Home / ComeDonChisciotte / LE FUNAMBOLICHE ED EPICHE GESTA DEL PRODE CAMOMILLO

LE FUNAMBOLICHE ED EPICHE GESTA DEL PRODE CAMOMILLO

DI HS
comedonchisciotte.org

Data astrale 13779 (2009 per parte dei terrestri): il vostro alieno preferito ha perso da tempo le coordinate e ormai si è perso.

Se Kafka ha avuto il suo Castello da tempo io sono intrappolato nel Palazzo senza – pare – alcuna possibilità di fuga ! Continuo a girare a vuoto e a perdermi fra tutte queste stanza del Potere che, passando il tempo, diventano sempre più simili l’una all’altra.

Cari amici, io non dispero: un giorno riuscirò ad uscire e mi disintossicherò da tutte queste antipatiche tossine che saltano qua e là e mi rimbalzano in testa. E poi so… io so che c’è chi sta peggio di me…

Solea raccontare la madre di Harry Potter – inteso come Veltroni – al suo figliolo una fiaba per farlo addormentare quando era piccino, ma quella storia era così terribile da esercitare sul bambino gli effetti contrari. Ancora oggi che Harry Potter è cresciuto si ripete la storia nella mente per farsi coraggio ed affrontare i suoi nemici, ma ciò non ha più importanza perché il maghetto adulto è scomparso. E poi che differenza volete che faccia ?

Solea raccontarsi Harry la storia del burattino Pinocchio e lui si immedesimava totalmente nella parte. Il povero Pinocchio doveva affrontare una serie di prove per diventare finalmente uomo e l’ultima prevedeva di attraversare un’oscura, gelida e labirintica foresta. A differenza della famosa fiaba di Cappuccetto Rosso la selva non era infestata da lupi ma da cattivissimi grilli sparlanti coprivano la foresta di un cicaleccio inaudito ed insopportabile. Indomito Pinocchio li affrontò e ne uccise qualcuno e tuttavia non riusciva ad uscire. Disperato si mise a piangere e la sua invocazione di aiuto venne raccolta da un piccolo, untuoso e sudicio essere (bleah !), l’Omino di Burro il quale non solo condusse il burattino fuori dal bosco, ma lo ripulì, lo rivestì e per una modica e ragionevole somma lo portò in un posto immaginifico, rutilante e luminoso, il paese dei Balocchi dalle parti di Villa Certosa. Dopo essersi divertito un fottio fino a desiderare di essere come l’Omino di Burro, dopo aver mangiato, bevuto, ruttato, scopato come un riccio Pinocchio non divenne uomo ma – come ben sapete ! – ciuco ! Nessuno gli venne in soccorso anche se Potter – Veltroni aspettava l’arrivo di una splendida fatina con il volto e le curve della Ferilli. Dopo essere stato sfruttato e aver lavorato – ahem… – come un mulo, l’Omino di Burro lo vendette al macello dove ne ricavarono una carne veramente squisita – lo posso affermare in tutta onestà… -.

v
La storia che vò a raccontarvi appartiene al regno tenebroso della Follia ed essendo io un parto del Delirio sono la persona – pardon, il marziano ! – più adatta ad esporla. “Ma è una storia vera ?” vi chiederete, miei cari lettori. Non vi rispondo e lascio a voi il giudizio… Lascio a voi decidere quanta realtà abita questa fantasia…

Grandi festeggiamenti e grandi preparativi a L’Aquila, ridente cittadina terremotata: è in arrivo la comitiva turistica dei Grandi della Terra sfoggiando sorrisi splendenti e una reputazione degna di essere celebrata da “Chi” o da “Novella 2000”. E’ una spendida occasione per rinnovare antiche promesse che ormai fanno la nostra gioia da cinquant’anni. Si sa, è bene non perdere le buone e vecchie tradizioni che inorgogliscono gli abitanti del vostro pianeta. Per l’occasione l’aquilano è stato sequestrato per far posto agli ospiti. Aggiungi un posto a tavola… ma qui forse si è esagerato un pochino ! Per l’occasione e per scusarsi del piccolo disagio agli aquilani era stata offerta una crociera nel Mediterraneo, ma ancora la stavano aspettando quelli del Belice…

Il grande e atteso ospite della kermesse, la star, il boss, il capintesta e master of universe che tanto fa batter il cuor delle giovin donzelle non può che essere lui, il grande ed immaginifico Imperatore a Stelle e Strisce, il signor Yeswecan (but what ?) o, se preferite, mister Otherside.

L’immaginifico e superbo Imperatore Otherside non fa a tempo a toccare l’italico e romano suolo che si presenta proprio lui, l’Omino di Burro strepitando, agitandosi e starnazzando. L’essere rimbalza qua e là come una palla e sfida le leggi di gravità. “Servo vostro !” dice “signor Duca e Imperatore di tutte le Galassie liberatemi da questo fardello. C’è un miserabile complotto ai miei danni ! Quel grande esperto sismico del Baffino ha previsto delle scosse telluriche e noi rischiamo la ghirba !”. Il Nostro ometto scoppia in un pianto dirotto perché, diciamocelo onestamente, Baffino è un po’ (BIIIP !). Nella smania assolutistica e nel delirio, memore di un sovrano di Francia urla. “Dopo di me il diluvio !”. Otherside lo scruta con occhio leggermente interrogativo: perché fare cotanto vertice in un posto del genere, so horrible ! Oltretutto al telefono l’Omino di Burro gli aveva parlato di una specie di Disneyland but where is Mickey Mouse ?

Che Maestro di Corte ! Che gran cerimoniere ! Con spirito e battuta pronta e gagliardo come non mai, l’Omino di Burro snocciola le sue qualità mandolinare e fa commuovere gli astanti con l’accompagnamento del maestro Apicella sullo sfondo di un paesaggio sventrato. Qualcuno, sinceramente commosso, tutto lacrime e core, lancia una monetina o un nichelino…

Durante una pausa Mister President Yeswecan Otherside interpella l’Omino di Burro per parlare in privato degli affari e dei fatti italiani alla presenza di un’altra illustre celebrità, il nostro amato Presidente, il Comunista alla Valeriana o, per piglio battagliero e deciso, il prode Camomillo.

Purtroppo ogni locale è miserabilmente occupato da una delle numerose corti e i tre, sotto lo sguardo curioso dei presenti, sono costretti a chiudersi nel cesso. C’è la signora Merkel la quale, dopo essere stata gentilmente invitata a finire, viene poi spinta fuori altrettanto gentilmente a pedate… Ma molto discretamente…

Non ci sono notizie precise a riguardo e non è possibile riprodurre l’intero discorso che Mister President Yeswecan Otherside fece solennemente all’Omino di Burro e al prode Camomillo e, tuttavia, possiamo farne una specie di sunto piuttosto fedele.

Dopo aver fatto disinfestare l’ambiente perché, come si sa, il KGB di Putin ha occhi ed orecchie dappertutto e non gli sfuggirebbe neanche un minuscolo rutto, Mr. Presidente fa esordisce più o meno in questo modo:
“Io amo vostra piccola Italia, vostro piccolo paese che ha donato noi Travolta, Stallone e Madonna che conservano posto importante nella nostra società occidentale. Do you understand ?” e così prosegue “Mister Silvio very good pagliaccio, grande saltimbanco dal dente avvelenato di serpente, but troppo, too much – come caz… come dite in Italian – too much butterfly, farfallone e birichino… Da voi in Italia troppe puttane… Do you understand ? Anche me like puttane because gimme colore, calore umano e molto amore, but veramente troppe puttane ! There are everywhere ! Sono dappertutto ! Ma che dice vostro Papa ? Ah ! Non gliene frega una beata…. Ahahahahahahaahah ! Simpatico Mister Silvio tu mi fare ridere con tue battute e piangere con le macerie di tua wonderful city emmò I don’t understand una beata ! What I want to say dear Silvio e Giorgio Camomillo is that siete – come dite qui voi ? – troppo troppo pasticcioni. I know Mister Silvio you want to have fun come Cindy Lauper but too rumore… E vabbene… That’s right ! You are not the first with particular friendship but dear friend tu sii vveramente essaggeratto ! Eppoi se you go to bitches close the doors. Discrezione e per la (BIIIIIP !) ! Avet visto quell ch’è success to the poor Bill with Lewinsky ! In America un (BIIIIIP !) scandalize more than a bombing in Medio Oriente ! The moment is molto molto grave, cari siggnori d’Italia. We are in the middle of a crisi anzi la Crisi causata come you know dalle mani libere della financing speculation of Wall Street which ha organized the biggest truffa in the history of humanity (e mme cojioni !). We must solve this crisi , risolvere la Crisi e in the same time occultare le vere reasons dell’impoorement della mondial population. We must gain again the fiducia of the middle classes… Do you understand ? E how do we gain this fiducia ? E rispondetemi…” Silenzio tombale…

