Home / ComeDonChisciotte / LA TRACCIABILITA' DEL MORALISMO

LA TRACCIABILITA' DEL MORALISMO

DI MASSIMO FINI
ilfattoquotidiano.it

Fra le “impressionanti” misure che il governo dei banchieri si accinge a prendere viene ventilata quella di togliere di mezzo il biglietto da 500 euro o, il che fa lo stesso, di mettere una tassa, operata dalle banche per conto dello Stato, sul deposito o sul prelievo di monete di questo taglio. In un pacchetto di sigarette ci stanno 20 mila euro, in una ventiquattr’ore 6 milioni. Si vuole quindi far la lotta agli evasori, ai corruttori, ai riciclatori che si servono di questi tagli. Gli obiettivi sono nobilissimi, le vere ragioni di questo provvedimento un po’ meno.Negli ultimi mesi molti piccoli risparmiatori, temendo un crollo delle banche, hanno prelevato tutto il possibile dai conti correnti, lasciandovi il minimo indispensabile, per metterlo al sicuro in casa propria. E altri li stanno seguendo. Naturalmente questi prelievi sono avvenuti con banconote da 500, per poterli nascondere agli occhi dei ladri.

Adesso, con questa misura, il governo dei banchieri vuole impedire ai risparmiatori che temono un crac degli Istituti di credito di ritirarvi il loro denaro e imporre a quelli che lo hanno già fatto di rimettercelo. Devono rimanere ostaggio delle banche. Nella stessa direzione va la misura, molto apprezzata dalla sinistra, che vuole rendere “tracciabile” ogni pagamento al di sopra dei 300 euro o addirittura, come pretendono alcuni khomeinisti, a cui ha dato voce Milena Gabanelli qualsiasi pagamento in contanti (vedi “Carte di credito e assegni contro evasori e sommerso”, ndr).

Saremmo obbligati a tenere tutto il nostro denaro in banca. Ma le banche sono delle società private e lo Stato non può obbligarmi a tenervi il mio denaro. Io il mio denaro ho diritto di metterlo dove mi garba, di ficcarmelo anche nel culo se così mi piace. Lo Stato nasce, oltre che per amministrare giustizia, per battere moneta. Se non ha fiducia nella propria moneta non è più uno Stato.

Se uno Stato non è capace di contrastare l’evasione, la corruzione, il riciclaggio senza far pagare un pesante pedaggio ai cittadini che non sono né evasori, né corruttori, né riciclatori di denaro sporco, non è più uno Stato. Rovesciamolo assieme alle sue classi dirigenti, politiche ed economiche, che ci hanno portato a questo punto e ricominciamo da capo.

Infine non è possibile che lo Stato (che non per niente Nietzsche chiama “il più freddo di tutti i mostri“) si intrufoli attraverso la cosiddetta “tracciabilità” nella mia vita privata fino a conoscere, nel dettaglio, i miei acquisti, le mie predilezioni, i miei gusti, i miei vizi. Milena Gabanelli sostiene che “la gente comune non ha necessità di più di una cinquantina di euro alla settimana“.

Ma dove vive, in un monastero? Una buona bottiglia di vino e un pacchetto di sigarette fan già 15 euro al giorno. Il moralismo della sinistra è insopportabile. E ora capisco perché tanti, senza per questo essere dei lestofanti, votavano Berlusconi.

Perché Berlusconi, difendendo la sua libertà criminaloide, difendeva anche, per estensione, la libertà di tutti dallo strapotere dello Stato. Aridatece subito il Cainano.

Massimo Fini
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it
Link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11/26/la-tracciabilit-del-moralismo/173243/
26.11.2011

______________________________________________________

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori e in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere ritenuto responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi.
La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

– messaggi non concernenti il tema dell’articolo
– messaggi offensivi nei confronti di chiunque
– messaggi con contenuto razzista o sessista
– messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Pubblicato da Davide

  • nuvolenelcielo

    “Perché Berlusconi, difendendo la sua libertà criminaloide, difendeva anche, per estensione, la libertà di tutti dallo strapotere dello Stato”

    Caro Fini, secondo me (finalmente) ci prendi in pieno sulla simpatia e/o su tanti voti che ha preso Berlusconi.
    Sinceramente io speravo che con le sue battaglie personali contro i magistrati e i catenacci burocratici mister B. ponesse fine a quella criminalità legalizzata che è la legge, e quindi a quella mostruosità che è lo stato… Lo dicevo un po’ per scherzo ma anche un po’ sul serio, Anarchy in Italy!

  • amensa

    massimo innanzitutto cerca di non dire stupidaggini:

    “……. Lo Stato nasce, oltre che per amministrare giustizia, per battere moneta…….”.

    lo stato non batte più moneta, lo faceva con le monete aureee, ma non più ora.

    ora ha delegato il sistema bancario a fare quel lavoro….. lo stato “copre” tale sistema bancario con il “corso legale” ovvero l’obbligo per la popolazione dello stato di accettare il denaro in pagamento.

    per il resto, non sono d’accordo, anche se cercate di strillare più forte, ma per la semplice ragione che se lo stato ed i suoi apparati vogliono, di ognuno di noi possono sapere tutto cosa vogliono, anche quanti peli abbiamo sul b…..del c….o.

    quindi non è assolutamente quello che serve loro per sapere qualcosa di più di noi. Questa è una falsa scusa.

    se non ti va di tenere i soldi in banca, visto che è privata, li puoi tenere in posta !! ed è lo stesso. amen

  • Maxim

    Peccato che in Italia ci sia un evasione fiscale pazzesca che ha contribuito notevolmente allo sfascio attuale .
    Dato che non sono evasore e odio i ladri sono favorevole ad ogni misura concernente la tranciabilità’ dei soldi .

  • sandman972

    Purtroppo anche la posta sarà privata a breve…almeno, cosi sussurrano impiegati che ci lavorano dentro; cosa molto verosimile tra l’altro.

  • bysantium

    Certi commenti ( vedi anche il precedente “una riflessione sull’uso del contante”) testimoniano quanta presa faccia la shock economy, purtroppo anche fra frequentatori di un sito Come Don Chisciotte.

    Entrate pure nelle nostre tasche, favorite le banche, contollate le nostre abitudini, agevolate il consumismo ( ci siamo dimenticati le nefaste conseguenze dell’utilizzo della moneta elettronica negli USA? ).

    Nell’illusione,poi, che questo potrà servire a ridurre le tasse ( ma veramente si può essere così infantili da credere che questo sistema e in questo momento faccia qualcosa del genere? ) e non a renderci ancor più omogeneii al capitalismo americano ( v., qui sotto, Preve “il tempo della vasilina”).

    Ribadisco : nessuna causa, illusoria o meno, può giustificare la rinuncia ai diritti primari di libertà ed indipendenza che sono nella natura umana e che vengono prima di qualsivoglia utilitaristica considerazione; le conseguenze di un diverso approccio filosofico sono letali in quanto attribuiscono allo Stato un potere straordinario che, di volta in volta e di caso in caso, potrà essere gestito per conculcare le libertà.

    Non a caso il precursore di quest’idea è stato il vampiro Visco che farebbe ottima figura in una foto del Politburo sovietico.

  • misunderestimated

    Giusto, facciamoci pure tracciare i nostri scontrini in pizzeria e dal fruttivendolo mentre i ricconi col SUV e i conti svizzeri tremano di paura…

  • rosbaol

    Premesso che ho tutti i libri di Masimo Fini. Ma qui sembra stia pisciando fuori dal vaso. Di quale strpotere dello stato sta parlando? Da quando in qua l’italia ha uno stato sovrano? Dal governo (tecnico) Amato in poi, lo stato italiano non esiste più. E’ un fantoccio (come tutti gli altri stati della UE) della commissione europea. Poi, come hanno già commentato, non capisco quale fiducia dovrebbe porre lo stato in una moneta che non è sua. L’euro non è nè degli europei nè dei cittadini italiani. L’euro appartiene al mercato finanziario.
    Tu dici: “rovesciamo lo stato etc”. Lo stato italiano è stato rovesciato nel ’92, strano che un uomo dalla tua cultura e che ha scritto “Il denaro sterco del demonio” non l’abbia capito. La troppa vicinanza con Travaglio, caro Massimo, ti sta dando alla testa. Abbandonalo prima che lui abbandoni te..

  • MartinV

    Cari Italiani,

    naturalmente oggi il male dell’Italia è l’evasione fiscale… quindi ecco pronto il nostro “Patriotic Act” che ridurrà ulteriormente le libertà degli individui col pretesto di combattere il male assoluto…

    Peccato che lo stesso discorso si potrebbe fare per l’inefficienza dell’ammisnistrazione pubblica (dalla sanità a qualsiasi altro settore;..) che divora i soldi dello Stato e fornisce servizi pietosi (almeno se paragonati a quelli di altri paesi europei…).

    Quindi aspettiamo la proposta di inserire un chip sottocutaneo a tutti gli impiegati dello stato per controllare costantemente che siano sul loro posto di lavoro durante l’orario previsto…

    …e già che ci siamo mettiamolo a tutti (soprattutto a quelli che non usano il telefono cellulare, gente sospetta questi evasori dei controllo a distanza).

