missioni di guerra? Non capisco cosa c’entra la retorica da secolo scorso di Fini con le convinzioni di un soldato volontario (non essendo di leva poi, non la vedo la differenza con un mercenario) del 2010! Dalla lettera che ha scritto lo giudicherei una persona capace di riflessione e discernimento. Non mi azzardo a indovinare che cosa l’abbia convinto a farsi trovare armato con la divisa di un esercito invasore a migliaia di chilometri da casa, ma sono convinto che avrà avuto le sue buone ragioni. Concordo però con Fini del primo paragrafo sul pagliaccio La Russa.

  37. Ah ah ah certo che se i talebani combattono una guerra per non farsi
    esportare la cultura di Affus combattono proprio una guerra santa ah ah
    ah.

  38. Benche’ non abbia molta stima dell’italiano medio,paragonarlo ad Affus
    mi sembra quantomeno ingeneroso ed ingiurioso per l’italiano medio.
    Affus e’ il rappresentante medio della destra radicale,la cui media e’
    presto fatta visto che saranno in 10 in tutta Italia

  39. Dai commenti pare di capire che l’Occidentalismo azzerbinato agli umori femministi va ancora alla grande… Ma c’è veramente qualcuno disposto a esportare il modello delle nostre virago nelle lande afghane? C’è veramente qualcuno disposto a rimetterci la pelle, o meglio le palle, per strappare il burqa dalle fanciulle pashtun? Contenti voi, di morire per le quote rosa… Lunga vita al medioevo talebano, lunga vita ai suoi patrioti, che tolgano dalle spese quegli insulsi soldatini allevati a McDonald e imboscati nelle comode retrovie, firmaioli d’accatto per pagarsi le rette del college o le rate della nuova Camaro…

  40. Quoto…avrei voluto scriverglielo io, ma mi hai preceduto! La tortura della lingua italiana…haha! X-D

  41. Non amo la talebano-filia di Fini, e anche se la propagandano altre persone – che come Fini, sono degne di stima – me ne astengo. Questione di metodo: se la domanda è epistemologicamente malposta, la risposta è comunque sbagliata. Dunque: non farsi mai tirare su argomenti troppo distanti. QUI E ORA, oggi più che mai, è la strategia per la sopravvivenza. Anche psichica, intendo. Nell’epoca in cui ogni problema viene automaticamente trasposto sul GLOBALE, il nostro riflettore deve essere diretto sempre di più sul LOCALE. Se no si rischia di diventare pazzi.
    Vero è che oggi tenersi lontani dalle retoriche – sia nazional-patriottarde che legaiol-patriottarde – non è facile: da scalfari a napolitano, da bossi a calderoli è tutto un tripudio di cavolate che obnubilano la mente. Occupiamoci piuttosto delle “piccolissime patrie” che ci proteggeranno nel corso della lunga notte del nuovo e duro medioevo che ci attende: le comunità. Lasciamo le retoriche stantìe a chi vuole gonfiarsi il petto sotto qualsiasi fatiscente bandiera.
    Se poi riusciremo a rifare una comunità nazionale dal basso, allora sarà il caso di ridefinirci italiani. Ma se questa è l’italia di napolitano, scalfari, larussa o fini, o… beh, meglio astenersi.

  42. condivido in gran parte…

  43. Fini continua a dispensare luoghi comuni sulla democrazia…

  44. Ah, il famoso “pastrano”, ammazza che cultura, manco sai come si chiama.
    Immagino che per te la “cultura immensamente superiore” appartenga a quello con la clava più grossa… quello si chiama bullismo, al massimo, o legge del più forte, ma con la “cultura” (questa sconosciuta) c’entra come il cavolo a merenda.

  45. E’ interessante osservare un troglodita che non sa neanche scrivere correttamente in italiano (e non parliamo nemmeno di argomentazioni logiche…) farsi paladino della “superiorità” della propria cultura. Una sagoma.
    Che però mostra invece benissimo il nulla dietro l’uomo medio occidentale, ossia ciò che consente alle élite di praticare le loro guerre coloniali con tranquillità, sapendo di poter contare su una maggioranza di servi disposti, dal basso della loro schiavitù mentale e materiale, a sacrificarsi indefessamente nel difendere i propri padroni, scambiando le bombe per “cultura” e i manganelli per “sicurezza”.
    Una vera “scimmia depilata”, secondo la definizione di un amico esperto in sociologia delle masse. 😀

  46. Lady Gaga verrà imposta agli afgani, in nome della nostra superiorità culturale. Vuoi mettere…

  47. il vero anarchico sei tu,un anarchico della grammatica e della sintassi

    Amen (non mi trovo quasi mai d’accordo con te, ma stavolta sarebbe oggettivamente impossibile non esserlo).
    E fosse solo la grammatica, il suo problema… una sequenza ininterrotta di pseudo-argomentazioni completamente slegate tra loro, un’orgia di non sequitur da manuale della logica.

  48. Fa piacere sapere che ben 48 post hanno commentato questo articolo, significa che Massimo Fini funziona…nel bene o nel male..

  49. Ho chiesto a mio nonno Filipppo , mi ha detto che sto sociologo tuo amico e un povero deficiente raccomandato, uno dei tanti che esercitano attivita abusive , invetate e fasulle in italia .

  50. Quindi confermi quello che penso?
    Siccmome gli afgani non hanno una cultura decente all’alltezza e in grado di esprimere le loro esigenze , vanno solo annichiliti !!
    grazie della conferma amico !

  51. VEDI , NON POSSONO FARE QUEL CHE CAZZO VOGLIONO PERCHE SONO TROGLODITI E VANNO TUTELATI DALL’ESTINZIONE , PERCHè NON SANNO NEMMENO ESPRIMERSI . CAPISCI A ME .

  52. Santo cielo.
    Vacci piano col vino.

    (Tra l’altro, caro il mio “cultura immensamente superiore”, non sai di avere appena commesso peccato di superbia?)

  53. VEDI , NON POSSONO FARE QUEL CHE CAZZO VOGLIONO PERCHE SONO TROGLODITI , PEGGIO DEL TUO AMICI SOCILOGO RACOMANDATO DI PARITO , PERCIO VANNO TUTELATI DALL’ESTINZIONE , PERCHè NON SANNO NEMMENO ESPRIMERSI . CAPISCI A ME ??
    SO DEFICIENTI COL LORO CORANO, O VANNO SUBITO ANICHILITI, OPPURE , SIAMO CATTOLICI , VANNO TUTELATI E FATTI CRESCERE SOTTO TUTELA .
    AMEN .

  54. AMICO GLI AFGANI HANNO UNA MENTE PIATTA , PERCIO’ VANNO TUTELATI ….
    SAI, NOI CATTOLICI SIAMO TROPPO BUONI , PERMETTIAMO DI INSEGNARE ANCHE A DEFICIENTI NELLE NOSTRE SCUOLE PERCHè GALILEO FU CONDANNATO DAI GIUDICI A SEGUITO DI UN ERRORE DI VALUTAZIONE DEI GIUDICI . MA SULLE ORIGINI DELLA MAREE GALILEO PRESE UNA GROSSA CANTONATA !!

  55. MA PERCHè PER TE ESISTE IL PECCATO ?
    ALLORA SEI CATTOLICO ?
    OPPURE ESISTE COME LA PENSO IO IN QUESTO MOMENTO ?
    ECCO QUESTO è IL VERO PECCATO.

  56. DOPO CHE GIANFIGHETTA HA TRADITO LA DESTRA FORSE SIAMO MOLTI DI PIU .
    approfitto per ricordarti che destra significa giustizia e non ugualitarismo . Una merce molto rara in italia che noi possimo offrie gratis .

  57. Si, anche tu confermi quello che pensavo…che non sei neppure in grado di capire quel che leggi. Con esempi del tuo calibro affermare che la nostra cultura è superiore diventa qualcosa di più che una cretinata…assurge al ruolo di scemenza cosmica.

  58. DOPO CHE GIANFIGHETTA HA TRADITO LA DESTRA, FORSE SIAMO MOLTI DI PIU in italia , forse il popolo e piu con noi e capisce le nostre ragioni che con i gay e le femministe o con uno squallido culturame impostoci dall’alto .
    approfitto per ricordarti che destra significa giustizia e non ugualitarismo . Una merce molto rara in italia che noi possimo offrie gratis .

  59. vedi gli afgani vanno protetti perchè sennò il lupo se li mangia i bambini.

