L’avanzo di bilancio della Russia raggiunge un nuovo record

(grazie all'impennata delle esportazioni di energia)

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

 

Julianne Geiger – Oilprice.com – 11 luglio

 

L’avanzo di bilancio della Russia ha raggiunto un nuovo record nel secondo trimestre, secondo i dati della banca centrale citati da Bloomberg.

L’avanzo, ora superiore a 70 miliardi di dollari, è dovuto all’aumento delle esportazioni di petrolio e gas e di altre materie prime, che hanno superato le sanzioni imposte al Paese dalle potenze occidentali.

L’avanzo è stato sostenuto anche dai prezzi elevati e dalla diminuzione delle importazioni, passate a 72,3 miliardi di dollari nel 1° trimestre da 88,7 miliardi nel 2°, grazie alle sanzioni, che hanno un effetto maggiore sulle importazioni che sulle esportazioni.

Le sanzioni sulle esportazioni energetiche della Russia hanno fatto pochi progressi nel limitare i fondi che affluiscono in Russia e che potrebbero essere utilizzati per continuare la guerra (nel testo: aggressione, N.d.T.) in Ucraina. L’India, ad esempio, sta acquistando quantità record di greggio russo – quasi un milione di barili al giorno a giugno – pari a circa un quinto delle importazioni totali di greggio dell’India, secondo la Reuters.

Anche la Cina ha importato quantità record di greggio russo a basso costo durante il mese di giugno, anche nel bel mezzo dei blocchi per Covid. La Russia è il principale fornitore di greggio della Cina e né l’India né la Cina stanno mostrando segni di riluttanza nell’accaparrarsi il greggio russo, un prodotto sanzionato da Europa e Stati Uniti.

Non si tratta solo di petrolio. La Russia sarebbe anche vicina a un accordo con il Brasile per rifornire il Paese sudamericano di gasolio a basso costo, secondo quanto riportato lunedì dalla Reuters. Il presidente brasiliano Bolsonaro, che sta affrontando una difficile rielezione a ottobre a causa degli alti prezzi del carburante, ha goduto di un rapporto amichevole con il presidente russo Vladimir Putin.

Le esportazioni russe sono state di 153,1 miliardi di dollari nel secondo trimestre, dopo aver raggiunto i 166,4 miliardi di dollari nel primo trimestre.

Gli Stati Uniti hanno in programma di discutere di un possibile tetto al prezzo del greggio russo con i principali acquirenti di greggio, come l’India, per raccogliere il sostegno a tale piano, che cercherebbe di consentire agli acquirenti di continuare ad acquistare il greggio russo, ma di limitare le entrate che la Russia riceve per tali acquisti.

 

 

Link: https://oilprice.com/Latest-Energy-News/World-News/Soaring-Energy-Exports-Send-Russias-Account-Surplus-To-Record-High.html

 

Scelto e tradotto (IMC) da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix