LA MASSONERIA DEVIATA E’ UN HARLEY DAVIDSON CHE NON MI POSSO PERMETTERE

FONTE: PAOLO FRANCESCHETTI (BLOG)

La massoneria deviata è una ragazza sconosciuta di nome Solange che viene dal Nicaragua perché le hanno ucciso il padre, rubato tutto, e l’hanno costretta a scappare dall’Italia le famiglie più potenti d’Italia perché lottava affinché si sapesse la verità.
La massoneria sono i miei amici che non vogliono vedere nessun documento, non vogliono ascoltare oltre cinque minuti perché devono uscire a cena fuori, devono parlare di cinema, devono parlare di problemi sentimentali; ma dopo cinque minuti di ascolto dicono che Solange è pazza perché non è credibile quello che racconta.
La massoneria è la tua ragazza che non crede alla storia di Solange. Poi un giorno la seguono tutto il giorno, allora ti dice che ci crede, ma non viene più a dormire a casa tua.
La massoneria è la tua amica Milena che dice che non crede alla storia di Solange. Poi anche lei un giorno vede che è seguita e allora ti dice che ti crede e ti telefona tre volte al giorno perché è in ansia per te.
La massoneria è fidanzarsi con un’altra ragazza, che dice che sei una bella persona, simpatica, intelligente ed altruista ma “peccato che hai questa fissa della massoneria e talvolta sei un po’ visionario”.

La massoneria è tuo padre che ti dice che sei fissato con la massoneria.
La massoneria sono i tuoi amici che ti dicono chi te lo fa fare.
La massoneria sono i tuoi familiari che ti dicono bravo e che ti aiutano nelle cose che devi fare e che pregano per te tutti i giorni.
La massoneria è il tuo migliore amico che non ti crede e ti dice che un po’ di sano scetticismo non guasta, perché io sono troppo coinvolto; e allora tu gli domandi se ti ha mai ritenuto paranoico; e allora lui ti risponde che sei la persona che stima di più al mondo, ma sei anche tanto ingenuo da credere sempre a tutti.
La massoneria è consegnare tutti i documenti a una procura e quella se li perde.
La massoneria è consegnare tutti i documenti ad un’altra procura e pure quella li perde.
La massoneria è consegnare tutti i documenti a 5 procure e tutte e cinque se li perdono.
La massoneria è consegnare tutti i documenti alla Digos e quelli non li trasmettono alla procura.
La massoneria è la Digos che mette un servizio di protezione a Solange quando riceve minacce dalla Brigate rosse e tutti sono gentili con lei. Poi quando scoprono che ha qualche problema con la massoneria deviata non la salutano più e il servizio di protezione non lo si vede più e tu neanche vai a domandare il perché. Tanto la risposta la sai.

La massoneria è entrare in casa e ricevere tutta la notte telefonate mute.
La massoneria è trovare 47 telefonate sul telefono dei tuoi genitori da un numero inesistente (che chiama anche i miei colleghi e me) e scoprire dopo mesi che 47 significa morto che parla.
La massoneria è un proiettile sulla tua auto che potresti esserti messo da solo per farti pubblicità e stare al centro dell’attenzione.
La massoneria è uno sconosciuto che quando esci di casa ti dice “buongiorno avvocato, sa che potrebbe anche morire ad occuparsi di queste cose?” ma i tuoi amici dicono che forse era solo un consiglio o forse ho capito male.
La massoneria è lo sconosciuto che si ripresenta il giorno dopo, ti dice la stessa cosa, ma i tuoi amici dicono la stessa cosa del giorno prima.
La massoneria è lo sterzo che ti salta all’improvviso per la strada e tutti dicono che è un caso.
La massoneria sono tre incidenti con la moto in una settimana ma tutti dicono che è un caso.
La massoneria sono tutti i testimoni di processi importanti (Ustica, Moby Prince, caso Forleo) che hanno un incidente dello stesso tipo, ma tutti dicono che è un caso.
La massoneria è trovare Solange svenuta nella camera da letto, andare all’ospedale, scoprire che è stata addormentata con delle droghe, poi l’indomani essere interrogati dalla Digos che dice che forse la droga l’ha assunta da sola.
La massoneria è ricevere una telefonata da una persona che conosco, che mi ripete 9 volte “uccideranno Solange”, denunciare il fatto alla procura, e la procura archivia senza neanche ascoltare la mia testimonianza, scrivendo che Solange è “suggestionabile”.

La massoneria sono 1000 bambini all’anno che scompaiono ogni anno in Italia senza che si sappia nulla.
La massoneria sono 100.000 bambini che scompaiono in tutto il mondo, ufficialmente, senza che si sappia più nulla.
La massoneria sono centinaia di migliaia di bambini in tutto il mondo, da paesi del terzo mondo, che scompaiono senza che si sappia nulla e senza che siano neanche stati denunciati.
La massoneria è il traffico di organi di bambini, e i video dei bambini uccisi che vengono venduti a centinaia di migliaia di euro a copia perché vedere un bambino stuprato che muore veramente ha un valore maggiore di un video in cui tutto ciò sia solo finzione.
La massoneria è il panettone a Natale e la tombola e mentre giochi a tombola stanno uccidendo dei bambini e li stanno riprendendo con delle telecamere; ma mentre giochi a tombola non ci si può occupare di queste cose.
La massoneria è il traffico internazionale di droga e di armi.
La massoneria è la mafia, la ‘ndrangheta e la camorra che si infilano nelle nostre città del nord, nelle nazioni europee.
La massoneria sono le centinaia di miliardi di euro che ogni anno l’Unione Europea destina ai paesi poveri, ma quei paesi sono sempre più poveri e chi vota queste leggi diventa sempre più ricco.
La massoneria sono le banche che diventano sempre più ricche e la gente sempre più povera.
La massoneria sono le nostre tasse che aumentano sempre di più, e i circuiti internazionali di armi, droga e bambini che diventano sempre più ricchi.
La massoneria è la grande distribuzione che si espande sempre più e uccide i piccoli commercianti.
La massoneria è pensare che il mondo è bello. In fondo i 1000 bambini che scompaiono in Italia non sono i figli nostri.
La massoneria è un paradosso perché io ho sempre odiato i misteri e i segreti, non ho mai capito i doppi sensi ma mi ritrovo a confrontarmi con una cosa che parla solo per simboli, per doppi sensi e che fa delle segretezza il suo emblema.
La massoneria è mandare dei documenti a De Magistris per posta, ma la posta ti torna indietro con indirizzo sconosciuto. Eppure l’indirizzo della procura è quello giusto.
La massoneria è cercare di contattare il giudice Cordova ma non ci riesci perché nessuno te lo passa, nessuno in procura ti dice quando riceve, nessuno ti fissa un appuntamento.
La massoneria è finalmente trovare un giudice che ti ascolta. Un giudice famoso che si è occupato di queste vicende e pensare “finalmente parlo con qualcuno che mi ascolta”. Infatti quello ti ascolta, ma poi ti invia una lettera firmata con inchiostro verde, in cui il tuo nome è scritto in verde, che dice “gentile avvocato, non ravviso reati di competenza di questa procura”. E tu ti domandi “ma i PM non hanno l’obbligo di mandare gli atti alla procura competente?”. Poi pensi che forse non conosci bene la procedura penale. In fondo sei un civilista. E ti dimentichi la cosa.
La massoneria è un giorno incontrare una persona dei servizi segreti che ti dice che la Rosa rossa firma le sue condanne a morte mandando lettere firmate con inchiostro verde. Allora capisci cosa intendeva il procuratore dicendo che “non era competente”. Allora capisci anche perché la lettera è datata il giorno dell’onomastico di Solange. E perché anche il Cordialmente finale è scritto in verde e con un punto esclamativo poco istituzionale.
La massoneria è il velo che impedisce nelle vicende di Ustica, del Moby Prince, e in tutte le altre vicende italiane, di arrivare alla verità.
La massoneria è Sandro D’Elia che va in galera per aver ucciso un poliziotto in una rapina, e oggi è sottosegretario al senato.
La massoneria sono gli avvocati dei mafiosi (Mormino, Schifani, Pecorella, Previti, e tanti altri) messi a presiedere la commissione giustizia del senato e della camera, a legiferare sulla mafia, insediati alla commissione stragi e nelle commissioni antimafia.
La massoneria è Pannella, che tu hai votato diverse volte, che un giorno candida nelle sue liste Licio Gelli per dargli l’immunità parlamentare. Allora ti quadra anche il motivo per cui la Bonino sta sempre in prima fila con alcuni personaggio torinesi illustri ma poco raccomandabili.
La massoneria è il figlio di Gelli, Raffaello, che lavora con i bambini nelle organizzazioni internazionali.
La massoneria è Rita Cauli, moglie del capo dell’UCC Gugliemo Guglielmi, condannato a trenta anni per l’omicidio Torregiani, che appena esce di galera va a lavorare per l’ONU con i bambini nelle organizzazioni internazionali.
La massoneria sono i brigatisti rossi che viaggiano per il mondo con passaporti Onu e hanno l’immunità diplomatica. E’ Raffello Gelli console onorario in Nicaragua con tanto di immunità diplomatica.
La massoneria è un mostro che sta a Firenze, ma sta anche in tutte le altre città del mondo.
La massoneria è quella cosa che non esiste se non nella mente dei complottisti.
La massoneria è Santoro, Travaglio, Grillo, Caselli che parlano sempre di mafia, ma non nominano mai la massoneria e dire a te stesso che qualcosa non quadra.
La massoneria è votare a sinistra poi vedere il tuo articolo sulla massoneria pubblicato su forzanuova.org e dire a te stesso che qualcosa non quadra.
La massoneria è aprire un blog in cui metti in rete solo alcune cose (non tutte quelle che sai, solo quelle che risultano da atti ufficiali) pensando di fare una cosa innocua; e invece si scatena un inferno: ti contattano una marea di persone; associazioni, singole persone, investigatori, procure, servizi segreti e dire a te stesso che qualcosa non quadra.
La massoneria è capire tutto d’un tratto che finora avevi semplicemente contattato le persone sbagliate ed eri andato sempre a ficcarti nella tana del lupo. E allora tutto quadra.
La massoneria è dire a se stessi che il tuo migliore amico aveva ragione; nonostante tutto non ho smesso mai di credere in qualcuno e aveva ragione; ho creduto alle persone sbagliate, ma la persona sbagliata non era Solange.
La massoneria è capire cosa c’è che non va, in ciò che pensavi che non andasse.
La massoneria è capire perché AN è sempre stata a favore della magistratura e delle forze di polizia e poi ha votato insieme a Berlusconi le leggi che di fatto indebolivano la magistratura. Ed è capire perché le sinistra che dovrebbe essere a favore dei poveri non fa nulla per arginare lo strapotere della banche e il sacco dei soldi pubblici della Comunità Europea.
La massoneria è capire che hanno ragione i giudici quando condannano Berlusconi; ma ha ragione anche Berlusconi, quando dice che contro di lui c’è un complotto. La massoneria però è capire che il complotto non è della sinistra intera ma solo di una parte di essa.. E ha ragione pure Riina, quando dice che sono stati i comunisti a volerlo fregare.
La massoneria è capire che Riina dice sempre bugie, non dice quasi nulla, ma a saper leggere tra le righe, in fondo la verità te la dice; in fondo quando te lo trovi davanti sai con chi hai a che fare.
La massoneria è capire che Travaglio, Santoro, Caselli, dicono sempre la verità, dicono tante cose, ma a saper leggere tra le righe la verità non te la raccontano mica.

