La Russia vieta la raccolta forzata di dati biometrici

Una nuova legge vieta di discriminare chi si rifiuterà di fornire tali dati

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

rt.com

Il Presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge che regola la raccolta e l’utilizzo dei dati biometrici dei cittadini del Paese.

La legge, approvata da Putin giovedì scorso, introduce un nuovo Sistema Biometrico Unificato (UBS), gestito dallo Stato, che sarà creato l’anno prossimo. L’UBS gestirà tutti i dati biometrici raccolti dai cittadini russi, comprese le immagini del volto e i campioni vocali. Tuttavia, la legge vieta la raccolta forzata di tali dati.

I Russi che desidereranno mantenere la privacy dei propri dati biometrici potranno scegliere che non vengano raccolti. Potranno anche cancellarli facilmente dal sistema se, a dati già raccolti, dovessero cambiare idea. La legge vieta inoltre qualsiasi discriminazione nei confronti di coloro che decideranno di non fornire tali informazioni, affermando che il rifiuto non potrà essere utilizzato come motivazione per negare ad un individuo servizi o impieghi forniti dallo Stato.

Di fatto, la legge rende lo Stato l’unico gestore di dati biometrici nel Paese. In precedenza, in Russia qualsiasi persona giuridica poteva raccogliere e utilizzare tali dati. La legge limita inoltre la partecipazione di attori stranieri alla raccolta di dati biometrici, dandone la facoltà solo alle entità di proprietà dello Stato.

La legge è considerata una base su cui costruire e si prevede che i legislatori russi lavorino ulteriormente e introducano sanzioni, fino alla responsabilità penale, per la divulgazione di dati personali dei cittadini del Paese, ha dichiarato Vyacheslav Volodin, speaker della Camera bassa del Parlamento, la Duma di Stato.

Il disegno di legge è stato concepito per bloccare la distribuzione dei dati biometrici da parte di varie organizzazioni commerciali e garantirne la protezione da parte dello Stato. Il prossimo passo sarà l’introduzione di responsabilità penali e amministrative per la raccolta forzata e la divulgazione illecita di dati biometrici,” ha spiegato Volodin la scorsa settimana, quando il disegno di legge è stato approvato dai legislatori.

 

Link: https://www.rt.com/russia/569134-putin-forced-biometrics-ban/

29.12.2022

Tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix