Home / ComeDonChisciotte / LA GRECIA AL PATIBOLO, IL BOIA SI CHIAMA TRATTATO DI LISBONA

LA GRECIA AL PATIBOLO, IL BOIA SI CHIAMA TRATTATO DI LISBONA

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Sarò brevissimo e chiaro. Scrissi tempo fa che i trattati europei, da Maastricht a Lisbona, sono stati pensati per il bene delle elites neoliberali a scapito della libertà e del futuro di milioni di noi. Ho detto: essi sono una minaccia mille volte più orrenda di qualsiasi magagna del berlusconismo, eppure nessuno fra le ‘belle anime’ qui da noi se li fila.

Oggi la Grecia è sotto inquisizione, le stanno spaccando le ossa i torturatori di Brussell, udiamo le grida fin da qua, quel popolo verserà sangue come non si può immaginare, coi tagli feroci a qualsiasi cosa assomigli a un sevizio pubblico, alla propria economia, futuro, speranza, ordinati ai boia europei dal Tribunale Internazionale degli Investitori e degli Speculatori, cioè i padroni del mondo.

La Grecia potrebbe ribellarsi, stracciare i lacci ai polsi e alle gambe, mettere in fuga i torturatori, salvarsi. Come? Creando moneta in quantità sufficiente per pagare tutti gli stipendi, per sanare i debiti di tutte le aziende, rilanciare l’economia alla grande.

Non avete letto male, non sono pazzo, anzi, sono informato piuttosto bene. Tenete presente: la Grecia disprezzata dal mondo è colpevole oggi di avere un deficit di bilancio del 12,7% del Prodotto Interno Lordo (PIL). Nel 1946 gli Stati Uniti erano nelle medesime condizioni, anzi molto peggio. Il deficit di bilancio era del 25% del PIL. No, non c’è un errore di battitura, non era il 2,5%, era il ven-ti-cin-que per cento, quello cioè che oggi sarebbe considerato dagli inquisitori di Brussell come la raffigurazione del demonio in persona. Gli USA di Roosevelt e Truman crearono moneta a profusione, lo Stato si indebitò col settore privato fino al paradosso, e questo permise all’economia privata di espandersi magicamente senza doversi indebitare. Fu l’inizio del più lungo e stabile periodo di prosperità economica della Storia moderna, il famoso boom economico che poi salverà anche l’Europa del dopoguerra. Ma c’è un ma…

Gli USA allora, come oggi, erano sovrani, creavano moneta sovrana, e poterono fare quello che fecero. La Grecia potrebbe… ma ha ratificato i trattati europei e oggi, fate attenzione, la Grecia, come Italia, Francia ecc., non è più uno Stato sovrano, non può creare la propria moneta. Oggi la Grecia può solo USARE una moneta non sua, l’euro. Quindi essa rimane orribilmente legata al patibolo, e a noi, i prossimi forse di turno sotto tortura, tocca udire i suoi gemiti impotenti.
Quando vi raccontano che i problemi capitali degli Stati, di noi persone che li abitiamo, sono le magagnucce dei poteri locali, ricordate queste righe.

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=179
19.04.2010

Pubblicato da Davide

  • nettuno

    I GRECI LI HANNO FATTI ENTRARE NELLA TONNARA DEL PIREO E NE USCIRANNO SOLO COME SCATOLETTE . CIOE’ TONNI ALL’OLIO D’OLIVA , OVVIAMENTE GRECO.

  • sheridan

    Barnard, ti consiglio di cambiare consulente economico-finanziario, quello che usi adesso mi sa che si scola troppi grappini. La Grecia e’ saltata per aria per il banalissimo motivo che hanno preteso di vivere a un livello superiore alle loro possibilita’ con l’aggravante di truccare anche i conti. E’ evidente che ormai l’unica possibilita’ e’ quella di uscire dall’euro, ma sono loro che faranno il possibile per non uscire, quelli della BCE sarebbero solo felici se andassero fuori dai c….. L’uscita dall’euro non sarebbe affatto indolore, e’ vero che potrebbero tampare a volonta’, ma coi bigliettini che stampano ci potrebbero fare solo coriandoli, farebbero la fine dello Zimbamwe con l’inflazione a 7 cifre!!! Il tuo consulente ha inventato teorie economiche molto innovative, stampi e magni!!! Col c…..!!!! Prova ad andare dagli arabi a comprare petrolio con le dracme in mano, poi vedi che ti rimandano indetro a calci nel cul!!!! E’ vero che i numeri dell’america del dopoguerra erano molto peggio, credo pero’ che tu sappia come fu risolta la cosa, quei debiti non furono mai pagati, vennero fatti svalutare in anni si inflazione feroce che naturalmente falcidiarono il potere d’acquisto dei salari. Se solo accenni ai tedeschi di stampare moneta quelli prendono il winchester, l’inflazione dei tempi di weimar se la ricordano benissimo (che poi porto a Hitler). Che noi saremo i prossimi e’ del tutto evodente, ma non per colpa di quei cattivoni della BCE ma solo per colpa del governo forzuto-fascista-padanaro che ha devastato l’economia del paese in balia di un immane ladrocinnio. Quanto al trattato di Lisbona non capisco proprio di cosa ti lamenti, con i governi che ci ritroviamo dovremmo essere gli ultimi a preoccuparci della perdita di sovranta’, magari calassero galli, unni, normanni e lanzichenecchi, avremmo solo da guadagnare!!!

  • alvise

    Invece tu sheridan, non hai bisogno di nessun consulente per dire cavolate, ce la fai anche da solo.Lo so che dirai che i casi della germania del 33′, e/o dell’isola Guernsey sono cazzate, ma io guarda caso non la penso così, perchè ci sono le prove su questi citati, che sono usciti dal problema monetario stampandosi la propria moneta.Il dopo della germania non mi interessa, è il prima che conferma la regola, e questo è indiscutibile vista la realtà dei fatti.Cosa ti fa credere che una moneta cosìdetta “ufficiale”, abbia più valore di una alternativa?Certo risponderai “i mercati”.Ma chi si ne frega dei mercati, forse quelli governati dagli schiavisti moderni?Oppure mi dirai che quasi tutte le monete mondiali si appoggiano al dollaro?Il dollaro, quello che vale meno di un euro bucato ma di cui ci OBBLIGANO a genuflettersi a lui?

  • sheridan

    Beata ingenuita’. Quello che tu proponi lo puoi fare solo nel caso di una nazione che possiede tutte le risorse necessarie alla propria economia e che decida di uilizzare solo quelle, in pratica una nazione con scambi commerciali 0 (ZERO!). In quel caso il valore della moneta e’ del tutto irrilevante e quindi puoi anche stampare a manetta tanti bigliettini nella forma che vuoi e del colore che piu’ ti piace. Se pero’ con quei bigliettini ti vuoi andare a comprare il petrolio, l’uranio o l’iphone ti rimandano a casa con una potente razione di calci nel cul!!!!

  • maremosso

    Sono corrette entrambe le cose. I Greci hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità e gli accordi dell’area Euro non permettono l’adeguata flessibilità monetaria. I BOT ellenici pagano il 7% di interesse sintomo di scarsa affidabilità, ma la garanzia estesa da Francia e Germania unitamente al programma economico di rientro del Premier Papandreu permetterà alla Grecia di ritrovare una linea di galleggiamento pur tuttavia riducendo salari e potere d’acquisto dei cittadini. A meno che gli squaletti amici di Soros decidano di continuare a far leva sui CDS. Un avviso di smetterla lo hanno già ricevuto. Vedremo se i vertici europei sapranno contrastare politicamente questa manovra speculativa proveniente dagli USA.

  • Valdez

    Scrivi che nel ’46 il nord america aveva un deficit pari al 25% del pil, che usci’ dalla crisi stampando moneta a piu’ non posso e che quel periodo fu l’inizio del boom…

    Valuta questo, pero’: europa e giappone erano rase al suolo, le loro industrie erano state distrutte e quindi i processi produttivi erano ridotti al minimo del minimo.

    Con i dollari stampati freschi di tipografia i nordamericani hanno finanziato i vari piani marshall, e dal momento che erano praticamente gli unici con i processi produttivi funzionanti, esportavano i loro prodotti in europa, in giappone, senza avere concorrenti. Quindi le loro industrie pompavano alla grande e i soldi tornavano in tasca loro: per questo sono usciti dalla crisi del 29.

    Non ho idea di quale soluzione si possa adottare in questo frangente ma penso che l’esempio che hai postato sia superficiale e improponibile.

    Che poi l’euro sia una trappola mortale e’ palese, visto che abbiamo perso il 50% del potere d’acquisto gia’ nei primi mesi della sua entrata in vigore.

  • LAZZARETTI

    PAOLO, IMMENSO COME AL SOLITO.
    BENEDETTI GRAPPINI,
    MA DI CHE COSA SONO?

    PER SHERIDAN—-

    O LEI MENTE, SAPENDO DI MENTIRE-PLAUSIBILISSIMO
    OPPURE E’ IGNORANTE.

    DEFINIZIONI
    COS’E’ IL DEBITO PUBBLICO ? CONSULTI…CONSULTI…
    COS’E LA SOVRANITA’ MONETARIA? CONSULTI…CONSULTI…
    BERLUSCONI E’ LUI..CHE SI SA..
    TOMMASO PADOA SCHIOPPA E’ UOMO INTELLIGENTE..
    BERLUSCONI E’ LUI..CHE SI SA..
    DE BENEDETTI E’ UN EDITORE BENEFATTORE,
    DA NONNO ITALIANISSIMO.
    BERLUSCONI E’ LUI..CHE SI SA..
    PRODI E’ UOMO COLTO E ONESTO
    BERLUSCONI E’ LUI..CHE SI SA..
    REPUBBLICA E’ IL PIU’ GRANDE QUOTIDIANO ITALIANO

    DAL SITO DELLA BCE
    http://www.ecb.int/euro/coins/html/index.it.html
    Un eccesso di monete e banconote in circolazione potrebbe causare inflazione. Tenere sotto controllo questo fenomeno è ciò che si prefigge la BCE preservando la stabilità dei prezzi. La BCE ha quindi la responsabilità di approvare il volume di monete che i paesi dell’area dell’euro possono emettere. Nel caso delle banconote, ne autorizza invece sia l’emissione sia il volume.
    Tale competenza le spetta in via esclusiva.

    Competenze della BCE e delle banche centrali nazionali
    La BCE esercita la supervisione sulle attività delle banche centrali nazionali e promuove l’ulteriore armonizzazione dei servizi di cassa all’interno dell’area dell’euro, mentre le BCN hanno la responsabilità di assicurare il funzionamento dei sistemi di distribuzione del contante nei rispettivi paesi. Le BCN immettono in circolazione le banconote e le monete attraverso il sistema bancario e, in misura minore, attraverso il settore del commercio al dettaglio. La BCE non è in grado di svolgere tali funzioni poiché non dispone di apposite strutture tecniche (unità di produzione e distribuzione, caveau ecc.).

    Art.3 dello statuto della Banca d’Italia
    Sabato 16 Dicembre 2006 è stato pubblicato il Nuovo Statuto della Banca d’Italia S.p.A. modificato nell’art.3

    VECCHIO ART. 3 DELLO STATUTO
    Il capitale della Banca d’Italia è di 156.000 euro rappresentato da quote di partecipazione di 0,52 euro ciascuna (4). Le dette quote sono nominative e non possono essere possedute se non da:

    a) Casse di risparmio;
    b) Istituti di credito di diritto pubblico e Banche di interesse nazionale;
    c) Società per azioni esercenti attività bancaria risultanti dalle operazioni
    di cui all’ art. 1 del decreto legislativo 20.11.1990, n. 356;
    d) Istituti di previdenza;
    e) Istituti di assicurazione.

    Le quote di partecipazione possono essere cedute, previo consenso del Consiglio superiore, solamente da uno ad altro ente compreso nelle categorie indicate nel comma precedente.
    In ogni caso dovrà essere assicurata la permanenza della partecipazione maggioritaria al capitale della Banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici.

    NUOVO ART. 3 DELLO STATUTO
    Il capitale della Banca d’Italia è di 156.000 euro ed è suddiviso in quote di partecipazione nominative di 0,52 euro ciascuna, la cui titolarità è disciplinata dalla legge.
    Il trasferimento delle quote avviene, su proposta del Direttorio, solo previo consenso del Consiglio superiore, nel rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza dell’Istituto e della equilibrata distribuzione delle quote.

    Art. 4, comma 1, del decreto legislativo 10 marzo 1998, n. 43:
    Art. 4.
    Emissione di banconote
    1. La Banca d’Italia emette banconote in applicazione di quanto previsto dagli articoli 105A, paragrafo 1, del trattato e 16 dello statuto del SEBC. Nell’esercizio di tale funzione e’ soggetta al potere autorizzatorio esclusivo della BCE.

    Il potere autoritorio è esclusivo della BCE (SpA privata), questo e previsto espressamente dall’art.4 del DL 10 marzo 1998, n. 43. Questo articolo lapone al di sopra dello Stato che di fatto con questo articolo perde la sovranita di emettere moneta, perde la sovranita monetaria.