La massoneria è svegliarsi la mattina e sperare di aver avuto un incubo.
La massoneria è svegliarsi al mattino e ringraziare il destino che ti ha regalato un’altra giornata.
La massoneria è una gita in moto e dall’alto di una montagna guardare l’immensità e pensare alle parole di Falcone, e dirsi che in fondo la massoneria è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani finirà; e tutto il resto non conta, di fronte all’universo di cui siamo parte.
La massoneria però è anche scoprire che c’è gente che lavora a Natale per combatterla. Scoprire che puoi telefonare a questa persona il 25 dicembre e ti risponde la segretaria; allora tu dici “ma come Elisa, lavori pure a Natale? E lei dice “si avvocato, glielo avevo detto che lavoro tutti i giorni. Non dicevo così per dire”.

La massoneria è acquistare un’Harley Davidson che non ti potevi permettere, dopo che hai ricevuto una condanna a morte, perchè è la cosa che desideri di più al mondo. Inoltre, le Harley non subiscono svalutazione, quindi se i tuoi eredi la dovessero rivendere ricaverebbero più o meno la stessa somma pagata per l’acquisto, e non avrebbero il problema di pagare le rate.
La massoneria, in fondo, è solo una scusa per comprarsi la moto nuova e realizzare un sogno.

Fonte: http://paolofranceschetti.blogspot.com/
Link: http://paolofranceschetti.blogspot.com/2007/12/la-massoneria-una-harley-davidson-che.html
28.12.07

17 Comments
  1. abatevella says

    La massoneria è quella che ha creato il nord, e poi anche il sud.

    La massoneria è quella che nel 1865 si è inventata la mafia, e poi se l’è fatta scappare dalle mani nel 1992.

    La massoneria è quella che fa dire a Paolo Franceschetti (ed a quasi tutti gli italiani padani) ‘nostre città del nord’ invece di dire semplicemente ‘nostre città’.

    La massoneria è il motivo per cui l’Italia non c’è mai stata socialmente e presto non ci sarà più neanche politicamente.

    http://www.ilconsiglio.blogspot.com

  2. Amir says

    hops: la massoneria è soprattutto quella “cosa” che ha creato quest’Italia.

  3. xl_alfo_lx says

    AbateVella ho letto il commento-articolo sul Suo blog dal titolo “Il Tarlo”: superlativo!

  4. bardo says

    Complimenti. Strepitoso e intelligentissimo pezzo.

  5. psy says

    Grande pezzo. La cosa brutta però è che è tutto vero!

  6. Grossi says

    E’

  7. LonanHista says

    Minkia!!!!!

    Comunque è tutto umano!
    Fa parte del gioco.

    Funziona così! Perché sorprendersi?
    Se c’è una massa di coglioni è normale che ci siano anche i furbi.

    Se 300mila persone nel nord evoluto acquistano quaterne per il lotto da wanna marchi, significa che ci sono milioni di idioti, e quelli un pò più intelligenti che debbono fare?
    Logicamente ne approfittano.

    Se ci sono oltre 3 milioni di coglioni che vanno a votare alle primarie per veltroni ed il PD, e dentro al PD ci sono i maggiori potentati del nostro paese, la colpa di chi è?
    Se ancora il pecorume vota la sinistra e si fida dei sindacati la colpa di chi è?

    Se in sicilia chi combatteva la mafia veniva lasciato solo, e addirittura veniva isolato proprio da quella gggente(3G sta per GreGGe) che avrebbe beneficiato dalla sconfitta della mafia la colpa di chi è?

    Se il 60% dei quindicenni Italiani non sa del perché del giorno e della notte, la colpa di chi è? ..forse degli insegnanti, MA SOPRATTUTTO LA LORO E QUELLA DEI GENITORI CHE NON STIMOLANO I FIGLI AD ESSERE CURIOSI, A DOMANDARSI PERCHé!

    Se tg e carta stampata(tutta) sforna ogni giorno lo stesso piatto di cazzate(ascoltare tutti i tg, o leggere tutti i giornali:ALLA FINE è TUTTO UGUALE, TUTTO STANDARD)e non gliene frega di sfruttare internet per informarsi e documentarsi, ma usa QUESTO ULTIMO STRUMENTO DI LIBERTà DI PENSIERO e di informazioni, per chattare, per youtube per ebay per la pornografia, o al limite per postare le solite ovvietà(vedasi blog di grillo)senza ascoltare, senza documentarsi, la colpa di chi è?

    Se anche per lavorare come inserviente in un istituto di portatori di handicap, per togliere i pannoloni a quei poveri ragazzi e pulire la merda dal loro culo occorre la raccomandazione la colpa di chi è?

    Se poi in questo istituto vedi che si spreca il mangiare, e viene cucinata più roba perché serve a sfamare i cani delle cuoche e del rappresentante sindacale e magari a te ri negano una polpetta perché è contro il regolamento e tu fai casino e per questo ti sbattono fuori con la complicità di sindaco assessori amici che amministrano l’istituto la colpa di chi è?

    Se esiste questa massoneria, questa gente che approfitta del potere, non è da biasimare.
    FA BENE A FARE COSì:
    primo perché sono quasi tutti una massa di pecore e coglioni(basta dire quegli idioti che ancora votano bertinotti o la sx in generale,)
    secondo perché la maggioranza se ne avrebbe l’opportunità sfrutterebbe, anzi se ha l’opportunità sfrutta la situazione senza farsi scrupolo.
    Per cui di cosa ci si stupisce?

