Home / ComeDonChisciotte / LE INTIMITA' COMMERCIALI DI PIERO MARRAZZO

LE INTIMITA' COMMERCIALI DI PIERO MARRAZZO

DI MIGUEL MARTINEZ
kelebek.splinder.com/

Tra gli innumerevoli personaggi pubblici che si sono messi pazientemente in fila per prendere a calci Antonio Caracciolo, troviamo anche Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio (“vorrei poter guardare negli occhi questo professore“, per potergli “trasmettere le immagini che io mi sono portato da Auschwitz, dallo Yad Vashem”  recita  con sentimento).

Un calcio che richiedeva una certa agilità, visto che Piero Marrazzo stava contemporaneamente affondando nella melma che ben sappiamo.

Che un gran numero di politici vada a caccia di sesso mercenario, a partire dal nostro Presidente del Consiglio, è una banale ovvietà, e forse anche irrilevante ai fini del tipo di lavoro per cui i cittadini li pagano.

L’episodio in sé sarebbe quindi privo di importanza, un ennesimo colpo di manganello nell’arlecchinata che va sotto il nome di Destra-Sinistra. Invece contiene in sé un insegnamento molto interessante, che va al di là delle sciocchezze partitiche.

L’intimità
, storicamente, è la sfera insindacabile e segreta, verso la quale una certa tolleranza è sempre dovuta.

Il problema è che nell’era della Jeune-Fille, l’intimità è la merce per eccellenza, la prima cosa che si mette sulla bancarella.

Quando si incrociano le prostitute transessuali che Marrazzo frequenta, ciò che colpisce è l’uso pubblico della propria intimità a scopo commerciale. Ma questa intimità è a sua volta una creazione artificiale, costruita sistematicamente solo a scopo commerciale.

Leggete attentamente la frase di cui sopra, e poi guardate come Piero Marrazzo metteva sul mercato la propria intimità falsificata, come parte integrante del proprio prodotto mediatico-elettorale.

Siccome ho il sospetto che la pagina in oggetto muterà tra poco, l’ho salvata qui con un fermapagina

E notate come l’autoinvenzione parta proprio dall’intimità: la vita pubblica, in questo testo, viene solo dopo.

Piero Marrazzo esibisce la propria figlia sul mercato.
Notare l’abbigliamento sportivo, il microfono e i riflettori

Miguel Martinez
Fonte: http://kelebek.splinder.com/
Link: http://kelebek.splinder.com/post/21563345/Le+intimità+commerciali+di+Pi
25.10.2009

Pubblicato da Davide

  • snypex

    Non conosco i retroscena,

    ma un porco simile si dovrebbe vergognare nei confronti

    del padre Giuseppe Marrazzo

    (per chi se lo ricorda, altro che i servizi di rai.report)

    che si rivolterebbe nella tomba per un simile figlio.

  • Cornelia

    Per rimanere in teme, ahinoi anche il fangoso Fabrizio Corona era figlio di un grande giornalista…

  • radisol

    Io già non apprezzavo minimamente Marrazzo per la sua gestione della Regione Lazio ( nella quale vivo), gestione che non si è minimamente differenziata da quella precedente del fascista Storace.

    Ma, al di là di questo, non voglio essere governato da una persona ( vizi privati a parte, su quelli non giudico) che dice il falso in quel modo … per me uno così è un inaffidabile … anche se è evidentissimo che gli hanno fatto un trappolone della peggiore specie …. alla storia delle “mele marce” è assai difficile credere …. e comunque chi ha dato quella precisa “segnalazione anonima” alle suddette “mele marce” ? E non mi risulta che la caserma dei carabinieri limitrofa agli studi Rai di Via Teulada, cui appartenevano le presunte “mele marce”, abbia competenza anche sulla lontana Via Gradoli, sulla Cassia e quasi fuori Roma ….. insomma una “storiaccia”, anche senza essere un “complottista”, che è veramente difficile considerare credibile nella sua versione ufficiale …. ma Marrazzo sempre inaffidabile rimane ….

    Naturalmente, a maggior ragione questo discorso vale per Berluskoni …. che, pur con incarichi e responsabilità personali assai più significative, di dimettersi non gli passa nemmeno per la testa.

    Ma questo non mi fa difendere automaticamente chi formalmente sta dalla parte opposta …. che poi, come dicevo, è spesso solo un fatto formale e nominale ….

    La vera divisione, in questo sono all’antica, è quella tra sfruttati e sfruttatori, tra oppressi ed oppressori ….. altro che centrodestra e centrosinistra …..

    Ed il meno peggio, come scelta politica seria non esiste …..

    Poi, tatticamente, posso anche scegliere a volte di votare quelli che mi sembrano meno peggio ….. anche se da 35 anni a questa parte sono più le volte che mi sono astenuto ….mi è capitato di votare radicale negli anni settanta, poi Dp, Verdi, Pci ( quando Berlinguer ruppe col compromesso storico e volle la battaglia in difesa della scala mobile), poi la Rete, Rifondazione e più recentemente l’ Italia dei Valori.

    Ma è stato sempre appunto un “voto tattico”, più o meno indovinato …. mai in una logica da “tifoso” …..

    K.

  • airperri

    Non saprei come commentare questa notizia.
    Carabinieri corrotti, trans, droga, politico di spicco…
    Sembra un film di Abel Ferrara.
    A parte che mi sto ammazzando dalle risate, resta il fatto che in teoria uno e’ libero di andare con chi vuole.. che siano trans o prostitute o chissachi’.
    Se si e’ sposati o si ha un compagno/a allora sono problemi privati.
    Se poi la persona in questione ha fatto della sua vita familiare un esempio di valori sani da portare nella politica, allora alla luce di questi fatti cade in contraddizione e perde di credibilita’.
    Magari e’ un pessimo marito, e non e’ detto che – almeno fino a quando nessuno lo aveva scoperto – non sia stato un ottimo padre.
    Insomma credo che in questi casi ‘teoricamente’ bisognerebbe condannare la doppiezza del personaggio pubblico/politico e non tanto i suoi gusti/perversioni sessuali.
    Comunque gia’ me li immagino gli altri parlamentari vestiti stile Rinascimento in un salotto del centro mentre pasteggiano del buon Sassicaia con decine di trans e prostitute e si beffano del proprio collega che si e’ fatto scoprire.
    E’ un mondo davvero marcio quello della politica e oggi la gente va pure a votare quei mammalucchi per la guida di partiti fantoccio. Pazzesco

  • radisol

    24 ottobre 2009 ——————————————-
    Siccome non abbiamo appartenenze di partito, ma siamo fatti anche noi di carne e sangue, in redazione ne abbiamo discusso a lungo, fin da quando è scoppiato il caso. Piero Marrazzo era indubitabilmente vittima di un ricatto, ma doveva dimettersi o no? Alcuni di noi (tra cui chi scrive) erano più draconiani: sì, lo deve fare subito. Altri lo erano di meno, soprattutto perché molto preoccupati (giustamente) di una politica combattuta a colpi di dossier, dalla possibilità di scalzare leader eletti a colpi di video e di veleni. Ma ieri (quando dal cilindro degli azzeccagarbugli è saltata fuori la soluzione delle dimissioni che non dimettono, o meglio dell’”autospensione” che serve unicamente a congelare una giunta) i dirigenti del Pd sono riusciti a metterci tutti d’accordo. Una “manfrina”, la definisce Marco Travaglio nel suo editoriale. Come dagli torto? O uno si dimette e se ne va davvero (se ha il fegato per farlo), oppure non si dimette (se ha il fegato per farlo).————————————————

    La scusa con cui si supera questo banale sillogismo, quella che così la giunta può rimanere in vita, non mi convince: se non altro perché la legge parla chiaro. Al contrario di quanto accade per le elezioni politiche, nelle regioni il presidente viene eletto direttamente. Se cade, tutta la giunta se ne deve andare a casa. Quanti cittadini del Lazio sanno chi diavolo sia Esterino Montino? (Si accettano scommesse). Quanto a Marrazzo, Antonio Padellaro lo aveva scritto in modo molto chiaro nel suo editoriale di ieri: “Resta sacrosanta la tutela della vita privata di un uomo e dei suoi cari. Non però la protezione di un uomo e di una candidatura”. Malgrado tutto quello che è accaduto c’è poco da aggiungere a queste parole, perfettamente misurate.——————-

    Ma, ovviamente, il caso Marrazzo ci ha posto altri dubbi che ci piacerebbe girare a voi per sapere cosa ne pensate. Il primo: cosa c’è dietro la solitudine di questi leader, che sembrano trovare gratificazione solo in una vita parallela e in una dimensione sessuale diversa da quella che manifestano in pubblico (a tratti disperata)? In una intervista che pubblichiamo domani Rosy Bindi ci dice che esiste una questione morale anche nel Pd, e che il tempo del maggioritario e degli incarichi monocratici ha sradicato i leader dalla realtà in cui vivevano. Aggiuinge la Bindi che i paracadutati finiscono nel tritacarne della politica e troppo spesso crollano sotto il peso di una professione totalizzante. Che non ci si può improvvisare. E’ sicuramente vero. ——————————-

    Seconda domanda, sempre su Marrazzo e sulla sua battaglia disperata: era proprio necessario perdere una intera giornata a ripetere che era tutta una bufala, dopo che si era già ammesso tutto davanti al magistrato? Dire che il filmino non esisteva dopo aver spiegato il perché e il per come? Inventarsi che gli assegni non erano firmati da lui, dopo aver ammesso di averli pagati agli inquirenti? Stupisce la vista corta di molti politici che (anche a sinistra) preferiscono vivere alla giornata, tenersi sempre e comunque imbullonati fino all’ultimo minuto utile (non ci siamo scordati il mitico Villari). Questo sforzo non impedisce che i destini si compiano, ovviamente. Ma mettono in difficoltà gli elettori che hanno creduto in loro e nel partito che li ha candidati. Quando i riflettori sull’inchiesta si saranno spenti sarà il caso di ripartire da queste, e dalle altre domande per una riflessione più seria senza cui non c’è via di uscita dalla crisi della politica. ———————————————

    Luca Telese ————————————————-
    http://www.lucatelese.it/

  • 2novembre

    marrazzo è la metafora e nel contempo la perfetta sintesi di quello che, oggi, è la sinistra in Italia.

  • Erwin

    Marrazzo: vada a Birkenau, nella stanza dei bambini. «Spero di poter guardare negli occhi questo professore e poter trasmettere le immagini che io mi sono portato da Auschwitz, dallo Yad Vashem. Vorrei che lui andasse a Birkenau ed entrasse nella stanza dei bambini» ha commentato il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. «Probabilmente – ha proseguito Marrazzo – sarebbero le voci di quei bambini, che si possono ancora ascoltare se uno ha l’ udito buono, che gli direbbero di non dire queste cose perché sta facendo male anche ai suoi figli»._______COMMENTO di WaA359:____________quindi ci vuole l’udito “GIUSTO” (che strani ritorni di termini!) per capire l’olocau$to ebraico!_________Noi pensavamo ai documenti!_______Che stupidi o ingenui siamo!________Quindi gli “audiolesi” sono impossibilitati a “capire” l’olocau$to ebraico!?

  • myone

    Dall’ articolo: L’intimità, storicamente, è la sfera insindacabile e segreta, verso la quale una certa tolleranza è sempre dovuta.

    Qualcosa da dire come uomo politico e che fa’ schifo e che e’ melgio che se ne vada
    perche’ verra’ qualcuno melgio di lui e vi cambiera’ la vita?
    No? … allora:

    1) I fatti suoi sono e saranno suoi, e non vado oltre, perche’ a dire tanti fatti, ci cadete pure voi dentro, legalmente apposto con la faccia.
    2) Berlusconi lo tirate dentro, ma anche li le polemiche sono mirate e gonfiate, ovvio.
    3)La cosa piu’ bassa, e’ che fate passare un’ immagine vera di una persona, come mercenata, per fini di elezioni e potere.
    4) Chi fa veramente schifo, sono coloro che d’ accordo, l’ hanno messo in cattiva luce, per fini che sapevano gia’ dove arrivavano.
    5) Le vere puttane e depravati, sono quelli che, essendo sposati, non avendo mai tradito, avendo figli eccellenti, non avendo vizi, confessandosi e mangiado particole, hanno architettato tutto questo, per l fine di farlo dimettere. Questi, meritano la gogna pubblica, e la castrazione privata.

    Non vi rendete conto, che quando non ci sono argomenti sufficenti o superiori, si va sempre in una morale, o che e’ architettata, o che e’ gonfiata, per discreditare?
    Se fosse stata una donna, e per lo piu’ giovane e bella, non avreste fatto una piega, anzi, vi sarebbe alluzzato di piu’ l’ uccello giudicante, che tanti hanno non come uso, ma come metro del C___o.

    Poi, chi dei comuni mortale, o dei facinorosi per bene di ogni rango, non avesse amoralita’, pure nell’ ambito lecito, tiri la prima pietra, in testa a se’.

  • Maxim

    Dal sito del Marrazzo
    http://www.pieromarrazzo.it/show.jsp?page=13476

    Mi chiamo Piero Marrazzo e vorrei raccontarvi due o tre cose che so di me.
    Ho 46 anni e sono nato a Roma, all’Aventino il 29 luglio 1958.
    La famiglia è la mia vera grande passione.
    Ho tre figlie: Giulia che ha 14 anni, Diletta che ne ha 11 e la più piccolina, Chiara, che da poco ha compiuto tre anni. Con loro e con Roberta, la donna della mia vita, passo tutto il mio tempo libero.

    Sono cattolico, cresciuto, come molti ragazzi della mia generazione, frequentando l’oratorio e la parrocchia di Santa Chiara.

  • radisol

    Ma infatti Marrazzo, nonostante il padre inequivocabilmente di sinistra e grande giornalista di inchiesta, viene effettivamente da frequentazioni chiesastiche ….. La sua candidatura nel 2005, allora ancora in quota “socialista” cioè SDI, fu inventata di sana pianta contando sulla sua popolarità di giornalista televisivo ….. nessuna militanza politica significativa precedente ma solo roba parrocchial/caritativa tipo Caritas, Mani Tese ….. questa storia mi sembra una specie di paradigma della puttanata rappresentata dal bipolarismo obbligatorio voluto fortemente a suo tempo proprio dai partiti che poi hanno formato il PD … che obbliga fatalmente a candidature spostate “al centro”, cioè spesso al nulla … e spessissimo provenienti da quella cosiddetta “società civile” borghese e benestante che non è certo migliore del ceto politicante tradizionale e che comunque tende sempre ad adeguarsi velocissimamente a questo …. Una volta detto questo, però, mi sembra del tutto strumentale qualsiasi paragone con Berluskoni … innanzitutto Marrazzo è stato costretto a dimettersi dal suo stesso attuale partito … Berluskoni invece non solo non si è dimesso ma anzi ha avuto, salvo rarissime eccezioni, una difesa appassionata da parte di quasi tutto il centrodestra …. vogliamo poi considerare le proporzioni dei ruoli e delle vicende ? ….. Marrazzo mica ha candidato alla Regione trans vari ed altre conoscenze d’alcova ….

  • stefanodandrea

    La cosa più vomitevole è che Marrazzo, per candidarsi alle elezioni politiche si dichiarava “cattolico”. Uno che utilizza la propria fede religiosa (vera o asserita) per ottenere consenso politico per principio non vale niente e non ci si può fidare di lui. Su questo tema avevamo scritto “Quando il nostro interlocutore, nel discorrere di problemi politici – e ribadiamo di problemi politici – afferma “io sono cattolico”, noi gli rispondiamo: “Non ci interessa minimamente. Cita le tue scritture sacre! Le parole delle sacre scritture, in particolare le parole di Gesù, le ascoltiamo sempre volentieri e non ci interessa se chi le pronuncia è cattolico o meno.” (http://www.appelloalpopolo.it/?p=22).

  • Mara79

    Non concordo con quel “irrilevante” perchè siamo in presenza di ipocrisia. Questi personaggi sono degli ipocriti in quanto ostentano una facciata perbene incentrata sui valori della famiglia e poi si comportano nel modo opposto. E’ per questo che ai miei occhi fanno le figure di merda, non per le abitudini sessuali che hanno. Vuoi andare a puttane e scopare con chi vuoi? Più che legittimo; però devi anche essere coerente in quello che predichi.