  • roberto4321

    E’ evidente la differenza della situazione degli USA nel ’45, che si ritrovò ad aver vinto la guerra, si trovò ad avere la moneta di riferimento mondiale per gli scambi, con le sue multinazionali pronte a gettarsi a capofitto su tutto il mondo “libero”, con una immane industria bellica pronta a riconvertirsi alla produzione “civile”, l’unico Paese industriale con le fabbriche ancora tutte intatte, con la forza lavoro quasi raddoppiata per via dell’accesso al lavoro delle donne, con una abbondanza di terre e di materie prime rispetto alla popolazione che non si è mai avuta nella storia dell’umanità.
    Permettetemi di dirlo ma la situazione della Grecia è un tantinello diversa: è un Paese che ha truccato pesantemente i conti per entrare nell’Euro, se avesse detto la verità non ci sarebbe potuta mai entrare, che neanche dopo è riuscita a raddrizzarsi, anzi ha continuato a spendere più di quello che produce, ha troppi pensionati, troppi statali, troppa assistena sanitaria rispetto a quello che può permettersi, non ha neanche (come l’Italia) dei risparmi privati. In questi casi si fallisce.
    E quale sarebbe la “miracolosa” ricetta di Barnard per risolvere il problema Grecia? Riappropriarsi della propria “sovranità monetaria”, cioè cominciare a stampare moneta, semplice e geniale, la ricetta perfetta per finire come lo Zimbabwe o come la Germania di Weimar: iperinflazione. Già perchè a parte gli sparuti casi nella storia nei quali la stampa di moneta è servita a liberare forze economiche che erano lì pronte a scattare, in tutti gli altri casi la ricetta ha prodotto solo questa immonda creatura.
    La Grecia deve semplicemente spendere di meno, o fallire togliendosi dalle palle, e che i suoi abitanti protestino pure in piazza.

  • RobertoG

    Tratti tutto con la consueta superficialità e guasconeria, anche un argomento delicato come questo, dove è evidente che non capisci un tubo, diventa occasione per lanciare i soliti proclami predicatori.

    Consiglio sull’attuale situazione della Grecia e della zona euro di leggere questo bel pezzo di una persona competente come il prof. Emiliano Brancaccio

    http://www.economiaepolitica.it/index.php/europa-e-mondo/la-grecia-campanello-dallarme-per-leuropa/

    Quanto ai trattati è vero che rappresentano la minaccia più grande, ma le classi politiche locali non si possono ignorare, nella misura in cui li hanno ratificati senza battere ciglio.

    Se in parlamento avessimo avuto persone oneste o quantomeno non così servili le cose sarebbero state diverse.

  • LAZZARETTI

    Lei si esprime da terrorista.
    Leggo l’ultima sua frase, forse gli e’ sfuggita dalla tastiera,
    oppure ha avuto un barlume di semincoScienza.
    LA GRECIA DEVE SEMPLICEMENTE SPENDERE DI MENO,
    O FALLIRE TOGLIENDOSI DALLE PALLE, E
    CHE I SUOI ABITANTI PROTESTINO PURE IN PIAZZA.
    LE RISPONDO
    IN GRECIA CI SONO BAMBINI, ANZIANI, LAVORATORI.
    CHE COLPA HANNO COSTORO DEL FALLIMENTO.
    ALLORA POTREMMO FARE LO STESSO DISCORSO DELL’ITALIA
    E A MAGGIOR RAGIONE, O DEGLI USA.
    Perche’ questa discriminazione verso persone innocenti,
    i greci sono esseri umani destinati alla tortura, perche hanno
    avuto cattivi amministratori.
    Mi spiego meglio…
    Un padre ha 2 figli di tenera’ eta’ e una moglie:
    questo tizio si da’ al gioco e perde tutto, e fallisci.
    e allora lei direbbe, che i 2 bambini piangano pure,
    si potevano scegliere un padre migliore.
    AH BELLO, non e’ che sta storia dell’inflazione,
    e’ un ritornello per proteggere i potenti.
    APPLICHIAMO alle parola inflazione, una logica CAUSA-EFFETTO.
    L’inflazione non e’ L’EFFETTO, ma la CAUSA.
    Indovina un po’ perche’.
    Lo sa che penso?
    Lei ha evidentemente un bel paniere di titoli sottostanti,
    e cosa ancora peggiore esponenzializza i suoi guadagni con i derivati.
    Mi chiedo cosa abbia a che a fare lei con questo sito.
    Che la sua giornata da TRADER, aggiunga ulteriore carta straccia
    al suo cc, in barba ai bambini greci.
    saluti

  • TN

    Le classi politiche locali?… Come se non fossero tutte l’appendice ultima dei camerieri dei banchieri. Il referendum irlandese non ha insegnato nulla? Persino il gregge più “senziente” (hahaha) si può manipolare facilmente, utilizzando le giuste leve. E consegnarsi al boia volontariamente.
    Barnard sarà anche superficiale e bastian contrario per partito preso, ma stavolta si è avvicinato parecchio alla realtà delle cose: il fallimento della Grecia si chiama Soros, che coi suoi compagni di merende hanno tanto “spremuto” la leva dei CDS da far diventare inaffidabile la Grecia.
    E intanto dal default loro incassano miliardi di dollari.
    In una riunione a NY hanno già individuato le prossime vittime delle loro manovre speculative, inermi a causa della dipendenza dall’euro-marco: Portogallo, Spagna, forse Irlanda e Italia. Preparatevi (incluso il galletto che ci dice tutti i giorni che la crisi è alle spalle).

  • osva

    Non penso che permetteranno alla grecia di uscire dall’ingranaggio, il trattato di Lisbina non lo prevede. Si, dovrebbero stamparsi la moneta da soli, ma non come gli USA: la loro moneta non è “sovrana”, ma è della Federal Reserve. Esattamente come i greci e tutto il pianeta, tutti, USA compresi, non creano la loro moneta, ma USANO una moneta non loro, cioè quella delle banche centrali, che sono uno stato a parte in un sistema di stati.
    Le elites neoliberali hanno escigitato questo piano per renderci schiavi tanto tanto tempo fa, forse qualche secolo…..

  • MATITA

    Difficile capire come tecnicamente sia meglio fare …..se la Grecia sia causa del proprio male o se sia stata oggetto di attacchi speculatori…..attacchi da parte di chi voleva far capire chi comanda.
    Cominque sia è certo che il vero problema che opprime i popoli sono le banche, la criminalita organizzata e la speculazione finanziaria……Se non si mette freno a tutto questo non abbiamo via di scampo.
    Quindi ha ragione Barnard quando continua a cercare di mettere nelle vostre rozze teste senza anima dove si trova il vero problema,chi è il vero nemico.
    Siete troppo gretti e rozzi per capirlo,vedete solo il vostro bel giardino e tutto quello che vi fa comodo (il sistema)per mantenerlo in ordine,,,illusi.
    Banche ,finanza ,criminalita,lobbis ebraicomassoniche……questi sono i prioblemi su cui discutere..avanti con le proposte sul come linmitare o sbarazzarci di costoro…..
    Se ritenete che non siano questi i veri nemici chiudete il suto che leggete e andate su quello del tg5 e annessi

  • AlbertoConti

    Mi sarebbe piaciuto commentare l’articolo, invece mi ritrovo a commentare …. i commenti! Una frase per tutte, di uno dei tanti sedicenti “esperti” del “sentito dire alla TV”: “Un eccesso di monete e banconote in circolazione potrebbe causare inflazione.”. Ma lo sa questo signore “informato sui fatti” che la massa complessiva di monete e banconote in circolazione è il 5% della massa complessiva di denaro circolante nelle altre forme? E questo in tutta l’area euro, germania e francia comprese. E lo sa questo signore chi è il “creatore” di quel 95% di denaro circolante? Se non lo sa lo consiglio di andare alla sua banca a chiedere un mutuo, così tocca con mano la realtà in cui viviamo. Tutto, dico tutto, e so quel che dico, il denaro che ci serve per vivere, per “fare economia”, è MADE IN BANCA! E penso si sappia cosa ci fa la banca con quel denaro, essendo una S.p.A. (GRAZIE CIAMPI !!!!) ci lucra il massimo degli interessi di “mercato”, cioè di quel mercato dei soldi che è in mano loro, sotto il coordinamento delle BANDE CENTRALI, il cui capo dei capi si chiama IMBROGLIO (non sto scherzando, andate a tradurre sul vocabolario francese). Tutto ciò è però solo la premessa, il sottofondo sul quale i megaparassiti della moneta hanno costruito il loro impero del male, attraverso STRUMENTI ad hoc, graziosamente chiamati strumenti finanziari, come quei fondi che vi hanno inculato fin dal primo momento delle privatizzazioni bancarie (grazie Draghi, Prodi, Monti, Schioppa, oltre al solito vecchio e beneamato nonno Ciampi, ecc. ecc.). Ma si sa cosa si dice a chi l’ha preso in quel posto, e bello grosso da bruciare per anni: hai voluto rischiare? e adesso paga! Così, dagli “innocenti” fondi comuni d’investimento si è passati ai più sofisticati derivati, come ad es. i cds, gli hedge found, i prodotti STRUTTURATI, che sai cosa compri, vero superesperto del prendilo lì! Ma credete che i biscazzieri si accontentino di così poco? Che gli basti comprarsi il mondo? E no, ingenuoni che lavorate negli uffici tutti i giorni. Questi “signori” il mondo se lo vogliono comprare almeno 50 volte, giocarselo tra loro, sul vostro “sottostante” intriso di sudore e sangue. Così gli astuti e conservatori banchieri non aggiornano il loro lessico, e per loro il CIRCOLANTE è ancora, per definizione maliziosamente antiquata, solo la “liquidità” di vario grado, dalla monetina al bond di Stato, non di più. E allora !? Stiamo ancora a dare tutte le colpe ai politici-cicala? Chiamiamoli piuttosto col loro vero nome, servi dei banchieri!

  • AlbertoConti

    chiedo scusa a roberto4321, ho postato per sbaglio come risposta a lui quanto sotto:

    Mi sarebbe piaciuto commentare l’articolo, invece mi ritrovo a commentare …. i commenti! Una frase per tutte, di uno dei tanti sedicenti “esperti” del “sentito dire alla TV”: “Un eccesso di monete e banconote in circolazione potrebbe causare inflazione.”. Ma lo sa questo signore “informato sui fatti” che la massa complessiva di monete e banconote in circolazione è il 5% della massa complessiva di denaro circolante nelle altre forme? E questo in tutta l’area euro, germania e francia comprese. E lo sa questo signore chi è il “creatore” di quel 95% di denaro circolante? Se non lo sa lo consiglio di andare alla sua banca a chiedere un mutuo, così tocca con mano la realtà in cui viviamo. Tutto, dico tutto, e so quel che dico, il denaro che ci serve per vivere, per “fare economia”, è MADE IN BANCA! E penso si sappia cosa ci fa la banca con quel denaro, essendo una S.p.A. (GRAZIE CIAMPI !!!!) ci lucra il massimo degli interessi di “mercato”, cioè di quel mercato dei soldi che è in mano loro, sotto il coordinamento delle BANDE CENTRALI, il cui capo dei capi si chiama IMBROGLIO (non sto scherzando, andate a tradurre sul vocabolario francese). Tutto ciò è però solo la premessa, il sottofondo sul quale i megaparassiti della moneta hanno costruito il loro impero del male, attraverso STRUMENTI ad hoc, graziosamente chiamati strumenti finanziari, come quei fondi che vi hanno inculato fin dal primo momento delle privatizzazioni bancarie (grazie Draghi, Prodi, Monti, Schioppa, oltre al solito vecchio e beneamato nonno Ciampi, ecc. ecc.). Ma si sa cosa si dice a chi l’ha preso in quel posto, e bello grosso da bruciare per anni: hai voluto rischiare? e adesso paga! Così, dagli “innocenti” fondi comuni d’investimento si è passati ai più sofisticati derivati, come ad es. i cds, gli hedge found, i prodotti STRUTTURATI, che sai cosa compri, vero superesperto del prendilo lì! Ma credete che i biscazzieri si accontentino di così poco? Che gli basti comprarsi il mondo? E no, ingenuoni che lavorate negli uffici tutti i giorni. Questi “signori” il mondo se lo vogliono comprare almeno 50 volte, giocarselo tra loro, sul vostro “sottostante” intriso di sudore e sangue. Così gli astuti e conservatori banchieri non aggiornano il loro lessico, e per loro il CIRCOLANTE è ancora, per definizione maliziosamente antiquata, solo la “liquidità” di vario grado, dalla monetina al bond di Stato, non di più. E allora !? Stiamo ancora a dare tutte le colpe ai politici-cicala? Chiamiamoli piuttosto col loro vero nome, servi dei banchieri!

  • LAZZARETTI

    Concordo con te, io scrivo da poco sul blog, pur
    prequentandolo da anni.
    Su Paolo: piu’ che bastian contrario,
    nonostante a volte si faccia prendere
    da un desiderio di vendetta per quelli dell’antistema,
    credo sia scomodo perche’ si spinge alla radice,
    e nonostante cerchi di esprimersi con un linguaggio
    semplice, a volte quando distribuisce sottili pillole
    di intellettualismo (vedi STRADA, vedi DALLA-SULLE DONNE),
    non e’ capito.
    Lui pero’ deve cercare di essere lucido e deve lasciar
    perdere le beghe personali,
    perche’ a volte i suoi scritti sembrano colpire piu’
    le persone che le loro idee.
    Ruggero

  • ilnatta

    Siamo d’accordo che hanno truccato i conti (con l’aiuto delle solite banche, esattamente come fece l’italia per poter entrare in europa)
    ma all’irresponsabilità dei politici (sempre pronti a spalmare i debiti per dare fiato ai conti quando ci sono loro per poi lasciar la patata bollente al prossimo) va sommata la “consulenza” degli istituti finanziari che hanno permesso ciò.
    Quindi io dico, sarà colpa dei governi che hanno bevuto crediti come un ubriacone, ma la responsabilità, quantomeno morale, delle banche che hanno continuato a versare da bere a questo malato terminale di cirrosi?
    E che l’abbiano fatto a posta? o non sapevano che era una politica suicida?

  • LAZZARETTI

    ah bello
    non fare il professorino.
    e’ evidente che non leggi nemmeno bene.
    il sottoscritto ha perso il lavoro e ha vissuto una situazione
    devastante per sei mesi, che mi porteroo’ dietro tutta la vita.
    la tv cuccatela tu, la mia e’ spenta da tempo.
    Che ti aspetti che continui a ossequiare, banche, banchieri, economisti.
    la finanza buona? no caro!!!! tempo scaduto…
    sono certo che magari se avessi un bel po’ di carta in cc, con una bella
    svalutazione non ti rimarrebero nemmeno i soldi per comprare
    le sigarette.
    mi dispiace per coloro che hanno risparmiato lavorando,
    invece suonerei i campanoni a festa per i vari specultori
    piccoli e grossi.
    Mercato….finanza….borsa….obbligazioni….
    per me sono solo strumenti creati ad arte per schiavizzare le masse.
    scendi dal piedistallo bello,
    e i soldi guadagnateli col sudore della fronte,
    perche ‘ i campi ci aspettano
    a breve.

  • AlbertoConti

    P.S.: lo spauracchio inflazione va chiarito. Cominciamo col rispondere a una domanda facile-facile: come mai dopo le strapotenti iniezioni di liquidità “fresca di stampa” per salvare il culo alle banche (e non solo in USA) non è esplosa subito un’inflazione da Repubblica di Weimar? Risposta facile-facile: ma perchè questa montagna di denaro fresco proveniente dal nulla è rimasta “parcheggiata” nelle banche stesse, o meglio “circola” solo nei circuiti separati della speculazione finanziaria, leggi bisca internazionale, per lo più OTC (fuori dai controlli ufficiali delle volpi che custodiscono i pollai). Sappiamo tutti che i debiti di stato esplosi a ruota della crisi finanziaria, a carico degli schiavi futuri, che non sono ancora nati, si sono trasformati in guadagni astronomici dei big del disastro stesso che si andava a “sanare”, o comunque nel circuito dell’alta speculazione, così alta da essere irraggiungibile dai comuni mortali, quelli che alla fine pagano tutto. Già qui ci sarebbe da dare l’assalto a Goldman Sachs dopo aver preparato la ghigliottina nella piazza antistante (è solo una figura retorica, sia chiaro). Ma torniamo all’inflazione. E’ chiaro che le banche non prestano più nulla alla società civile, alle PMI, strangolando l’economia reale che non ha più soldi per vivere, e questo grazie alla “crisi di fiducia” che loro stesse hanno prodotto facendo scoppiare la precedente bolla speculativa. E come fa ad aumentare il prezzo della bistecca in queste condizioni? Ma se solo l’economia reale si azzardasse a “ripartire”, ecco che la banda centrale aumenta i tassi, il “costo” del denaro che nasce sì gratis (per chi lo crea), ma che gli schiavi implorano per potergli infondere consistenza col loro sangue, valore vero. E questo sì che poi risucchia nel paniere ISTAT almeno una piccola frazione di quell’eccesso di “liquidità” riversato precedentemente nell’universo degli egemoni della moneta. Notare che l’aumento degli interessi colpirà a morte i megadebiti come il nostro, di 1.800 miliardi (+90 negli ultimi mesi, grazie pierino-tremonti e a quelli che continuano a credere alle favole).
    Ricapitolando, la moneta in circolo aumenta sempre (10 miliardi l’anno solo di banconote made in italy negli anni precrisi, quel 5% del “totale”, fasullo per difetto, contato dai banchieri), e non produce inflazione destabilizzante (oltre il 3%) fino a che è bilanciata da pari aumento del PIL. Oggi paradossalmente c’è una crisi deflazionistica, eccesso di rarefazione monetaria nel mercato fisico, assieme a una smodata quantità di moneta in mano ai padroni del mondo, corrispondente alla sommatoria dei debiti di Stati, Aziende, Famiglie.

  • AlbertoConti

    Io sono incazzato quanto e più di te, e penso che la tua reazione isterica ti abbia impedito di leggere e capire quanto ho scritto, se no dammi una spiegazione migliore, visto che diciamo le stesse cose.

  • LAZZARETTI

    SCRIVO DA POCO SUL BLOG,
    PERO’ MI ACCORGO CHE C’E’ UN DISCUTERE CONVULSO
    E HAI RAGIONE, A VOLTE NON LEGGIAMO BENE LE COSE.
    FORSE PERCHE’ PRESI DALL’EMOTIVITA’
    PERDONAMI.
    CERCHERO’ DI ESSERE PIU’ ATTENTO.
    RUGGERO

  • maristaurru

    Gli Statii che hanno truccato i conti per entrare in quella trappola che è l’europa della mafia economica, lo hanno fatto indotti .. dalla mafia economica che li ha terorizzati letteralmente con le conseguenze che sarebbero derivata dallo starne fuori.

    Chi avrebbe vissuto al di sopra delle proprie possibiltià: le casalinghe, gli operai, gli impiegati? Ma davvero siete fuori di cervello, o del tutto plagiati o pronti ad accettare il famoso piatto di lentichie, che tanto non verrà dato, leggersi ed informarsi su usi e costumi delle malavite economiche

  • DaniB

    brava marista…

  • MrDRAgo88

    Questo sito è sempre più pieno di detrazionisti.
    Barnard ha scritto un grande articolo, spero che d’ora in poi cominci a parlare di sovranità monetaria e di signoraggio, a differenza di come ha fatto fin ora.
    Stampare moneta sovrana per rimettere in moto l’economia della grecia è fattibilissimo perchè nel caso in cui la produttività sale in modo proporzionale all’immissione di denaro non si creerebbe inflazione, contrariamente a quanto affermano certi personaggi che brulicano nei forums….
    La questione monetaria/bancaria è l’ultimo tabù, l’argomento meno affrontato e più occultato, e se vogliamo cambiare le cose dobbiamo deciderci ad affrontarlo tutti insieme.
    Il signoraggio è lo strumento di dominio maggiore, il mezzo per concentrare la ricchezza nelle mani di pochi ed accaparrarsi qualsiasi cosa.

    Riguardo alla falsa convinzione che non si possa uscire dall’euro e dall’UE:
    http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.com/2010/03/stampa-libera-oscurata.html

  • GRATIS

    già: dicendo che la gente ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità si dice solo una cosa marginale. La realtà mi sembra piuttosto che il sistema ha accumulato un eccesso di produzione (che non potrà mai smaltire) dando luogo ad un eccesso di rifiuti (che non potrà mai eliminare) e creando una massa implacabilmente crescente di debiti (che non potranno mai venire saldati). Le casalinghe gli operai e gli impiegati non hanno fatto altro che adeguarsi

  • Cippala

    sheridan è la rappresentazione della servitù..è pieno il paese di questi schiavetti da quattro soldi, non fateci caso sono ovunque.

  • Cippala

    Meglio sfidare l’inflazione di Wall Street che rimanere ostaggio di questa elite.
    Non fanno uscire la Grecia dall’Euro perchè dimostrerebbe la bufala del benessere legata all’euro e ci rimetterebbero solo le banche che detengono il debito della Grecia.
    La Grecia diventerebbe uno stato canaglia, ma ce ne sono parecchi con quale stringere accordi per le materie prime.

    Se Il benessere è comprarsi L’iPhone allora teniamoci L’euro.

  • Cippala

    Il reddito di cittadinanza è l’unica battaglia. Deridiamo partiti-movimenti a 5 stelle personaggi famosi che non ne parlano. Basta con l’inutile battaglia contro il despota BErlusconi..dobbiamo affrontare la vera elite e il coro deve essere unico.
    Prima di Mr.B distruggiamo questa finta opposizione di merda che ci ha fatto buttare 16 anni mentre l’elite ha continuato indisturbata a violentarci.

  • drummer

    Scusi, ma Lei crede ancora che per campare e muoversisi si abbia ancora bisogno del petrolio o del gas russo ? L’energia è gratuta da tempo e lo stadio della tecnologia reale noi comuni mortali non lo immaginiamo neppure, se cerca sul web, oltre alle scoperte del Prof. Rubbia in tema di Solare Termodinamico, la fusione nucleare, ce ne sono tante altre che ci libererebbero della schiavitù. I governi sono servi dei banchieri che controllano le fonti fossili di energia e non hanno interesse al bene dei loro popoli. Pensi a quante centrali a Solare Termodinamico si potrebbero costruire con moneta sovrana….

  • Pai

    Paolo, accetta un consiglio da uno che vale meno di te e che nella vita ha fatto un millesimo delle cose che hai fatto te: non scrivere di economia. Scrivi di storia che sei un drago e mi hai insegnato un casino di cose, ma l’economia lasciala stare. Risulti goffo e pressapochista. Inoltre se il livello di informazione che hai e’ questo anche sulla storia, mi fai venire il dubbio che quello che mi hai insegnato sulla palestina non sia vero…

  • BarnardP

    Sono Paolo Barnard. Quello che ho scritto è fondato, accuratamente verificato, verissimo. E’ una traduzione per il pubblico della consolidata e celeberrima pratica del deficit spending, le cui virtù risalgono ai tempi di J.M. Keynes. Io non scrivo per i 10 ‘maghi’ dell’economia che strombazzano in rete. Scrivo per il pubblico, e devo essere semplice e chiaro perché il pubblico lo merita e va aiutato a capire. Ma sono terribilmente preciso, se no non scrivo. Fidatevi. Appena posso, scriverò di moneta e signoraggio. B.

  • Bubba

    Sì ma ti hanno fatto delle obiezioni ragionate. Potresti argomentare di più. Non si vive di sola fiducia.

  • sentinella

    scusate l’ignoranza che però credo da molti condivisa (non che questa sia un attenuante) ma sto’ Trattato di Lisbona che inquieta tanto Barnard che cos’è??.

  • marimari

    BARNARD HAI ROTTO I COGLIONI CON LA TUA PRESUNZIONE DI ESSERE L’UNICO A VERIFICARE LE FONTI O BENE INFORMATO DEI FATTI. ASPETTIAMO CON ANSIA LE TUE CONTROARGOMENTAZIONI – VISTO CHE DALLE TUE SPARATE PREVENTIVE NON PUO’ CHE TRATTARSI DI “CONTRO” – SUL SIGNORAGGIO.

    INTANTO BUONA LETTURA (Nicoletta):

    STAMPA LIBERA OSCURATA. N. Forcheri
    Da ieri il sito http://www.stampalibera.com è stato oscurato con un laconico messaggio

    ForbiddenGiustifica

    You don’t have permission to access / on this server.

    Voi direte che sarà un caso, ma esso è stato oscurato poco dopo che ho messo in primo piano l’articolo di Saba, Una exit strategy per la Grecia in cui si descrive una via di uscita più che onorevole per la Grecia, e l’Europa.

    Ho constatato troppe volte che ogni volta che si tocca all’argomento della sovranità monetaria, della moneta pubblica/privata e del presupposto signoraggio, succedono cose strane dannose per la libertà di stampa, per credere al caso: trasmissioni che chiudono, duomate al premier o, più comunemente, siti di blogger oscurati.

    Di fronte ai ripetuti tentativi di “abolitio memoria”, vale la pena di estrarre il succo di quell’articolo, repetita juvant, anche perché foriero di buone notizie.

    Saba sfata la credenza che sia giuridicamente impossibile uscire dall’euro e dall’UE: niente di più falso, tale clausola di fuoriuscita è contemplata nel Trattato di Lisbona, – con grande rammarico della BCE – basta prevedere un preavviso di due anni (articolo 50 del Trattato).

    E questa è la prima buona notizia: nessun ménage o nessuna unione che dir si voglia, converrete anche voi, può resistere a lungo se risentita come una costrizione senza via di uscita, e lesiva di quella autodeterminazione dei popoli e di quelle libertà di cui l’UE si ammanta, e sottoscrive tanto a parole.

    Seconda buona notizia: la fuoriscuta dall’UE comporterebbe la restituzione della sovranità monetaria e di tutte le riserve cedute alla BCE.

    Ma la terza vera buona notizia illustrata nell’articolo è che non è assolutamente necessario arrivare al punto di “rottura” con l’euro e l’UE, perché esiste la possibilità concreta di

    emettere degli strumenti finanziari (zero-coupon perpetual puttable security) senza chiamarli propriamente “banconote” o “moneta”, ma con gli stessi effetti all’atto pratico” o “biglietti di stato a corso legale”.