    Il guaio in Italia è che ci sono troppe congreghe, che spesso si pestano i piedi a scapito di tutti.
    FAVORENDO MAGARI CONGREGHE STRANIERE CHE HANNO IL SOLO INTENTO DI SACCHEGGIARE L’ITALIA.(anzi lo hanno già fatto).
    Il caso di antoveneta ne è l’emblema:venduta a 5 e dopo un anno ricomprata a 10.
    Per non parlare dell’agroalimentare, dell’informatica dell’elettronica della grande distribuzione della chimica.
    (resta il manifatturiero, cioè la prospettiva terzo mondo)

    E a mio giudizio, non si rendono conto di dove stanno conducendo il paese.
    Perché alla fine è contro anche i loro interessi:
    che se ne fanno di un paese saccheggiato?
    svilito. destrutturato?

  8. dragstar says

    Ciao Lonhanista.

    Sono l’autore dell’articolo.
    Sono uno di quei coglioni che ha votato Bertinotti. :-)))
    Poi mi sono ritrovato D’Elia in senato, e minacciato e messo in pericolo dalla stessa gente che ho votato, visto che l’associazione massonica che mi ha condannato a morte (e che ha provato pure ad eseguirla diverse volte senza riuscirci) è prevalentemente nella sinistra. Ma questo l’ho saputo solo il 24 dicembre di quest’anno.
    L’associazione si chiama Rosa Rossa. E il nome Rosa nel pugno del partito, non è un caso. Buffa situazione, no, quella di essere condannati a morte dalle stesse persone che hai votato (Pannella lo votai alle ultime elezioni e anni addietro).

    Il problema è che il mondo è un vero caos. Le cose principali non ce le spiegano e non ce le insegnano e le dobbiamo capire da noi.
    Non do la colpa a me stesso di aver votato Bertinotti. Non do la colpa alle persone di non sapere cosa è la massoneria, anche perchè io ne avevo una vaghissima idea fino a trenta anni. Poi a 38 mi sono trovato invischiato in questo caso e ora ne capisco qualcosa di più. Ma solo qualcosa. Non do la colpa a quel giudice per avermi inviato la lettera di condanna a morte. Come non la dò a Riina se è nato a Corleone e gli hanno insegnato che per sopravvivere quello era il modo migliore.
    Francamente, di come funziona il mondo ancora non c’ho capito molto e ho 42 anni.
    Ma sono buddista, e il senso forse non mi interessa. Mi limito ad osservare e a raccontare quello che so e che ho imparato.
    Se poi un giorno qualcuno me lo spiegasse mi farebbe un piacere. 🙂

    PAOLO FRANCESCHETTI

  9. edo says

    ciò che, nel mio piccolo, posso fare è far girare questo straordinario articolo via mail.
    ora urge leggere anche il suo lbro.

  10. dragstar says

    Grazie Edo.

    Se lo diffonderai il più possibile non è un piccolo contributo. E’ enorme.

    Più persone sapranno come stanno le cose e più io mi salvo la vita o evito la galera, che prevedo a giorni.

    Ma il punto non è la mia vita o la galera. Si può morire per un incidente quando vai al lavoro, o di tumore, e io in fondo sono arrivato a 42 anni in salute e sono stato felice fino ad oggi. A molte persona nella vita va molto peggio.
    Il problema è che queste informazioni devono girare. Ci vorranno decenni prima che la gente capisca. Ma si deve iniziare da qualche parte.
    Qualcuno ha inziato.
    Come Donchisciotte, cioè questo sito.
    Disinformazione.
    E tutti quelli che lavorano per un mondo migliore.
    In questo senso Grillo ha ragione. La forza della rete è immensa. E’ l’unico spazio di libertà che ci è ancora concesso per parlare veramente.

  11. dragstar says

    Grazie Edo. Se lo diffonderai il più possibile non è un piccolo contributo. E’ enorme. Più persone sapranno come stanno le cose e più io mi salvo la vita o evito la galera, che prevedo a giorni. Ma il punto non è la mia vita o la galera. Si può morire per un incidente quando vai al lavoro, o di tumore, e io in fondo sono arrivato a 42 anni in salute e sono stato felice fino ad oggi. A molte persona nella vita va molto peggio. Il problema è che queste informazioni devono girare. Ci vorranno decenni prima che la gente capisca. Ma si deve iniziare da qualche parte. Qualcuno ha inziato. Come Donchisciotte, cioè questo sito. Disinformazione. E tutti quelli che lavorano per un mondo migliore. In questo senso Grillo ha ragione. La forza della rete è immensa. E’ l’unico spazio di libertà che ci è ancora concesso per parlare veramente.