  • pietroancona

    prego oscurare il volto della bambina dalla foto! Dobbiamo avere un poco di pietà per la vittima di un padre siffatto

    Pietro

  • radisol

    condividi:
    feed rubrica

    di Marco Travaglio “Il Fatto quotidiano” 25 ottobre 2009

    ——————————————————————————
    Piero Marrazzo si deve dimettere. Peccato: non governava male. Ma deve andarsene: la patetica manfrina dell’”autosospensione” in vista di un “percorso” che porterà chissà quando al passo d’addio è imbarazzante per tutti, ma soprattutto per lui, chiuso nel freezer in versione Findus. Se ha ceduto al ricatto anziché denunciare l’estorsione, non può più ricoprire una carica pubblica. Il fatto poi che sia stato ricattato per mesi getta un’ombra sul suo governo passato e anche su quello futuro. Ma l’unica cosa che non si può (più) dire è che sia sotto ricatto, ora che questo è stato smascherato e i suoi autori arrestati. E infatti è proprio quel che scrive Pierluigi Battista, sedicente “terzista”, sul Corriere della sera: “Un governatore sotto ricatto è politicamente dimezzato e azzoppato, impossibilitato a svolgere con serenità e responsabilità istituzionale le funzioni che gli sono proprie”. ————–Solennissima sciocchezza: visto che i ricattatori sono in galera, il ricatto non c’è più. Ma è comunque consolante che il Battista, alla sua età, sia riuscito finalmente a chiedere le dimissioni di un politico coinvolto in uno scandalo, sia pur con la penna intinta nella vaselina cerchiobottista, anzi cerchiobattista (“Marrazzo deve valutare se fare un passo indietro non sia l’unico gesto pieno di dignità…”). ———————————–

    Purtroppo non l’ha mai chiesto per Silvio Berlusconi. Anzi, il Battista e il Corriere han sempre detto il contrario: gli scandali non devono impedire al premier di “andare avanti” e i giornali che chiedono le sue dimissioni, o qualche risposta alle domande, “organizzano campagne” e “alimentano lo scontro”. Poco importa se quegli scandali rendevano e rendono tuttora il Cavaliere ricattabile e forse ricattato. Se Mills sa di aver preso 600 mila dollari da “Mr.B.”; se Dell’Utri conosce tanti altarini e li tiene per sè, così come Previti e tanti altri complici; se Provenzano gli scriveva lettere d’amore e minacce; se Vito Ciancimino lo avvertiva dal carcere “Se passa molto tempo sarò costretto a uscire dal mio riserbo che dura da anni…”; se Gaspare Spatuzza parla di lui dopo anni di silenzio e racconta che nel ’93 i Graviano minacciavano di “parlare” se qualcuno non fosse entrato in politica; se la D’Addario e interi plotoni di “ragazze” più o meno a tassametro andavano e venivano dalle sue case e/o dalle sue alcove, armate di registratori e telefonini con videocamera; se Saccà doveva piazzarne alcune a Raifiction perché questa o quella “sta diventando pericolosa”, cioè ha iniziato a parlare; ecco, se centinaia di persone conoscono fatti tali da poter rovinare la reputazione del presidente del Consiglio, o quel che ne resta, e per vicende un po’ più gravi di qualche vizietto privato, forse è il caso di pretendere “un passo indietro” anche da lui perché “politicamente dimezzato e azzoppato, impossibilitato a svolgere con serenità e responsabilità istituzionale le funzioni che gli sono proprie”. Invece il Pompiere della Sera, insieme al capo dello Stato e ad altri estintori umani, chiede alle opposizioni di sedersi al tavolo con lui per riformare addirittura la Giustizia e la Costituzione. Cade così l’ultimo velo dalle ipocrisie dei “terzisti”. —————————————————–

    Chi invoca le dimissioni di Marrazzo, ma non di Berlusconi, non è un terzista. E’ un berlusconiano travestito.

  • Tonguessy

    Errata corrige:
    La famiglia è la mia vera grande passione. Dopo i trans, si intende.
    Con Roberta, la donna della mia vita, passo tutto il mio tempo libero, forse.
    Ma sono cattolico, ed essendo cresciuto, come molti ragazzi della mia generazione, frequentando l’oratorio, sono portatore sano di devianze sessuali.

    Il senso di colpa cattolico instillatomi dalla parrocchia di Santa Chiara mi impedisce altresì di riconoscere qualsivoglia devianza tra adulti consenzienti una libertà che ognuno ha il diritto di praticare. Questo il motivo del mio sottostare ai ricatti, diversamente da Letterman.
    http://blog.yalp.alice.it/2009/10/david-letterman-lo-scandalo-del-ricatto-e-delle-assistenti-troppo-intime.php

  • Stopgun

    .. frequentando l’oratprio e la parrocchia di Santa Chiara!

    I cospiratori meno giovani non hanno presente che:


    Tutti sanno, compresa la scorta che lo segue nell’Alfetta bianca, qual’è la prima tappa del Presidente della DC: la parrocchia di Santa Chiara nel quartiere di Vigna Clara.

    Altri tempi, altri presidenti.

    Stessa parrocchia.

  • pietroancona

    almeno voi, oscurate il volto della bambina!

  • cardisem

    Con riluttanza intervengo in questo e altri Forum, dove incredibilmente si parla proprio di me e vorrei lasciare ognuno libero nei suoi giudizi senza essere in qualche modo condizionato dalla mia presenza. Ma è più forte di me questa immagine degli occhi di Marrazzo incrociati con i miei.

    Capite quel che intendo dire:
    io e Marrazzo che ci guardiamo negli occhi!

    Non mi pronuncio e vi lascio immaginare i miei sentimenti.

    È incredibile la letteratura che si è accumulata su me dalla sera alla mattina. La vado visionando poco a poco ed è tanto lavoro. Sempre la stessa falsità e strumentalizzazione, che non è facile da smontare. Pensano di aver trovato un nuovo Williamson da crocifiggere, ma io non mi chiamo Williamson e mi sono solo appellato agli articoli 21 e 33 della costituzione. Non mi sono mai occupato di camere a gas e non intendo occuparmene. Se altri vogliono farlo, devono pure averne il diritto di poterlo fare. Non mi sembra una cosa dell’altro mondo.

    Ringrazio quanti hanno avuto espressioni di solidarietà nei miei confronti.

  • lucamartinelli

    almeno noi dovremmo avere compassione di un simile ominicchio, per dirla come Leonardo Sciascia, e della sua famiglia. non c’entra la destra o la sinistra, queste sono vicende di poveri ominicchi senza dignita’ e valori morali. non voglio sembrare bacchettone, perche’ ciascuno è libero di fare quello che vuole, ma sono infastidito dall’assoluta mancanza di senso di responsabilita’. io penso che un uomo politico debba avere una priorita’: il bene dei cittadini per conto dei quali governa. quando ero ragazzo assistetti a una piccola disputa tra un dirigente di un partito che rintuzzava un collega che pretendeva di avere vita privata sibilandogli:”non esiste piu’ vita privata quando rappresenti il popolo”. saluti a tutti

  • Tao

    NOTE SUL RAPPORTO TRA PERSONALE E POLITICO (IN MARGINE AL CASO MARRAZZO)

    DI MARCO ROVELLI
    nazioneindiana.com

    Al cuore della questione Marrazzo (che emerge per par condicio con le escort di Berlusconi),  la mancanza di aderenza tra posizione etica e posizione politica. Non si fraintenda: non è questione di moralismo. Tutt’altro. Il moralismo, piuttosto, si basa proprio sullo scollamento tra i piani, su quella frattura tra etica singolare e politica pubblica (per richiamare la distinzione aristotelica), ciò che consente alla Morale la possibilità di un giudizio permanente (essa si fa “pontefice” tra un piano e l’altro). Si mostra ancora una volta che l’idea di politica intesa come mera “capacità tecnica” è solo astrazione: essa non regge quando sfrega con il suo “supplemento” necessario, ovvero la sfera dei “valori morali”. Tra etica e politica, allora, è necessaria una continuità, non un (immaginario, ovvero ideologico, falso) distacco, come se il politico fosse solo un dispositivo macchinale – buono, allora, solo per gestire l’esistente. La separazione privato/pubblico è solo una falsa coscienza, funzionale all’esistente. Il personale è immediatamente politico – non nel senso iper-ideologico che talvolta era all’opera negli anni settanta, dove il giudizio morale categorizzava, discriminava e incriminava il “privato”, ma nel senso che devono essere le pratiche reali a informare la politica. Partire dai corpi, dalle singolarità, e trasformare il politico.
    (Si potrebbe anche dire, la possibilità di rappresentare qualcuno deve poggiare sul presupposto dalla possibilità di rappresentare se stessi. E che la rappresentanza non può esimersi dalla rappresentazione).

    Tanto più, allora, per chi si pone l’obiettivo di un cambiamento sociale, la posizione etica deve “provarsi”. Per un politico di sinistra non deve esistere privato dove si possa essere differenti dal modo in cui ci si rappresenta pubblicamente. Non esiste trasformazione possibile, e neppure pensabile, senza etica.

    Nella fattispecie, Piero Marrazzo doveva rivendicare i suoi comportamenti,  farne un motore di un’azione politica “altra”. Che difendesse gay e trans. Che facesse una battaglia per i dico. Che combattesse la Binetti nel suo partito. (Ma l’iimpefetto va inteso al passato: era prima che doveva fare tutto questo). Ma non lo fa. Resta nel paradigma dello scollamento privato/pubblico, dicendo che le sue sono solo “debolezze private”. Prova vergogna e si dimette. (Sia chiaro, non ci sono scappatoie in questo caso alla vergogna di Marrazzo: anni e anni di menzogne alla propria donna non possono avere altro esito). E’ allora è giusto così, che se ne vada. Così come dovrebbero andarsene – e più ancora – tutti i divorziati, puttanieri, amanti, che si fanno latori delle posizioni della Chiesa, o i noti consumatori di coca che appoggiano politiche proibizioniste, o chi parla di legalità e poi commette abusi edilizi nel proprio privato… (Poi certo, che Berlusconi abbia negato tutto, non dica la verità e non pensi nemmeno lontanamente a dimettersi, è un piano diverso del discorso, il paragone non dovrebbe neanche porsi…).

    Marco Rovelli
    Fonte: http://www.nazioneindiana.com
    Link: http://www.nazioneindiana.com/2009/10/25/note-sul-rapporto-tra-personale-e-politico-in-margine-al-caso-marrazzo/#more-25394
    25.10.2009

  • materialeresistente

    Sinistra? forse volevi scrivere il grande centro.

  • sentinella

    “Mi chiamo Piero Marrazzo e vorrei raccontarvi due o tre cose che so di me.
    Ho 46 anni e sono nato a Roma, all’Aventino il 29 luglio 1958.
    La famiglia è la mia vera grande passione.
    Ho tre figlie: Giulia che ha 14 anni, Diletta che ne ha 11 e la più piccolina, Chiara, che da poco ha compiuto tre anni. Con loro e con Roberta, la donna della mia vita, passo tutto il mio tempo libero.
    Sono cattolico, cresciuto, come molti ragazzi della mia generazione, frequentando l’oratorio e la parrocchia di Santa Chiara. ”
    AH MA COSA VI ASPETTATE DA UN PARTITO CHE HA TRA I SUOI ESPONENTI INTEGRALISTI COME LA BINETTI????
    La morale cattolica sessuofobica genera mostri. Mio cugino che frequentava l’oratorio parrocchiale è stato insidiato ancora minorenne da un catechista.
    Due anni fa si è impiccato: non sapremo mai le ragioni ma la sua vita sessuale era da allora diventata un gran casino e lo è stata per tutta la vita.
    Mandate i figli in parrocchia o nei Boy Scout , mandateli tranquilli ……

  • cloroalclero

    Mio cugino che frequentava l’oratorio parrocchiale è stato insidiato ancora minorenne da un catechista. Due anni fa si è impiccato: non sapremo mai le ragioni ma la sua vita sessuale era da allora diventata un gran casino e lo è stata per tutta la vita. Mandate i figli in parrocchia o nei Boy Scout , mandateli tranquilli ……

    concordo certi posti sono la rovina sessuale delle persone

  • Tonguessy

    Errata corrige:
    La famiglia è la mia vera grande passione. Dopo i trans, si intende.
    Con Roberta, la donna della mia vita, passo tutto il mio tempo libero, forse. Ma sono cattolico, ed essendo cresciuto, come molti ragazzi della mia generazione, frequentando l’oratorio, sono portatore sano di devianze sessuali.
    Il senso di colpa cattolico instillatomi dalla parrocchia di Santa Chiara mi impedisce altresì di riconoscere qualsivoglia devianza tra adulti consenzienti, una libertà che ognuno ha il diritto di praticare. Questo il motivo del mio sottostare ai ricatti, diversamente da Letterman.
    http://blog.yalp.alice.it/2009/10/david-letterman-lo-scandalo-del-ricatto-e-delle-assistenti-troppo-intime.php

  • helios

    Non solo stessa parrocchia ma anche la stessa Via Gradoli 96!

    Coincidenze o avvertimenti?

  • helios

    Che un gran numero di politici vada a caccia di sesso mercenario, a partire dal nostro Presidente del Consiglio, è una banale ovvietà, e forse anche irrilevante ai fini del tipo di lavoro per cui i cittadini li pagano.
    ****
    sarà pure una banale ovvietà….ma paghiamo noi!…da bravi pirla …a quanto pare…
    Visto le leggi che emanano (anche pagando escort e trans…) non sarebbe il caso si trovassero qualche ‘vizietto’ meno dispendioso?
    (è solo una domanda retorica…)

  • Eli

    Marrazzo va con prostitute trans? Chissenefrega. Il signor Marrazzo ha fatto ben altro: ha autorizzato la costruzione della centrale ENEL a carbone di Civitavecchia, dopo aver fatto tutta la campagna elettorale dichiarandosi contrario. Una centrale che inquinerà “solo” per un raggio di trecento chilomentri attorno a sé. Poi, non pago di cotanto amore per l’ambiente, ha autorizzato pure l’industriale della monnezza Cerroni a costruire TRE inceneritori (o cancrovalorizzatori)…ai Castelli Romani. Cominciando da quello di Albano Laziale. E’ un ecocida, e spero che questo episodio segni la fine della sua carriera politica. Trovo molto più gravi i delitti contro l’ambiente delle sue pulsioni personali.

  • radisol

    E l’assurdo progetto dell’autostrada inutile Roma – Latina a chi lo lasciamo ? E lo spezzatino speculativo sul comprensorio del S.Maria della Pietà nel quale Marrazzo ha semplicemente portato avanti, pari pari, il precedente progetto del fascista Storace ? Forse di questo un sito serio di controinformazione dovrebbe occuparsi … della sostanziale complementarità, rispetto ad una serie di interessi speculativi, industriali, finanziari e pure militari, del Pdl e del Pd …… Il resto è roba per i “tifosi” …. per l’allucinante categoria politica creata da un bipolarismo finto ed obbligatorio …..

  • maristaurru

    Leggo molta ipocrisia. Insomma, in molti, specie a sinistra , abbiamo accolto bene che Luxuria venisse eletta, il trans è un cittadino come me e come voi. Una escort va per soldi, un trans del tipo che frequenta Marrazzo , va per soldi. Per me dovrebbero pagare le tasse, visto che si arricchiscono, usufruiscono dei servizi pagati anche da noi e non pagano. Ma noi siamo ipocriti e bacchettoni: li usiamo, li usate, li spiate, ma “di nascosto” .
    Marrazzo ha “le sue debolezze” che non ci dovrebbero riguardare, e accusarlo di aver mentito e di essere ipocrita è da tre volte ipocriti, rileggetevi : qualunque simil politico per essere eletto metterà avanti mamma e famiglia, visti gli elettori di sinistra e la pasta muffa di cui son fatti, peggio persino di certi destri baciapile. Ma vi rendete conto che i politicuzzi a sinistra sono costretti ad esser più bacchettoni di quelli di destra? Sono tutti ligi apparentemente, casa, moglie, figli, visita dal Papa, più di quelli di destra, dopo aver stoltamente portato la lotta politica nel campo della morale personale, sono costretti in gabbie che si sono costruite da soli, .. roba da fessi patentati, e nemmeno ve ne rendete conto!!Un tempo a sinistra si era per la libertà dei costumi, ora i giudici spostati a sinistra sono spesso pro costumi e correzioni corporali islamiche!! Ammuffiti, ipocriti e retrivi , nemmeno arrivate a capire l’unico vero problema grosso come una casa di Marrazzo, che non è l’essersi accompagnato a dei trans, ma l’aver firmato assegni a dei ricattatori.. questa è la vostra capacità di capire quello che si può e quello che non è LEGALE FARE, tanto siete abituati ai giochetti sul filo della illegalità dei vostri politicanti … che manco vi siete accorti della gravità di non avere denunciato dei ricattatori e di aver firmato ( se è vero che è tutto da vedere), assegni a certi individui. E voi vi permettete di trinciare giudizi, criticare, sparlare?

  • radisol

    Ma che “furbata” il commento di maristaurru …. per carità, nello specifico, condivido pienamente il giudizio su certi personaggi della cosiddetta “sinistra” e su un certo moralismo “girotondino” che ha messo in secondissimo piano le contraddizioni socio/economiche … anche se ricordo bene che nella famosa “libertà dei costumi” ( peraltro vagheggiata più dai gruppi sessantottini che non dal Pci, da sempre ultrabacchettone) non era certo contemplata la prostituzione, nemmeno come “utilizzo finale”, invece considerata giustamente una delle peggiori forme di sfruttamento …. ma tutto questo è secondario … la vera “furbata” di maristaurru è un’altra … concentrare l’attenzione non sull’inaffidabilità di chi dichiara pubblicamente il falso o che non fa regolare denuncia di un ricatto che sta subendo, cose gravissime per un personaggio pubblico ed un “servitore dello stato” come dovrebbe essere il presidente di una regione …. ma sullo stacco di assegni, peraltro mai riscossi ( perchè ?), da parte di Marrazzo … cioè sull’unica cosa che Marrazzo avrebbe fatto e Berluskoni no …. dato che per lui gli assegni li staccava Tarantini o Saccà o Confalonieri o chissà chi altro …. gran bella “furbata” che fà passare in secondo piano il fatto che comunque Marrazzo ( su pressione del suo partito che pure notoriamente non è nelle mie simpatie) si è dimesso …. e Berluskoni invece no …. cavolo, una “furbata” simile non era venuta in mente nemmeno a Feltri o a Belpietro che ancora si limitano a buttarla sul fatto che un conto è andare con le donne ( sia pure anche minorenni) ed un conto è con i trans … a maristaurru invece è venuta in mente …. cavolo, perchè non chiede subito l’assunzione alla Mediaset ?

  • Cilla

    In via Gradoli 96 cera il covo-base delle Br morettiane.
    Forse è lo stesso appartamento?
    Se così fosse, e non sarebbe utopistico visto l’andirivieni di politici e non segnalato dagli inquilini dello stabile, la situazione sarebbe ancora più complessa e inquietante.

  • myone

    Boia che giri, e’ per questo che ci sono milioni di bla bla bla che si perdono, e fanno perdere anche altro.

  • maristaurru

    Io vivo vicino a Civitavecchia, qui la gente muore di cancro, i casi di leucemia sembra siano molti, tutto viene occultato, Marrazzo ha fatto promesse, la gente di sinistra l’ha votato, gli credevano, ci son rimasti male quando hanno scoperto che davvero come diceva chi non era di sinistra, non solo avrebbero avuto la Centrale, ma avrebbero avuto le tasse aumentate, più spesa e meno sanità.. qui si fa di tutto perchè tu debba usare dei privati e.. indovina indovinello.. Sembrava impossibile, ma è successo , stiamo peggio che con Storace che almeno aveva l’alibi che se appena cercava di muover una piuma , mille piccoli indiani di sinistra infiltrati per ogni dove, lo fermavano , lo osteggiavano, la burokrazia ingessava tutto.. allora nessuno batteva chiodo, ora alcuni battono chiodi altri.. pagano.

  • myone

    Per queste cose, se hanno una valenza negativa, si dovrebbe puntare il dito su una persona e il suo fare.
    Ma vedo che a queste cose nessuno parla, nessuno protesta, nella stessa maniera con cui
    lo si vuol strafogare sul privato.
    Va bene pure questa maniera, allora, fate del pubblico un privato, sapendo che;
    i milgiori incorrotti che governano il mondo, sono i piu’ giudicabili e condannabili , visto quello che fanno e approvano.
    Ma nessuno li sa’ mettere a culo nudo, come sto povero ….. //.
    Guardate solo quante miliaia di parlamentari italiani sono passati a governare, e sono stati eletti.
    Pochi valgono qualche riga di ricordo, e solo per qualcosa di detto stralciato da qualche altro conpiuto,
    o dove l’ intelligenza di base lo impone a tutto e a tutti.
    Eppure, seppur persone incorruttibili, moralmente impeccabili, hanno gozzobilgiato sulle spalle di tutti.
    E non hanno nemmeno saputo creare uno stato di civile vivere, facendo coda a tutti i problemi o irrisolti in cui ci troviamo oggi,
    e nonostante questo, ci accodiamo ancora, al peggio, pensando che sia il meglio per risolvere.
    Ma si vede che, fino a quando la gente elegge e se ne frega, quello che abbiamo e siamo, ce lo meritiamo alla grande.
    E ancor adi piu’ venga, fino a che nessuno si fa avanti, che no sia fuori da questo circolo vizioso e perdente.

  • maristaurru

    Gli assegni di Berlusconi venivano staccati per pagare le escort, come a quanto vien fuori man mano, altri politici fanno qui , all’estero, in Francia, in Germania, in Inghilterra.. non che questo vuol dire che sia ben fatto, noto solo che finchè non l’ha fatto berlusconi. non ve ne è fregato un tubo!

    Marrazzo invece avrebbe fatto una cosa grave: il governatore del Lazio, divenuto ricattabile , invece di denunciare i ricattatori, avrebbe firmato assegni ai ricattatori. Ed anche tu mostri di non avere la benchè minima cognizione di quello è legale ed illegale, di quello che è rilevante e di quello che lo è meno o per niente. Marrazzo avrà guai per quegli assegni ancorchè non siano stati incassati, non so se fate gli gnorri o lo siete, in un caso o nell’altro.. mi spiace per voi, molto, meritate la mascherata delle primarie, con le vecchie volpi che dietro le quinte dirigono il gioco e .. le Banche che aspettano . Altro che franceschini e bersani e primarie beffa!

  • myone

    Non e’ la sfera sessuale o affettiva che cataclisma quando vive determinate cose,
    ma e’ una non educazione, una chiusura in tema, e dopo che si e’ pensato di aver educato e inquadrato il caso,
    ci si trova con tabu’ e restrinzioni, che sono peggio del resto.
    Poi, inutile dire a cosa sia dovuta la cosa personale di tuo cugino.
    Anche qui, si fa presto di fare tutto un mazzo, e stamparlo di qui e di la, a secondo dei casi e delgi eventi.
    Ci sono donne donne, con la D maniuscola, che hanno rovinato vite maschili e personalita’ normali,
    e ci sono trans che ci vivono bene, e che si vuole persino legalizzare come normale attivita’ relazionale,
    e dargli persino filgi in adozzione, figuriamoci poi se sono maschi.
    opla’, su…..non sforiamo.

  • radisol

    No, è soltanto lo stesso condominio ….. ma gli aspetti inquietanti rimangono tutti …. su questo sono del tutto d’accordo ….

  • radisol

    Io col Pd e pure con la cosiddetta “sinistra radicale” non ho proprio niente a che spartire, a scanso di equivoci …. ma anche stavolta il problema non è questo …. il problema è come sempre, direttamente politico …. non credo abbia importanza la rilevanza penale degli atti … altrimenti si finirebbe per dar ragione da un lato agli azzeccagarbugli alla Ghedini ( vedi l’autogol sull’ “utilizzatore finale”) e dall’altro ai giustizialisti tardo/girotondini …. appunto il problema è politico e non è nemmeno solo legato alle bugie che tanto Marrazzo che Berluskoni hanno raccontato … ma alla oggettiva ricattabilità che un uomo politico, al governo di uno stato o di una regione più grande del Lussemburgo può subire con certe frequentazioni …. ma a maristaurru non interessa tanto analizzare le questioni … quanto trovare modi, invero più intelligenti della media dei berluscones di professione, per minimizzare appunto le pecche del Berluska …. quanto alle primarie, lungi da me nel modo più assoluto … e le banche, avendoci lavorato sia pure da tecnico esterno per oltre trenta anni, le conosco purtroppo molto bene ….. e non ho un dubbio al mondo sul fatto che siano più pericolose le banche e certi personaggi del Pd a loro legatissimi che non i “dilettanti allo sbaraglio” del governo Berluskoni …. solo che questo non mi porta a fare improbabili “salti della quaglia” nè ad inventarmi un Berluskoni “campione dell’interesse nazionale” rispetto a Obama o al FMI nè tantomeno addirittura un Berluskoni “antimperialista” perchè fa qualche interessato affaruccio con Putin o con Gheddafi … tra l’altro non mi risulta che nè Putin nè Gheddafi siano “comunisti” …..

  • Apprendista

    PAROLE SACRE Complimenti per la tua lucidità. Saluti.

  • Stopgun

    Via Gradoli è costituita da “safe house” dei servizi.

    Nessun indagatore ha chiesto a Moretti come si fosse procurato l’affitto di quella “safe house”.

    No inserzioni sui giornali, no cartelli sugli alberi, ma un passaparola tra “amici”.

    Anche questa volta siamo davanti ad un passaparola tra “amici”?

  • giosby

    Giocare sull’immagine della famiglia per presentarsi come una persona a modo?

    Qui c’è stato indiscutibilmente un grande maestro:

    http://www.repubblica.it/gallerie/online/politica/libro/7.html

    O no?

    🙂

  • helios

    probabilmente “amici” che volevano libero il posto di governatore del lazio.

    D’altra parte all’inizio del mandato di Marrazzo una nota parte politica aveva già cercato di gettar discredito ….Stavolta è andata bene grazie alla benemerita.
    Coincidenze?

