Home / ComeDonChisciotte / L'ETICA DEI MEDIA

L'ETICA DEI MEDIA

DI NICOLAI LILIN

facebook.com

Non ho visto nessuno dei media occidentali pubblicare questa foto, questa terribile immagine della bambina uccisa a Slovyansk 8/6/2014, colpita a morte nel corso del bombardamento che l’ “eroico” esercito ucraino ha scatenato contro la popolazione civile. Alcuni mi rispondono “questa foto non può essere pubblicata per la questione etica, l’immagine è troppo cruda”. Però non erano crude le immagini di Gheddafi massacrato o di Saddam impiccato? Oppure quelle immagini andavano bene sulle prime pagine dei quotidiani occidentali perché rappresentano la vittoria assoluta del “bene” sul “male”?

Perché quei uomini erano i cattivi di turno e tutto il mondo doveva vedere che fine hanno fatto? Quindi per i nostri media l’etica è un’opzione facoltativa? Io penso che sulla questione di genocidio ucraino non si può più tacere, non possiamo acconsentire con il nostro obbediente silenzio i crimini ad opera degli oligarchi corrotti di Kiev.
Dobbiamo diffondere l’informazione, dobbiamo dimostrare la vera faccia della politica espansionistica della finanza globale, delle multinazionali che distruggono la legalità, che agiscono contro i valori costituzionali, che calpestano i diritti umani aumentando il profitto.
Nicolai Lilil
13.06.2014

Pubblicato da Davide

14 Commenti

  1. L’informazione al servizio degli americani e sionisti. Quello che desiderano loro va bene per noi. Serpenti!

  2. Cje quei mentecatti di cow-boys e i loro tirapiedi usassero due pesi e due misure era risaputo……d’altra parte i peggiori criminali della storia sono della loro stessa feccia, vedi Churchill ed Eisenhower, (poco) noto assassino di massa e criminale contro l’umanità.

  3. Ecco, Nicolai, io nel mio piccolo sto ingaggiando battaglia nel commentario dell’Ansa, dove sono riversati a frotte Troll e assoldati vari (evidentemente rimasti senza lavoro dopo la campagna per il piddì). A volte gli occhiuti del mainstream per eccellenza mi censurano ma altre volte il mio messaggio passa e viene premiato con tanti "mi piace". Sono per ora, un combattente di tastiera e si badi bene, non è affatto un combattimento facile e tanto meno inutile.

  4. Caro Nicolai, sono uno di quelli ha voluto sapere, posso dire sò! Mi commuovo quando vedo ciò che facilmente riusciamo a fare e quanto è difficile il bene, per tutti gli occidentali che fanno questo ti chiedo perdono, molti di noi non sono come loro!!!!

  5. Dobbiamo abituarci noi stessi e rendere senso comune l’idea che i media – quanto più sono grande – sono essi stessi parte integrante del sistema: dei servizi segreti, degli eserciti, dei gruppi politici e finanziari, delle Lobbies…

    Poiché i media hanno una loro struttura con gente che ci campa e che è esistenzialmente legata al mezzo, è ovvio che non andranno mai a sputare sul piatto nel quale mangiano.

    Le "notizie”, se ve ne sono, dovranno essere cercate fra le righe, oppure immaginare che la verità è opposta, o certamente diversa a quella che raccontano…

    Ci si dovrà chiedere per ogni notizia non se è vera o falsa, ma quale fine persegue chi dà la notizia o chi è che ha fornito la notizia a che poi la diffonde e la amplifica…

    Infine, una attenzione particolare va fatta agli Opinionisti… Cosa vogliono e dove vogliono andare a parare…

    Per quanto possibile deve essere ripristinata la vecchia catena di Sant’Antonio: ognuno di noi che è certo, o abbastanza certo di sapere, deve aprire gli occhi al proprio vicino…

    Forse solo così riusciremo a sconfiggere il mainstream.

  6. I media scrivono quello che il padrone vuole, non da oggi.

    Questo è uno dei tanti crimini dell’ imperialismo unitario, è fuorviante che ce nè uno buono e uno cattivo, la legalità è quella della borghesia, idem le costituzioni.

    E’ giusto denunciare i crimini dell’ imperialismo, per svegliare le coscienze,   l’ indignazione che suscita se non viene organizzatanel partito rivoluzionario unica arma contro il capitalismo diventa una sterile denuncia.

    Ci pensi signor Lilil.
    NB: Anche la chiesa che ha una formidabile organizzazione non mobilita le coscienze in armate concrete.

  7. "Ci si dovrà chiedere per ogni notizia non se è vera o falsa, ma quale fine persegue chi dà la notizia o chi è che ha fornito la notizia a che poi la diffonde e la amplifica…"

    Ho cercato qualche notizia su questo "Nicolai Lilin", sembra sia pure un firmatario dell’European Rally In Support Of Israel, come riportato qui:

    http://www.thejc.com/blogpost/european-rally-in-support-of-israel [www.thejc.com]

    Vedere per credere, tra gli italiani ci sono i più bei nomi dell’establishment.

    Mi sembra naturale a questo punto chiedersi, quali fini persegue "Nicolai Lilin" ?

