Home / ComeDonChisciotte / LA SOCIETA' REALE, I SUOI ORGANI E LE LORO FUNZIONI

LA SOCIETA' REALE, I SUOI ORGANI E LE LORO FUNZIONI

DI MARCO DELLA LUNA

La mia opera di ricerca e saggistica è complessivamente rivolta allo studio e alla comprensione del potere, ossia alla comprensione dei metodi di dominazione e sfruttamento della società. Per designare questo ambito di studio, ho coniato il termine “cratesiologia”, dal Greco kratèsis, ossia dominazione. Quanto segue è un disegno generale della società reale, dei suoi organi e del suo funzionamento. Non si basa su ciò che dovrebbe essere, ma su ciò che effettivamente è.

La società è dominata dal cartello dei possessori del sistema monetario e finanziario, articolato in banche centrali nazionali, banche centrali sovranazionali, BIS, IMF, WB, WTO, i quali, all’insaputa della popolazione generale, che non ha cognizione di quanto sotto:

a)mediante il signoraggio (primario e secondario) e il meccanismo del debito infinito, estraggono dalla popolazione generale il potere di acquisto;

b)mediante il controllo del money supply e dei tassi di interesse inducono alternatamente espansioni e contrazioni dell’economia per

ba) costringere imprese, stati e risparmiatori alla svendita degli assets e rastrellarli a prezzo vile, così da impadronirsi dell’economia reale;

bb) imporre riforme socioeconomiche funzionali al loro schema;

bc) imporre agli stati l’assunzione di debiti che li renderanno dipendenti dal sistema bancario;

bd) destabilizzare governi che si oppongano al loro schema;

c) mediante il possesso di sistemi bancari (come il SEBC) e circuiti di clearing globali (Clearstream), tutti immuni da indagini e controlli anche giurisdizionali, e grazie ai paradisi fiscali,

ca) trasferiscono in modo invisibile i proventi del signoraggio, del narcotraffico e di altre transazioni;

cb) eseguono liberamente versamenti a scopo di finanziamento, aggiottaggio e influenzamento di politici, magistrati, pubblicisti etc.;

d) mediante l’esercizio del rating finanziario di soggetti e di titoli sia pubblici che privati, consentono maxitruffe finanziarie, dirigono gli investimenti, aggravano o alleviano il costo del servizio del debito, sabotano o agevolano i bilanci.

e) mediante il finanziamento o la proprietà diretta di scuole di economia, la sovvenzione di ricerche, pubblicazioni, congressi in materie economiche, il pagamento diretto di economisti, condizionano e limitano la conoscenza e la comprensione generale dell’economia, dei suoi strumenti, e specificamente dei rapporti tra controllo della moneta e vicende macroeconomiche.

Ho descritto tali attività nei libri Euroschiavi (Arianna Macroedizioni) e La Moneta Copernicana (Nexus Edizioni).

I governi e i presidenti della repubblica (se diversi dal capo del governo) hanno la funzione di assicurare la coerenza delle varie politiche nazionali effettive con gli interessi e le direttive del cartello monetario.

I parlamenti svolgono le seguenti funzioni:

a) legittimare il sistema di potere effettivo facendolo derivare dalla volontà del popolo sovrano e non lasciar vedere il reale sistema di potere;

b) assumersi la responsabilità politica e morale degli insuccessi, delle ingiustizie, delle inefficienze, fornendo cosi una copertura al potere reale;

c) approvare le leggi di bilancio che legittimano l’inutile indebitamento pubblico verso il cartello monetario per finanziare la spesa pubblica, e che autorizzano il prelievo fiscale;

d) approvare le leggi e le riforme utili agli interessi bancari;

e) trasferire la sovranità economica dallo Stato a soggetti sovrastatali autocratici, come BCE, WTO, IMF, WB, BIS, esenti da controllo dal basso e giudiziario;

f) sfogare le tensioni politiche della popolazione generale;

g) i parlamentari vengono ricoperti di privilegi e messi al riparo dalle sorti della popolazione generale affinché siano fedeli a queste funzioni.