  60. SAI, NOI CATTOLICI SIAMO TROPPO BUONI , PERMETTIAMO DI INSEGNARE ANCHE A DEFICIENTI NELLE NOSTRE SCUOLE.

    se questi sono i risultati…..molto meglio l’analfabetismo in effetti. I blog ringrazierebbero.

  61. When you’re wounded an’ left on Afghanistan’s plains/
    An’ the women come out to cut up your remains/
    Jus’ roll to your rifle an’ blow out your brains/
    An’ go to your Gawd like a soldier.(Rudyard Kipling)

  62. Nessuno e d accordo con te,ci sara un perche?Pensalo.

  63. Il peccato non so, lo stato di alterazione mentale, d’altro canto, evidentemente si, visto che è tutto il giorno che offri prove empiriche.

    Su, un bel caffè forte e dormici sopra.

  64. io ho sempre parlato a favore della ragione e ho sempre detto quissopra che la ragione è una cosa oggettiva dimostrabile , ma per per i gaglioffi come te non esiste questo, quindi per dimostrare che uno è in stato di alterazione devi sapere cosa è la ragione oggettiva .. cioè avere un metro di paragone oggettivo valido per me e per te .
    perchè,sappi, le tue opinioni, per quanto convincenti , non valgono mai un ca**o !

  65. anche tu riconfermi quello che pensavo io, ma avevo solo il sospetto ,ora ne ho la certezza ….

  66. Spesso trovo concordanza con te, martius, ma stavolta non sei in forma. Prima dici QUI E ORA, e poi dici “Occupiamoci piuttosto delle “piccolissime patrie” che ci proteggeranno nel corso della lunga notte del nuovo e duro medioevo che ci attende: le comunità.”. La vedi la contraddizione? prima invochi il presente e poi trasponi tutto nel (eventuale e ipotetico) futuro. Ahi, ahi, ahi….

  67. Ma io me ne sbatto di fare classifiche sulla cultura.
    Penso che la nostra cultura abbia preso una parabola discendente, basta accendere una TV per rendersene conto.
    Poi per me è cultura anche la moralità di un popolo, il comportamento, l’umanità.
    In questo non possiamo insegnare niente a nessuno.
    Ci sono popoli, tribù meno “progrediti”(nel senso che non hanno cellulare o bombe all’uranio) dove esiste una “cultura” semplice ma sana rispettosa degli altri e di tutto quello che li circonda.
    Questo vale più della tua cultura. Più di 15mila libri, di porsche da 700cv o cellulari di ultimagenerazione.
    Ci vuole RISPETTO

  68. Questo dimostra il tuo livello culturale e soprattutto d’informazione. Devi sapere che il commercio di oppio e gestito da organizzazioni con cui collaborano i vari servizi segreti occidentali. E negl anni d’occupazione è aumentanta la produzione.

  69. q u o t o !!!!!!!!!!!!

    devi sapere che questi pseudo intellettualoidi che infestano il web italico sono i discendenti di quei paritigiani che occuparono l’italia nel ’44 ,che a loro volta erano i nipoti dei garibaldini camicia rossa che al posto dei borboni misero nei comuni e nelle facoltà italiche le logge massoniche dopo a ver fatto man bassa dei beni diponibili dello stato.

  70. Se togli il putiferio scatenato dai commenti clerical-fascisti dell’affezionato radicaldestroso, resta ben poca roba….

  71. Affus, chi ha detto che la cultura degli Afghani è “superiore” alla nostra ? Difendere la dignità di persone ed esseri umani degli Afghani, compresi i resistenti, non significa dire sostenere che la loro cultura sia “superiore” alla nostra. Una cultura sedicente “superiore” non avrebbe comunque alcun diritto di imporsi, tanto più con la violenza, su un’altra cultura, anche se questa fosse “inferiore”.

  72. misunderestimated… ci “conosciamo” noi due ?
    Complimenti per l’eccellente post.

  73. Ho chiesto a mio nonno Filipppo,

    Lo vedi, che non sei in grado? Devi chiedere ad altri, anche per una sciocchezza del genere.

    mi ha detto che sto sociologo tuo amico e un povero deficiente raccomandato, uno dei tanti che esercitano attivita abusive , invetate e fasulle in italia .

    Ah, beh, se lo dice nonno Filippo sarà senz’altro vero. Già che ci sei chiedigli anchr se ha capito che ero sarcastico, e che quello che ho scritto non era da intendersi alla lettera… e chiedigli anche se un nipote che parla di “cultura superiore” senza saper distinguere un verbo da una congiunzione ( e / è ) è una scimmia depilata oppure no.

  74. SAI, NOI CATTOLICI SIAMO TROPPO BUONI , PERMETTIAMO DI INSEGNARE ANCHE A DEFICIENTI NELLE NOSTRE SCUOLE

    Guarda, non so “voi cattolici”, ma se i risultati sono quelli come te, mi sa che sui deficienti hai pienamente ragione.

  75. quando dici la parola “cultura”, sei sicuro di sapere cosa significa?
    dai tuoi ragionamenti retrogradi pare proprio di no.
    abbi cura di te e sviluppati ancora qualche migliaio di anni per cortesia.
    T R O G L O D I T A SFIGATO!

  76. pensare? dubito riesca.

  77. Ma non ho capito se uno ottusamente e ignorantemente in preda ad un delirio di onnipotenza si sente il custode di una cultura (?) superiore (?) deve imporla a tutto il resto del mondo.
    Questo ti insegna la tua cultura che non si capisce quale sia (italiana, occidentale, islandese, booh) ?
    Con questo discorso della superiorità dove vuoi andare a parare ?

  78. Mi spiegheresti di grazia quale tortuoso labirinto neuronico ti ha
    portato ad inserire Galileo Galilei nell’attuale diatriba?Mah secondo
    me la legge Basaglia ha avuto anche aspetti negativi.

  79. E chi sarebbe il lupo in questa splendida metafora?

  80. Un’analisi storico sociale ineccepibile

  81. “Forse il popolo e’ piu’ con noi e capisce le nostre ragioni che con i gay
    e le femministe”.Hai dimenticato i negri e gli ebrei che di giorno in
    giorno insidiano la purezza della razza.Quale razza non e’ dato bene
    sapere,ma intanto loro la insidiano.

  82. Ah ah ah hai preso del gaglioffo

  83. E voi siete ridotti a vivere sperando di raccogliere gli scarti del
    Gianfighetta?Dietro questa elegante metafora immagino si celi l’attuale
    presidente della camera.E saresti in grado di spiegarmi perche’ Fini
    ha tradito la destra?Senza ovviamente addentrarti in profonde analisi
    storico sociologiche come prima.

  84. Ragazzi, non vuole andare a parare da nessuna parte; come qualsiasi troll che si rispetti fa casino, spara “ragionamenti” che non c’entrano con il discorso, fomenta flame con dichiarazioni pateticamente e chiaramente forzate che nessuno con un minimo di cervello potrebbe sostenere seriamente.

    Una risata in faccia è la sola cosa che gli si può opporre, mica dei ragionamenti. 😉

  85. Guarda, il mio atteggiamento è di riderti in faccia.

    HA

    HA

    HA

    Vediamo se cosi la comunicazione passa. 😀

  86. Ragione e metro di paragone oggettivo.
    Dopo una sparata sui valori immensamente superiori.
    Col caps lock, che notoriamente conferisce più ragione a chi lo usa.

    Caro, t’avevo anche fatto un favore ipotizzando che fosse il vino a parlare e non tu. Perchè se fosse stato il vino, adesso ne sarebbe passato l’effetto e di tutta la faccenda sarebbe rimasto solo un mal di testa, ma se non è così, vuol dire che i problemi sono più seri e meno transitori.

    (Gaglioffo? Gosh, Batman! Per mille alternatori!)

  87. Forse tu non mi conoscevi, ma io “conosco” molto bene te… (Saigon2k, Effedieffe.com, Io non sto con Oriana ecc. ecc.). Gli Huey che atterrano sul tetto dell’ambasciata yankee per evacuare gli invasori bastonati, geniale, metafora perfetta dei nostri tempi terminali, i miei complimenti… 😉

  88. Meno male che almeno uno si e’ reso conto che non portava felicita’, fini trasforma la razza veneta in robot al servizio del sistema, sembra quasi che si dispiaccia che il caporale abbia capito il suo avversario,fini lo voleva senza tentennamenti e fiero, sembra che non sia piu’ la razza piave che si faceva massacrare sulle rive del piave per fare contento il re. Questa razza come quella afghana ha preso coscienza di essere solo uno strumento. Il caporale e’ tutti noi.

  89. E ‘ vero quando gli afgani ti diranno di rispettare la loro ipotetica cultura, tu fagli una risata un faccia e poi sparagli un missile .
    Non è che gli afgani non abbiano una cultuta, c’è l’hanno solo, che è inferiore, cioè coranica, rispetto alla nostra !!!
    Sei io postassi un articolo in elogio dei dedi tribunali dell’inquisizione , quanti deficenti qui si strapperebbero le vesti, tu per prima, per dire peste e corna contro l’unico istituto che cercava di imporre la legge in un’ epoca in cui non esisteva piu cultuta legislativa ?

  90. volevo dire che vi siete messi al posto di quei giudici che giudicarono galilei con le vostre verita e certezze e nessuno vi smuove piu da li …..dal trono di superiorita illusorio che vi siete fatti. Scendete , scedente dal piedistallo che sta per collare ; attenti sennò vi crolla tutto addosso.

  91. se uno in base ad un delirio di onnipotenza inizia ha dire che non esistono diversità di valori ,so tutti uguali e fa tutto un fascio, volendo imporre un relativismo demagogico e ributtante e poi sa solo sputare nel piatto in cui ci ha mangiato da una vita facendo finta di essere altruista, preoccupandosi della cultura degli altri che sarebbe addirittura migliore della nostra , bhe , siamo al colmo !
    Muioa Sansone e tutti i filistei .

  92. lo sai quando l’islam, no i fenici , non gli arabi, riuscirono davvero a produrre qualcosa di significativo culturalmente nel mondo ?
    quando si incontrarono con la cultura eurpea in spagna , quando iniziarono a studiare pure loro Aristotile e Platone .
    Per il resto l’islam si è solo sbizzarrito a fare geroglifici su qualche palazzo perchè il settarismo coranico li blocca in tutto.

  93. IO PREDEREI TUTTI I CORANICI CHE SCRIVONO QUI SOPRA , GRAN FATTUCCHIERI E PAROLIERI CHE SI STRACCIANO LE VESTI SE DICI CHE ABBIAMO UNA CULTURA SUPERIORE AGLI AFGHANI , E LI METTEREI DI FRONTE A UN IMMAGINE DI UNO DI QUEI MILIONI DI BAMBINI AFRICANI TUTTA PELLE OSSA CHE MUOIONO DI FAME OGNI ANNO E DIREI LORO : TU CHE USI IL COMPUTER ET IL CELLULARE E TI STAI IMPUTRIDENDO NEL GRASSO CHE HAI ADDOSSO , HAI UNA CULTURA SUPERIORE ( INDEGNAMENTE EREDITATA ) A QUESTI POVERI AFFAMATI SI O NO ?
    SE LA RISPOSTA FOSSE NO , PRENDEREI L’INDICE E IL MEDIO E GLEIELI FICCHEREI NEGLI OCCHI ALL’ISTANTE !!!

  94. Allora sicuramente da uomo cresciuto in Italia ti posso dire che ci sono molte cose che a me non piacciono e secondo me sono retrograde, come ad esempio la condizione dalla donna ed altro.
    Ma da quì a fare il paladino di una cultura occidentale, che è ferma- stagnante-decadente, ce ne passa.
    Questa cultura di cui sei un cantore entusiasta è quella che spaccia un’ipocrita benessere, che promuove cultura(TV-magazine-ecc.) spazzatura, che magnifica il bel culo o il figlio di troia che truffa l’altro.
    Per cultura intendo l’umanità, la capacità di comportarsi con rispetto col prossimo e con il mondo che ti circonda.
    Ecco in questo non possiamo o meglio non dobbiamo insegnare niente a nessuno.
    Poi le classifiche di chi sia peggio tra un mussulmano, un cristiano, un capitalista, ecc. le lascio a chi ha tempo da perdere.

  95. porco giuda stai male !!!!!!!

  96. Internet, i blog, le discussioni, i siti “alternativi”….è REALMENTE tutto inutile……per gli umani non ci sono cure.

  97. Poi per finire questa polemica sensa senso.
    Partendo dall’articolo:
    Una persona anche se si sente in possesso di una “cultura” superiore non può espotarla con la violenza. Soprattutto quando non te lo chiede nessuno.
    Altrimenti leggittimi chi, possessore di una cultura superiore come te, vuole importerla.
    Adesso rileggendo i tuoi deliri ho visto che accenni alla povertà in africa.
    Premettendo che la cultura o un vero benessere non per forza dipende da quanti cellulari siano in circolazione, io lo stato di civiltàdi un popolo la misuro anche sulla capacità di lavorare-promuovere una società che non sfrutta il prossimo e che ha rispetto della terra che lo circonda.
    Credo che la situazione del continente nero dipenda da quegli europei padri della tua cultura superiore.

  98. CIOE, VORRESTI DIRE CHE C’è PIU GIUSTIZIA NELLA NOSTRA CULTURA PERCHE’ IL LAVORO è IL PRIMO COMMA DELLA NOSTRA COSTITUZIONE ,MENTRE LORO NEMMENO LA COSTITUZIONE HANNO ? BRAVO !!! HAI RAGIONE A DIRE CHE L’AFGHANO NON VA COSTRETTO, MA DEVI PURE CAPIRE QUANTO DICO CHE LE DISTESE DI OPPIO NON LE PUO VEDERE ALL ‘ESTERO , SE LO FA IO GLIELO IMPEDISCO CON AREI E BOMBETTE VARIE . CAPITO MI HAI ?
    SE L’OPPIO LO CONSUMASSERO ALLE LORO FESTE MATRIMONIALI , NON CI SAREBBE PROBLEMA , IO MI FAREI I CAZZI MIEI .

  99. MA NOI ABBIAMO RINNEGATO FINI CHE SON 20 ANNI , LO CONOSCIAMO NON DA ADESSO , QUANDO HA TRADITO IL NANO NON CI SIAMO MICA STRACCIATE LE VESTI , ERA NORMALE CHE CIO AVVENISSE.

  100. La domanda era diversa:spiegami perche’ Fini ha tradito la destra.

  101. Dunque se la metafora funziona tu saresti Galileo Galilei:almeno possiedi la virtu’ della modestia

  102. Affus sinceramente, stai scherzando o sei serio ??
    Prima di parlare documentanti, dici cavolate una dopo l’altra.
    La produzione di oppio in Afghanistan è aumentata di molto da quando il paese è sotto occupazione.
    Solo questo elemento ti dovrebbe far capire, come avvengono certe guerre e chi guadagna dal commercio della droga.

  103. Cos’è per te la Cultura? Hai mai letto il Corano? Saresti in grado di dimostrarci che hai ragione nel “chiamarci” coranici? Potrebbe essere interessante. Grazie

  104. Vorrei precisare che i paesi musulmani dell’Africa sono quelli in genere
    dove si sta meno peggio,i paesi dove i bambini muoiono di fame non
    sono musulmani ma appartengono all’Africa nera.

  105. Senza contare che il nostro NON riesce a fare il passaggio logico successivo, e cioè che nelle nazioni africane non si soffre la fame perchè sono stupidi o privi di basi culturali, ma perchè “qualcuno” va a derubarli delle loro risorse senza preoccuparsi delle conseguenze. Ma niente, non ce la si fa…la sua cultura superiore purtroppo non lo rende in grado di vedere le motivazioni alla base.

  106. CAPS LOCK IS CRUISE CONTROL FOR COOL.

  107. perchè forse non è mai stato di destra quanto fascistello che è un altra cosa .

  108. La cultura è tutto quello che ci serve per espimerci e comunicare .
    Il corano è una falsa copia della bibbia . E’ stato scritto nel sesto secolo d. C. copiando ampi estratti della torah e commentando.
    Maometto aspirava a diventare rabbino da giovane . Non c’è nulla di originale .

  109. Finalmente un’affermazione chiara:comunque uno che non e’ di destra
    non puo’ di fatto tradire la destra,”per la contraddizion che nol consente”
    direbbe il sommo poeta.

  110. Come di fatto la bibia, o meglio la religione cristiana ha copiato date,funzioni,personaggi da varie religioni come quella egiziana, babilonese,ecc. E allora ?

  111. Come di fatto la bibia, o meglio la religione cristiana ha copiato date,funzioni,personaggi da varie religioni come quella egiziana, babilonese,ecc. E allora ?

  112. Quindi da “coranici” diventiamo “copia-biblici”! E se per Bibbia intendi solo il Vecchio Testamento, diventiamo “quasi ebrei”. Divertente! Allora possiamo sentirci ben autorizzati ad aiutare certi Pashtun ad esprimersi e comunicare meglio tra di loro.