LA CARTA IGIENICA DELL' AMERICA DENOMINATA DOLLARO


DI MATTHIAS CHANG
Information clearing house

Come sgonfiare la superpotenza statunitense e ripristinare la sovranità economica

È così stupido prendere a prestito “carta igienica” USD per il Trade Finance.
Se si è abbastanza stupidi da voler pagare ed essere pagati in dollari il risultato può essere solo la crisi creditizia per i dollari.
Altrimenti, c’è solo l’illusione di una crisi mondiale del credito.
È un imbroglio su scala mondiale per opera di Bernanke e Paulson.

Dollarizzare il commercio internazionale poteva avere un senso nel secondo dopoguerra, quando il cosiddetto “Mondo Libero”, stando alle supposizioni, era minacciato dal “Blocco Comunista” e gli Stati Uniti Imperialisti stavano offrendo “protezione” in cambio del proprio dominio finanziario.

Il progetto imperialista per il dominio finanziario era il piano di Bretton Woods per il dollaro come valuta di riserva.
Da allora, gli Stati Uniti hanno continuamente abusato del proprio potere finanziario mediante l’utilizzo della loro più grande invenzione: la “zecca della carta igienica” (oggi moderna “zecca elettronica”) per l’emissione di moneta fiduciaria irredimibile.

Ora il mondo è inondato di migliaia di miliardi di questa carta igienica, vale a dire di dollari US.

La superpotenza statunitense si trova sull’orlo dell’abisso e una mossa sbagliata la getterà nel buco nero di un’apocalisse finanziaria.

Il mondo non affronterà l’apocalisse, solo gli Stati Uniti. Il resto del mondo soffrirà, meritatamente, per essere stato così stupido da credere nell’utilizzo della carta igienica statunitense come denaro!

Per evitare questa catastrofe, Ben Bernanke e Paulson su indicazioni dei loro Capi ombra Presta-soldi hanno escogitato un piano insidioso. Un supremo imbroglio estorci-soldi!

In pratica, ciò che hanno fatto è stato tentare di trasformare un punto debole in forza percepita.

Mi spiego.

Gli altri Paesi sono così abituati alle transazioni in dollari da non poter concepire un sistema alternativo. Continuano a prendere a prestito dollari per finanziare le proprie importazioni. Le loro corporation continuano a prendere a prestito dollari per finanziare l’espansione delle proprie attività. Sembra che il mondo sia dipendente dal dollaro come un tossicodipendente lo è dalla cocaina o dal crack!

Il mondo ha subìto un lavaggio del cervello che lo ha indotto a pensare che senza la carta igienica statunitense l’economia globale giungerebbe ad un lancinante arresto.

Che stupidaggine!

Eppure è esattamente questo lo stato mentale dei governi e delle banche centrali in tutto il mondo. La Cina è un caso esemplare di cieco affidamento sul dollaro americano ma fortunatamente possiede altri punti di forza che l’aiuteranno a superare questo periodo doloroso.

Avvantaggiandosi di questa temporanea idiozia planetaria, la FED e il Tesoro U.S.A. hanno intenzionalmente dato l’avvio ad una crisi creditizia della carta igienica denominata dollaro statunitense. Le maggiori banche mondiali stanno facendo incetta di carta igienica e rifiutano finanziamenti transfrontalieri di ogni sorta.

C’è un oceano di carta igienica (letteralmente nell’ordine delle migliaia di miliardi) ma ora se ne è creata una intenzionale scarsità.

Ma dove sono i soldi? Non ci sono soldi. È tutta un’illusione!

Che contraddizione ridicola. Ma è la realtà attuale. La FED ha dichiarato che immetterà 8,5 mila miliardi di dollari per risolvere la crisi! Bisogna dar credito quando il credito è dovuto. Si tratta proprio di un raggiro geniale e il mondo intero ha abboccato ad amo, lenza e piombo: quasi il mondo intero!

Mi rifiuto di accettare questo stato delle cose.

Eppure, i premi Nobel per l’economia hanno mancato il bersaglio di questa cruda realtà di mille miglia e se ne stanno uscendo con ogni sorta di teoria per spiegare l’attuale crisi creditizia della carta igienica statunitense. In alternativa, potrebbe essere che, da scribi iscritti a libro paga, hanno ricevuto l’ordine di eruttare assurdità per confondere altri economisti.

Come è stata messa in piedi questa illusione?