La giustizia svolge le seguenti funzioni:

a) non quella di tutelare effettivamente la legalità (in questo senso l’efficienza della giustizia penale italiana è di circa l’1%), ma

b) creare e mantenere l’impressione popolare che l’ordinamento (quindi il potere esercitato) sia complessivamente legittimo e capace di imporsi, in modo che la popolazione generale lo accetti;

c) insabbiare, coprire o evitare di indagare le vicende e le illegalità più rilevanti e disturbanti;

d) scoraggiare, diffondendo un senso di ineluttabilità, le istanze di giustizia e legalità reali;

e) colpire con indagini, accuse e provvedimenti strumentali le attività politiche ed economiche contrarie agli interessi dominanti;

f) i magistrati vengono muniti di privilegi affinché siano fedeli a queste funzioni.

Ho descritto tali funzioni nel saggio Le Chiavi del Potere (Koinè Nuove Edizioni).

I capi politici e sindacali svolgono le seguenti funzioni:

a) apportare al sistema il consenso della popolazione generale, raccogliendolo dietro le varie bandiere ideologiche;

b) far sfogare le tensioni e le animosità sociopolitiche, neutralizzandole e contenendo la lotta politica entro limiti gestibili;

c) creare un’apparenza di opposizione, di alternanza al potere e di democraticità del sistema;

d) sostenere l’aspettativa di possibili riforme;

e) in cambio dello svolgimento di questa funzione, essi possono attingere denaro pubblico, assicurarsi rendite, conseguire posizioni di relativa impunità e di relativo potere.

La scuola e i mass media svolgono le seguenti funzioni:

a) fornire una determinata visione e concezione del mondo;

b) circoscrivere l’ambito di ciò che la parte non dominante della popolazione può conoscere e comprendere;

c) prevenire la comprensione del reale funzionamento della società e dell’economia;

d) formare personalità professionali convinte delle conoscenze ricevute e del ruolo assegnato;

e) trasmettere e instillare valori, obiettivi, timori, speranze, interpretazioni dei fatti;

f) creare quando necessario allarme o sdegno o paura nella popolazione generale, onde farle accettare riforme impopolari o costose, o guerre (V. Iraq);

g) impedire lo sviluppo delle capacità di pensiero critico e autonomo, favorendo lo sviluppo di quello dipendente e gregario;

h) in generale, suscitare comportamenti e atteggiamenti funzionali al sistema e oscurare o screditare o criminalizzare quelli contrari.

La ricerca scientifica e tecnologica svolge, tra le altre, le seguenti funzioni:

a) studiare e mettere a punto metodi di produzione del consenso, di induzione di comportamenti sociali, di manipolazione mentale e biologica, collettiva e individuale – a tale attività ho dedicato il saggio Neuroschiavi (Macroedizioni);

b)elaborare e diffondere false concezioni soprattutto nel campo economico, onde impedire la comprensione delle reali operazioni macroeconomiche, consentire le megatruffe e il rastrelllamento del potere d’acquisto ai danni dei risparmiatori, dei lavoratori, degli investitori,

La popolazione generale svolge le seguenti funzioni:

a) produrre ricchezza;

b) assorbire la produzione;

c) pagare le tasse;

d) affidare il risparmio al sistema finanziario;

e) legittimare il sistema col voto;

f) fornire combattenti in caso di guerra;

g) fornire masse d’urto in caso di rivoluzione.

La società organica effettiva è oligarchica, ossia guidata dal suo vertice. Solo il vertice ha adeguata informazione e conoscenza della realtà. La popolazione generale non capisce, non apprende, non si evolve, anzi resta sempre più indietro rispetto all’avanzare degli strumenti scientifici e tecnologici, che vengono usati anche su di essa a sua insaputa per controllarla.. Essa vive, lavora, risparmia, investe, vota, etc., nella complessiva incomprensione ed ignoranza della realtà. Gran parte del valore del suo lavoro le viene asportato con strumenti che non capisce. Riceve informazioni e suggestioni strumentali alla sua gestione da parte dell’oligarchia. Democrazia e legalità sono apparenze più o meno adeguatamente costruite e mantenute. Il parlamento ha la precipua funzione di responsabilizzare giuridicamente il popolo per le scelte compiute da altri a spese del popolo stesso. L’oligarchia oggi si differenzia dal resto della società per ricchezza, potenza e conoscenza. Ma stanno divenendo disponibili strumenti tecnologici con i quali potrà differenziarsi anche biologicamente e genomicamente, dotandosi di tratti di superiorità. Una volta che questo tipo di differenziazione sia stato istituito, la separazione del vertice dalla base sarà irreversibile e avremo una situazione del tutto analoga a quella del pastore rispetto al suo gregge.