“Uff… Ma voi italians non capire veramente ehm… ‘na beneamata. I’m not Mister Bush, brutto e piccolo worm too much guerrafondaio. Io sono other side of America ! But Bush non ha inventato war ! War is our best invention to solve problemi ! Do you understand ? It’s our tradition ! C’è piccolo o grande problema, possiamo find nemico da bombardare, qualche dirty bastard terrorist. Ora esserci i sugli sugli tale e bani, mme pare e noi need aerei, carriarmati, bombs. All arms… Do you understand ? Noi americans love “bastone e carota” come dite voi: bastone on the head and carota in… Ahahahahahaahahahahahah ! Me scompisc in the risat ! Comme vvedi friend Silvio and dear Camomillo anch’io sso too comico ! Ed now answer my piccola question : come si colloca your country in this speech ?” Nuovo silenzio tombale… “Eccheccaz… but vu Italians understand veramente una (BIIIIIP !). Piccola Italia, little Italy made also per divertire noi americans… Pizza e mandolino, spaghetti e buon vino, mafia, Silvio e il suo casino but Italy is also the big portaerei di NATO in the Mediterraneo. Italy is very very very important in the our american war. Do you understand ? But nella piccola Italia troppo casino, rumore, frantumazione… We need stability, abbiamo bisogno della stabilizzazione di Italy e in this moment only you Silvio puoi mantain coesione di questa piccola Italia. Bisogna evitare frantumazione di parties and of territory ! But things not good, Mister Silvio ! Tu perso credibility e come recuperare this your credibility eh ? Comme ‘ffa ? Answer, suddai, answer…” Rinnovato silenzio di tomba… Dopo aver sbuffato il buon President Yeswecan Otherside diede una pacca sulla spalla al Presidente, il prode Camomillo che, nei piani, avrebbe ricoperto un ruolo importante. L’idea veramente geniale partiva dalla premessa che, se l’Omino di Burro era certo l’indiscutibile autorità immorale ed amorale del paese, perché non affiancargli quella morale nella persona del buon Camomillo. Avrebbe limato, “corretto”, ma sostanzialmente affiancato l’Omino di Burro per traghettare come Caronte il paese nella nuova fase della “guerra al terrorismo” garantendo relativamente la stabilizzazione delle istituzioni.

Quando uscirono dal cesso i presenti fissarono i tre con occhi increduli e cadde qualche bicchiere. Una signora proferì: “Ma allora è vero che con l’Omino di Burro l’Italia è tutta Sodoma e Camorra !” Non ci fu tempo per chiarire l’equivoco perché Sarkozy, in tutto somigliante al grande investigatore francese Clouseau cappello, impermeabile e baffetti a parte proruppe in sala pronunciando storiche parole: “Sc’è un golpe in questa stonsa !”. Nessuno capì e il gruppo si sciolse…

Ringalluzzito e gratificato dal suo nuovo compito, il nostro prode Presidente prese veramente a cuore la sua funzione conciliatrice e stabilizzatrice, democratica e alquanto americaneggiante e occidentalizzante. Era proprio un figurino ! Pareva l’”americano tranquillo” di Graham Greene, anzi l”americano camomillo” !

E così ecco l’intrepido Camomillo che invita alla maggiore compostezza e alla civiltà nel dibattito parlamentare. Invito, come egli sa, perfettamente inutile visto che, da un lato, i soldatini dell’Omino di Burro sono perfettamente addestrati a soffocare la voce dell’avversario e a parlargli sopra, mentre il feroce schieramento piddino pare addestrato ad essere immobile perché questa è la fonte della rendita di anni di convivenza con il suddetto Omino all’interno delle istituzioni.

E così ecco il baldanzoso Camomillo che non perde l’occasione della morte del parà in Afganistan per ribadire che l’Italia è chiamata a rispettare l’impegno assunto con la Comunità Internazionale nel disastrato paese asiatico. In sostanza ad affiancare gli americani in una guerra inutile e persa come sanno gli osservatori più attenti. Ma agli americani sta certo bene così… Cosa non farebbe il nostro “americano camomillo” per l’esportazione della democrazia. Peccato che si privi il nostro Parlamento di un confronto necessario su una questione ancora cruciale di politica internazionale !

Infine ecco il nostro infaticabile Camomillo che manifesta perplessità sul DDL dedicato alla sicurezza, ma che, firmandolo lo avvalla sostanzialmente. Per lui non c’è nessun rilievo da fare dal punto di vista costituzionale in tutta evidenza dato che si è rinunciato ad esercitare il potere di rinvio alle Camere. Ma allora quelle “perplessità” suonano come una beffa crudele, perché gli interessati non sono assolutamente tenuti a valutarle, ma tuttalpiù ad ignorarle. In aggiunta ormai Camomillo scrive letterine all’esecutivo ignorando il Parlamento che, parrebbe, non conta la solita beneamata. E forse qui ha ragione…

Quando si arresterà la marcia dell’infaticabile Camomillo ? Lui prosegue indomito e battagliero tanto nel PD è come il Papa per i credenti: semplicemente indiscutibile ! Veramente epiche e funamboliche le gesta del prode Camomillo, ma ancor più funambolo è il Nostro Omino di Burro che riesce sempre a cadere in piedi. Fra poco non sentiremo probabilmente più parlare neanche delle scempiaggini sul Papi, figuriamoci del resto !
Passeranno questi cinque anni di turbolenta ma incontrastata legislatura con il Nostro che, sia pur condizionato e nell’impossibilità di fare il Presidente della Repubblica, si ritirerà dalla vita politica tranquillo e indisturbato.

Così è la vita… E mentre Pinocchio, nella sua odissea personale condotta per farsi carne ed ossa, si lascerà sopraffare dai grilli cattivi e sparlanti, l’Omino di Burro attende… In effetti Grillo è personaggio che giustamente suscita mille perplessità e forse l’obiettivo della candidatura alla segreteria del PD cela quello di rivitalizzare la sua audience, ma, in ogni caso, non converrebbe sospendere il giudizio ? Non si conviene forse con Grillo che in effetti il PD è il partito del Nulla pur messo in piedi da postcomunisti e democristiani sempreverdi ? Che non ha né programma né identità né coraggio ? Senza la sua presenza la nuova competizione non rischierebbe di ripetere quelle primarie cucite su misura sull’abito di Veltroni già miseramente bruciato ? Un partito autodefinito di centrosinistra che accoglie la Binetti e pretende di fare a chicchessia l’esame dei valori per l’ingresso è veramente patetico ! Il comico genovese ha espresso delle considerazioni, dice di avere un programma e afferma che vorrebbe spazzare via questa classe dirigente piddina, inetta inconsistente e mediocre per fondare un vero partito. In sostanza sarebbe l’occasione di sbarazzarsi – almeno nelle intenzioni – di quel pugno di personaggi che ha consolidato una nomenklatura che non ha fatto altro che assecondare Berlusconi prendendo atto, da loro pulpito, che il paese è “sostanzialmente di destra” e rinunciando così a fare l’opposizione.
Si tratterebbe di “marcare stretto” il comico genovese impedendogli di barare e concedersi troppo alla demagogia, ma in tal modo si dirimerebbe l’equivoco dell’ambiguità di quell’oscillazione irrisolta fra politica e spettacolo. Un approccio “mediano” per deporre per un attimo i pregiudizi ma anche (acc…) gli atti di fede grillina e grillesca. Beppe Grillo sa che sono molti gli adoratori del Grande Cri Cri, ma altrettanti sono quelli della Grande Ciabatta come il sottoscritto marziano.
Beninteso, ammesso poi che Grillo riesca a farsi iscrivere nel PD…

