La Cina continua a bacchettare gli USA sulle sanzioni

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Se vuole davvero la fine della guerra, Washington dovrebbe abbandonare il suo approccio incentrato sulle sanzioni alla Russia, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian durante un briefing ieri, mercoledì 6 aprile.

Il governo di Pechino sta cercando in tutti i modi di far scoprire le carte agli americani, accusandoli di voler sfruttare questa campagna sanzionatoria nei confronti della Russia per porsi in una situazione di vantaggio rispetto agli alleati europei, unici al momento a rischiare la crisi alimentare ed energetica. Secondo il funzionario cinese infatti, Washington sta costringendo altre nazioni a imporre sanzioni alla Russia, guardandosi bene però dal subirne le conseguenze.

“Le aziende americane importano fertilizzanti russi. Per l’Europa, la guerra e le sanzioni hanno portato rifugiati, deflusso di capitali e carenza di energia”, ha affermato. Gli Stati Uniti si sono messi in una posizione che gli ha permesso di “trarre profitto dal caos. Se vogliono davvero promuovere una de-escalation della situazione in Ucraina, dovrebbero smettere di aggiungere benzina sul fuoco, abbandonare il randello delle sanzioni, astenersi da parole e azioni coercitive e incoraggiare davvero la pace e i colloqui”, ha aggiunto Zhao Lijian.

Chiamato a rispondere circa la posizione del governo cinese sugli eventi di Bucha, Zhao ha affermato che è necessaria un’indagine approfondita e indipendente per determinare cosa è successo lì:

Qualsiasi accusa dovrebbe essere basata sui fatti e tutte le parti dovrebbero esercitare moderazione ed evitare accuse infondate fino alla conclusione dell’indagine. Le questioni umanitarie non dovrebbero essere politicizzate.

Massimo A. Cascone, 07.04.2022

Fonte: https://www.rt.com/russia/553385-china-tells-us-how-to/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
1 Commento
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x