Attraverso istituzioni come l’IMF, la WB, il WTO, la BCE, la BIS e altre, è in avanzata fase di esecuzione un processo di coalescenza e di fusione delle varie oligarchie, a livello globale. Una volta che sia compiuto, le oligarchie non avranno più bisogno di avere, ciascuna, masse di lavoratori-consumatori-combattenti dietro di sé, da usare per contendersi i mercati e i territori. A quel punto sarà possibile affrontare e risolvere il problema ecologico globale, attraverso due principali operazioni :

a) eliminare il modello consumista;

b) ridurre rapidamente la popolazione mondiale entro limiti di ecosostenibilità

c) rinforzare gli strumenti tecnologici di controllo sociale e ridurre i diritti civili e le garanzie giudiziarie, per impedire il contrasto popolare di tali operazioni.

Le attuali crisi finanziarie programmate e recessioni indotte, assieme ai rincari delle derrate alimentari e al taglio delle relative produzioni, e unitamente all’accrescimento degli strumenti tecnologici e giuridici di controllo e repressione, si devono analizzare alla luce di questa ipotesi.

Marco Della Luna
Fonte: http://marcodellaluna.info/sito/
Link: http://marcodellaluna.info/sito/?p=76
25.12.08

Pubblicato da Davide

  • pablobras

    Questa lettura collima moltissimo con la mia. Quindi ?
    Si salvi chi può……

  • Saysana

    Della Luna non poteva essere piu’ conciso ed esauriente nel presentare la reale situazione odierna.

    Purtroppo le armi per combattere tutto questo sono poche, anzi l’unica vera arma sarebbe un risveglio collettivo della popolazione mondiale ma, visto che lo sanno anche loro, hanno gia’ ben pensato a come controllare anche questo aspetto.

    Saranno tempi duri, molto duri.

  • Earth

    I commenti depressivi come quelli di pablobras non li sopporto piu’. Il si salvi chi puo’ te lo puoi tenere benissimo per te, al posto di spaventare la gente tira fuori le soluzioni e applicati per queste, visto che queste cose gia’ la sapevi…

  • idea3online

    Ma stanno divenendo disponibili strumenti tecnologici con i quali potrà differenziarsi anche biologicamente e genomicamente, dotandosi di tratti di superiorità. Una volta che questo tipo di differenziazione sia stato istituito, la separazione del vertice dalla base sarà irreversibile e avremo una situazione del tutto analoga a quella del pastore rispetto al suo gregge.

    PERO’, PERO’ PERO’:

     

    Giovanni 10,12

    Il mercenario invece, che non è pastore e al quale le pecore
    non appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge e il lupo le
    rapisce e le disperde;

     

     

    Giovanni 10,11

    Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per
    le pecore.

     

     

    Ebrei 13,20

    Il Dio della pace che ha fatto tornare dai morti il Pastore
    grande delle pecore, in virtù del sangue di un’alleanza eterna, il Signore
    nostro Gesù.

  • brontomauro

    Articolo snello ed esaustivo.
    Per resistere ai terribili attacchi cui siamo sottoposti (attacchi che vanno dal piombo fuso sui palestinesi al continuo bombardamento televisivo che squaglia i cervelli) dobbiamo rispondere senza usare le armi del nemico (anche perché simili armi non abbiamo). Il potere nel momento in cui si concentra e non si decentra diventa inumano, si slega dalla volontà umana, prende vita autonoma e comincia a divorare tutto compresi gli stessi detentori del potere che fanno quello che fanno anche per non essere divorati dalla loro stessa creatura. Siamo di fronte ad un mostro biologico-meccanico che segue le sue regole, la sua natura, il suo appetito ed è incapace di immedesimazione quindi di pietà. Davanti ad un simile mostro, ipertrofico Leviatano, una delle poche armi utilizzabili è l’Umano. Il mostro distrugge ciò che è diverso da lui, l’Umano cerca di conoscerlo. Il mostro non parla con chi non è dalla sua parte. L’Umano dialoga col Tutto. Il mostro obbliga le persone con la violenza o la corruzione a stare dalla sua parte. L’Umano attrae le persone senza doverle comprare. Siamo pecore tra i lupi ma se sappiamo di esserlo anche la morte non può sconfiggerci. Una cosa abbiamo che nessuno ci può togliere: lo spirito. Non ce lo possono togliere ma possono guastarlo, avvelenarlo e renderlo debole e confuso. Questo non si deve permettere: lo smantellamento dello spirito umano.

  • bstrnt

    oramai penso che non ci sarà più tempo per nessuno, il tempo è oramai scaduto!
    Prevedibile nel breve-medio termine un collasso globale, con le relative implicazioni che questo comporta e probabile ritorno ad una economia tribale.
    Governare una transizione indolore da “pianeta dei folli” a “pianeta dei saggi” è una missione impossibile, soprattutto in seguito alla lobotomia mediatica pervicacemente instaurata negli ultimi lustri.
    Marco Della Luna parla di economisti e politici venduti, ma a mio avviso non sono venduti, sono proprio stupidi, di una stupidità ben celata dietro alla loro supponenza, ma evidente a chiunque abbia una minima dimestichezza con le leggi della fisica del nostro universo.
    Certo nello scritto, lapidariamente si forniscono due soluzioni impellenti: diminuzione della popolazione mondiale, economia della necessità e non dei consumi; sulla terza soluzione sarei assolutamente in disaccordo.
    In Italia siamo sulla buona strada per la diminuzione della popolazione, con una natalita di 1,29 per coppia nel giro di tre generazioni ci troviamo con circa il 25% della popolazione attuale, se applicato su scala mondiale, nel giro di tre generazioni potremo definire di aver raggiunto l’obiettivo, ma le menti scatenate del “pianeta dei folli” vagheggiano su qualche pandemia, magari autoalimentata, per decimare la popolazione….
    Su questi presupposti si può ancora sperare che il genere umano possa aver futuro?

  • bstrnt

    Saranno pure insopportabili, ma sono la realtà!
    Prova a fornire tu a una popolazione lobotomizzata, le conoscenze e gli strumenti per risolvere questa equazione a n incognite con n tendente a infinito!
    Un esempio?
    La truffa ai cittadini italiani chiamata Alitalia, per molti è ancora una operazione di alta finanza!
    E a proposito di tirar fuori soluzioni, un certo Mikail Khazin nel 1998 aveva previsto il collasso dell’Unione Sovietica ed è stato licenziato in tronco dall’ubriacone allora al potere, nel 1999 aveva previsto l’ennesimo collasso per l’occidente, ma poiché era una Cassandra, nessuno si è degnato minimamente di verificare le sue teorie, tanto era un matematico e le sue conclusioni derivavano da una simulazione mtematica, mica un economista con le sue idee ampollose, contorte e con poche basi scientifiche … ed eccoci oggi, anche noi, sul bordo dell’orizzonte degli eventi di quello stesso buco nero che ha sconvolto nel 1999 la Russia.
    Trova te una soluzione se sei capace! (parafrasando una nota canzone di Guccini).
    Poi una volta trovata, trova pure qualcuno che sia in grado di farla funzionare! (mission impossible!)

  • pablobras

    Grandee !! qualcuno che non è solo chiacchere e vuole passare all’azione , e con un nome così, Earth,mi sembre che la madre terra mi sproni ad agire per salvarla da noi stessi e salvandoci evolvendo in meglio. In me non c’è niente di depressivo,il futuro non mi fa paura,ansi ben vengano tempi duri….così i duri cominciano a giocare. Perchè tutto altro non è….che il gioco maximo.
    E poi che dici che spavento la gente….è talmente narcotizzata ….magari cominciasse a rendersi conto , il sistema sarebbe costretto a dare più carote per tenere tranquilla la gente….o più bastonate?
    Comunque per passare all’azione io conto per uno….se vogliamo unire le forze possiamo.

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?
    Dov’era quando l’ho pubblicata?

  • sultano96

    Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?
    Dov’era quando l’ho pubblicata?

  • ericvonmaan

    Si il mondo funziona così. Speranze ne abbiamo poche. Credo che l’unica arma che abbiamo sia DIFFONDERE INFORMAZIONE E CONSAPEVOLEZZA in quante più persone possibile. Finchè ce lo lascieranno fare. E non demordere anche quando ci rendiamo conto che il 90% delle persone… lasciamo perdere.

  • lino-rossi

    caro Marco, volevo acquistare il tuo ultimo libro scritto a due mani con Nino ma, da quanto scrivi, vedo purtroppo che ancora brancoli nel buio più profondo sulla questione monetaria.
    dalla recensione si poteva intuire che ti fossi ravveduto, invece …

    è un vero peccato che insisti nel buttare al macero le tue numerose intuizioni ed il tuo impegno.

  • brontomauro

    Non capisco cosa vuol dirmi. Non so dov’ero quando ha pubblicato “fiscalità monetaria” perché non so quando Lei ha pubblicato tale libro e non capisco perché dovrei saperlo. E il suo tono non mi piace, sa tanto di lei non sa chi sono io ed è forse una saggia ignoranza. Arrivederci.

  • biopresto

    “Perchè non legge la “fiscalità monetaria” o la commenta, qualora l’avesse letta, invece di esibirsi in simili esternazioni?”

    Sultano mi sembra un disco rotto ………… potrebbe almeno dire dove la si può leggere ? grazie

  • Earth

    Ottimo se si vuole aggiungere qualcun altro ben venga, mandami la tua email tramite un messaggio privato cosi’ non potra’ essere salvata da loro quando scansionano il web, ti dico subito che dobbiamo utilizzare un programma che ci permette di criptare i messaggi, perche’ tramite internet un malintenzionato, puo’ sapere tutto di tutti.

  • Earth
  • asterix

    ma perchè insisti tanto nel negare l’evidenza?

  • pablobras

    …è vero che è meglio ammazzarli da piccoli…ma noi siamo atomi…hai voglia di di starnazzare ….quelli non ci cagheranno fino ad un punto che neanche riusciremo mai ad arrivare.
    Però è solo combattendo che siamo liberi e pienamente noi stessi.
    Comunque vada vale la pena tentare.
    Cominciamo pure dal fondo , poi salendo si vedrà.

  • myone

    La finanza e tutto il suo sistema arriva a quello che si puo’ vedere e si considera. Ma anche questo e’ frutto dell’ intento dell’ uomo, e ne rispecchia il tutto, ed e’ applicabile anche senza questo sistema, ovvero in altri sistemi o modi.

    IL fatto sta’ che finche’ non c’e’ una coscenza di cosa sia la finanza e il suo fine, la finanza sara’ solo di potere e di speculazione, nonche’ di anarchia controllata della distruzione.

    Il bello del tutto, e’ che tutti, oltre che per vivere e sopravvivere del sistema stesso, eleggono rappresentanti che continuano in tal senso, e sopratutto, lasciano risparmi alle banche, e investono pure in titoli, per vedere se il colpo riesce pure a loro come riesce agli altri.

  • lino-rossi

    chi innalza la bandiera del signoraggio (primario e secondario) dimostra solo di essere un analfabeta di Economia Politica. equivale a dire che esiste la befana.
    la truffa c’è ma è assai più occulta e subdola. chi nomina quelle parole si autosqualifica, dimostrando a tutti la sua immane ignoranza. e soprattutto dimostra di parlare a vanvera; come si fa a capire quando MDL parla a vanvera e quando no?

  • lino-rossi

    http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=1425
    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&thold=-1&mode=flat&order=0&sid=4379

    l’ho spiegato almeno in 10 maniere diverse, ma se non ti è chiaro qualcosa sono disponibile a rispondere alle tue domande. chi sostiene l’esistenza del signoraggio ragiona in maniera superficiale alla stregua di Aristotele sull’inerzia. http://it.wikipedia.org/wiki/Principio_di_inerzia

  • sultano96

    Non ho pubblicato alcun libro dal titolo citato, ho proposto nel forum, alcuni giorni addietro, una discussione in tal riferimento.
    La fiscalità monetaria è un capitolo del progetto antropocratico a firma di Nicolò Giuseppe Bellia, compulsabile sul suo sito.
    Dal momento che in quest’ospite, escluso Lino Rossi, quando si affrontano temi economici, tutti avvanzano critiche senza proporre alcunchè, ho addottato un atteggiamento provocatorio per cercare di stanare il ragno dal proprio buco.
    Frequentando la rete, se ne avevo bisogno, ho realizzato che quasi la totalità degli internauti copulano nel parlarsi addosso, sperma sterile che non porta ad alcun risultato significativamente reale.
    Ho già dichiarato, in altre occasioni, che il fatto sta a dimostrare la paura intima che governa tutti coloro che si recano a votare ad ogni tornata elettorale, perchè se fossero forti nelle proprie convinzioni, espresse a parole, NON avrebbero timore di alcunchè, cosi facendo confermano, alla classe dominante, la loro sudditanza psichica.

  • sultano96

    Ringrazio Earth che le ha già offerto il riferimento e le propongo, con umiltà, di leggere ciò che ho risposto a brontomauro, per capire meglio la questione.

  • asterix

    1. Chi detiene ed esercità la sovranità monetaria, lo Stato in nome e nell’interesse di tutta la collettività o il sistema bancario privato in nome e nell’interesse privato suo proprio?

    2. E’ vero o è falso che per ogni euro emesso e posto in circolazione la collettività o i singoli si indebitano di un euro mentre il sistema bancario si arricchisce di un euro?

    3. E dunque gli interessi del cartello bancario sono coincidenti o antagonisti e irreconciliabili con quelli della collettività?

    C’è veramente poco da arzigogolare attorno a queste macroscopiche evidenze

  • lino-rossi

    1. Chi detiene ed esercità la sovranità monetaria, lo Stato in nome e nell’interesse di tutta la collettività o il sistema bancario privato in nome e nell’interesse privato suo proprio?

    le banche centrali operano su delega degli Stati. è vero che nella sostanza è come dici tu e che va ristabilita la piena sovranità pubblica SOSTANZIALE.

    2. E’ vero o è falso che per ogni euro emesso e posto in circolazione la collettività o i singoli si indebitano di un euro mentre il sistema bancario si arricchisce di un euro?

    COMPLETAMENTE FALSO.
    hai letto i link che ti ho indicato?

    3. E dunque gli interessi del cartello bancario sono coincidenti o antagonisti e irreconciliabili con quelli della collettività?

    è vero ed hai ragione, ma nel momento in cui ti sputtani con la boiata di cui al punto precedente sarai sempre e solo un ciarlatano.

    C’è veramente poco da arzigogolare attorno a queste macroscopiche evidenze.

    APPUNTO!!!

  • brontomauro

    Alcuni giorni addietro ero a lavorare nei campi per estirpare vecchie piante di vite. L’ultima volta che ho votato era il 1999. Essendo poco preparato in materia di fiscalità non ho avanzato critiche, ho esposto la mia maniera di resistere che si basa sul far affidamento su quello che ho: la mia coscienza. Non è facile mettersi a studiare economia quando si è stretti in uno stato di necessità che obbliga al lavoro. Il suo è un modo di fare da professore, quel genere di atteggiamento che allontana il 60 per cento degli italiani dalla scuola e dalla lettura.

  • asterix

    Come può essere vero il punto 1. e falso il punto 2.?

    O sono veri entrambi o sono falsi entrambi!!

  • essenziale

    PER LINO- ROSSI….Egregio lino-rossi, già abbiamo avuto uno scambio tempo fa, ed ora leggendola mi rendo conto che lei non ha ancora capito (mi auguro in buona fede) la SOSTANZA DEL PROBLEMA SIGNORAGGIO primario e secondario: che è l’APPROPRIAZIONE DI POTERE DI ACQUISTO. Desidererei, se può e vuole, che lei si sforzasse di capire il meccanismo che sta alla base del fenomeno, la sostanza politica e sociale, il gioco di prestigio, semplice e dirompente. Il gioco del DEBITO è sempre lo stesso (vedi enti locali indebitatissimi, trasmissione REPORT RAI 3), cambiano le forme, ma la sostanza è la stessa. Lei sa benissimo che non c’entra nulla il problema degli interessi, questi sono spiccioli che poi (nel caso di signoraggio primario) oltretutto tornano allo Stato, ma il nucleo della questione è il montante, ciò che lo Stato (ed ora anche i Comuni, Provincie, Regioni, ossia NOI) dovrà RESTITUIRE, dovremo restituire VALORE REALE ovverosia POTERE D’ACQUISTO, che è stato creato dalla collettività, cioè da NOI. I TITOLI PUBBLICI, che nel frattempo girano, i mutui concessi agli Enti pubblici, DOVRANNO ESSERE PAGATI, alla scadenza, CON DENARO CHE NON é PIU’ CARTA O NUMERETTI AL COMPUTER, MA CARTA CHE INGLOBA REALE VALORE, la banca vende carta con un numeretto impresso, e intasca VALORE REALE: questo è il problema, in questo sta la continua EMORRAGIA! Lo si è ripetuto in tutte le salse…. Se Ella non è d’accordo, liberissimo di esserlo, ma non TACCI GLI ALTRI DI IGNORANZA O MALAFEDE….

