Home / ComeDonChisciotte / L’ EURO “SARA’ MORTO ENTRO CINQUE ANNI”

L’ EURO “SARA’ MORTO ENTRO CINQUE ANNI”

DI EDMUND CONWAY
telegraph.co.uk

Secondo la gran parte degli economisti che hanno preso parte ad una vasta indagine economica per il Sunday Telegraph, l’euro andrà in pezzi prima del termine di questo mandato parlamentare

L’indagine conferma i sospetti che il nuovo cancelliere George Osborne dovrà scontrarsi con la piena crisi dei partner commerciali della Gran Bretagna durante i suoi primi anni in carica.

La moneta unica è agonizzante e potrebbe non sopravvivere con i suoi attuali membri per una settimana, per non parlare dei prossimi cinque anni, secondo un campione di risposte dell’indagine – la prima vera ampia “cartina al tornasole” dell’opinione economica nella City dopo le elezioni. Quanto emerge conferma i sospetti che il nuovo cancelliere George Osborne dovrà scontrarsi con la piena crisi dei partner commerciali della Gran Bretagna durante i suoi primi anni in carica.
Dei 25 principali economisti della City che hanno preso parte all’indagine del Telegraph, 12 hanno previsto che l’euro non sarebbe arrivato alla fine del mandato parlamentare nella sua forma attuale, contro gli otto che hanno sostenuto il contrario. Cinque si sono detti incerti. Questa è solo una delle straordinarie conclusioni [che sono state tratte], compreso che:

• l’economia crescerà di oltre un punto percentuale in meno il prossimo anno rispetto a quanto previsto nel bilancio di marzo;
• il governo prenderà in prestito quasi £10 bilioni di sterline in meno l’anno prossimo di quanto precedentemente previsto dal tesoro, nonostante questa crescita più lenta.
• altrettanti economisti credono che la Banca d’Inghilterra non aumenterà i tassi fino al 2012 o oltre, perché pensano che farà alzare i costi del credito quest’anno.

Ma la conclusione sull’euro è forse quella più straordinaria. Un anno fa o meno, in pochi nella City avrebbero previsto con sicurezza la fine della moneta. Ma gli eventi drammatici della Grecia, della Spagna e del Portogallo nelle scorse settimane, oltre all’affermazione del cancelliere tedesco Angela Merkel che l’euro è di fronte ad una “crisi esistenziale”, hanno modificato radicalmente le opinioni.

Due degli otto esperti che hanno previsto che la moneta avrebbe resistito, hanno detto che ciò sarebbe stato possibile solo al prezzo di vedere l’inadempienza di almeno uno degli stati membri per il suo debito sovrano. Andrew Lilico, capo economista del “think tank” Policy Exchange, ha detto che c’era “quasi possibilità zero” che l’euro sopravvivesse con i suoi attuali membri, aggiungendo: “la Grecia sicuramente sarà inadempiente sui suoi debiti, e rimane aperta la domanda se la Grecia subirà una qualche forma di rivoluzione o un colpo di stato – direi che questo possa accadere nei prossimi cinque anni con circa una probabilità su quattro”.

Douglas McWilliams del Centre for Economics and Business Research ha detto che la moneta unica “potrebbe non reggere neanche fino alla settimana prossima”, mentre David Blanchflower, professore del Dartmouth College ed ex stratega della Banca d’Inghilterra, ha aggiunto: “le implicazioni politiche [della disintegrazione dell’euro] saranno probabilmente profonde – i tedeschi sono contrari a pagare per gli altri e potrebbero bene ritirarsi”.

Quattro degli economisti hanno detto che, nonostante i più diffusi sospetti che la Grecia o altre economie più deboli possano essere costrette ad uscire dall’eurozona, lo stato che potrebbe ritirarsi con maggiore probabilità è la Germania.

Peter Warburton, della società di consulenza Economic Perspectives, ha detto: “possibilmente se ne andrà la Germania. Possibilmente altri paesi dell’Europa centrale ed orientale – più la Danimarca – si saranno aggiunti. Possibilmente, ci saranno più livelli di appartenza all’UE e ci sarà un meccanismo per entrare e uscire dalla moneta unica. Credo che il progetto sopravviverà, ma non nella sua forma attuale”.

Tim Congdon dell’International Monetary Research ha affermato: “l’eurozona perderà tre o quattro membri, la Grecia, il Portogallo, forse l’Irlanda e potrebbe disgregarsi del tutto a causa del crescente attrito tra Francia e Germania”.

Le recenti preoccupazioni per le sorti dell’euro fanno seguito alla creazione nel mese scorso di un fondo di salvataggio di $ 1 trilione di dollari (£691 bilioni di sterline) per evitare futuri crolli. Sebbene il fondo avesse inizialmente aumentato la sicurezza, gli investitori hanno abbandonato l’euro dopo che i politici si sono dimostrati riluttanti a sostenerlo senza riserve.

Edmund Conway
Fonte: www.telegraph.co.uk
Link: http://www.telegraph.co.uk/finance/economics/7806064/Euro-will-be-dead-in-five-years.html
5.06.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MICAELA MARRI

Pubblicato da Davide

  • costantino

    Nella city anglo-judaica han tutto l’interesse a dire che l’euro si spaccherà e altre sciocchezze che non stanno né in cielo né in terra.
    Ad oggi quota 1,20 contro il dollaro, dunque fino a prova contraria è una moneta più forte e sicura del dollaro e della sterlina di Sua Maestà.
    Peccato che una moneta forte in un paese debole con l’italia porti ai risultati che sappiamo.

  • lucamartinelli

    Gli inglesi stanno sparando stupidate senza senso reale. Un patetico tentativo di salvare la loro pelle ormai destinata a marcire. L’ultimo report di Europe 2020 dice esattamente il contrario. Sara’ la sterlina a soffrire questa estate, seguita in autunno-inverno dalla resa dei conti del dollaro. Staremo a vedere.. saluti a tutti

  • Ricky

    Magari l’Euro morisse, sarebbe l’unica occasione per farlo rinascere sotto altre basi, del tutto diverse.

  • vic

    Oggi siamo in visita allo zoo di Londra. Precisamente ci troviamo nel terrario, dove sonnecchiano indifferenti vari rettili molto particolari.

    V: Cos’e’ quello, in quella strana posizione?
    The Guide: E’ l’urobORO, Sir.
    V: Che fa’, ha freddo?
    The Guide: No, Sir. Ha fame, sta ingoiando la propria coda.
    V: Il vantaggio di essere molto flessibili! E quello li’ che fa’?
    The Guide: Quello e’ un parente laterale dell’urobORO, noi lo chiamiamo EuroBORO.
    V: Sembra una cartamoneta arrotolata in modo strano, non ci sara’ dentro del tabacco, o forse una polverina?
    The Guide: Sir, e’ la sua peculiarita’, si arrotola subito su se stesso appena nasce.
    V: Come mai quel nome strano? Il boro fa male alla salute, normalmente.
    The Guide: Etimologicamente si chiamava EuroBORIOSO Sir,ma noi lo chiamiamo col piu’ snello vezzeggiativo di EuroBORO.
    V: Mi tranquillizza la cosa. Come mai ha un ombelico cosi’ in vista?
    The Guide: E’ il bottone adibito alla riproduzione Sir. Prego Sir, lo prema.
    V (titubante ma veloce): (Plic). E adesso?
    The Guide: Osservi il fiato dell’EuroBORO, Sir.
    V: Sembra una nebbiolina.
    The Guide: Ripassi domani, Sir. La nebbiolina si sara’ sostanziata in tanti mucchietti di piccoli EuroBORI. Geniale come riproduzione, vero Sir?
    V: Effettivamente, schiacci un bottone e dal nulla si materializza la progenie. Mi ricorda vagamente qualcosa.
    The Guide: Non lo dica, Sir. Certe cose non vanno dette.
    V: Ha ragione signora guida. Adesso la saluto perche’ m’e venuta voglia di farmi una ciambella.
    The Guide: Se vuole le presento un’ottima ciambellana, mia amica, Sir.
    V: Molto gentile, ma ho gia’ adocchiato una buona panetteria.
    The Guide: So long, Sir.

  • AlbaKan

    Dobbiamo aspettare ancora 5 anni????????

  • costantino

    manco a farlo apposta
    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=953127
    problemi formidabili per sterlina.
    mavalà ?

  • stendec555

    fine dell’euro, svalutazione, incremento esportazione, soprattutto più turismo con meno ladrate nei confronti degli stranieri che ormai tendono a preferire altri lidi per evitare di farsi infinocchiare e pelare dagli italiani e maggiore sfruttamento dell’agricoltura…un’epoca è al tramonto e per l’italia queste sono le uniche speranze negli anni a venire, italiani permettendo…

  • 21
  • lucamartinelli

    ho letto l’articolo che hai indicato. non tecnico perche’ non fa un’analisi. Dai piuttosto un’occhiata al report di Europe2020. E’ l’unico free e si trova in alto a sinistra. E’ in inglese e francese, te la cavi? saluti.

  • helios

    Douglas McWilliams del Centre for Economics and Business Research ha detto che la moneta unica “potrebbe non reggere neanche fino alla settimana prossima”,……………ah, ecco…..altro che cinque anni.

    Speriamo che la prossima volta, visto che stavolta i furbetti in italia ci sono riusciti,il valore della moneta sia TRE volte l’euro, considerato che l’euro va avanti con il valore DOPPIO della lira (un euro=mille lire).
    E tutto sono d’accordo….quando si tratta di truffa in italia tutti sono d’accordo.

  • amensa

    e se prima che muoia l’euro , morisse la sterlina, seguita a ruota dal dollaro ?
    non sono forse un po troppo interessati, tutti questi crani, e società di rating incluse , a diffondere dubbi sull’euro, per distrarre dalle LORO monete ?

  • Rossa_primavera

    L’Euro sara’ l’ancora di salvezza e non la tomba per la vecchia Europa,con grande travaso biliare da parte dell’economia sassone.

  • fusillo

    ….e il dollaro che è fallito nella primavera 2009…..
    di quello chi ne parla?