    PAOLO FRANCESCHETTI

  12. edo says

    Solo una domanda: chi è Solange? Anzi, le domande sono due: perchè non scrivi un libro che contenga ciò che sai? Ritenevo erroneamente che tu l’avessi già scritto, un libro sulla massoneria, e che fosse quello pubblicizzato anche sul corriere di questi giorni.
    Questa seconda domanda è la stessa che porrei anche alla Carlizzi; sapere delle cose e non scriverle (anche usando pseudonimi laddove non si possano usare i nomi veri), credo sia il miglior regalo che si possa fare al delirio di onnipotenza dei miseri criminali che condizionano la libertà di ogni persona.

  13. LonanHista says

    :

    Dirti che mi dispiace che tu ti trovi in questa situazione è assodato.
    Però avresti dovuto accorgerti prima di come funziona.

    E che spesso il peggior nemico, il pericolo maggiore sta proprio nelle persone cui si ripone fiducia.

    Comunque animo e soprattutto non andarsele a cercare.
    Perché si corre il rischio di “autosuggestionarsi” troppo e si diventa vittime di se stessi.

    Per il resto il mondo funziona così.Ha sempre funzionato così.
    Al limite si realizza qualche sogno.Ma se le utopie si chiamano utopie un perché c’è!

    Tags HTML Abilitati:

  14. Alexis says

    Grande articolo…comunque 47 è MORTO, non MORTO CHE PARLA.

  15. kiriosomega says

    Da sotto il vischio Auguri.
    Desidero sinteticamente esporre concetti che spero non lederanno la buona fede d’alcuno, né la volontà di ricerca che è da loro svolta.
    Ammiro i “Cercatori di Verità”, ed auguro loro sempre il meglio nella produzione che riescono ad estrinsecare. Ovviamente, nessuna ricerca è perfetta, e nessuna ricerca è necessariamente vera.
    Ho letto le due recensioni proposte in tema di Massoneria sulla pagine di “Comedonchisciotte”, e sono rimasto smarrito. Non lo affermo per stupido contrasto, o vanagloria per far credere di saperne di più sull’argomento trattato, però, anch’io, da modesto cercatore di verità, avverto l’obbligo di comunicare che i luoghi comuni sulla Massoneria, sulle sue cupole nascoste, sulle sue trame internazionali, sul controllo giudaico che in essa avverrebbe, sono fole per bambini, scusate il modo duro del mio dire, che non hanno né capo né coda.
    Si guardi, invece, o meglio, si studi il capovolgimento maltusiano che condusse ad A. Smith ed a D. Ricardo che fondarono l’idea del capitalismo. Si apprezzino le sue sfaccettature, le sue ambizioni che giungono sino al sionismo, che non coincide con il giudaismo, si valutino nella giusta realtà i neocon, il neoliberismo, e si giudichino con logica per quelle malefiche pseudo filosofie che sono. Pseudo filosofie, anche economiche, che sono nate già ideologicamente morte perché inutili all’evoluzione dell’uomo.
    La Massoneria non è un’istituzione segreta perché tutti ne conoscono l’esistenza, semmai è segreto il “Segreto Iniziatico” che, alla stregua del battesimo cristiano, o del credo nelle vergini che attendono l’eroe deceduto nel giardino d’Allah, o… non può essere penetrato da chi, sempre che ne sia capace, non ha subito la specifica iniziazione.
    In Italia esistono, secondo un mio abbastanza curato censimento del 2002, ben 123 Obbedienze diverse, ognuna con a capo un Gran Maestro e con un numero variabile di Logge sparse nel territorio. Il numero così elevato testimonia, già di per sé, l’estrema frammentazione del mondo massonico!
    La gran parte delle Obbedienze sono piccolissime ma con nomi altisonanti, e non escono dai confini provinciali anche costrette da regolamenti interni impietosi che non ammettono la possibilità di frequentare massoni d’altre Obbedienze; mentre le maggiori Obbedienze, in Italia, sono il G…O…I… (Grande Oriente d’Italia), la Gran Loggia Regolare d’Italia, la Serenissima Gran Loggia D’Italia già discendenza di Piazza del Gesù 47… ma anche in esse non è permesso lo scambio di visite di Loggia con fratelli d’altra Obbedienza. L’Obbedienza non coincide con la Loggia, la prima, infatti, comprende tutte le Logge che da essa sono gemmate, e di cui è costituita.
    Non tutti i massoni sono necessariamente mafiosi, criminali, delinquenti, ciò alla stregua di tutti gli uomini che partecipano ad altre diverse istituzioni.
    Perché in Italia esiste la segretezza sul “credo massonico” è presto spiegato.
    Il concetto di segretezza risale ai tempi pre avvento del potere temporale cristiano nella società italica, ma si è manifestato anche posteriormente per diversa causa. Infatti, nelle catacombe romane, la protomassoneria rimase frammista ai primi cristiani con esoterismo e socialità proprie, ed in essa possiamo ben ipotizzare, ma senza documentazione, e solo per certe sue opere, la partecipazione del tanto discusso Seneca, [leggere per chiarimenti il bel saggio: “Nerone” di Massimo Fini]. Questa protomassoneria, che condusse alle corporazioni medievali, nacque, in evo storico, dopo “l’invenzione” dello Ius che scatenava la volontà umana dal volere degli dei che lo incalzavano in ogni avvenimento, finalmente rendendolo libero e responsabile delle proprie azioni. Ma il cristianesimo tornerà a controllarlo attraverso la morale che imporrà governandolo e guidandolo verso dettami socio morali interessati ed indiscutibili, così come fanno tutte le religioni salvifiche.
    E’ chiaro che le tradizioni esoteriche, alla stregua di quelle fideistiche, non sono databili e si perdono nella notte dei tempi pur essendo indimostrabili come facenti parte certa di una specifica tradizione.
    In ogni modo, la protomassoneria si riuniva insieme agli stessi cristiani nei luoghi di culto accennati. La cosa è vera e certa perché dimostrata dai molti simboli scalfiti su petroglifi supposti cristiani, ma che non sono tali. Tra questi, per esempio, il “Pellicano che stilla gocce di sangue dal suo corpo per allevare i pulcini”, o, ancora, l’icthus. Anche la stessa croce non è cristiana, perché essa è l’artefatto della spirale cosmica.
    Se mai il Cristo, se veramente nato e non volontariamente confuso con la figura di Giovanni di Gamala, fosse stato “crocefisso”, dal che la tradizione della croce cristiana, sarebbe stato legato, secondo l’uso romano, al “patibolum” inserito in “furculae” che sormontavano due “stipes”. Avrebbe avuto le palpebre tagliate, sarebbe stato volto verso “mezzogiorno”, e disposto in modo tale che la morte sarebbe giunta che dopo più giorni d’agonia per asfissia meccanica dovuta a spasmo muscolare, ciò perché l’appeso toccava terra, appena sfiorandola, con la punta dei piedi.
    La croce presupposta cristiana è di retaggio arcaico, assiro babilonese, come tutta la sequela d’angeli e demoni che la corredano e che vi giungono attraverso la tradizione biblica. Non un libro, o ventisette libri (giudaismo e cristianesimo), ma insieme di fogli, i “biblion” che abbracciano, narrando una saga, un periodo di tempo che da Akenathon, “diciottesima dinastia faraonica”, giungono sino al tempo della koiné. Inoltre, la cosiddetta bibbia non è unica, ma n’esistono diverse stesure, di cui una soltanto fu scelta come “vera” dalla Chiesa gerarchica che non sa ora come giustificare i “papiri della fonte Q”.
    Perché la croce fu fatta divenire simbolo cristiano non è possibile qui chiaramente spiegarlo; però tutto ciò che ho scritto tende a dimostrare che forze sociali nascoste, già nel periodo imperiale, tendevano a dare all’uomo una dignità che traeva origine dall’uomo stesso.
    Da dove apparve il discorso anti massonico?
    Il fenomeno trasse origine dalla rivalsa del cristianesimo della patristica che si servì dell’essenismo giunto a Roma per combattere la “Bestia” dell’apocalisse giovannea, “la stessa Roma”, del neo platonismo, della scelta di libri ad hoc non dichiarati apocrifi, riuscendo a tramandare, in duemila anni di storia, una sua interessata visione delle cose che ancora non ammette interlocutori.
    In epoca moderna il neofascista contesta la Massoneria perché è convinto, in ottima buona fede, che essa ha brigato contro la nazione Italia, giacché i Savoia, quel PORCO di Badoglio che commise il gran tradimento, il conte Acquarone… erano massoni, ma tantissimi neofascisti sono iscritti alla Massoneria.
    In un tempo un po’ più antico, quello rivoluzionario francese, la Massoneria fu accusata d’avere portato in essere la rivoluzione. In realtà, la Massoneria non riuscì a fare nulla di tutto ciò perché le tensioni interne a quella società, specialmente per la presenza dei neo arricchiti con i traffici coloniali americani, dunque commercianti, notai, cittadini come s’usava dire allora, volevano portare la spada al fianco similmente ai nobili, lasciando i panni del popolano e trasformandosi in borghesi con diritti politici.
    Per comprendere alcuni altri fenomeni storici, che creati dalla Chiesa Cristiana Cattolica incidono e ledono l’opinione sulla Massoneria, dobbiamo accennare brevemente le vicende di un oscuro gesuita A. Barruel -1741,1840- che in seguito lasciò l’ordine.
    La colossale macchinazione ecclesiastica prese l’avvio da una lettera che il Barruel aveva inviato al Papa e ad altri Dignitari Ecclesiali. Lo scritto era accompagnato dalla dicitura secondo cui essa gli era stata recapitata da un misterioso e fantomatico “cittadino Simonini”. Il certo colto Barruel già aveva dato alle stampe, nel 1798, con notevole fortuna, un suo personale contributo tendente a spiegare le motivazioni più celate della Rivoluzione Francese, un’opera in ben dodici volumi dal titolo “Mémoires pour servir à l’Histoire du jacobinisme”. La lettera, certamente inventata, perché ancora oggi non si ha alcuna traccia storica del “Simonini”, attesta che dietro le vicende rivoluzionarie era presente la Massoneria. Istituzione prezzolata ed ispirata, secondo la Chiesa di Roma, dalla cospirazione giudaica che si serviva, in tal modo, della sua forza economica per liberare il popolo ebraico dalla ghettizzazione cristiana cattolica.
    Ma perché la chiesa si scaglia, senza perdere occasione, contro la Massoneria?
    Semplice! Le due istituzioni sono antitetiche: “La chiesa è dogmatica, fideistica, assolutista, e dichiara di possedere la fede rivelata. La Massoneria è religione naturale che tende al perfettibile, il G.:.A…D…U… (Grande Architetto Dell’Universo), come ben spiegato nel Faust di Goethe”.
    Insomma, l’imperante cattolicesimo non ha mai voluto, come ancora fa, lasciare il potere sociale che si arrogò dopo la gran truffa del “dono” di Roma, e trovò la sua forza successiva occupando, dopo il 395 n.e, i palazzi del potere cittadino rimasti vuoti per la caduta dell’Urbs. La Chiesa si espanse in seguito nelle campagne, dove ebbe buon gioco per l’analfabetismo di ritorno, dei miseri, dovuto alla scomparsa della cultura ed economia di Roma. Analfabetismo che condurrà, supportato da esasperata superstizione delle genti di quel tempo che vivevano di stenti e miseria mentre erano falcidiate dalla peste, sino al dolce “stilnovo” passando attraverso i Goti ed i Franchi. Nemmeno l’Umanesimo riuscì a scalfire il potere che la chiesa si era ritagliata nelle campagne per l’opera instancabile dei frati che, costruendo abbazie, favorirono intorno ad esse l’immigrazione dei miseri che controllarono anche con i roghi affidati ai bracci secolari. Solo con Galileo nella scienza, e con Enrico ottavo socialmente, la chiesa fu ridimensionata, poi ciò continuò con Bridge e J. Monod.
    Poiché questo scritto per la sua brevità lascia irrisolti molti dubbi, scriverò, nei prossimi giorni, una piccola storia della Massoneria senza enfasi faziose pro o contro, storia che potrete ospitare, se vorrete, anche su queste pagine.
    Grazie per avermi sin qui letto.
    L’agnostico kiriosomega

  16. dragstar says

    Gentile Kiryo…

    Non è che ci abbia capito molto nel suo post. Ho capito comunque che secondo lei la massoneria è un innocua congrega di innocenti.

    Se vuole, vada sul mio blog, paolofranceschetti.blogspot.com.

    Dio solo sa quanto vorrei che avesse ragione lei.

  17. marko says

    Ma come mai sei ancora vivo?

Comments are closed.