E’ l’ora della buonanotte, ma non raccontate queste storie ai vostri bambini perché potrebbero non dormire o non svegliarsi più !

E il prode Camomillo ? Beh ! Lui è Presidente di una Repubblica smontata pezzo per pezzo come il Lego, la Repubblica che non c’è… Probabilmente una di queste notti lo vedremo volare come Peter Pan o Campanellino sullo sfondo di una formidabile notte stellata.

Saluti marziani e buon riposo !

Vostro HS

PS: quando le lacrime sono esaurite non resta che piangere !

Fonte: www.comedonchisciotte.org
19.07.2009

Pubblicato da Davide

  • Duffy

    ho le lacrime agli occhi dal ridere 🙂
    grazie
    un abbraccio

  • pietro200

    grande. da stampare per bene e rilegare.

  • Tonguessy

    “Yes: we can”
    say tin man

    Mi raccomando: su questa c’è il copyright, eh?

  • HS

    Grazie a tutti ! E buone ferie !

    HS

  • LonanHista

    e bravo hs, che si sta cimentando in prove di comunicazione e scrittura, ritagliandosi la sua fetta di pubblico…e magari spillerà ai suoi fan, che nel frattempo gli faranno una pubblicità pazzesca,15-20 per comprare la vesrione cartacea delle sue opere raccolte su carta…o meglio ancora su dvd con allegate foto del nostro mentre svela la sua identità:SAREBE IL MASSIMO SE DIETRO HS SI CELASSE UNO DI QUEI PERSONAGGI AMATI ODIATI E SULLA BOCCA DI TUTTI, magari SulvioBerlusconi che scaccia via tutti i pettegolezzi e rivela che con le escort non faceva altro che scrivere i pezzi per come don chisciotte……………..
    (a proposito di berlusconi:QUANDO DICEVA CHE SI FERMA SOLO 6 ORE PER NOTTE, 3 PER DORMIRE E 3 PER FARE L’AMORE, TUTTI GLI DIEDERO DEL CAZZARO, ADESSO CHE SI è APPURATA LA VERITà SU QUELLE 3 ORE DI ATTIVITà TUTTI GRIDANO ALLO SCANDALO!!!!…che paese di merda che siamo!)……………………………………e io che faccio del tutto per richiamare l’attenzione di Hs, questo non mi fila per niente, non esisto proprio!..pazienza, volevo invitarlo a dare un occhiata al mio blog cincinnato1961 splinder etc, e offrire qualche spunto di riflessione……MA NON NE HA BISOGNO! NE SPARA GIà ABBASTANZA IN PROPRIO DI CAZZATE!…SCHERZI A PARTE. la persona è talmente realista chegli consiglio di usare troppo l’immaginazione:::POTREBBE INCARTARSI come quel tale che 2-3 anni fa, anzi ai tempi della guerra in iraq andava a mangiare da mcdonald con tutta la famiglia aspettando ARCICONVINTO che gli anarchici antiamericani spaccassero tutto! …i mcdonald sono ancora lì..purtroppo!….francamente sono rammaricato di non destare l’attenzione di hs, e come la volpe all’uva, denigra un buon lavoretto di immaginazione!!!!!!!!!!!!!!!ps.in ogni modo nel blog di cincinnato, rileggendo le cose scritte lo scorso anno, vi si trova la previsione del Pil minimo al meno 4% e la disoccupazione a 2 cifre…..tanto per dire che anche se non vengo “cagato” le mie analisi sono attendibili!