È accaduto quando, improvvisamente e in totale connivenza, Brasile, Messico, Corea del Sud e Singapore sono entrati in scena firmando contratti di swap con la FED, richiedendo, ognuno, la cospicua somma di 35 miliardi di dollari statunitensi per “superare i loro problemi di liquidità”. Questi Paesi non ne avevano mai abbastanza, di carta igienica! Wow!
Persino il grande mago Houdini non se ne sarebbe uscito con un’illusione così grandiosa, con la scarsità di valuta nel mezzo di un oceano di denaro finto. Ma è un’illusione, e per di più stupida.

Così ora Bernanke e Paulson annunciano al mondo intero che sono pronti a fare qualsiasi cosa, e ad usare ogni arma finanziaria, comprese le bombe finanziarie nucleari, per sconfiggere la crisi.

Nei confronti dei Paesi che hanno poca carta igienica, gli Stati Uniti agiranno da garante globale e saranno lieti di prestare migliaia di miliardi di carta igienica per aiutarli a superare la crisi finanziaria e la crisi creditizia. Come sono generosi la FED e il Tesoro U.S.A.. Ma c’è la fregatura.

E la fregatura è che tutti i Paesi sono tenuti a continuare ad usare carta igienica priva di valore nelle transazioni commerciali globali.

Con un solo colpo magistrale, gli Stati Uniti hanno creato una domanda artificiale di dollari, salvandone quindi, nel breve termine, il valore che stava andando a picco.

Poiché le banche globali non sono disposte a fare prestiti e sono insolventi, la possente FED – disgustosa e ripugnante creatura dei Presta-soldi ombra globali – sarà il prestatore dell’ultima spiaggia per tutto il mondo. Sarà ordinaria amministrazione. Questo è ciò che sperano. Questo è il loro ultimo stratagemma. L’ultimo spettacolo di magia!

E come ho scritto in precedenza, questo è l’AZZARDO di OBAMA!

Gli altri Paesi non hanno bisogno di effettuare transazioni commerciali in dollari, giacché, in fondo, non stanno neppure COMPRANDO BENI “MADE IN AMERICA”. L’AMERICA È NETTAMENTE UN PAESE IMPORTATORE, NON ESPORTATORE.

Così, banche centrali del mondo, in particolare del Terzo Mondo, e potenze emergenti di Cina e Russia: non avete alcun bisogno di carta igienica statunitense quando vendete i vostri prodotti nazionali a Paesi che non sono gli Stati Uniti.

E per quanto riguarda gli Stati Uniti, perché esigete pagamenti in carta igienica? Perché non esigete il pagamento nella vostra valuta?

Attualmente Cina e Russia sono sulla strada sbagliata. Detengono migliaia di miliardi in debiti denominati in dollari statunitensi ma si comportano come se fossero in balìa degli Stati Uniti, temendo che se compissero atti sfavorevoli agli U.S.A. o sfidassero l’egemonia del verdone, ci sarebbe un massiccio crollo del valore del dollaro.

Ma questo è un dato di fatto in ogni caso. Allora, perché giocare una partita che è stata truccata in favore dei Presta-soldi ombra globali?

Non c’è alcuna ragione per cui Russia e Cina dovrebbero trovarsi in recessione o subire una crescita più lenta. Soffrono dell’attuale cosiddetta crisi del credito perché continuano a gestire le proprie economie in termini di dollari e con una mentalità da dollaro.

Gli Stati Uniti stanno giocando a poker mettendo la propria vita sul piatto e stanno chiamando un’ultima carta. Sul tavolo non hanno altro che carta igienica.

Gli Stati Uniti collasseranno tra un attimo, se non prima nel caso in cui Cina e Russia dovessero categoricamente vedere il bluff statunitense e dire:

1) Chiudete subito il casinò dei derivati!
2) Riacquistate i rifiuti tossici che avete scaricato sulle ignare economie mondiali usando valute di nostra scelta!
3) Visto che gli Stati Uniti sono indebitati, ora essi devono contrarre i prestiti nelle valute di nostra scelta per ripagare i debiti passati e i nuovi prestiti!
La mancata ottemperanza causerà una crisi creditizia alle banche e alle aziende statunitensi. Gli Stati Uniti potranno continuare ad usare la loro carta igienica senza valore entro i confini nazionali (per pulire la merda dai ventilatori a soffitto, se ce ne saranno ancora di appesi ai soffitti) ma non ci sarà più credito in carta igienica. Fine. Ci saranno solo prestiti in altre valute.

Questo è lo scacco matto.

Così Cina e Russia dovrebbero darsi una svegliata e fare il necessario per salvare tanto le proprie economie quanto l’economia globale. Altrimenti, le loro economie finiranno giù per il cesso dato che ora stanno giocando la partita truccata di U.S.A e Gran Bretagna.

L’attuale stato mentale dei banchieri cinesi e russi non mi sorprende. Hanno spedito alcuni dei loro migliori cervelli perché fossero addestrati a Harvard ecc. e dagli impostori della Goldman Sachs, JP Morgan Chase, Merrill Lynch, Citigroup ecc. Sono stati tutti contagiati dal morbo dello schema piramidale e perciò non sono in grado di pensare in un altro modo. Altrimenti, come si spiegherebbe la loro paralisi mentale?

Si tratta di un semplice rebus finanziario.

Non c’è alcuna crisi del credito. C’è solo una crisi falsa o illusoria della carta igienica statunitense.

Quando non ci sarà domanda di dollari, non ci sarà alcuna crisi dei crediti in dollari. La truffa dei Presta-soldi ombra sarà smascherata per ciò che è: una frode gigantesca. Non dissimile da quella di Bernard Madoff, solo mille volte più insidiosa e tossica.

Spero di essermi spiegato in modo assolutamente chiaro ai responsabili finanziari in Russia e Cina.

Se Cina, Russia e il terzo mondo continuano a giocare la propria mano al poker senza prendere carte, allora queste economie meritano di essere nei guai.

Bernanke e Paulson distruggeranno gli Stati Uniti e l’economia globale per compiere il grandioso piano dei Presta-soldi ombra. Fermateli prima che sia troppo tardi.

Il conto alla rovescia è iniziato!

Matthias Chang è un eminente avvocato ed autore attivo in Malesia. Il suo sito internet è www.FutureFastForward.com

Fonte: www.informationclearinghouse.info
Link: http://www.informationclearinghouse.info/article21503.htm
20.12.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ORIANA BONAN

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
virgo_sine_macula
virgo_sine_macula
16 Gennaio 2009 0:55

Banchieri russi e cinesi come vi ha dimostrato questo luminare malese voi non capite nulla:presto il Satana americano crollera’ e saranno le nuove economie a guidare il mondo.Aggiornatevi e cambiate valuta per i vostri crediti.

Giusto
Giusto
16 Gennaio 2009 2:46

Mi risulta: – che poche decine di gruppi privati possiedano di fatto la Fed americana, – che la Fed sia padrona assoluta dell’economia Usa, – che gli Usa siano egemoni dell’economia mondiale. Mi risulta anche: – che i pochi gruppi privati, che possiedono di fatto la Fed, abbiano fatto e stiano facendo stampare alla Fed un oceano di dollari di carta con cui pagare, comprare, prestare a terzi in Usa e nel mondo per cifre enormi anzi mostruose, che ammontano ormai a più di cento volte il Pil annuo degli Usa. – che detti pochi gruppi privati, e quindi la Fed e di conseguenza il Governo degli Usa, in sostanza, con tutta questa incredibile massa di dollari di carta, che sono in realtà solo una astratta promessa di pagamento e non un pagamento reale e concreto, abbiano invece ottenuto ed ottengano ancor adesso, dal resto mondo, merci e servizi estremamente concreti per ammontare di cifre galattiche, ma di fatto solo a credito, ovvero in cambio di mere, aeree e volatili promesse. – che in concreto detto ristretto gruppo di privati, la Fed, ed il Governo Usa che è garante di essi, potrebbero pagare tutti detti debiti che hanno accumulato in… Leggi tutto »

2novembre
2novembre
16 Gennaio 2009 3:26

Alllora c’è ancora qualcuno che ragiona con la propria testa….
Fortuna per i banksters che sono ancora pochi;
ed il popolo “bue” ed i politici sono ancora addormentati .
Quando si sveglieranno sarà troppo tardi , e il linciaggio da parte della gente comune potrebbe diventare cosa normale.

duca
duca
16 Gennaio 2009 3:54

Credo che siamo al punto del film dove i rapinatori sono asserragliati nella banca con donne e bambini lacrimanti in ostaggio e stanno negoziando con le forze dell’ordine la loro uscita e impunità. Questa classe dirigente credo che non avrebbe remore ad utilizzare tutto il prprio arsenale, nucleare compreso, per costringere il resto del mondo a non venire a vedere il bluff. Oppure per usare l’analogia della partita di poker che utilizza l’autore, di cui condivido sostanzialmetne i ragionamenti, è come se l’america giocasse con una mano sopra il tavolo e con la mano sotto il tavolo tenesse una colt 45 puntata agli zebedei dell’altro giocatore, facendogli sentire la pressione della canna, nella migliore tradizione degli spaghetti western di Sergio Leone, con il pistolero baro che parla affabilmente al giocatore su cui punta la colt che, sorpreso e sudante, cerca di non dare troppo nell’occhio di fronte agli avventori del saloon, tutti radunati attorno al tavolo, per evitare che qualcuno perda la testa e parta la strage… siamo al momento dei primissimi piani dei dettagli dell’occhio che balla, del sorrisetto col sigaro, delle facce degli astanti, la tensione cresce e non si sa ancora se si allenterà col colpo di… Leggi tutto »