    Chi è contrario avrà certamente qualcosa da nascondere…

    Un caro saluto,

    vostro G. Orwell

  • backtime

    Considerato che i debiti li fa lo Stato per mantenersi, per mantenere le mire di Confindustria, per comprare armi di cui non abbisognamo essendo la nostra una Nazione che ripudia la guerra per Costituzione, tolti coloro che si ritrovano il prelievo fiscale in busta paga, beh non biasimo più di tanto se ce chi può, vedendosi non arrivare indietro in percentuale di quanto paga, si rompe i coglioni (come è giusto sia) e smette di pagare le tasse.

    NOn dimentichiamoci che, è lo stesso Stato che poi individuati gli evasori stile Valentino Rossi, che evasi più di 100milioni di euro, ne trattiene per se poco più di una decina ed il resto glie li abbuona. E’ sempre lo Stato che deve ritirare 98milioni dagli incaricati di gestione delle slot e poi per legge ne richiede appena qualche decina. E’ sempre lo Stato che trovato chi evade portando i capitali all’estero poi li fa rientrare alla ridicola mora del solo 5%, o ce lo siamo dimenticato?

    Quando il Giudice imposimato afferma che è lo Stato e chi lo gestisce a creare il debito, come gli si può dare torto!

    Non sono poi sempre i politici a nome dello Stato che permettono, nonostante Referendum abolitivi a prendersi le sovvenzioni dei partiti, pagando sugli importi una somma ridicola da riversare al fisco?

    Non sono poi sempre i politici a nome dello Stato che permettono ai giornali di prendere sovvenzioni, senza peraltro averne ritorno?

    Non sono poi sempre i politici a nome dello Stato che permettono al Vaticano non solo di non pagare il dovuto, ma addirittura gli sovvenzionano scuole, alberghi, anni santi, grandi manifestazioni religiose, stipendi dei preti/monache e professori di religione?

    NOn sono poi sempre i politici a nome dello Stato che permettono ai Sindacati di non pagare l’Ici, benche dopo il Vaticano siano i secondi immobiliaristi dentro lo Stato?

    Tolto solo quanto elencato in sovvenzioni, ci sarebbero soldi per tutti. Si pagherebbero volentieri le tasse e questo forse anche da parte di ora le evade.

    IL PROBLEMA NON E’ TANTO CHI EVADE LE TASSE, MA DI CHI SI METTE IN POLITICA E NON CONOSCE I PREZZI A CONSUMO, DI CHI FA POLITICA PER SE E NON PER LA COMUNITA’. TOLTO CHI VELA IL CIELO DI NERO OLTRE C’E’ IL SOLE PER TUTTI, PER TUTTI TUTTI.

  • kawataxi

    HA HA HA la redazione del “fattone quotidiano” si sta preoccupando, se manca B non hanno ragione di esistere, ed anche il caro travaglio se ne sta’ rendendo conto… se fossi in voi comprerei i CDS (credit defailt swap) del fatto. saluti

  • Giancarlo54

    E cosa centri questa tua affermazione con l’articolo di Fini o con la storia della volontà di Monti di abolire il contante lo puoi sapere solamente tu.
    Io pago tutte le tasse fino all’ultimo millesimo di euro ma non sopporto che, per ragioni chiarissime, lo stato o chi per lui, mi debba dire come, quando e perchè devo spendere i miei soldi. E’ evidente a tutti, persino a te, che con la storia del pagamento elettronico si vogliono favorire le banche ed impedire le code agli sportelli per ritirare il proprio denaro. Dovrebbe essere evidente a tutti, anche a te.

  • Giancarlo54

    E cosa centri questa tua affermazione con l’articolo di Fini o con la storia della volontà di Monti di abolire il contante lo puoi sapere solamente tu.
    Io pago tutte le tasse fino all’ultimo millesimo di euro ma non sopporto che, per ragioni chiarissime, lo stato o chi per lui, mi debba dire come, quando e perchè devo spendere i miei soldi. E’ evidente a tutti, persino a te, che con la storia del pagamento elettronico si vogliono favorire le banche ed impedire le code agli sportelli per ritirare il proprio denaro. Dovrebbe essere evidente a tutti, anche a te.

  • casumarzu

    Caro Massimo
    vedi i post che ti hanno inviato ,hanno l’ardire alcuni di scrivere, gente stolto ignorante e per questo democratica – Ma come pensano di salvarsi
    dalla loro stupidità – Lo Stato moderno è più criminale – ha maggiori servitori ma con il permesso della parola.