    Una circolazione interna che affianchi quella dell’euro, descritta come possibilità legale da nientemeno che il consigliere dei Rotschilds (Julian D. A. Wiseman, consulente del banchiere Rohatyn, direttore di una società svizzera dei Rotschilds http://www.jdawiseman.com ).

    L’Italia ha la paternità di questo tipo di strumento – quarta buona notizia – come atto di autonomia costruttiva nei confronti dell’impero:

    “L’iniziativa prima assoluta – a livello europeo – avvenne nel 1240 quando il Comune di Milano, a corto di moneta dì argento, emise cartamoneta a corso libero, diventando ben presto la capitale della Lombardia” (http://marcosaba.wordpress.com/2009/06/06/la-cartamoneta-di-milano-anno-domini-1240/).

    Pertanto l’Italia ha i mezzi e le conoscenze, per mostrare la via.

    Basta che rispolveri vecchie ricette accantonate in cantina e che ripulisca il cortile dietro a casa dai vari parassiti che succhiano la linfa vitale di questo piccolo grande paese da secoli immemori.

    Nicoletta Forcheri

  • Ricky

    Tutti a starnazzare di inflazione e a fare gli esperti economisti.
    Addirittura si leggono commenti di cinici criminali il cui senso del discorso é: Se la sono voluta la crisi, ora che crepino. Bella roba, quando toccherá all’Italia godró vedendovi dormire sotto i ponti.
    Il punto qui non é se la soluzione per la Grecia sia uscire dall’euro o meno, il punto é che non possono prendere piú nessuna decisione, giusta o sbagliata che sia.
    Lo vedete o no?

  • nicus

    anche io non ne sapevo molto, prima di documentarmi. e comunque si viene su siti come questo anche per poter fare domande di argomenti che non si conoscono, quindi fai bene a chiedere.
    stando a quanto ne ho capito io e volendo fare un bignami del bignami, direi che il trattato di lisbona è semplicemente la nuova forma data alla costituzione europea a seguito delle bocciature del 2005. tale restyling non l’ha resa molto diversa nel contenuto, ma senza dubbio più “ratificabile”.
    questi sono i link che ti consiglio di spulciare:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Trattato_di_Lisbona (più che altro sull’iter legislativo)
    http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=139
    http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/10/il-grande-inganno-da-maastricht-lisbona.html

  • AlbertoConti

    Non sono un “mago” dell’economia, ma cerco di farmi una mia idea con la mia testa, e al momento penso che tra analisi e soluzione ci sia una voragine da riempire, per la quale Keynes non è per niente indicato, sia per le condizioni dei soggetti di cui si parla, sia per quelle del mondo intero (crisi da esaurimento risorse, ambiente pulito in testa). La sola analisi corretta, che faccia piazza pulita delle balle artatamente pompate per annebbiare i cervelli, sarebbe già un enorme passo avanti. Per le soluzioni la faccenda diventa politica nel senso più proprio del termine, e guarda caso la politica è la grande assente di quest’epoca.

  • AlbertoConti

    Che rifare la base monetaria a costo zero sia cosa buona e giusta non ci piove, come non ci piove che l’apparato di potere dei signori-parassiti della moneta attuale non lo permetterà senza prima dare battaglia con tutta la smodata potenza di fuoco di cui dispone, dai media all’esoterismo, dall’euroburocrazia al sistema politico delle caste, dalle multinazionali al controllo sulla giurisprudenza a difesa della conservazione del potere economico consolidato. L’oscuramento di un sito è solo una monellata da scuola elementare per lorsignori. Con tutto ciò sono ottimista, perchè il problema non è tutto lì, in una minoranza di despoti. Il problema siamo tutti noi che lo consentiamo, anzi creiamo in qualche oscuro modo queste sinistre realtà, quasi proiezioni inconsce. Il consenso di massa non è solo pilotato, c’è una condivisione di responsabilità che si può spezzare, è un fatto interiore sempre più a portatata di mano per sempre più persone, come fosse una preparazione a uno scontro epocale, destinato a cambiare il mondo. E ognuno può dare il suo contributo personale. Uniamoci senza scannarci e il gioco è fatto!

  • MrDRAgo88

    “Chi non si intende di economia non capisce affatto la storia”
    E. Pound

  • roberto4321

    caro il mio buonista, lei cosa propone delle uniche 3 possibili alternative fattibili?
    1) i greci farebbero meglio ad uscire dall’Euro e cominciare a stampare moneta (e andare in iperinflazione)
    2) dobbiamo aiutarli noi (per l’Italia si tratta dopotutto di tirare fuori “solo” 5 miliardi e rotti di euro da togliere ai nostri cassintegrati)
    3) che i Greci si scazzino e falliscano pure, dopotutto i politici che hanno creato questa situazione li hanno votati loro.

    Aspetto fiducioso risposta

  • kant

    grande Barnard, hai centrato il problema. Molti signoraggisti non riescono a capire che l’unico denaro sul quale non si pagano interessi è quello stampato dalla banca centrale!!!! Si chiama aumento della base monetaria, e non per caso è molto bassa, perché ai banchieri conviene prestare a interesse. Secondo me l’elite alimenta la confusione sul signoraggio, per impedire alla gente di capire che il denaro stampato dalle banche centrali è senza interessi e ne abbiamo bisogno come del sangue (i signoraggisti credono il contrario, credono che i banchieri guadagnino la differenza tra il costo della stampa e il valore della banconota, per cui di fatto sono i migliori alleati dell’elite). Ovviamente, per evitare l’inflazione, se aumenti la base monetaria devi aumentare la riserva obbligatoria, che infatti attualmente è bassissima (2%) sempre per fare i comodi dei banchieri.

  • maumau1

    sheridan ha detto cazzata e va bene..
    a sheridan gli USA da 60anni vivono 100volte sopra di quello che potrebbero permettersi ma nessuno la dà fallita e prima che fallisce lei farà fallire tutti noi,proprio grazie al fatto che emette moneta all’infinito..
    sebbene giochi coi soldi dei cittadini sebbene non sia banca pubblica ma privata..

    ma banard questo lo stiamo ripetendo da qualche anno ora arrivi tu fresco fresco..e dai fai il bravo su..

    ovvio che qualsiasi paese può rifiutarsi di pagare il proprio debito che è illegittimo essendo un debito soprattutto con la banca centrale greca che è confluita nella BCE ..in quanto non può un ente privato esercitare sovranità monetaria e strozzare lo stato(con o senza signoraggio ossia anche se comprasse tanto oro quanto denaro stampa,cosa che non si sognano di fare,rimane cmq illegittimo)

    non solo potrebbe rifiutarsi ma chiedere alle banche(azioniste della banca centrale greca) di restituire il maltolto ossia gli interessi su un debito illegittimo che si sono incassati(che per l’Italia ad esempio ammontano a 80miliardi di euro l’anno)
    lo fece Jorg Heider in Austria(essendo non eletto dalle elite o dalle banche o dai partiti come da noi, ma uno dei rarissimi casi di leader venuti su dal popolo),tutti sappiamo come è finita..

    I leader greci sono eletti e dipendenti delle banche..quindi non parleranno manco della legittimità del debito ma si occuperanno solo di come farsi che la gente paghi il debito con le banche..sebbene il debito l’abbianno contratto i politici le lobbie industriali ed i banchieri..con le loro speculazioni…prima questi politici (messi li dalle banche)acquistano titoli da Goldmann Sachs per conto del popolo e poi la stessa Goldmann sachs specula al ribasso sulla Grecia…la fa fallire e poi chiede di onorare i debiti
    ed il politico che prima si è occupato di acquistare derivati ora si premura che i cittadini paghino!
    E qualcuno pensa ancora che è roba da complottisti..
    GS è indagata per truffa in USA ma nessuno la indaga per truffa in Grecia..

    La Grecia potrebbe annullare il debito ed emettere propria moneta garantendola con un immeso patrimonio territoriale ed artistico..
    che vale più dell’oro mentre le banche non la garantiscono proprio la moneta che emettono dal nulla….
    ecco perchè alla fin fine i soldi glieli danno alla Grecia..perchè cosi’ li strozzeranno del tutto non potendoli restituire con interessi usurai..
    e quindi chi li presta con la complicità dei politici greci che andrebbero impiccati domattina per alto tradimento si spartirà la grecia e l’economia greca..
    ecco come prendersi una nazione intera..è la stessa cosa che hanno fatto con l’Argentina o con uno dei tanti paesi africani..
    d’altronde l’FMI che gli islandesi avevano rifiutato i politici greci l’hanno pregati..

    la stessa fine potrebbe toccare a noi..

    e non c’è una presa di coscienza..nessuno imbraccia ancora le armi

    viva gli Afghani,i pakistani,gli iracheni,gli iraniani,i palestinesi,i libanesi,i siriani gente indomita che non ha pura di morire e di combattere contro il potere delle banche e della finanza che ha i suoi eserciti della morte..
    noi smidollati europei siamo destinati alla moderna schiavitù quella del debito..talmente coglioni da farsi tenere al guinzaglio da un una corda invisibile..quella del debito che è solo un incantesimo non sono catene di ferro ma catene psicologiche della paura..

    vi ricordo che ogni famiglia italiana ha 30mila euro di debiti e dopo il taglio del welfare o contemporanemente ci sarà un aumento di tutte le tariffe e delle tasse..finchè quei soldi ce li fanno restituire ed andremo a lavorare solo ed esclusivamente per pagare bollette e tariffe..
    una schiavitù invisible…anzi pregheremo perchè ci facciano lavorare 16ore al giorno per poter pagarle..
    già oggi il 60% di uno stipendio da 1500euro se ne va in tariffe e bollette..
    figuriamoci appena le alzano…e figuriamoci i milioni di persone che ne prendono solo 1000 o 700 o sono disoccupati..
    oggi si salvano quelli che si fanno dichiarare pazzi…invalidi al 100% per pazzia ..ti ritrovi una pensioncina e puoi fare quello che vuoi senza pagare…
    la classe media o i lavoratori a 1200euro al mese saranno quelli più tartassati quelli da cui preleveranno tutti i soldi..no ncerto dai benestanti non certo dagli industriali o dai banchieri..non certo dai nullatenenti..
    e soprattutto non certo dagli extracomunitari a cui invece daranno come dice Fini sempre più diritti e privilegi…
    in modo che il nerbo della razza italica venga distrutto sia economicamente che psicologicamente..
    il fine ultimo è quello..distruggere l’identità dei popoli europei con ogni mezzo..essendo il popolo più colto del mondo e dove lo stato sociale ha i livelli più alti.. che potrebbe essere un modello per il resto del mondo
    come per gli USA…gli altri come gli americani (le masse)non devono scoprire che si può stare meglio da come stanno loro..
    per dargli una menzognerà sanità pubblica(visto che è poco più di una presa per culo) hanno fatto il finimondo forse gli daranno un altro nobel ad Obama..ma noi questo ce l’abbiamo da decenni..quindi chi è che sta indietro?
    Gli USA..stanno indietro di secoli eppure si dice sempre che sono avanti…

    ma di che parliamo…
    vogliono rendere l’Europa come gli USA..poveri ed ignoranti(le masse)
    in modo da poter controllare l’intero mondo occidentale costituito da USA-UE in modo che non ci siano opposizioni in modo che ci potranno portare alla guerra contro Russia-Cina o contro il mondo musulmano come stannoi già facendo..
    con entità fantoccio governati da persone dell’elite..
    come l’UE,l’OMS etc..

    ciao

  • grilmi

    Mi associo a AlbertoConti e Bernard; qualcuno non capisce o fa finta di non capire due cose fondamentali, la prima è che con la deflazione attuale abbiamo da un lato le banche che continuano a sequestrare denaro dall economia reale sgretolandola fino a non permettere piu la sopravvivenza al lavoratore medio e di li a catena a tutti gli altri; la seconda è che i popoli non sono responsabili delle scelte dei loro governanti quindi basta con affermazioni del tipo “i greci hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità”, avrei voluto vedere voi scendere in piazza a protestare contro l aumento delle pensioni…non siamo ridicoli. Infine c è il discorso dello sganciamento dall euro, finiamola di dire che sarebbe la fine, non è stata la fine dell Argentina come non lo sarebbe per la Grecia che anzi si ritroverebbe con una moneta svalutata che favorirebbe il turismo che poi è la loro colonna portante, ora in crisi. Vi ricordo che mantenere una moneta svalutata, come lo sloty polacco, è fa prosperare l economia e non viceversa, tanto che a volte accadono strani incidenti e tutto viene rimesso apposto. Ciao

  • fm

    Per curiosita`…
    Ammettiamo che per costruire la centrale solare tu abbia bisogno di A, B, C e D. Ammettiamo anche che A, B, C puoi procurarteli perche` riesci a reperirli sul territorio nazionale. Ti manca D.

    Come fai a fare un’ordinazione di D ad una ditta che lavora in un altro stato se le prometti di pagare con una moneta che probabilmente non sarebbe riconosciuta da nessuno?

    Per la ditta estera la tua moneta varrebbe tanto quanto la carta igienica… A meno che tale ditta non abbia intenzione di trasferirsi nel tuo paese oppure fare del business laggiu` (ipotesi non sempre vera).

    Quindi come si fa in questo caso?

