Lanciato l’Appello dei Cento contro il governo Draghi

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

La Redazione di ComeDonChisciotte.org riceve e pubblica il comunicato stampa del Coordinamento nazionale dei movimenti di Resistenza Costituzionale, che annuncia il lancio dell’Appello dei Cento, un documento che si auspica di dare struttura e unità alla dissidenza nazionale.

* * *

I primi cento firmatari, in rappresentanza dei movimenti che in tutta Italia si sono battuti in questi mesi contro il governo Draghi e le sue misure liberticide, lo hanno già sottoscritto.

A breve ogni cittadino potrà firmare l’“Appello dei cento” attraverso una landing page dedicata, su internet, per dare forza alla richiesta di unità che si leva nitida da tutte le piazze italiane.

L’Appello si basa su cinque punti fondamentali attorno a cui i movimenti di piazza di questi mesi possano convergere, nel rispetto dell’autonomia e dell’identità di ciascuno:

  1. il ripristino di tutti i diritti di libertà cancellati, tra cui la libertà di scelta terapeutica;
  2. il rifiuto dello stato di polizia e dei dispositivi elettronici di schedatura e sorveglianza;
  3. l’abbandono del neoliberismo e il ritorno a un’economia che assicuri giustizia sociale e redditi dignitosi per tutti, in linea col dettato costituzionale del 1948;
  4. la piena sovranità dell’Italia e quindi l’uscita dall’euro e dall’Unione Europea;
  5. la neutralità del nostro Paese, una pace vera e la fratellanza tra i popoli, e quindi l’uscita dalla NATO e dalle sue strategie geopolitiche imperiali.

La lealtà e l’impegno fattivo verso questi obiettivi comuni saranno l’architrave di una opposizione VERA che si autodeterminerà attorno ad essi, attraverso un processo costituente, dal basso, realmente democratico, il cui protagonista sarà il “popolo delle piazze” e tutti i firmatari che si vorranno aggiungere: un processo aperto alla partecipazione e al contributo di tutti, anche di quei piccoli partiti di opposizione sorti negli ultimi mesi, a patto che dimostrino quella stessa lealtà e quello stesso impegno, dando prova di saper abbandonare personalismi e ambiguità politiche.

Tutti i firmatari dell’Appello saranno chiamati a partecipare ad assemblee locali per la costruzione di una grande alleanza e di una lista unica alle prossime elezioni. Se saremo in tanti a sottoscriverlo potremo innescare un processo virtuoso, una sorta di “effetto valanga” che ci consentirà, non solo di entrare in Parlamento con candidati agguerriti approvati dalle assemblee territoriali degli attivisti, ma anche di cacciare Draghi e il suo ignobile esercito di collaborazionisti, mettendo nuovamente al centro dell’azione politica l’interesse dell’Italia e degli Italiani e non quello delle élite mondialiste e guerrafondaie che, per perseguire la loro sete di potere e di profitto, stanno cercando di portare il nostro Paese e il mondo intero verso il baratro.

“Soli siamo niente, uniti possiamo tutto!”

Il testo dell’appello all’unità dell’opposizione al governo Draghi è qui: https://www.appellodei100.it/appello
I primi firmatari: https://www.appellodei100.it/primi-firmatari
Per firmarlo anche tu: https://www.appellodei100.it/firma-anche-tu

Per maggiori informazioni potete contattare l’Ufficio stampa centrale:
Donatella Marchezzolo, 338 2548871
Cristiano Fazzini, 393 9968000
David Monticelli, 347 3607890

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x