La rara opportunità di pace in Afghanistan non dovrebbe andare persa

di Zamir Ahmed Awan
geopolitica.ru

È una rara opportunità che in questa regione possano essere raggiunte pace e stabilità permanenti. L’invasione statunitense dell’Afghanistan non si è solo limitata a controllare le risorse naturali dell’Afghanistan, ma a tenere d’occhio Iran, Pakistan, Asia centrale, Russia e Cina. L’Afghanistan instabile era nell’interesse degli Stati Uniti per trovare una scusa zoppa per prolungarvi la propria permanenza e raggiungere i propri obiettivi strategici.

Ma i talebani hanno combattuto contro l’occupazione americana per due decenni, hanno sacrificato i loro familiari, amici, colleghi e hanno affrontato carceri, interrogatori, torture, ecc., e alla fine hanno costretto gli americani a lasciare l’Afghanistan. Ora, non solo non ci sono basi militari in Afghanistan o nell’intera regione, ma non c’è influenza americana nell’intera regione. In effetti, ci sono sentimenti antiamericani in tutta la regione. La regione è libera dall’America e pulita e chiara. Naturalmente, gli americani non dimenticheranno mai l’umiliazione che hanno dovuto affrontare in Afghanistan. In un recente briefing, il Segretario alla Difesa ha detto ai membri del Congresso la vera causa della sconfitta ed ha ammesso i suoi errori di calcolo e i suoi sbagli. Gli Stati Uniti vorrebbero vendicarsi dei talebani e creargli ostacoli. Non ci si dovrebbe aspettare nulla di buono dagli Stati Uniti per quanto riguarda i talebani.

In effetti, gli Stati Uniti volevano destabilizzare l’Afghanistan e mantenere la propria influenza in questa regione. Hanno evacuato circa 125mila afgani che lavorano per il governo degli Stati Uniti, direttamente o indirettamente, agenti e informatori della CIA sotto copertura. Ma ci sono ancora pieghe di questo numero di agenti americani, agenti della CIA, che vivono in Afghanistan. Ci sono anche 18000 appaltatori della difesa che soggiornano in Afghanistan. Gli Stati Uniti hanno spostato l’ISIS-K in Afghanistan da molto tempo, attrezzandolo, addestrandolo e finanziandolo. Queste sono le risorse americane in Afghanistan per destabilizzarlo una volta ancora. L’instabile Afghanistan è adatto agli americani per essere sfruttato e raggiungere i loro obiettivi strategici.

Gli Stati Uniti hanno congelato i propri beni, imposto sanzioni economiche, distrutto il Paese, le infrastrutture, l’agricoltura, le imprese, ecc. La situazione in Afghanistan è piuttosto patetica. Il Paese sta affrontando una grave carenza di cibo, carburante, prodotti di consumo e se l’assistenza umanitaria non viene rilasciata immediatamente 40 milioni di persone in Afghanistan potrebbero dover affrontare gravi sfide. La loro vita è in pericolo, può verificarsi una catastrofe.

I Paesi regionali possono intraprendere azioni appropriate per aiutare vite umane in Afghanistan. Tendere una mano ai talebani per stabilizzare il Paese e stabilire l’ordine del governo. Dal 15 agosto 2021, quando i talebani hanno ripreso l’Afghanistan, la loro performance è stata eccellente. Prima di tutto, non hanno ucciso, arrestato, torturato o ferito nessuno, mentre riconquistavano Kabul. Nessuna vendetta! In secondo luogo, hanno concesso un’amnistia generale a tutti, compresi gli afgani filoamericani e tutti i cittadini stranieri. Hanno facilitato l’evacuazione di tutti gli stranieri e i cittadini afgani in possesso di visti e documenti di viaggio validi. Hanno stabilito con successo una situazione di legge e ordine sotto controllo. Oggi la vita in Afghanistan è molto calma e tranquilla. Tutto è normale e funziona come una routine. La macchina del governo, la burocrazia, funziona perfettamente. I negozi sono aperti, il traffico è nella routine. Le donne lavorano come al solito. Le ragazze vanno a scuola come da routine. Il tasso di criminalità si è ridotto, le persone si sentono sicure e a proprio agio. Tuttavia, l’economia sta affrontando sfide poiché gli Stati Uniti hanno congelato i propri beni e imposto sanzioni. Il governo provvisorio si sta espandendo per includere tutte le fazioni, le etnie e si sta muovendo verso un governo a base ampia. I talebani hanno imparato da amare le esperienze e sono raffinati e riformati. Il mondo è stato testimone di talebani assolutamente gentili, educati ed intelligenti. Naturalmente, non dovrebbero coinvolgere gli agenti e i burattini americani come Ashraf Ghani o Hamid Karzai o il loro gruppo. Sono stati i talebani a cacciare gli americani e loro meritano di formare un proprio governo, con tradizioni e costumi locali.

La comunità internazionale dovrebbe riconoscere il governo talebano ed estendere tutto l’aiuto possibile per stabilizzarlo. Non ci si aspetta che gli americani sosterranno il governo talebano, né gli stretti alleati degli Stati Uniti. Ma i Paesi regionali, che beneficiano anche di un Afghanistan stabile e pacifico, dovrebbero farsi avanti e sostenere in modo proattivo i talebani. Russia e Cina, essendo le potenze regionali, potrebbero primeggiare.

Immaginare! Se i talebani fallissero, l’Afghanistan ancora una volta sarebbe spinto nel caos, nei disordini, nell’instabilità, ecc. Gli Stati Uniti e i loro alleati potrebbero sfruttare ancora una volta la situazione. Ciò fornirà una scusa zoppa agli americani per interferire e danneggiare l’intera regione. L’instabile Afghanistan potrebbe muoversi verso gli estremisti, il terrorismo e la guerra civile, il che potrebbe avere un impatto negativo sull’intera regione. Pensate saggiamente! Agite in modo intelligente!

 

Articolo originale di Zamir Ahmed Awan:
https://www.geopolitica.ru/en/article/rare-opportunity-peace-afghanistan-may-not-be-missed

Traduzione di Costantino Ceoldo per ComeDonChisciotte
Pubblicato da Verdiana Siddi per ComeDonChisciotte

Notifica di
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
clausneghe
clausneghe(@clausneghe)
Utente CDC
18 Ottobre 2021 9:16

Scusate l’OT ma attiro l’attenzione degli Utenti sul fatto che in questi momenti la polizia agli ordini dello spietato governo nazivaccinista sta massacrando i portuali di Trieste che manifestavano pacificamente. Li hanno prima imbrattati con gli idranti, come a lavar via la spazzatura, e poi li hanno manganellati ferosemente. Dalla diretta video di local team vedo gente che piange e sotto shock.
Solidarietà attiva con Trieste, la lotta si fa dura.

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce(@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  clausneghe
18 Ottobre 2021 14:58

Scusa claus, ma che pensavi, che gli agenti antissommossa si sarebbero tolti il casco e inginocchiati?
Se per vincere una lotta, una guerra, pensi sia suffuciente “protestare” beh, allora beati voi.
E certo che i portuali di Trieste hanno tutta la mia solidarietá!! Almeno loro la voce l’hanno alzata.
Ma non basta……non basta
Per ora nessuno é pronto a distruggere, bruciare e uccidere per il proprio “diritto al lavoro”.
Solo protestare.
E sai quanto vai lontano con le proteste……
Eppure l’articolo qui sopra é la prova che la resistenza armata funziona!

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Fedeledellacroce
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x