  8. Grazie!
    Non immaginavo, ma senza saperlo ci ho indovinato…

    Siamo sempre a rischio di manipolazione…
    Non siamo immuni all’inganno…
    Di questo Nicolai Linn io in effetti non so nulla…
    Mi sono ispirato al tema che non mi è nuovo…
    Vado a controllare…

  9. Ragiono sempre per ipotesi, ripeto: ipotesi e congetture.

    Poniamo che questo Tizio sia un agente del Mossad.
    Non è difficile sostenere la tesi che lo stato di Israele, ancora prima che nascesse (1948), abbia sempre prosperato alimentando guerre fra altri, lasciando che si dilianassero, per poi trarre vantaggi dalla reciproca distruzione altrui…

    Che la Russia si trovi impantanata in una guerra Ucraina, sarebbe la stessa cosa fatto in Iraq, Siria, Libia… L’instabilità e la destabilizzazione permanente dei propri "nemici” o di chi non si piega alle proprie richieste…

    Vecchia storia che si può alimentare anche per via mediatica…

    Ripeto: sono solo congetture…

  10. Ha trovato immagini del giorno dopo l’attacco?

  11. I rapporti sull’accaduto hanno come sorgenti testimonianze che usano termini come "it looks like", "what they say were incendiary bombs", "Starting from 2 a. m. everyone has a sore throat and is coughing all the time", etc.
    Questo risulta chiaro anche nel servizio di RT.
    In più ci sono i video che mettono a confronto quanto e’ stato filmato sopra il villaggio di Semyonovka nei sobborghi di Slavyansk, con il caso di Fallujah nel 2004. Come anche la testimonianza del ex militare Charles Shoebridge che parla di "almeno un’occasione in cui qualcosa di simile se non il fosforo bianco stesso, sia stata usata".
    Ed e’ appunto per questo che i russi chiedono un’investigazione ufficiale.
    Io, ho linkato tutto questo per metterlo alla conoscenza dei lettori, non ho portato delle prove e non sono obbligato a farlo. Non siamo in tribunale.
    Chi vuole delle prove (pro o contro) se le cerchi. Usando il cervello.

  12. Sono per ora, un combattente di tastiera e si badi bene, non è affatto un combattimento facile e tanto meno inutile.


    Vero. Né facile, né inutile.
  13. ugg leather shoes [www.uggleatherboots.us],http://www.uggleatherboots.us burberry for men cologne [www.burberryformen.us],http://www.burberryformen.us uggs on sale for women [www.uggsonsale.in],http://www.uggsonsale.in michael kors tote [www.michaelkorstotebags.us.com],http://www.michaelkorstotebags.us.com Louis Vuitton Monogram Canvas [www.louisvuittonmonogram.us.org],http://www.louisvuittonmonogram.us.org michael kors bags [www.michaelkorsbagsonsale.biz],http://www.michaelkorsbagsonsale.biz Gucci Luggage Outlet [www.gucciluggage.us],http://www.gucciluggage.us prada tote bag [www.prada-tote.us.com],http://www.prada-tote.us.com burberry sale [www.burberrysale.us.com],http://www.burberrysale.us.com chanel classic flap bag [www.chanelclassicflapbag.us],http://www.chanelclassicflapbag.us Chanel Flap Bag Price [www.chanel-flap-bag.co],http://www.chanel-flap-bag.co gucci handbags outlet [www.guccihandbagsoutlet.co],http://www.guccihandbagsoutlet.co burberry bags [www.burberrybags.us.com],http://www.burberrybags.us.com chanel flap bag price [www.chanel-flap-bag.co],http://www.chanel-flap-bag.co Longchamp Medium Shoulder Tote [www.longchamp-le-pliage-medium.us],http://www.longchamp-le-pliage-medium.us michael kors black handbags [www.michaelkorsblackhandbags.us],http://www.michaelkorsblackhandbags.us Louis Vuitton Monogram Tote [www.louisvuittonmonogram.us.org],http://www.louisvuittonmonogram.us.org michael kors clutch 2015 [www.michaelkorsclutch.us],http://www.michaelkorsclutch.us coach bags on sale factory outlet [www.coachbagsonsale.us.com],http://www.coachbagsonsale.us.com Louis Vuitton Eva Clutch Bag [www.louisvuittonevaclutch.org],http://www.louisvuittonevaclutch.org mcm tote bag [www.mcm-tote-bag.us],http://www.mcm-tote-bag.us cheap girls uggs [www.girlsuggs.com],http://www.girlsuggs.com michael kors outlet [www.michaelkorsbagsoutlet.us.com],http://www.michaelkorsbagsoutlet.us.com longchamp bags [www.longchamp-bags.us],http://www.longchamp-bags.us mcm purses [www.mcm-purse.us],http://www.mcm-purse.us burberry belt men [www.burberrybelt.us],http://www.burberrybelt.us Coach Purses Outlet Online [www.coachpursesonsale.co],http://www.coachpursesonsale.co Gucci Belt [www.burberrybelts.us],http://www.burberrybelts.us ugg women boots [www.uggwomenboots.us],http://www.uggwomenboots.us prada messenger bag in nylon [www.prada-messenge-bag.us],http://www.prada-messenge-bag.us