  • tersite

    bravi! ma quali coincidenze! è tutto loro in quella viuzza da decenni! lo sanno in pochi. Comunque vari bordelli vengono ‘usati’ dai servizi segreti, per questo nell’ambiente sono così frequenti gli omicidi irrisolti o col falso movente della rapina. in ‘la tela del ragno’ di flamigni si parla di via gradoli in modo approfondito

  • katalaves

    Italiani….ecco perchè le nostre tasse sono così salate…pagare lauti stipendi….sopportare il pianto dei nostri figli ad ogni ‘no non possiamo’….agosto a casa….la carne solo la domenica…il rinnovo del contratto è economicamente incompatibile….i servizi pubblici che vanno privatizzati….MA 15/20.000 EURO AL MESE A QUESTI FARABUTTI Sì!!! E AFFAMARE LA GENTE CHE SI PIEGA A 90 GRADI OGNI GIORNO PER ANDARE AL LAVORO Sì….E PAGARE MIGLIAIA DI EURO SOTTRATTI AL POPOLO AD UN TRAVESTITOOOOOOOOOOOOOO BRASILIANOOOOOOOOOOOOOOOOO….PAGAAAAAAAAAAREEEEEEEEEE MIGLIAAAAAAAAAAAAIIIIIIIIIIIIAAAAAAAAAA DIIIIIIIIIII EEEEUUUUROOOOOO AD UN CO GLIO NE CHE SI PIEGA A NOVANTA PER UN ORETTTTTAAAAAAAA……….MIO BISNONNO COMBATTè LA PRIMA GUERRA, MIO NONNO FU PARTIGIANO NELLA SECONDA, MIO PADRE E MIA MADRE PAGANO TASSE DA UNA VITA, IO NON MI PERMETTO UNA MACCHINA E TU E TUTTI GLI ALTRI ‘DATE DA MANGIARE SALMONE AFFUMICATO AI TOPI’ SIETE PERSONE PRIVE DELLA DIGNITà DI VIVERE.

  • maristaurru

    se il punto è quello della ricattabilità, stando a quel che racconta Luxuria, e io le credo, nel nostro Parlamento, da destra e da sinistra ha avuto molti corteggiatori pronti a saltare nel suo letto. Stando poi a quanto la stampa tempo fa ha rivelato, e non c’è motivo di non crederci, in Parlamento e Senato la coca viaggia rapida. E allora sti politici finisce che sono tutti ricattabili, o quasi Sai io ho avuto uno zio, un uomo all’antica rigido ed onestissimo, i poveri Sardi lo mandarono “in continente” perchè portasse a casa qualcosa per quella povera terra abbandonata, parlo di buoni trenta anni fa. Mio zio venne, stette in Senato circa tre mesi, poi levò le tende: Non era il caso che i sardi si illudessero, lui non aveva modo di fare nulla per loro, nulla di quello per cui lo avevano mandato , sconsolato mi disse ” Sto rubando dei danari , non mi fanno lavorare, questi baldoriano e fanno affari” Ci mise tre mesi e tolse il disturbo.. Cose di altri tempi, appunto, se allora era così.. ora giuraci che sono ricattabili, ricattabili, ricattabili.

    Insomma , ripeto ,siamo tra bacchettoni ed ipocriti.

    Questa è la nostra società, i politici non piovono come rane dal cielo, vengono d a questa società, vivono e prosperano e si affannano in questo letamaio.. di grazia qualcuno mi deve spiegare come potete pretendere un politico Santo, se in un ufficio 1 cristiano onesto verrà subito schiacciato dalla maggioranza? Chi emerge di norma?
    E sentire tanti italiani chi sa quanto poco santi, fare gli scandalizzati per le abitudini sessuali di Marrazzo, mi da il voltastomaco molto più delle sue abitudini sessuali. Magari sono gli stessi Italiani responsabili di bollette gonfiate, dei contatori che sbagliano sempre a favore dell’ente che eroga il servizio, delle bollette pazze, dei conteggi truffaldini, degli appalti truffa e via ballando..E so che lo stesso accade per quanti fanno mostra di scandalizzarsi , a senso unico, per altri presunti o veri peccati dei politici di destra… ripeto, non solo i politici stanno facendo una figura da pedalini, ma per chi fosse appena appena pensante e normale, gli Italiani, i commentatori, le verginelle scandalizzate sono e saranno la misura vera del degrado di questo infelice paese, sempre pronto ad ascoltare il Gatto e la Volpe.

    Se na va Marrazzo e per noi non cambia niente: Gasparra, Montino, Bindi, Sassoli o addirittura Veltroni che potrebbe unire il buco voragine lasciato a roma con quello lasciato da marrazzo in Regione e magari ampliarlo quanto basta per finire di mandare a ramengo il lazio definitivamente, per noi non cambia nulla, sempre di schifo staremo, magari se smettessimo di raccontarci favole e cominciassimo a guardare in faccia la realtà, non sarebbe male: siamo un paese senza spina dorsale e senza diritttura morale , furbastro e mediocre, e poi pretendiamo politici marziani, quante generazioni ci vorranno per ritrovare un minimo di dignità? A meno.. a meno di tornare a una cortina ferrea di silenzio ed ad una copertura di vizi, stravizi, e debolezze dei potenti, un bel salto indietro, e .. tornano i santini in politica, rossi e bianchi, come si conviene, e solo nei salotti che contano almeno un po’ ci sussurreremo le loro nequizie , i loro peccati grandi e piccoli, segreti di pulcinella, ma che il volgo non sappia…

  • myone

    Io vivo vicino a Civitavecchia, qui la gente muore di cancro, i casi di leucemia sembra siano molti, tutto viene occultato,

    Marrazzo ha fatto promesse, la gente di sinistra l’ha votato,
    gli credevano, ci son rimasti male quando hanno scoperto che davvero come diceva chi non era di sinistra, non solo avrebbero avuto la Centrale, ma avrebbero avuto le tasse aumentate, più spesa e meno sanità.. qui si fa di tutto perchè tu debba usare dei privati e.. indovina indovinello.. Sembrava impossibile, ma è successo , stiamo peggio che con Storace che almeno aveva l’alibi che se appena cercava di muover una piuma , mille piccoli indiani di sinistra infiltrati per ogni dove, lo fermavano , lo osteggiavano, la burokrazia ingessava tutto.. allora nessuno batteva chiodo, ora alcuni battono chiodi altri.. pagano.

    Maristaru fa notare, che quando le cose le fanno le destre, le sinistre gli vanno contro, quando le fanno loro, sono pure legittime e falsificate, avendole da prima negate. Il fatto e’ che, destra o sinistra, ora centra poco. Chi va’, cuole arrivare per farle le cose, e farle loro, e che siano un danno o meno, poco centra o conta, conta che ci siano interessi e poteri che si fondano nella forza e sul potere. A chi interessa piu’ se le cose sono in un modo o in un altro? Alla fine, consumiamo, e l’ economia e’ fondata sul produrre, vendere,speculare tasse e far girare soldi, e non piu’ per il fine stesso per cui si dovrebbe vivere, e ridimensionare il tutto ad altre leggi e regole.

    Primarie e tanto can can per nulla. Promesse e parole che sono sempre aggiornate ai temi del giorno, tanto per non cadere dall’ odiens, ma poi, la machinetta e’ sempre uguale, e nessuna sa fare di melgio e ne di diverso.

    IL fatto sta’, come dicono molti, che Marrazzo, non ha titolo alcuno per dimettersi, essendo i fatti privati, e sopratutto, creato ad doc perche’ si tolga dai piedi. Che sia un bene per qullo che saì fare di male o di peggio o di solito da altri, questo non lo so o lo so in parte, ma di certo non e’ questo il modo.
    La sbindi dice che sarebbe ora che berlusoni si confessase, per fare la fine di marrazzo, e mi chiedo, se anche lei non si dovrebbe confessare, in tanti anni di assoluta castita’ e equivocita’ sul fatto mascolino o femmineo che non si evidenzia, e ci dicesse, come dove e quando ha consumato i suoi atti. Saremmo noi poi a decidere se dovra’ rimanere o no dove e’ da sempre, e secondo me, art. 10 e 21 costituzione; inutilmente, come tanti altri, che pagati e stipendiati a vita, hanno tenuto sopra le righe la salvaguardia del pensiero e della dignita’ di un popolo, a modo loro, per farne la loro, mettendo in secondo piano, che le persone la dignita’, senz’ altro, l’ hanno piu’ di loro, e non hanno bisongo di pagare in ogni dove, prezzi cosi alti, per sentirsi tutelati. Ma il fatto che li eleggano, forse la dignita’ le persone non l’ hanno ancora, ed hanno bisogno di gente che tanto da’ e ritanto ancora prenda, come parcella, iniqua o ingiusta che sia.
    Si danno tutti a morte, non corre certo buon sangue, e se ci fosse da far pulizia, il luogo principale, e’solamente da sopra verso il basso.
    Nessuno si rende conto per il momento, che una societa’ e’ fondata sul vivere, nella giustizia e non nel giustizialismo, e che come si intrinseca e muove un sistema, con i suoi amministratori di ogni settore, parlare di democrazia, intelligenza, forma corretta e giusta di vivere, siamo lontani anni luce.
    E’ come dire che; la felicita’ passa fra discoteche, coctail, nottate e gogliarderie varie.

    Marrazzo viene filmato e ricattato adirittura da 4 pubblici funzionari della giustizia, che a sua volta, senza ombra di dubbio, non si prendono la briga di farlo di iniziativa propia, per frodare 20 mila euro a testa, ma sono stati spinti e organizzati da altri. Anche qui i veri capi non arriveranno mai a giustizia. Marrazzo, si e’ calato le braghe subito, ed ha (sbagliato), si e’ fatto prendere da un fatto personale marale scandalistico, ed e’ ovvio che tutti si sarebbero collassati. Peccato che no nsi e’ collassato per quello che dice maristaru, e qui si vede che razza di uomini ci sono a giro. Comunque, il civico dei fatti non corrisponde ne alle persone tirate in ballo, che abitano altrove, i filmati non fanno denotare alcun personaggio chiaramente che sia lui, e tante altre cose non tornano. Ecco come si fa’ politica.
    O meglio, ecco come si fa’ potere. Alla mafiosa moderna. Depurazione, che si potrebbe dire meglio, “estinzione”, non solo pubblica, ma eliminazione privata di una identita’ umana.

  • babau

    Vorrei evitare di scadere nel sessismo ma penso che l’amore sfegatato di molti politici per le prostitute non sia casuale.
    Le prostitute di alto rango (non le poveracce schiavizzate) mentono nel sesso, non provano una vera attrazione ma durante il rapporto ti fanno sentire come se impazzissero per te, come se impazzissero di piacere al tuo tocco, questo per avere un cliente soddisfatto che la prossima volta di certo tornerà col portafoglio pieno.
    L’immagine pubblica dei politici è la stessa cosa, in segreto si studiano tutti i modi possibili per fregarti sempre di piu, ma in pubblico sembrano realmente preoccupati , sacrificati per te, parlano come se realmente stessero tutto il giorno a lavorare sodo per farti stare meglio.
    La sessualità riflette molto il carattere generale di una persona e viceversa.
    Un uomo come berlusconi potrebbe avere un rapporto “normale” con una donna? No in realtà ha bisogno di una che gli fa fare le peggiori porcate mentre lo registra col telefonino……
    comunque Marrazzo ha fattto il suo nuovo slogan per le elezioni:Tutti con Marrazzo, l’uomo dal grande cazzo per la regione Lazzo…

  • maumau1

    snypex ,non capisco…Berlusconi può fottersi ogni tipo di donna

    solo qualcuno gli ha fatto notare che Noemi non era maggiorenne

    ma tu non ti scomponi e dici che è vita privata..

    però se uno va con trans..allora secondo te il padre dovrebbe rivoltarsi nella tomba..e non è più vita privata..

    ora capisco perchè Berlusconi dice ”gli italiani sono come me,mi capiranno”
    ed infatti è ancora li col suo consenso…
    se fosse andato con un trans,lo avrebbe perso si schianto..
    è proprio vero che molti ci si immedesimano vorreebbero essere come lui ricco e pieno di donne..

    io direi che sebbene non mi stia simpatico Marrazzo questo è un caso di dissolutezza sessuale identica a quella di molti altri ,Berlusconi compreso,che o ci interessa sempre o non ci interessa mai…

    Anche Berlusconi portava donne dentro gli aerei di stato ,ma manco l’anno considerato reato…
    Berlusconi può fare quello che vuole e non casca mai,visto il potere mediatico che ha..ma quando lo stesso tipo di scandalo colpisce uno che non ha quel poter mediatio meglio che si dimetta subito…tanto..

    bah

  • Tonguessy

    “Le prostitute di alto rango (non le poveracce schiavizzate) mentono nel sesso, non provano una vera attrazione ma durante il rapporto ti fanno sentire come se impazzissero per te, come se impazzissero di piacere al tuo tocco”. Com’è che le conosci così bene? Io non saprei definire la differenza tra una prostituta di bassa lega ed una di alto bordo, perchè sono categorie a me totalmente sconosciute

  • Eli

    La centrale a carbone non è ancora operativa. Quindi, se la gente dalle tue parti muore di cancro, altre saranno le cause. Se le cifre dei morti per cancro sono in linea con le statistiche nazionali, è un conto. Se invece fossero superiori, forse dipende dai pesanti campi magnetici creati dalla centrale elettrica attualmente presente sul territorio. Quanto all’essere immondo chiamato Storace, non nominarlo neppure: i cittadini del Lazio ancora lo ringraziano per il BUCO di DIECI MILIARDI DI EURO che ha creato nelle casse della sanità laziale, ed a causa del quale i cittadini ancora pagano ticket sulle prestazioni e sulle medicine, e per sanare il quale si sono dovuti chiudere ospedali. Organizzava pure le orge quello schifoso. Il tuo errore è che ancora credi a “destra /sinistra” .

  • Eli

    Radisol, sono completamente d’accordo con te.

  • ilBabbaleo

    TOGLIETE LA FOTO DELLA FIGLIA E LASCIATE IN PACE LA FAMIGLIA!

  • maxbla

    La vita sessuale, per ovvie ragioni non manifesta in pubblico, può essere sicuramente diversa da quella domestica.
    Se esiste una Second Life reale, che ha stimolato gli sviluppatori dell’ entertainment virtuale, e perchè, senza tanta retorica, anche l’ inclinazione sessuale è diventata fluida, quanto il mercato del lavoro, le credenze politiche e quelle sociali.
    La risposta all’ uomo ad una dimensione di Marcusiana memoria, che sopravvive nel reale, non puo’ essere altro che un uomo a più dimensioni che si nasconde, nel caso dell’ uomo pubblico, dalla realtà pubblica, per vivere pienamente forme di appagamento sensoriale, che controbilanciano un mestiere totalizzante, nella sua seconda, terza… vita privata.
    E’ un gioco di ruoli che stimola, è l’ incarnazione di un Avatar, una mascherata dei bei tempi andati.
    Il gusto sessuale, quindi, non può essere messo in discussione, si può essere o potenzialmente lo si è, capaci di provare piacere fisico da svariate situazioni carnali e mentali.
    Il punto è se la questione morale non è che un ossimoro che si tira fuori dalla tomba ogni qualvolta accadono fatti come questo che si dice turbino il comune senso del pudore.
    Oppure se il balletto mediatico inventato ad hoc non indichi una condizione ben diversa, ovvero una forma di distrazione di massa che appaga il desiderio ormai diffuso di gossip, sia per chi esercita il potere mediatico sia per chi ne è complice ( il popolo ).

  • maristaurru

    So bene che la centrale a carbone non è ancora operativa e so bene che Marrazzo non ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale per ottenere voti, come molti fanno il che non lo scusa. So anche che il buco di Storace non sembra essere di 10 milardi ma di poco più della metà e so chwe Marrazzo ha bruciato una bella manciata di miliardi dati dal governo a ripianare quel buco, senza ripianarlo, ma aggiungendo buco a buo, portando le attesse per una visita a due anni, per una lastra a 1 anno e via ballando.. ha fatto peggio di Storace che aveva contro il piccolo esercito dei burocrati, dicamola così…
    Quanto alle orge, sono stufa di questo imbecille uso di andare a ravanare nei letti della gente, diffido da atanta improvvisa bacchettoneria degli Italiani.
    Per decenni si è fatto di tutto perchè nella società si avesse uno sbracamento dei costumi, ed ora improvvisamente.. tutti santi. SDapeste quanti nei vecchi parlamenti, da voi tutti osannati come santi, erano pieni di schifosi scheletri negli armadi? ma finchè si restava nella sfera del privato, nessuno mai ha pensato di fare “la servettta spiona” e sì che abbiamo avuto fior di porconi.. ma cè chi può.. e tutti zitti, Ora Tutti puliti, bacchettoni che cominciate a dare la patente di porco schifoso a questo ed a quello… Mentre era la patente di iettatore, poi di ladro, ora di porco…
    Un minimo di misura!

  • IVANOE

    Partendo dal presupposto che è tutto pilotato.
    Non c’è tanto da soffermarsi sulla commercialità dell’immagine di questo sciagurato personaggio.
    Mi soffermerei di più sulla ipocrisia di questo personaggio che se ne frega altamente della sua famiglia della moralità dei cittadini e del lavoro che svolge.Uno schifo.
    Questa gentaglia esprime in pubblico quello che non sono e nascondono quello che vogliono nascondere..chissà da quanto tempo aveva lasciato la moglie chissà che disinteresse aveva per i figli… però tutti cullati e crogiolati dal benessere immeritato che questo squallido personaggio percepisce e che magari faceva consolare la moglie da qualcun altro, oppure i figli lasciati allo sbando idi governanti baby sitter e cameriere…. Bahhh…
    Il dato importante è che si stanno scannando tra di loro e cioè il modello borghese che rappresentano il pld e il pd è in aperto scontro e noi da vittime di tutti i tempi dovremmo riuscire a diventare semplici osservatori.
    La perversione di queste due forze uguali e schifosamente contrapposti solo per il potere, salvo unirsi quando devono colpire il popolo per non farlo emancipare, è sotto gli occhi di tutti.

  • IVANOE

    Partendo dal presupposto che è tutto pilotato.
    Non c’è tanto da soffermarsi sulla commercialità dell’immagine di questo sciagurato personaggio.
    Mi soffermerei di più sulla ipocrisia di questo personaggio che se ne frega altamente della sua famiglia della moralità dei cittadini e del lavoro che svolge.Uno schifo.
    Questa gentaglia esprime in pubblico quello che non sono e nascondono quello che vogliono nascondere..chissà da quanto tempo aveva lasciato la moglie chissà che disinteresse aveva per i figli… però tutti cullati e crogiolati dal benessere immeritato che questo squallido personaggio percepisce e che magari faceva consolare la moglie da qualcun altro, oppure i figli lasciati allo sbando idi governanti baby sitter e cameriere…. Bahhh…
    Il dato importante è che si stanno scannando tra di loro e cioè il modello borghese che rappresentano il pld e il pd è in aperto scontro e noi da vittime di tutti i tempi dovremmo riuscire a diventare semplici osservatori.
    La perversione di queste due forze uguali e schifosamente contrapposti solo per il potere, salvo unirsi quando devono colpire il popolo per non farlo emancipare, è sotto gli occhi di tutti.

  • maristaurru

    A me sembrerebbe più logico pretendere che gli venissero pagati emolumenti meno sproporzionati, poi dei soldi loro che ci facciano quello che gli pare, o dobbiamo riempirli d’oro per avere il gusto di sficcanasare nel loro menage familiare? Una specie di grande fratello diffuso? ma davvero stiamo perdendo la brocca!

  • maristaurru

    Altri tempi ed altri presidenti, fin qui ci sto, ma dovreste aggiungere che in quei tempi non si usarono per lotta politica i pettegolezzi su corna e “debolezze sessuali”, abbiamo sempre avuto un bel numero di amanti delle estrosità sessuali in Parlamento e non sempre erano figure minori, ma nessun onorevole ha mai fatto la servetta ciarliera direttamente o indirettamente.. altri tempi, se c’era notizia di reato interveniva il magistrato, con la discrezione che allora si riteneva normale . gIUSTO? sBAGLIATO? CERTO CHE MOLTI SANTINI SAREBBERO CADUTI, questo è certo, e forse ora avremmo un po’ meno bocche aperte a vanvera e meno ricattatori ruspanti in giro, e magari chi sa ci scapperebbe il tempo per capire che piattini ci stanno bollendo in pentola mentre si ciarla molto ipocritamente contro Marrazzo

  • maristaurru

    secondo me questo è un commento da cassare, davvero si sta superando il limite della decenza!

  • babau

    non sono mai andato con prostitute di alto o basso rango, non mi piace il sesso per denaro, e non mi piace parlare della mia vita privata come fa marrazzo sul suo sito, comunque visto che lo chiedi.. ho visto qualche sito porno tipo http://youporn.com/ di cui la maggior parte del materiale non mi piace affatto
    Molti dei rapporti sono oggettivamente dolorosi oltre che umilianti per le attrici, eppure a vederle sembra che godano molto del rapporto.

    penso che le prostitute di alto rango si comportino in modo simile.
    Le povere prostitute schiavizzate penso che si limitino a servire il cliente per terrore di essere picchiate o denunciate dagli schiavisti, non credo che neanche fingano il piacere.
    Cmq.. la mia non voleva essere un’analisi dei comportamenti delle prostitute ma un tentativo di spiegare psicologicamente perchè i polititci siano così attratti dalle prostitute

  • albertgast

    Guardare in faccia alla realtà. Guardare in faccia alla realtà è vedere che il centrosinistra, nonostante primarie e cose simili, è sceso al 25% nelle ultime elezioni e probabilmente scenderà ancora. Guardare in faccia alla realtà è vedere che la cosiddetta sinistra radicale è praticamente sparita e probabilmente non tornerà più. Guardare in faccia alla realtà è un signore di Montenero di Bisaccia che urla assai, ma non supera il 10%. Guardare in faccia alla realtà è vedere un altro signore coi tacchi, che è sceso in politica quasi vent’anni fa con tante belle parole e vedere come sta andando il nostro paese oggi. Guardare in faccia alla realtà è vedere tanti omini verdi che parlano e parlano di federalismo, ma non hanno ottenuto assolutamente nulla, se non la cancellazione dell’unica tassa veramente federalista e adesso forse toglieranno anche l’altra, non si sa perchè. Guardare la realtà soprattutto è non dare sempre la colpa a qualcun altro, ma assumersi le proprie responsabilità quando si governa, soprattutto se lo si fa senza praticamente opposizione. Guardare la realtà è vedere che la nostra economia sta andando a p…..(questo sì che è importante, altro che trans e escort) e che la priorità adesso è la riforma della giustizia. Guardare la realtà è guardare negli occhi quelli che ogni giorno perdono il lavoro e chiedergli se è meglio che Tremonti diventi vice oppure no.

  • Tonguessy

    Capisco le tue buone intenzioni, ma come vedi sei caduto in un facile tranello. Un po’ come Marrazzo….solo che a lui è andata peggio. Il mio era solo un pour parler, sia ben chiaro.

  • Santos-Dumont

    Il massimo che si può fare è (o meglio, sarebbe) rivendicare coerenza tra pubbliche affermazioni e comportamenti privati del politico. Ma che questo avvenga è ipotesi del tutto peregrina, visto che il politico è specchio della società che lo porta al potere ivi compresa l’ipocrisia dominante.
    Finché una frazione sostanziale della società italiana, per mezzo di un’autoanalisi spietata, non si convincerà che l’ambiguità di questo genere è inaccettabile non solo per il politico, ma per sé stessa, continueremo sullo stesso percorso a base di periodici scandaletti rapidamente dimenticati.

  • helios

    Proprio oggi Berlusconi dice che aveva avvvisato Marrazzo del video….Solo avvisato?
    Proprio oggi Berlusconi ha la scaralattina….Coincidenze?
    Fatto sta che il video nessuno lo ha visto e certamente non si può sapere se l’appartamento era quello di via Gradoli 96. E chi ha parlato di Via Gradoli 96 è certo che sia stato girato li il video? (considerato che alcuni trans dicono che invece Marrazzo frequentava Via Flaminia…)
    Diversamente da Sircana, Marrazzo è stato ricattato per un video girato in una stanza…
    Le foto di Sircana sono state viste subito il video di Marrazzo ancora no.
    Ma perchè avvisare Marrazzo prima di pubblicare il video….è un vero mistero.

  • Eli

    Voi? Non vedo dove sono gli altri. Sto qui sola soletta. Se i cervelli fossero tassati, tu otterresti un rimborso!

  • Eli

    E tuttavia Marrazzo in quarantotto ore ha chiarito tutto, si è autosospeso dal partito ed anche dalla sua funzione pubblica: chapeau!. Ben diverso il comportamento di Papy, che ha mentito ripetutamente e maldestramente, resta attaccato alla poltrona come una cozza allo scoglio, e si autoincensa nei rendez-vous del suo finto-partito-azienda. E’ proprio un tamarro, un cumenda anni ’50, lui ed i decerebrati che lo votano.

  • helios

    Non mi pare che chi va a votare ci vada pensando che gli dovrà pagare le escort o i trans… Chi riempie d’oro i parlamentari sono PROPRIO LORO STESSI e non chi li vota.
    Per questo è necessario controllarli perchè non ci derubino ulteriormente o, almeno, che vadano a puttane con i loro denari e non con quelli estorti a tutti.
    Il grande fratello diffuso ce lo hanno propinato a noi.E gradirebbero non essere disturbati in questo compito …da quello che si legge.

  • babau

    Mah, io potrei andare anche con prostitute se volessi, se non ci vado è perchè non mi piace, se ci volessi andare non mi vergognerei affatto, io non faccio il politico, non sono cattolico, non scrivo sul mio sito che il mio primo obiettivo è la famiglia…
    Se non sono andato con prostitute è solo perchè mi piace il sesso con sentimenti e passione.
    Non credo che andare con una prostituta sia una cosa molto brutta e cattiva per una persona normale, ci sono statistiche che dicono che un altissima percentuale di uomini va con prostitute.

  • redme

    tutti bravi a sparare sulla croce rossa…..fatti simili sono sempre accaduti e insabbiati..dal caso montesi in poi..ma il consociativismo, la situazione internazionale, i servizi bloccavano sul nascere ogni possibile turbativa allo stato delle cose di allora…cosa succede oggi? cosa fà la polizia? i servizi dove sono? che parte hanno in commedia? se la struttura ex stay behind oggi al potere controlla in maniera così diretta i servizi cosa accadrà alla ns “democrazia”? abbiamo un problema polizia? dalla uno bianca in poi sono molti i casi di delinquenza veri e propri che a fatica emergono nella cronaca e subito taciuti…. Invece di speculare su “chi và a letto con chi”…. ci sarebbe ben altro su cui indagare..