alnilam
alnilam
16 Gennaio 2009 5:12

Bah! Qualcuno dovrebbe pur spiegare a questo luminare di avvocato come funzionano REALMENTE le questioni economico-finanziarie su scala globale, come del perché Saddam è stato fatto fuori del perché l’Iran sia con molta probabilità il prossimo bersaglio e tanti altri piccoli fatterelli (non ultimo l’Islanda che è stata tassativamente obbligata a contrarre un prestito capestro dal FMI in luogo di uno da parte della Russia) che denotano come il gotha finanziario dell’attuale economia turbocapitalista sia saldamente in mano al proprietario possessore della fabbrica di dollar-toilette-paper!
Saluti

duca
duca
16 Gennaio 2009 7:39

Alnilam, tutto condivisibile, altrettanto lo è l’aalisi di Chang: di fatto mette a nudo il re. Da un punto di vista meramente economico, cioè di come l’economia viene insegnata a scuola, Chang ha ragione, e questo non fa che mettere in risalto la discrepanza ceh c’è col mondo reale dove questo gotha di gangster usa sempre di più il bastone per ternere i gragari allineati e coperti: bisogna vedere però se questo gotha è in grado di tenere ancora il banco o se non ci siano nuovi leoni in giro che ne mettano in discussione la supremazia. Le strategie poste in essere per mantenere lo status quo sono sempre più di basso spessore e più che strategie somigliano a stratagemmi sempre più disperati: temo che prima o poi, più prima che poi, il redde rationem sarà inevitabile.

vainart
vainart
16 Gennaio 2009 7:43

Comunque la situazione tra Cina e Russia è completamente diversa, la Russia (Putin) professa il boicottaggio del dollaro da molto tempo, e sembra che stia facendo delle cose molto concrete a riguardo (a proposito del commercio di materie prime, il nuovo cartello del gas, che coinvolge anche l’Iran). L’Iran è un altro promotore del boicottaggio nei confronti del dollaro e così molti paesi del sudamerica (in testa il Venezuela ovviamente).
La Cina certo si trova in una situazione più rischiosa avendo anche un’economia strettamente legata a quella USA (gli Stati Uniti sono il più grande importatore di prodotti cinesi).
L’Europa servilmente come sempre si assoggetta al volere americano quando invece detiene in mano l’arma più potente (l’euro).
Se solo avessimo dei politici seri e meno venduti… ahimé!

idea3online
idea3online
16 Gennaio 2009 15:27

Dopo un temporale ed una serie di inondazioni, vediamo qualcosa che chiamiamo distruzione, caos, crack, ma la cosa assurda e che se faccio attenzione vedo distrutto tutto quello che è vicino ad un corso d’acqua, al mare, la mano dell’uomo ha aggredito li Dopo un temporale ed una serie di inondazioni, vediamo qualcosa che chiamiamo distruzione, caos, crack, ma la cosa assurda e che se faccio attenzione vedo distrutto tutto quello che è vicino ad un corso d’acqua, al mare, la mano dell’uomo ha aggredito limiti storici, dopo qualche anno la mano della natura si riprende i suoi limiti.   Vero ci sono casi particolari, però mi riferisco a quei tanti casi di disastri creati dalla mano dell’uomo, pensiamo al Tsunami letterale che ha ucciso 250.000 persone, se i limiti naturali non fossero stati aggrediti dalla mano della speculazione tante persone non sarebbero morte.   La crisi del 2007-20017 è stata creata dalla mano avida dell’uomo, purtroppo i sistemi armonici che determinano l’equilibrio sistemico generano delle forze superiori ai piccoli derivati, o ai piccoli capitali delle banche, la forza dell’armonia quando si presenta genera squilibri immensi, ma la verità è che lo squilibrio era prima della crisi, questa crisi che… Leggi tutto »

marimari
marimari
18 Gennaio 2009 12:38

Interessante. Per la guerra a gaza ho sentore si tratti della stessa cosa, ma non riesco a mettere a fuoco.