  • fm

    Due domande veloci veloci:

    1) Come si risolve il problema delle materie prime non disponibili nello stato se la moneta sovrana non viene riconosciuta dagli altri stati?

    2) Il problema del signoraggio non si riproporrebbe (in scala ridotta) anche con moneta sovrana?

  • giop

    Barnard che che cavolo scrivi, gli USA non emettono moneta sovrana dalla creazione della FED e sopratutto con la legge bancaria del 1933

  • Gabbiano

    1° non ho capito cosa dovrebbe controargomentare Barnard, 2° perchè sei cosi incazzata. 3° se ti hanno chiuso il sito non è perquello che ci scrivi (che non è degno neanche delle brutte copie di quello che scrive Barnard) per me ti sei dimenticata di pagare il provider oppure il provider è fallito.4° se qualcuno ti riconosce è solo perchè ci hai fatto un pò sorridere con la tua risposta a Barnard all’articolo sono andato a Puttane.Guarda Nicoletta !un consiglio spassionato, Dalla così ti si distendono i nervi e ti si schiarisce la vista.Io nel frattemo porto un cero a Santa Lucia,nell’attesa mettiti gli occhiali e rileggi l’articolo di Barnard perchè non mi sembra perniente contro.

  • castigo

    BarnardP:

    E’ una traduzione per il pubblico della consolidata e celeberrima pratica del deficit spending, le cui virtù risalgono ai tempi di J.M. Keynes.

    caro Barnard,
    considerando che è proprio la politica keynesiana del “deficit spending” quella che ci ha portato a questi estremi, credo che farebbe bene a riconsiderare SERIAMENTE la sua fonte di “informazioni”.
    sia gentile, e non sprechi più il nostro tempo con “articoli” di questo livello……

    P.S. sulla grecia “torturata” si legga questo bel post:

    http://santaruina.splinder.com/post/22402594/grecia-alle-origini-della-crisi

  • Gabbiano

    compriamo i dollari come abbiamo sempre fatto quando avevamo la lira e paghiamo. Oppure la moneta ufficiale dello stato in cui dobbiamo comprare mi sembra semplice O No?

  • kant

    grande Barnard, hai centrato il problema. Molti signoraggisti non riescono a capire che l’unico denaro sul quale non si pagano interessi è quello stampato dalla banca centrale!!!! Si chiama aumento della base monetaria, e non per caso è molto bassa, perché ai banchieri conviene prestare a interesse. Secondo me l’elite alimenta la confusione sul signoraggio, per impedire alla gente di capire che il denaro stampato dalle banche centrali è senza interessi e ne abbiamo bisogno come del sangue (i signoraggisti credono il contrario, credono che i banchieri guadagnino la differenza tra il costo della stampa e il valore della banconota, per cui di fatto sono i migliori alleati dell’elite). Ovviamente, per evitare l’inflazione, se aumenti la base monetaria devi aumentare la riserva obbligatoria, che infatti attualmente è bassissima (2%) sempre per fare i comodi dei banchieri.

  • Gabbiano

    Grazie Paolo, come vedi dai commenti stiamo ancora all’A,B,C,apparte i soliti che si capiscono solo fra di loro

    .Ps.
    fai qualche altro video per favore; si lo so che costa fare i video ma se metti il tuo numero di conto corrente sul tuo sito o sul tuo canale ti mando un piccolo contributo per il cameraman.Ciao

  • kant

    francamente in certi commenti non capisco il compiacimento per la riduzione alla fame di povera gente senza colpe. Viviamo in una civiltà con una produttività talmente elevata che potremmo vivere bene lavorando pochissimo. Una sola persona oggi può produrre più di centinaia di persone dei secoli passati. Invece no, dobbiamo tutti avvelenarci in una guerra di tutti contro tutti per ridurci lo stesso alla miseria (si chiama liberismo e globalizzazione). Boh! Intanto l’operaio e l’impiegato continuano a pagare più tasse dei milionari. Ma va bene così, la lotta di classe non esiste e i poveri evidentemente devono marcire

  • Gabbiano

    qui nessuno ha fatto notare che i furbetti inglesi hanno consrvato la Sterlina non vedo perchè noi non possiamo ribbellarci con senno di poi e rimanere in EU e avere una nostra moneta.

  • Gabbiano

    io non so da dove vengono le fonti di Barnad ma ho fiducia in quello che scrive e so che scriverà degli approfondimenti capisco anche la tua posizione,di sicuro tu lavori per la Banca d’italia spa e devi difendere la tua parrocchia

  • Xeno

    Urca ma qui son tutti professori?

  • Gabbiano

    Sicuramente Barnard ha letto anche la legge americana

  • andyconti

    HAI RAGIONE, XENO, SON TUTTI PROFESSORI QUI?
    SAPETE, L’UNICA CHIAVE DI LETTURA PER USCIRE DAL DUBBIO “COLPA DELLA BCE O COLPA DEL TENORE DI VITA ECCESSIVO” E’ SOLO UNA: SMETTETELA DI GUARDARE IL CALCIO E DEDICATEVI AL VOTRO FUTURO!!!!

  • castigo

    Gabbiano:

    io non so da dove vengono le fonti di Barnad ma ho fiducia in quello che scrive e so che scriverà degli approfondimenti capisco anche la tua posizione,di sicuro tu lavori per la Banca d’italia spa e devi difendere la tua parrocchia

    vedi, figliuolo, se io lavorassi per la BD’I non sarei certamente qui a leggere di certe farneticazioni, ma da qualche altra parte a godermi il lauto stipendio.
    e se tu capissi quel che leggi, non scriveresti certamente queste sciocchezze.
    il “deficit spending” è la politica applicata da tutti i governi occidentali (e non solo) in ossequiio alle teorie keinesiane, ed è innegabile che ci abbia portato al disastro attuale.
    ma capisco che quando il “vate” parla tutti gli altri dicano solo cazzate.
    pertanto non mi resta che augurarti in bocca al lupo, e buon viaggio, uomo falco……

  • marimari

    forse ti è sfuggito questo di articolo, che non è stato pubblicato da comedonchisciotte e che barnard si è permesso di criticare pur essendo estremamente argomentato.. e documentato

    http://www.stampalibera.com/?p=10877

  • marimari

    Leggiti questo
    La definizione di signoraggio, e la sua inequivocabile realtà con tutti i suoi effetti sulla nostra vita (economica), è corroborata da tanti altri testi ufficiali – sebbene non certamente divulgativi – ad esempio da uno studio del 2007 di William Buiter della London School of Economics (cfr. 2) dove l’autore conferma nel primo paragrafo del documento che il signoraggio è inteso

    “storicamente (come) la differenza tra il valore facciale di una moneta e i suoi costi di produzione e stampa. Nelle economie basate su fiat money [moneta decretizia sganciata dalle riserve auree, ndr] la differenza tra il valore facciale della banconota e i suoi costi marginali di stampa corrisponde quasi per intero al valore facciale della banconota, in quanto i costi di stampa sono praticamente nulli. Stampare fiat money è pertanto un’attività altamente redditizia (…)”.(estratto e tradotto dall’inglese, Buiter, Seigniorage )

    e questo
    http://eprints.lse.ac.uk/19733/1/Seigniorage.pdf

    Ci sono anche gli scritti di Colignatus che è uno pseudonimo di un banchiere olandese che definisce il signoraggio come qualsiasi variazione nella massa monetaria semplicemente perché non prende in considerazione la prima emissione. Certo che ne abbiamo bisogno come il sangue, ma attraverso le aste pubbliche tale liquidità viene pagata cara, poiché la BC immette la moneta nei circuiti bancari a un tasso di sconto basso ma poi lo Stato compra dagli intermediari detta moneta in cambio di titoli di stato dai tassi di interessi molto piu alti

  • sheridan

    mau mau, hai scritto un superconcetrato di fregnacce, i soliti luoghi comuni sulle banche, gli eiteressi, i debiti e quant’altro. Le banche non c’entrano proprio niente con le condizioni di vita dei popoli, e quelle sul signoraggio sono solo cazzate buone per i fessi che si eccitano credendo di aver scoperto chi sa quale verita’ nascosta. L’indebitamento non e’ affatto opera delle banche ma e’ opera esclusiva della politica e delle relative ruberie, negli ultimi due anni anche gli americani hanno pagato e stanno pagando duramente l’aver preteso di vivere a un livello superiore alle loro possibilita’, si son ritrovati con 8 milioni di posti di lavoro persi e alcume centinaia di banche fallite. Lasciando stare la Grecia facciamo riferimento all”Italia che conosciamo meglio e che sara’ la prossima a saltare per aria. L’Italia saltera’ per aria non certo per colpa di Profumo o di Passera ma saltera’ per aria per colpa di berlusconi, tremonti e tutti quei personaggi pittoreschi che sono al governo e che ripetono come tanti cretini “noi stiamo meglio degli altri”. Per salvare i conti italiani ci vorrebbe una cura da cavallo sul fronte della spesa e delle tasse ma la politica non e’ in grado di imporla. Se il tesoro continua ad emettere btp che poi non sara’ in grado di rimborsare cosa c’entrano le banche??? Le banche stan solo facendo il possibile per rinviare la resa dei conti che in ogni caso travolgera’ anche loro. Avete voluto il capitalsmo e questo e’, i debiti si pagano, e’ il mercato bellezza! Per quanto mi riguarda andava benissimo la Grande Unione Sovietica ma visto che avete voluto il mercato adesso arrangiatevi pero’ quando sparate prendete bene la mira, se puntate ai banchieri puntate nel posto sbagliato. Tremonti potrebbe tagliare la spesa del 20% anche domani e salverebbe la baracca, se non lo fa e’ con lui che ve la dovete prendere, non con i banchieri! Dal punto di vista personale poi se non volete pagare interessi allora non fate debiti, se dovete comprare un cesso di appartamento allora accumulate prima i soldini e poi ve lo comprate, in questo modo alle banche non date nemmeno un centesimo anche perche’ ormai ci sono cc praticamente senza spese, vi regalano anche il bancomat e la carta di credito cosa cazzzz volete di piu’????

  • Altrove

    Dai retta a Nicus, fatti un giro su questa roba… 😉

  • Allarmerosso

    Tu evidentemente cdi consulenti non ne hai e sene hai si chiamano media tradizionali di regime o meglio PROPAGANDA come quella che fai nel tuo commento . Pensare che le COLPE siano dei governi e di Berlusconi da troppo peso ai govern e a Berlusconi , peso che non si meritano assolitamente . I conti greci sono stati falsificati da una certa banchetta di nome Goldman Sachs che come fece per l’italia falsificò i bilanci statali . per il resto è evidente come non ti sia assolitamente chiaro come funzioni il mondo oggi . e tantomeno la finanza “creativa” di oggi e i personaggi che ne sono a capo … facci un favore butta i giornali spegni la TV e studia.
    P.S è il mondo che vuole vivere al dis opra delle proprie possibilità non solo la Grecia …e il sistema debito sta strangolando TUTTI ma finchè ci saranno persone come te il cappiò sarà scambiato per cravatta !

  • Altrove

    Accidenti, così mi emoziono!! Parole sante, alberto, parole sante… Ci vediamo in prima linea…

  • Allarmerosso

    lascia perdere o è un propagandista consapevole … o lo è inconsapevole e difende il suo stesso schiavista convinto di detenere la verità data dalla relatà in cui vive essendo l’unica che conosce nonostante questa lo stia affamando e distruggendo la difenderà per sempre

  • Altrove

    Si. Benvenuto all’inferno…

  • Gabbiano

    Bene ,dando per scontato che non lavori alla BD’I deduco dai tuoi precedenti commenti che conosci la partita doppia (io non so neanche cosa sia) spiega tu cosa significa tesi keynesiana o “deficit spending”anche se sono sicuro che le conoscenze e le deduzioni di Barnard non si basano solo su di un unico testo ma da un lavoro di ricerca piu’ ampio.Voglio farti notare che Barnard ha tanti lettori su CDC e tanti vengono da youtube e in tanti non sapevamo nientei in materia quindi un minimo di spiegazione insieme a un linguaggio chiaro e semplice come fa Barnard aiuta molto.Sinceramente devo ancora trovare uno che smonta il trattato di Lisbona cosi’ come lo ha presentato Barnard per non parlarti degli altri video che ho sentito.
    Se tu sei all’altezza di dimostrare che Barnard stà dicendo delle cavoleta devi dimostrarlo, approfondire, argomentare e spiegare come fa lui.
    Troppo facile dire che si sbaglia ,quella tesi non vale niente,non hai capito niente, mi fai perdere tempo.

    Tira fuori le tue argomentazioni oppure resta ai tuoi registri contabili senza fare il saputello.

  • Allarmerosso

    Perchè l’euro non sono pezzetti di carta alla stregua del monopoli ? ??
    AVETE UN CONCETO DEL DENARO DA MALATI MENTALI
    voi non accettereste un biglietto di STATO a corso LEGALE a fronte di un biglietto bancario (EURO BCE) a corso FORZOSO ? il valore al denaro lo diamo NOI accettandolo ma questo forse nella grande e semplice truffa non vi e ancora chiaro eppur è semplice da comprendere … dai .. domani sveglia presto e a lavorare che servono i pezzetti di carta …

  • Altrove

    Anche al nostro presente non sarebbe male…

  • Gabbiano

    sei scusato,ma prima di passare ai suggeimenti di nicus guarda questi video di Barnard

    http://www.youtube.com/user/paolobarnardvideos#p/a/DACF6E20950CAC39/0/KltbGTEx8X0

  • sheridan

    Guarda che non e’ certo la BCE a impedirtelo, e tanto meno lo impedisce alla Grecia. Chi vuole uscire dall’euro e’ liberissimo di accomodarsi pero’ con tutto quello che ne segue e consegue vale a dire l’inevitabile default.