  • biopresto

    professori o no il sultano ed il rossi avanzano proposte tipiche di chi non ha capito un tubo dell ‘essere umano

  • Earth

    Parole sante

  • Earth

    vai qua, leggiti le risposte di di lino-rossi il Lunedi 29 Dicembre 2008 (8:50) e leggiti anche i link da lui riportati comprese le note—– https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5403 ——

  • sultano96

    La ringrazio della sua risposta che mi lascia basito, dal momento che sono un imprenditore agricolo. Mi scuso con tutti gli altri che mi leggono in considerazione del fatto che ho ripetuto alla nausea il tipo di attività lavorativa che svolgo. Devo avere delle zolle particolarmente intelligenti se mi hanno indotto ad affinare un’espressione professorale.
    Sono dell’avviso che sia la fiscalità che l’economia siano due cose semplici, le complicano coloro che nutrono sentimenti ed atteggiamenti proditori, con l’unico intento di comportarsi da “caporali” come Totò insegna! Io e lei NON avremmo nessunissimo problema nel relazionarci, dal momento che operiamo nello stesso ambito e dovremmo essere riconosciuti come gestori dell’ambiente e della salute dei cittadini, con adeguato compenso, invece tutte le risorse sono dirottate nel welfare. Qui mi taccio perchè darei, diversamente, l’abbrivio ad una incommensurabile quantità di altre tematiche.
    Con simpatia e cameratismo.

  • sultano96

    Perchè non applica una buona dose di sanmaritanesimo e non ci illumina lei, circa l’essena dell’essere umano, invece di ingrossare le già nutrite schiere degli inconcludenti critici?

  • lino-rossi

    ovviamente intendo dire che, esponendosi con affermazioni non rigorose, si passa inevitabilmente dalla ragione al torto.

    è vero che se la gente capisse il sistema monetario degli ultimi 30 anni (identico a quello degli anni’20, quando Henry Ford fece la sua famosa affermazione) farebbe la rivoluzione (se non si fosse bevuta il cervello con la TV). ti pare “corretto” che la moneta ci venga data sempre e solo “a debito”? sicuramente NO!
    infatti la corretta politica monetaria, quella che abbiamo avuto in Italia dagli anni ’30 al settembre 1979, prevedeva parecchia moneta non indebitante.

    1. Chi detiene ed esercità la sovranità monetaria, lo Stato in nome e nell’interesse di tutta la collettività o il sistema bancario privato in nome e nell’interesse privato suo proprio?

    formalmente lo Stato; in realtà il sistema bancario privato.

    2. E’ vero o è falso che per ogni euro emesso e posto in circolazione la collettività o i singoli si indebitano di un euro mentre il sistema bancario si arricchisce di un euro?

    FALSO perchè le banconote in circolazione, che costituiscono insieme ai depositi della RO di liquidità la base monetaria, sono un FALSO DEBITO. si scambia la carta del titolo del debito pubblico con la carta delle banconote; carta contro carta. gli interessi che vengono spesi per la Base Monetaria ci vengono restituiti. vedi banana central bank.
    la magagna c’è e bella grossa, ma non si chiama signoraggio che centra nulla, ma si chiama PESSIMA POLITICA MONETARIA fatta nell’interesse delle banche private a discapito dei cittadini, come VICEVERSA dovrebbe essere.

  • biopresto

    vada sul forum nel suo articolo sulla fiscalità monetaria
    saluti

  • brontomauro

    Non è che ha un buon motocoltivatore usato da vendere?

  • asterix

    2. E’ vero o è falso che per ogni euro emesso e posto in circolazione la collettività o i singoli si indebitano di un euro mentre il sistema bancario si arricchisce di un euro?

    “FALSO perchè le banconote in circolazione, che costituiscono insieme ai depositi della RO di liquidità la base monetaria, sono un FALSO DEBITO. si scambia la carta del titolo del debito pubblico con la carta delle banconote; carta contro carta……”

    Quindi, secondo questo quantomai capzioso ragionamento, se io prendo in prestito una banconota di 100 euro e in cambio dò una cambiale di 100 euro ho contratto un FALSO DEBITO dato che ho scambiato carta contro carta!!!!

  • dadin

    MAI VISTO UNA SPIEGAZIONE E ELENCAZIONE COSI’ PERFETTA DI COME FUNZIONA L’INGANNO GLOBALE!
    GRANDE DELLA LUNA!!!!!!!!!!!!

  • alez

    ottima analisi del presente,
    anche se si stenta un po’ a credere ad alcune previsioni sul futuro:

    es “differenziarsi anche biologicamente e genomicamente, dotandosi di tratti di superiorità”, “eliminare il modello consumista”.

    sul “superuomo” è + facile che facciano casini…

    quanto all’abbandono del modello consumista, se non ci danno + perline ed acqua di fuoco, come fanno a controllarci? difficile pensare che rinuncino al singolo fattore più importante di controllo (secondo forse solo alla sovranità monetaria)

    che fare? OPERATIVAMENTE

    Sempre più rischioso il “diritto” a manifestare.
    Sempre più improponibile la via “legale” per ottenere giustizia.
    Sempre più falsa l'”informazione” sulla quale i cittadini costruiscono le proprie opinioni – ormai programmati negano l’evidenza anche della migliore “controinformazione”
    Rivoluzione armata? In Italia? E ammesso e non concesso, e dopo?

    Non rimane che organizzarsi sull’unico punto debole del sistema:
    *** I SOLDI ***
    Levare i soldi dalle banche, usare monete complementari, non indebitarsi, baratto, banche del tempo, via il superfluo (auto, telefonini, sigarette, alcoolici, calcio, tv, enalotto, griffe, viaggi …), autoproduzione, riutilizzo e riparazione, società di mutuo soccorso.

    Basta piagnistei, diventiamo operativi ORA.

    Se stasera spengo la TV e vado dal vicino a cambiargli una guarnizione del rubinetto, ho fatto una mini rivoluzione:
    1) abbiamo fatto economia reale, e sottratto 60-100 euri ai banchieri
    2) abbiamo evitato di farci riprogrammare il cervello, almeno per stasera
    3) ho iniziato a costruire una rete di fiducia con una persona che non avrei mai avvicinato con un discorso “politico” o controinformativo. Conquistata la fiducia, si potrà anche poi parlare di politica.
    4) è un risultato immediato, OGGI, ormai consolidato, non a rischio di repressione e manganellate, socialmente gratificante, e non soltanto bello ideologicamente, ma foriero pure di un bieco e sanamente egoista interesse economico:
    sono SOLDI, ovvero TEMPO, ovvero VITA, ovvero FUTURO, ovvero SERENITA’, ovvero LIBERTA’

    Lo so che è un passo piccolo, ma non facciamoci fottere dalla stupida logica binaria “tutto o niente” funzionale al potere: un risultato parziale è infinitamente meglio di zero (anche per la nostra dignità).

    Domani lo faremo in 3, e fra un anno avremo una comunità locale.
    Milioni di cittadini che recuperano la socialità (distrutta dalla parcellizzazione/precarizzazione delle grandi fabbriche e dalla televisionizzazione del singolo) e si riappropriano di competenze, soldi, fette di economia reale sottratta al fetentissimo denaro finto, imposto ed indebitato dei banchieri, sono la RIVOLUZIONE.

    Sempre nell’ottica del “male minore”: alle urne votare una lista civica o un partito “piccolo”, di cui (ebbene sì, un minimo di culo bisogna farselo, se non preferiamo continuare a fare gli schiavi felici a vita) si sia verificata un minimo l’integrità dei candidati.
    Lo so, serve a poco, ma al momento è la cosa che li fa incazzare di più (basta vedere le leggi elettorali che cercano di far fuori i partitini)
    Corromperanno anche loro, ma ci vorrà tempo ed energia, risorse che temporanamente non potranno usare per farci il culo.

    ciao
    ale