  • casumarzu

    se sei uno che paga le tasse sei un incapace – non sai assumere la tua autodifesa
    fai mea culpa e taci – Se hai tutti questi soldi per pagare le tasse vai
    a lezione da un allievo di Auriti G . magari prima di morire ti illumini.
    senza rancore –

  • rosbaol

    Guarda che l’ho letto anch’io “Sudditi”. Ma non ho capito a quale Stato si riferisce Massimo Fini in questo articolo. Lo Stato moderno, per quello che ne so, non esiste più da vent’anni. Che le elezioni siano una farsa lo so da un bel po'(infatti a votare non ci vado) e che i privati hanno fatto tuto quello che era possibile fare in Italia è sotto gli occhi di tutto. Come fa uno come Fini a confondere Berlusconi con un liberale poi, non si capisce. Berlusconi è figlio dello statalismo Craxiano. E si è visto benissimo.

  • robby

    meno male che il mio conto è praticamente sempre smunto….

  • Maxim

    ca**** posti 2 volte lo stesso messaggio ?

  • cris79

    Non ci vuole un genio a capire che quando parla di berlusconi “liberale” è solo un eufenismo a confronto di chi è arrivato ora. Come a dire: “attenzione questi sono molto peggio!!”

    Posso capire i lettori del Fatto dove basta la parola Berlusconi=Il male di tutti i male…i lettori di CDC no!

    …Ma ci siete o ci fate?!

  • Maxim

    Mi sa che molti qui la pensano come te

  • renato2712

    dammi retta cambia sito intanto non capisci un c….o

  • Allarmerosso

    non dice che lo stato batte moneta , dice che lo stato è nato ANCHE per battere moneta !

  • Allarmerosso

    Sta parlando dello strapotere che lo Stato DOVREBBE avere …. sta parlando di uno Stato degno di questo nome , sta mettendo in maniera sottointesa quelloc he ormai non lo è più …. spero tu non abbia letto tutti i suoi libri come hai letto questo articolo.

  • rosbaol

    Credo di aver letto bene: “una tassa operata dalle banche per conto dello Stato”. No, è una tassa dello stato per conto delle banche. Che è diverso. E poi, non è lo Stato che mi obbliga a tenere i quattrini in banca. Sono i banchieri che chiedono, attraverso il pseudo potere dello Stato di farlo. Dal momento che lo Stato non esiste più, allora non c’è nessuno Stato da criticare nè nel bene nè nel male. Forse è Massimo Fini che ha scritto male ciò che voleva intendere. In altre parole, non puoi criticare un potere che non esiste. Il fatto che io lo stimi come intellettuale, non mi impedisce di essere critico quando scrive un qualcosa che non approvo. Mi piacciono i suoi libri, ma non sono un suo fan.

  • rosbaol

    Nè l’uno nè l’altro. Come ho già scritto in un commento precedente, Fini critica un potere che non esiste più (a mio parere) da vent’anni: lo Stato. Per tranquillizzarti, non considero Berlusconi il male di tutti i mali, anzi, per me il partito più disastroso in assoluto in Italia è stato ed è il PD (ex Ulivo, ex PDS,ex PCI, ex tutto). Sta tranquillo, nonostante un infanzia con Bonolis, non sono ancora rincoglionito del tutto.

  • ericvonmaan

    La cosa triste di 40 anni di mafiosi e ladri al governo è che siamo arrivati al punto da pensare che sia meglio essere governati da un computer in stile Orwell… ce ne accorgeremo tutti che “si stava un caxxo meglio quando si stava peggio”.

  • ericvonmaan

    Comunque un consiglio per tutti: tenetevi 1000 Euro (o più se potete) in taglio piccolo, in casa. Se bloccano i bancomat e i pos ATM per qualche settimana come in Argentina nei primi giorni del default voglio vedere come farete la spesa e riempirete il serbatoio alla macchina. Meglio esagerare in prudenza che trovarsi completamente nella merda

  • RicBo

    Straquoto rosbaol !!!

  • cris79

    “Fini critica un potere che non esiste più (a mio parere) da vent’anni: lo Stato”

    Attenzione,Fini dice il governo dei banchieri. Più chiaro di così!

    “Sta tranquillo, nonostante un infanzia con Bonolis, non sono ancora rincoglionito del tutto.”

    aahhaaa! ormai siamo come una riserva indiana in via di estinzione. 🙂

  • xcalibur

    La Gabanelli stavolta ha toppato…
    Mafiosi e grandi criminali in genere non hanno problemi a riciclare i loro soldi sporchi potendo contare su appoggi ad alto livello dentro il sistema finanziario.
    Misure come la riduzione o addirittura l’ abolizione completa del contante invece, oltreche’ colpire il povero vecchietto che tiene i risparmi sotto il materasso,
    sono pensate per proteggere le banche in vista di un piu’ che probabile prossimo assalto agli sportelli.

  • Giancarlo54

    Così almeno capisci meglio!

  • Giancarlo54

    La Gabanelli, ultimamente, toppa di frequente. Per me è in malafede.