    Se l’Italia fallisce il responsabile e’ tremonti (e predecessori), se ce l’andiamo a prendere col trattato di Lisbona corriamo dietro ai fantasmi mentre conosciamo benissimo chi sono i veri responsabili.

  • sheridan

    Caro mio, se il governo greco (o il sindaco di Milano) si rivolgono a Goldman Sach (o chi per lei) per farsi strutturare un bel pacco di derivati al fine di trasportare il debito attuale sugli esercizi futuri non e’ certo colpa di GS, quella fa il suo mestiere che e’ proprio quello di creare diavolerie finanziarie. Se poi il governo greco (o il sindaco di MIlano) non hanno la piu’ vaga idea di quello che stanno firmando ma firmano lo stesso perche’ si compiacciono dei ritorni immediati senza preoccuparsi dei costi futuri della struttura derivata allora oltre che ladri son pure imbecilli.
    Nelle azioni legali tentate dagli enti pubblici contro le banche queste ultime hanno ragione al 100% anche se probabilmente perderanno qualche causa per il semplice fatto che trovare un giudice in grado di capire quelle diavolerie li’ e’ impresa quasi impossibile. E’ il mercato bellezza!!! Ci fosse ancora la Grande Unione Sovietica andrebbe tutto meglio, ma voi non l’avete voluta (dite che erano Comunisti!!!!) e allora state pur sul mercato che tanto vi piace, pero’ almeno non rompete le palle con considerazione piu’ che bizzarre!

  • Firenze137

    Io non sono così professionale e competente come P. Barnard, ma nel mio piccolo, ho fatto le mie brave ricerche .. non manco di parlarne ed ho anche scritto un breve intervento qui si CDC dove parlo del sistema della moneta come un monopoli truccato. Il trucco c’è .. ha anche un nome si chiama signoraggio .. esiste – oltre trattazioni da E. Pound al prof. Auriti – anche una sentenza che ha condannato la Banca d’Italia per questa truffa legalizzata. Questi sono dati di fatto che chiunque può verificare.

    Che senso ha allora andare a disquisire di economia .. partita doppia ecc. se non quello ‘funzionale’ ad accendere diatribe di offuscamento ed insabbiamento del dato di fatto oggettivo: il monopoli è truccato !

    Il monopoli è truccato anche per la Grecia.

    Ovviamente.

    Quindi grazie a P.Barnard che ci argomenta le conseguenze e gli effetti del trucco.

  • Earth

    NON FARE CAZZATE, SE ENTRI IN QUESTO ARGOMENTO NON NE ESCI VIVO
    Il signoraggio e’ diventato come una religione, ci sono 300 tipi diversi, dal ti ruba la vita al non e’ niente, senza poi considerare dal fondatore di un pensiero economico, keynes, rothbard, ecc. se hai avuto difficolta’ con i fans di grillo e travaglio, con quest’altri annegherai, saranno 1 milione di volte peggio, ognuno con la sua teoria e dovrai rispondere a tutti, non potrai mai e poi mai permetterti di allontanarti per mesi come tuo solito fare, perderesti credibilita’; e’ una materia scientifica dirai tu, quindi basta scrivere bene, invece no, sarai assalito da orde di gentaglia che ha letto 3 cosette su un sito e bene che vada un libro, queste persone non sono in grado e non hanno le opportune conoscenze per convalidare alcuna teoria, ma per giudicare si!
    Vuoi farlo ancora? Ok, studiati una 20 di libri di economia e cerca di avere delle solide conoscenze su tutte le varie scuole d’economia, cosi’ potrai interloquire con il religioso con gli stessi versetti della sua bibbia. Non voglio nemmeno pensare: Barnard e’ sopravissuto al sistema, all’antisistema, ma ucciso dai signoraggisti…
    Buona fortuna

  • Earth

    AHAHAHAH
    @xeno la maggioranza di loro ha letto 1 libro bene che vada e si spacciano per economisti…

  • BarnardP

    Non ne uscirei vivo se fingessi di essere autore delle tesi che esporrò. Ma io sono un giornalista, e il mio compito è raccontare dei fatti verificati spiegandoli al pubblico. Devo verificarli bene, ma poi il resto non mi riguarda. Quindi cosa mi sposta che centomila ‘savi’ di rete si scateneranno a criticarmi? Sarò felice, vorrà dire che ci sarà un bel dibattito. Ciao B.

  • BarnardP

    Grazie della fiducia Gabbiano. Da parte mia c’è il massimo impegno a non tradirla. B.

  • AlbertoConti

    Nicoletta dammi retta, chi non capisce il signoraggio primario sull’emissione della banconota è irrecuperabile, è come spiegare a un asino che due più due fa quattro. L’unica possibile “spiegazione” sistemica dei negazionisti potrebbe essere la conservazione di ricchezza da parte dell’emittente in quantità pari alle banconote in circolazione (per bankitalia oltre i 100 miliardi), ma che sia ricchezza vera e infruttifera (come lo era l’oro un tempo) da restituire al portatore che riconsegna la banconota. Non è difficile dimostrare coi fatti che questo non avviene e nemmeno potrebbe avvenire in teoria, vista la legge di Stato sull’inconvertibilità della banconota. Tutto il resto sono balle, fumo per annebbiare le menti deboli. Ovviamente stabilire ciò non è importante tanto per le dimensioni del fenomeno, sia pure non trascurabili nel contesto generale, quanto per la valenza giuridica che riveste, del tutto equivalente al furto privato legalizzato dallo Stato (in questo perfettamente sovrano). La legge islamica taglierebbe le mani al legislatore stesso (in questo caso Ciampi) in quanto ladro per conto terzi, per poi impiccarlo in quanto traditore del mandato popolare. Noi “civilizzati” potremmo invece usare clemenza, senza esagerare fino alle coccole come ha fatto l’Annunziata nel suo “mezz’ora”, ad uso e consumo dei dementi negazionisti.

  • Cippala

    Secondo alcuni Barnard non deve parlare di economia perchè non è uno “scienziato” di questa arte magica..dovrebbe rispondere come il mediocre Travaglio “non capisco nulla di economia”? C’è chi è un servo e chi no..questa è l’unica verità.

  • ComeDonkeyKong

    Caro Pai, di Palestina so abbastanza, e se ti fidi di me ti posso assicurare che quello che Barnard ha detto e scritto in merito è più che affidabile, ed è anche molto ben documentato, così come affidabilissime e documentatissime sono le sue fonti.
    Per il resto, vorrei invitare tutti quelli che come me leggono CDC e partecipano a discussioni come queste a non instillare dubbi assurdi su qualunque cosa e su qualunque persona. Così facendo si contribuisce a rafforzare lo stato di cose esistente: sono i potenti che traggono vantaggio dalla confusione e dallo scontro tra poveri, così come sono gli sfacciati sanguinari divoratori dei nostri diritti che non hanno alcuna voglia di dotarsi di valori e codici etici da rispettare sempre e comunque. Per questo dico che criticare gli scritti di Barnard o altri è una pratica che ognuno può esercitare liberamente, e può essere anche costruttiva, ma mettere tutti sullo stesso piano in un calderone fumante ed indistinto fa solo il gioco del potere. Per Barnard parla la sua storia personale. Quanti di noi avrebbero avuto il coraggio di portare avanti con tale determinazione delle scelte come le sue? Per questo motivo, direi che innanzitutto gli dobbiamo un grande rispetto, e che è ingiusto, insensato e perfino pericoloso tacciarlo di connivenze con chicchessia o di incompetenza ed esibizionismo.
    Come ha già detto qualcuno, non è proprio il caso di fare i professorini su questioni altamente tecniche. Qui il problema è che un modo per distruggere la nostra capacità di agire e di comprendere le cose passa attraverso la parcellizzazione forsennata della cultura, che ci rende tutti piccoli esperti di campi dalle dimensioni talmente ridotte da non poter esercitare alcun controllo sulle realtà che ci circondano. Quindi, bando alle chiacchiere e apprezziamo il lavoro di sintesi che Barnard sta facendo. Credo che un obiettivo che tutti noi condividiamo sia quello di recuperare le nostre esistenze alla dimensione umana, sottraendole al mercato e alla schiavitù indotta. Forse è meglio tener presente questo obiettivo quando scriviamo qui: ci aiuterà a non creare confusione nociva.

  • kant

    Dio acceca coloro che vuole perdere. Abbiamo la soluzione a portata di mano ma si continua a non capirla. Sui soldi stampati dalla banca centrale lo stato non paga interessi quindi è la prima cosa da fare di volata. Non si tratta di collocare i titoli sul “mercato” ma di darli alla banca centrale in cambio delle banconote corrispondenti. Certo che c’è il “signoraggio” sui soldi stampati dalla banca centrale ma non va a vantaggio dei banchieri cattivi, bensì della collettività (Stato). Poi è chiaro che i soldi stampati bisogna usarli bene (per es. sussidi di disoccupazione e aiuti agli indigenti) invece che per garantire titoli tossici, tangenti e appalti truccati. Non lo volete capire, e allora avanti verso il disastro.

  • kant

    Dio acceca coloro che vuole perdere. Abbiamo la soluzione a portata di mano ma si continua a non capirla. Sui soldi stampati dalla banca centrale lo stato non paga interessi quindi è la prima cosa da fare di volata. Non si tratta di collocare i titoli sul “mercato” ma di darli alla banca centrale in cambio delle banconote corrispondenti. Certo che c’è il “signoraggio” sui soldi stampati dalla banca centrale ma non va a vantaggio dei banchieri cattivi, bensì della collettività (Stato). Poi è chiaro che i soldi stampati bisogna usarli bene (per es. sussidi di disoccupazione e aiuti agli indigenti) invece che per garantire titoli tossici, tangenti e appalti truccati. Non lo volete capire, e allora avanti verso il disastro.

  • Truman

    ancora una volta raccomando la formattazione dei commenti con i Tags HTML Abilitati. Sono visualizzati cliccando su “Anteprima” nel commento in edit e si possono copiare ed incollare. Per dare un minimo di leggibilità andrebbe usato almeno il comando <br> (per andare a capo).

  • Truman

    Già hanno fatto notare che il Regno Unito non ha aderito all’euro e non rischia il default. La Polonia si è ripresa in buona parte dalla crisi degli anni scorsi mantenendo la propria valuta (il che ha dato molto fastidio ai banchieri). Ricordo poi la Svizzera, che è rimasta fuori dall’euro e dall’Europa e non rischia la bancarotta.
    In definitiva l’evidenza mostra che il rischio default è dei paesi che sono passati all’euro, non di quelli che hanno mantenuto la propria valuta.

  • AlbertoConti

    Fammi capire, vorresti che lo Stato emettesse una nuova tipologia di debito senza scadenza e senza interesse (e magari senza commissini di scambio), da barattare con le banconote stampate dalla BC “alla pari”? Se così fosse non si chiamerebbero più titoli di Stato, ma un “pro-memoria banconote” affidato alla custodia della BC. Mi sembra proprio una grande idea! Utilissima per sprecare carta e creare mezzo posto di lavoro, complimenti! Peccato che equivarrebbe ad una soluzione ancora più semplice, far stampare direttamente le banconote dalla zecca di Stato, senza intermediari e senza costi aggiunti, come diciamo noi. Vedi che alla fin fine siamo sostanzialmente d’accordo!

  • AlbertoConti

    “Dio acceca coloro che vuole perdere” Come ti è venuta in mente, guardandoti allo specchio? Il bello di questo argomento è che gli stupidi vengono a galla come turaccioli, così si vede bene quanti sono.

  • marimari

    secondo barnard altri non potrebbero parlare di economia perché non sarebbero “scienziati” , solo lui lo sarebbe dopo essersi debitamente informato…

  • marimari

    scusa ma perché bisognerebbe secondo te SCAMBIARE MONETA CON TITOLI DI STATO? L’UNICA SOLUZIONE è STAMPARE TITOLI DI STATO CON VALORE DI MONETA, A ZERO COUPON, è così semplice

  • marimari

    E ALLORA PERCHE’ NON METTI LE TUE FONTI CONTRARIAMENTE AL MIO ARTICOLO? http://www.stampalibera.com/?p=10877&cpage=1#comment-3896

  • castigo

    sai leggere, sì??
    allora cerca di CAPIRE quel che ho scritto.
    il “deficit spending”, insieme alle altre teorie di keynes, è la politica che ci ha portato al disastro.
    che dici, sarà meglio evitare di usarla ancora, come invece propone il “vate”??
    pure io ho apprezzato il modo in cui ha analizzato il trattato di lisbona, è stato davvero prezioso per comprendere come ci abbiano fregati, ma questo NON vuol dire che io debba accettare come oro colato ogni cosa che dice…..

  • marimari

    La cosa impressionante è che comedonchisciotte pubblichi un articolo come questo senza fonti… SI POSSONO SAPERE LE TUE FONTI BARNANRD?

  • kant

    http://it.wikipedia.org/wiki/Base_monetaria

    Nei moderni sistemi economici la base monetaria è solitamente creata dalla banca centrale. Questa aumenta la base monetaria ogni volta che acquista attività pagandole con moneta legale di sua emissione, ossia con una propria passività, e viceversa diminuisce la base monetaria quando vende le attività, ricevendo in pagamento moneta legale….Quando la banca centrale finanzia il tesoro, vuoi attraverso l’acquisto di titoli del debito pubblico sul mercato primario, ossia direttamente dallo stesso emittente (il tesoro, appunto), vuoi attraverso anticipazioni o altre modalità, aumenta la base monetaria in misura pari all’ammontare del finanziamento (cosiddetta monetizzazione del disavanzo); il tesoro, a sua volta, distribuisce la moneta così ricevuta al resto dell’economia attraverso la spesa pubblica (retribuzioni, acquisti di beni e servizi ecc.). Si tenga presente che nell’area dell’euro il finanziamento del tesoro da parte della Banca Centrale Europea o delle bance centrali dei paesi membri è vietato dall’art. 101 del Trattato di Maastricht: questo canale, quindi, non è più operativo.

    chissà come mai hanno vietato proprio il finanziamento del tesoro da parte della BCE: era l’unico modo per non pagare interessi, visto che per lo stato gli interessi pagati alla banca centrale sono una partita di giro (ma i signoraggisti non lo capiranno mai)

  • kant

    http://it.wikipedia.org/wiki/Base_monetaria

    Nei moderni sistemi economici la base monetaria è solitamente creata dalla banca centrale. Questa aumenta la base monetaria ogni volta che acquista attività pagandole con moneta legale di sua emissione, ossia con una propria passività, e viceversa diminuisce la base monetaria quando vende le attività, ricevendo in pagamento moneta legale….Quando la banca centrale finanzia il tesoro, vuoi attraverso l’acquisto di titoli del debito pubblico sul mercato primario, ossia direttamente dallo stesso emittente (il tesoro, appunto), vuoi attraverso anticipazioni o altre modalità, aumenta la base monetaria in misura pari all’ammontare del finanziamento (cosiddetta monetizzazione del disavanzo); il tesoro, a sua volta, distribuisce la moneta così ricevuta al resto dell’economia attraverso la spesa pubblica (retribuzioni, acquisti di beni e servizi ecc.). Si tenga presente che nell’area dell’euro il finanziamento del tesoro da parte della Banca Centrale Europea o delle bance centrali dei paesi membri è vietato dall’art. 101 del Trattato di Maastricht: questo canale, quindi, non è più operativo.

    chissà come mai hanno vietato proprio il finanziamento del tesoro da parte della BCE: era l’unico modo per non pagare interessi, visto che per lo stato gli interessi pagati alla banca centrale sono una partita di giro (ma i signoraggisti non lo capiranno mai)

  • kant

    “Si tenga presente che nell’area dell’euro il finanziamento del tesoro da parte della Banca Centrale Europea o delle bance centrali dei paesi membri è vietato dall’art. 101 del Trattato di Maastricht: questo canale, quindi, non è più operativo.”

    chissà come mai hanno vietato proprio il finanziamento del tesoro da parte della BCE: era l’unico modo per non pagare interessi, visto che per lo stato gli interessi pagati alla banca centrale sono una partita di giro (ma i signoraggisti non lo capiranno mai)

  • wld

    Giacinto Auriti, in un suo scritto affermava: “Il cittadino si illude di essere proprietario dei soldi che ha in tasca, mentre ne è debitore. La banca, infatti, emette la moneta solo prestandola, sicché la moneta circola gravata di debito.
    Il segno della schiavitù monetaria è data dal fatto che la proprietà nasce nelle mani della banca o, per meglio dire, del banchiere ché emette prestando e prestare è prerogativa del proprietario.
    La moneta, invece, deve nascere di proprietà del cittadino perché è lui che, accettandola, ne crea il valore; tanto è vero che, se si mette un governatore a stampare moneta in un isola deserta, il valore non nasce perché, mancando la collettività, viene meno la possibilità stessa della volontà collettiva che causa questo valore. Come ogni unità di misura (e la moneta è la misura del valore) anche la moneta è una convenzione.” Goethe affermava che «nessuno è più schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo. Questo principio è particolarmente valido nel sistema monetario vigente. Con la moneta debito l’Umanità è stata talmente degradata che non a caso si è verificato il fenomeno del “suicidio da insolvenza” come malattia sociale che non ha precedenti nella storia. Ciò conferma la Profezia di Fatima: “I vivi invidieranno i morti”.

  • Pai

    Hai perfettamente ragione, ma è proprio perché avevo messo Barnard nella mia ristrettissima lista di fonti attendibili (come dice lui) che mi fa rabbia sentirlo dire certe sciocchezze! Il problema non sono io che lo critico, ma è lui che così facendo si rovina la reputazione! Perde di autorevolezza.

    Viviamo in un sistema informativo che è un casino. Non puoi credere a niente e a nulla perché dietro ad ogni fonte c’è sempre un interessato che oggi ti informa, ma domani di disinforma o controinforma.

    In questa giungla ci sono pochi personaggi che si salvano e Barnard era uno di loro. Ma ognuno ha la sua sfera di competenza. Travaglio per i temi legati al diritto, Krugman per l’economia, Giulietto Chiesa per la politica internazionale, Grillo per le piccole beghe di casa nostra, Rubbia per l’energia, Chomsky per la storia e Barnard per il conflitto palestinese…

    Siccome però non si può essere onniscienti, ognuno deve rimanere nella propria sfera di competenza perché se anche questi personaggi cominciano a diffondere il loro verbo su temi a caso, tutto diventa opinione e allora tanto vale che la smetta di spaccarmi la testa per capire come gira il mondo perché tanto più leggi e meno sai…

    Poi non sta in piedi neanche dire che Barnard dice sciocchezze di economia perché deve usare un linguaggio semplice per noi popolino ignorante o che stia facendo un lavoro di sintesi pazzesco, perché dire che il segreto del buon governo è spendere liberamente senza alcun vincolo di bilancio sarà pure un concetto facile da capire e sintetico, ma è una boiata senza senso (non mi viene neanche da argomentare tanto è assurdo). Se poi dice che Keynes è un sostenitore del deficit spending sta violentando il pensiero di un uomo che ha davvero reso questo mondo un posto migliore e la cosa non mi sta davvero bene.

    In ogni caso approvo lo spirito e il senso delle tue parole. E’ vero che noi che stiamo da questa parte della barricata dovremmo cercare di andare tutti un po’ più d’accordo per un bene più grande (sono poche le volte che posto qualcosa e qualcuno non mi manda a cagare), ma saprai sicuramente anche che ci sono personaggi che lavorano perché questo non avvenga. Il meglio che si può fare è ignorarli.

  • nicus

    Hai ragione: Barnard è un giornalista, ma si è sempre occupato di argomenti molto differenti da questo. Se ci aggiungi che, per poter parlare di questi temi, occorre aver studiato a lungo e approfonditamente, lo “stupore” dei lettori è legittimo.
    È lui il primo ad insegnare a chi lo ascolta che bisogna essere critici verso chiunque, pretendere profili molto alti, MAI fidarsi sulla parola, ma sempre verificare le fonti e la loro attendibilità… inoltre – per quel poco che ho letto/sentito fino ad ora – signoraggio e crisi finanziaria sono due temi che vengono trattati con estrema superficialità, anche da chi si propone come serio e affidabile, creando di fatto ampie schiere di “tifosi”. Questo, tra l’altro, è uno dei meccanismi più odiosi della “controinformazione”, perché non si fa altro che alzare a dismisura il rumore, rendendo impossibile anche solo farsi un’opinione (se da un lato grillo che urla “vaffanculo” non è – ai miei occhi – più allettante di mrB che si fa i fatti suoi in parlamento, chi espone con spocchia la propria teoria finanziaria, elaborata dopo aver guardato un paio di video su youtube, non mi ispira più stima di chi grida al miracolo dei cerchi nel grano…).
    Per la stima che provo nei confronti di Barnard e della sua professionalità mi auguro non cada in nessuna delle tante trappole che intravedo.

  • marimari

    E i dealers con che cavolo di soldi pensi che comperino i titoli di Stato per dare liquidità agli Stati? Quando la moneta è emessa dalla BCE essa viene immessa nel circuito bancario, BCN e dealers… Con quegli stessi soldi immessi, a fronte di un minimo tasso di sconto, quelle stesse banche/dealer andranno a comperare i titoli che fruttano interessi almeno del 5%.. Ed ecco il divieto raggirato, con un giro contorto… Ma questo gli antisignoraggisti non sono abbastanza fini per capirlo…

  • marimari

    Quali sono le sue fonti? Singolare che non le abbia date e poi mi critica perché riferisco e traduco di alcune fonti importantissime, senza piccarmi di “scienziata” ma di semplice giornalista..

  • AlbertoConti

    Lascia stare i “signoraggisti” che non sai neanche cosa significhi il termine. Ma di parlare in italiano sensato non ti riesce proprio?

  • LAZZARETTI

    ok sono nuovo.
    ma credo che non commentero’ piu’.
    Non c’e’ spirito costruttivo in questo sito,
    solo tanti finti saputelli,
    che magari stanno dicendo un mucchio di stronzate.
    Mi fido di PAOLO B, lui parla a ragion veduta, e argomenta
    con fatti assodati, non parla del sesso degli angeli.
    Piuttosto e’ masochista, perche’ viene offeso e maltrattato
    troppo spesso e non lo merita.
    Fossi in lui, chiuderei con CDC, perche’ farsi massacrare
    da finti sapienti che espongono teorie senza il conforto
    di argomenti confortati di prova.
    Difendiamoci dalla rete,
    quanti dilettanti allo sbaraglio !!!!
    Eppure e’ primavera, e’ tempo di passeggiate salubri.
    saluti cordiali

  • marimari

    per chi qua sotto utilizza Maurice Allais contro i suoi stessi argomenti:
    “Aujourd’hui, les revenus provenant de la création monétaire sont distribués de façon anonyme entre une foule de parties prenantes, sans que personne ne puisse réellement identifier qui en profite. Ces revenus ne font que susciter iniquité et instabilité et, en favorisant les investissements non réellement rentables pour la collectivité, ils ne font que susciter un gaspillage de capital. Dans son essence, la création de monnaie ex nihilo actuelle par le système bancaire est identique, je n’hésite pas à le dire pour bien faire comprendre ce qui est réellement en cause, à la création de monnaie par les faux monnayeurs, si justement condamnée par la loi. Concrètement, elle aboutit aux mêmes résultats. La différence est que ceux qui en profitent sont différents.”

    che vuol dire che “nella sua essenza la creazione ex nihilo di moneta attuale da parte del sistema bancario è identica, e non esito a dirlo per fare capire quello che è realmente in causa, alla creazione di moneta contraffatta da parte dei falsari, giustamente condannati dalla legge. Produce gli stessi risultati solo che è diverso chi ne beneficia.”

  • marimari

    “Note that while the Central Bank does not, in its solvency constraint (29), view irredeemable base money as an effective liability, households do view base money as an asset in their solvency constraint. This asymmetry is the formal expression of the view that fiat money is an asset of the holder but not a liability of the issuer.” Buiter http://eprints.lse.ac.uk/19733/1/Seigniorage.pdf
    traduzione: “Si osservi che mentre la Banca centrale, alla luce dei suoi vincoli di solvibilità, non considera la base monetaria non convertibile come una vera e propria passività, le famiglie invece considerano la base monetaria come un bene funzionale ai loro vincoli di solvibilità.” Tradotto: quelle passività della BC di emissione non sono vere passività, pur essendo messe al passivo (si parla della massa monetaria) mentre la moneta in mano alle famiglie è CONSIDERATA un vero bene. Si noti la parola CONSIDERARE. Matematicamente però non è così. Sta dicendo che è una convenzione, una convenzione con trucco contabile, trucco contabile che ruba potere di acquisto a tutti noi

  • AlbertoConti

    Questo Kant, a differenza del defunto Emanuele, preferisce il copia-incolla di componenti precotte a un ragionamento coerente. Non vale i bit trasmessi.

  • wld

    Il trucco contabile è proprio quel valore che viene sottratto alla popolazione, finendo nelle mani di quelli che governano il sistema bancario, un esempio è la Banca Centrale Europea, che appartiene ai privati, i governi prendono in prestito dal cartello, che poi noi rimborsiamo sia il capitale che l’interesse, tassando la popolazione. Così quando non si arriva a pagare il debito (vedi Grecia) si procede alla svendita dei beni dello stato al fine di impedire la bancarotta causata dal debito creato dalle banche, cosa che è già capitata parzialmente con la svendita dell’IRI e altri beni dello Stato Italiano da parte di economisti legati ai vari gruppi di potere che tutti conosciamo, così dicasi per paesi del terzo mondo non in grado di rimborsare i grossi prestiti elargiti loro, di proposito. Tutto questo è risaputo da molto tempo, tutto rientra nell’ordine del giorno di chi governa il mondo.

  • AlbertoConti

    Che la banconota moderna sia una convenzione e niente più è un fatto finalmente acclarato. Che tale convenzione sia truffaldina nei confronti della collettività che l’accetta dipende dalla fine che fanno i valori veri acquistati con la banconota all’atto della sua emissione, che è sinonimo di “spesa” tramite la banconota per la prima di un lungo ciclo (teoricamente infinito) di transazioni successive, come il varo di una nave senza limiti di navigazione.
    La discussione si riduce perciò a chiarire una volta per tutte cosa ci fa la BC con il controvalore incamerato dalla controparte alla quale cede la banconota all’atto della sua emissione. La controparte è certamente lo Stato, non importa tramite qualsivoglia intermediario, quello che invece è avvolto da cortina fumogena è proprio l’attore principale, la BC, che è espressione di un sistema bancario privatizzato anche se talvolta si fregia del titolo d’Istituto di diritto pubblico. Se così è, come è, anche la controparte, lo Stato, ne viene contaminata nel suo rappresentare la collettività. Che lo Stato non siamo più noi è cosa comprovata da innumerevoli altri indizi. O no?

  • kant

    peccato che se il tesoro fosse finanziato dalla banca centrale non ci sarebbe bisogno di correre sempre a finanziarsi dagli usurai sul “mercato”
    consiglio a lei e albertoconti di sfogare l’aggressività anche in modi alternativi alla tastiera del pc
    bye bye

  • wld

    Alcuni personaggi della storia ci hanno provato a battere moneta indipendente, Lincoln, McKinley, Roosevelt e John F. Kennedy, sono stati tutti eliminati, anche Craxi (a qualcuno sembrerà assurdo) aveva tentato di salvare l’Italia, da notare che tutto questo è partito dalla city, in poche parole … chi tocca il signoraggio viene sconfitto o messo a tacere. Certamente che ci sono altri indizi basta cercarli

  • Cippala

    Si fa finta di non capire chi sono i signoraggisti. Il signoraggio è la denucia di una dottrina ,quella del debito. Auriti denuciava le banche centrali per far capire che la moneta ha solo valore indotto. Cosa c’entra la spesa pubblica con il mercato?
    2 monete..le banche detengono un monopolio del tutto ingiustificato..chi vuole vivere nella merda del mercato si accomodi pure..chi gioca vince o perde..i cittadini non c’entrano un cazzo!

  • Cippala

    Quello che si devono preoccupare i cittadini non è la questione tecnica dell’emissione di moneta..I cittadini devono rivendicare il diritto ad avere diritti ovvero il reddito di cittadinanza..

  • marimari

    MENTRE HA RIFIUTATO DI PUBBLICARE IL MIO “SIGNORAGGIO, UN TROMPE-L’OEIL?” altrimenti meglio documentato…

  • marimari

    MENTRE HA RIFIUTATO DI PUBBLICARE IL MIO “SIGNORAGGIO, UN TROMPE-L’OEIL?” altrimenti meglio documentato…

  • fm

    Qui credo che tu faccia due ipotesi:

    1) Che la tua nuova moneta sia riconosciuta sui mercati internazionali (…e che succede se qualcuno/molti ti boicottano?)

    2) Il cambio sia “corretto” (…se un kilo di materiale D costa in dollari l’equivalente di milioni di ore di lavoro uomo pagate con la moneta sovrana mi sa che non conviene tanto).

    Queste ipotesi sono realistiche?

    Io non me ne intendo, ma mi sembra che se anche solo una delle due e` di difficile attuazione questa storia della moneta sovrana diventa molto piu` problematica.

  • fm

    Come ho gia` detto in un altro commento, io non ho problemi ad accettare un biglietto di stato a corso legale…

    Il problema sono gli altri (dove altri sono gli altri stati)

    Se ti va di chiarire, puoi rispondere alla mia risposta sempre in questo thread. Grazie.

  • mikaela

    Forse non sai che Barnard ha scritto e fatto molto di più che scrivere del conflitto israelo-palestinese se hai tempo
    dai un occhiata a wikipedia che a mio avviso non è neanche completa,
    mancano molte date e lavori che potrai trovare nella sua pagina web

    http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Barnard

  • AlbertoConti

    Chi tocca il signoraggio muore …. se è isolato. Vale il motto antimafia: uccideteci tutti (se vi riesce). Fuor di metafora per essere in tanti ad aprire gli occhi basta solo la ragione, quella che ognuno ha in dono (tranne gli stupidi ovviamente). Del resto la ragione ci ha cacciato nei guai (sindrome da Titanic) e la ragione ce ne deve tirar fuori, è una battaglia di tutti e di ciascuno. Si può benissimo partire anche da questo, dal signoraggio.

  • AlbertoConti

    Be, anche la questione tecnica ha il suo peso, il poter rispettare i diritti dipende molto da questo. E poi la “questione tecnica” è ormai chiarissima e semplicissima, alla portata perfino di un burocrate cretino, a dirgli cosa deve fare per uno scopo ben preciso, che dovrà essere però il bene comune, questo sì va rivendicato.

  • andyconti

    si, hai ragione e anche al passato, per conoscerlo e capire noi stessi.

  • mikaela

    Gentile Lazzaretti
    Sei stato carino ed esplicativo con dati veri, il tuo commento e’ l’unico che non e’ uscito fuori tema ed ha risposto con leggi e statuti alla considerazione di Barnard.
    Credo che Truman sia molto fiero della piattaforma su cui gira CDC e abbia voluto solo ricordarti come funziona il programma. Non te la prendere e continua a donarci il tuo prezioso tempo.Se accetti un suggerimento; la prossima volta metti solo la soluzione (come sotto)lascia gli altri fare la ricerca, avrai sempre modo di rispondere alle obbiezioni dei pigri.Corialmente M.

    Il potere autoritorio è esclusivo della BCE (SpA privata), questo e previsto espressamente dall’art.4 del DL 10 marzo 1998, n. 43. Questo articolo la pone al di sopra dello Stato che di fatto con questo articolo perde la sovranita di emettere moneta, perde la sovranita monetaria.

  • mikaela

    “La Banca d’Italia emette banconote in applicazione di quanto previsto dagli articoli 105A, paragrafo 1, del trattato e 16 dello statuto del SEBC.”

    Scusa mi è venuto un dubbio:Quando tu parli di trattato ti riferisci al vecchio trattato di Maastricht vero?

  • mikaela

    “grazie Draghi, Prodi, Monti, Schioppa, oltre al solito vecchio e beneamato nonno Ciampi, ecc. ecc.”

    E poi per far capire al mondo economico che erano tanto bravi hanno ottenuto anche il massimo del cambio (1.927,16 mi sembra) con l’allora ECU. AH AH AH

  • mikaela

    Caro fm, vedo che questa tua domanda è ancora senza risposta, io sono la meno indicata per risponderti perchè ci capisco poco però ho un po’ d’esperienza internazionale e ho cambiato sempre le lire con monete di altri stati e nessuno ci si e’ lucidato le scarpe quindi ci provo.
    I miei sono solo esempi personali e non è detto che abbia raggione e tantomeno che io abbia capito la tua domanda.
    Premesso questo, c’è sempre stato il dollaro come moneta di riferimento internazionale,(penso dopo la II guerra M.) quindi io prima compravo il dollaro in banca consegnando tantissime lire(ma solo perchè c’erano tanti zero) e poi mi recavo in Africa li gli davo (alla banca)i miei dollari e mi ridavano una barca di moneta locale.
    Nel fare questa operazione la Banca in Italia ci guadagnava perche’ mi aveva venduto i dollari magari al tasso di cambio piu’ alto e la banca in Africa pure, perchè quando gli davo i dollari per comprare la loro moneta anche loro mi vendevano la loro moneta al tasso più alto del del giorno prima cioè quando il tasso del dollaro era piu basso sul mercato (loro, le due banche si erano assicurati i loro guadagni speculando sull dollaro in due operazioni )
    Credo che funziona così anche con le transazioni per l’acquisto di merce ,posso aggiungere che i Paesi del Commonwealth che sono ex colonie Britanniche hanno un cambio a tasso fisso con il dollaro (perlomeno dove ho vissuto io in questi ultimi anni) Ci sei fin quà ?(spero di si perchè io mi sto perdendo e non capisco perchè non ti abbia risposto Gabbiano o allarmerosso o qualcuno più ferrato di me prima che tutto passi in archivio)Ora chi decide il valore del dollaro e della lira ammesso che usciremo dall’Euro e avremo la sovranità monetaria .
    Qui mi fermo e ti rimando a una delle tante Considerazioni sul Potere di Paolo Barnard nella sua Web.
    Puoi sbizzarirti fra Il Potere 1-2-3-4-5-6-7 credo che sia arrivato all’ 8.
    Ps.Perdona gli altri che non ti hanno risposto,(quelli bravi in materia) sicuramente non hanno visto la tua domanda cia M.

    http://www.paolobarnard.info/interventi_indice.php

  • BarnardP

    Hai bisogno che ti dia le fonti per credere che c’è stato un piano Marshall? Hai bisogno che ti dia le fonti della storia economica del 1946-66? Non è sotto gli occhi di tutti? In ogni caso le fonti sono J.M. Keynes, Galbraith, Wray, Stiglitz, Brown ecc. B.

  • marimari

    Auriti l’ha solo svelata, la teoria e la pratica del signoraggio sono ben note e praticate dall’elite dell’elite che hanno fatto di tutto per censurarla. Nel mio articolo, Il Signoraggio, un trompe l’oeil?, mi baso su un documento di un ricercatore della London School of economics che parla agli addetti ai lavori, ma i cui paragrafi senza formule matematiche sono chiarissimi e molto espliciti.

  • marimari

    se la BC finanziasse direttamente il tesoro, lo farebbe semplicemente a un tasso di sconto minore, ma la truffa rimarrebbe integra:: perché lo Stato deve prendere in prestito la SUA moneta?

  • marimari

    Appunto tu hai raccontato le cose ufficiali. Il signoraggio è fatto nascosto in un trucco contabile e poi accuratamente censurato alla popolazione, perchè una frode troppo grossa, un guadagno troppo stratosferico, una concentrazione di potere/ricchezza troppo smisurati. L’ho dimostrato in questo e altri articoli con tanto di documenti e fonti autorevoli, ma fake che girano su internet hanno la faccia tosta di svalutare persino personaggi che hanno fatto ricerca in economia da una vita… Guardati i testi di Colignatus ad esempio, ex banchiere olandese… http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=29035

  • fm

    Grazie per la risposta…

    Quindi praticamente, se ho ben capito, non e` che una banca deve “riconoscere” la tua moneta, ma devi trovare qualcuno che, avendo degli interessi nel tuo paese, faccia da “cambiatore” (Compra dollari altrove, viene da te, ti da i dollari e si prende una barca di soldi in moneta locale con cui potra` acquistare beni e servizi localmente)

    Ok. Quindi l’ipotesi 1) diciamo che e` sempre soddisfatta, tanto qualcuno che viene a riversare dei dollari nel tuo paese lo si trova.

    Resta da discutere l’ipotesi 2)… Ovvero che per un pugno di dollari, qualcuno potrebbe ottenere una quantita` di beni e servizi stratosferica. Questo significherebbe ridurre in schiavitu` ancora di piu` le persone il cui lavoro sarebbe svenduto per poter “importare” beni non presenti sul territorio nazionale.

    In questo caso, invece, credo che la situazione sia molto piu`delicata.

    Alla fine, da inesperto, penso che tornare a battere moneta convenga se e solo se le risorse primarie disponibili in un paese sono sufficienti per coprire la maggiorparte del fabbisogno interno.

    Altrimenti sarebbe un suicidio.

    Grazie ancora.

    P.S.: Ovviamente se qualcuno vede un errore nel ragionamento me lo faccia sapere che la cosa mi interessa per capire meglio!

  • LAZZARETTI

    grazie mikaela
    io fuggo subito dai blog,
    perche’ non mi piace il clima volgare
    e gli insulti, conditi da parolacce fuori posto.
    non rigurda me, e truman, lui ha ragione per
    la correttezza della forma.
    Qui Don Chisciotte non c’entra niente,
    qui siamo al baretto di periferia.
    E poi una banalita’
    Le opinioni sono una casa, e talvolta nemmeno
    anche i fatti lasciano dubbi.
    Benedetta umilta’.
    un cordiale saluto
    Ruggero

  • GRATIS

    La truffa del signoraggio (o creazione del denaro dal nulla) porta con sè conseguenze troppo sconvolgenti per la mente di individui abituati ed assuefatti alla catena LAVORO/PRODUCO/SPENDO/PRETENDO. Gelosi della propria fede in una moneta come valore ma in realtà un’arma puntata alla tempia. Questa è l’arma che ci ha costretti, facendocela desiderare e poi adorare, ad una esistenza basata sulla schiavitù del lavoro, attività incessante per saldare un debito che non sarà mai estinto. Scoprire che la propria esistenza è inficiata da questo crimine può effettivamente risultare così sconvolgente che la mente si rifiuta di accettarla. In realtà succede qualcosa di simile quando un prestigiatore sega una donna in due o tira fuori il coniglio dal cilindro in modo che tutti possano assistere senza riuscire a vedere il trucco. Se tutti conoscessero il trucco nessuno andrebbe avedere lo spettacolo. Se tutti sapessero quali bugie ha raccontato la religione nessuno si prostrerebbe davanti ad una pietra.