La miglior messaggistica pro-vaccinazione veniva già  studiata SEI MESI prima che i vaccini COVID-19 fossero disponibili

Arsenio Toledo
vaccines.news

I cosiddetti esperti di salute pubblica a libro paga del governo federale avevano condotto esperimenti sul come far assumere alla gente i vaccini contro il coronavirus Wuhan (COVID-19) sei mesi prima che fossero disponibili.

I ricercatori della Yale University avevano condotto lo studio nel luglio 2020, quasi sei mesi prima che il primo vaccino COVID-19 ricevesse l’autorizzazione per l’uso di emergenza. Era stato pubblicato nella National Library of Medicine, una biblioteca medica gestita dal National Institutes of Health.

Questo significa che il governo federale stava già finanziando dei test progettati per mettere a punto i messaggi migliori per convincere la gente a farsi vaccinare.

Lo studio, ufficialmente intitolato “Persuasive Messages for COVID-19 Vaccine Uptake Part 1,” aveva coinvolto 4.000 partecipanti reclutati online. L’obiettivo dello studio era quello di testare quale tipo di messaggistica avrebbe funzionato meglio per convincere le persone ad assumere un vaccino COVID-19.

Nello studio, un gruppo di partecipanti aveva avuto l’incarico di fungere da gruppo di controllo. A queste persone erano stati inviati messaggi non correlati all’ottenimento dei vaccini COVID-19. Un altro gruppo era stato assegnato alla messaggistica di base. Nel senso che a questo gruppo erano stati forniti semplici “fatti” riguardanti l’efficacia e la sicurezza dei vaccini COVID-19.

Va notato che, nel luglio dello scorso anno, tutti i vaccini COVID-19 erano ancora in fase di sviluppo. Ciò significa che tutti i “fatti” riguardanti i vaccini con cui questo gruppo era stato indottrinato all’epoca non erano stati verificati. (Un articolo sullo stesso argomento: COVID propaganda roundup: The ‘safe and effective’ narrative implodes).

L’esperimento aveva coinvolto altri 10 gruppi che erano stati sottoposti a diversi tipi di propaganda sui vaccini. Ad un gruppo erano stati inviati messaggi sulla “libertà personale.” Ai membri di quel gruppo era stato detto che la COVID-19 stava limitando la libertà personale e che “solo se avessero lavorato tutti insieme per convincere un numero sufficiente di persone a farsi vaccinare, i membri della società avrebbe potuto preservare la propria libertà personale.”

Ad un altro gruppo era stato detto che i lavoratori più esposti, come i vigili del fuoco, i medici e tutto il personale sanitario erano dei coraggiosi perchè davano una mano ad affrontare la pandemia di COVID-19. “Coloro che scelgono di non farsi vaccinare contro la COVID-19 non sono coraggiosi” si legge nel riassunto dello studio di questo esperimento.

Ad altri era stato detto di avere fiducia nella scienza riguardo ai vaccini COVID-19. Il messaggio principale per il gruppo era: “La vaccinazione è sostenuta dalla scienza. Se una persona non si vaccina significa che non capisce come si diffondono le infezioni o che ignora la scienza.”

Ad altri ancora stato detto che vaccinarsi era l’unico modo per recuperare la propria libertà economica. Oppure che per loro sarebbe stato economicamente vantaggioso vaccinarsi.

Tre gruppi erano stati dedicati alla verifica della miglior messaggistica per indurre le persone a farsi vaccinare. Questi gruppi erano stati divisi in base alla tattica utilizzata: senso di colpa, imbarazzo e rabbia. A due gruppi erano stati inviati messaggi riguardanti il beneficio sociale connesso alla vaccinazione e come vaccinarsi fosse nel migliore interesse della persona o della comunità.

Matt Agorist, del Free Thought Project, ha detto che questi messaggi, alla fine, si erano rivelati inefficaci “ed è per questo che il governo sta ora puntando sulla coercizione.”

Ora sono i bambini ad essere presi di mira dalla messaggistica vaccinale

La Casa Bianca ha comunicato ai governatori e ad altri funzionari statali di prepararsi per un massiccio programma di vaccinazione infantile a partire dai cinque anni di età entro i primi di novembre. Questo in previsione del fatto che il vaccino COVID-19 di Pfizer avrà ricevuto l’autorizzazione ad essere usato per i gruppi di età più giovane.

Secondo recenti segnalazioni, l’amministrazione Biden ha già acquistato ben 65 milioni di dosi del vaccino COVID-19 di Pfizer. Questo sarebbe sufficiente per vaccinare circa 28 milioni di bambini tra i cinque e gli undici anni, che diventeranno presto idonei ad assumere un vaccino mortale e sperimentale.

In linea con questa preparazione, l’amministrazione Biden ha ordinato al Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani di pianificare una campagna di messaggistica e di sensibilizzazione specificamente progettata per incoraggiare i genitori a far vaccinare i propri figli.

L’amministrazione ha anche iniziato a pianificare la campagna di vaccinazione di massa con altri gruppi locali, statali e federali, associazioni mediche e farmacie.

Arsenio Toledo

Fonte: vaccines.news
Link: https://vaccines.news/2021-10-13-experiments-to-craft-best-pro-vaccine-messages.html
13.10.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x