Home / ComeDonChisciotte / L’ ALTRO GIORNO PASSEGGIANDO SUL LUNGOMARE DI FINALE LIGURE…

L’ ALTRO GIORNO PASSEGGIANDO SUL LUNGOMARE DI FINALE LIGURE…

DI MASSIMO FINI
ilfattoquotidiano.it

L’altro giorno passeggiando sul lungomare di Finale Ligure ho visto, seduta su una panchina, una vecchia che sferruzzava. Non stava facendo un golfino per il nipotino, ma dei piccoli sacchetti in lana leggera da appendere al collo e dove infilare la patente, la carta di credito, le chiavi della macchina, quelle di casa, gli spiccioli e insomma tutte quelle cose che d’estate, in braghette e t-shirt, non sai dove mettere. Li vendeva a pochi euro. La vecchia signora non è una clochard. Vedova, con due figlie adulte, vive a Vercelli con una pensione modestissima e in tarda primavera, d’estate e nei primi mesi d’autunno si sposta sulla Riviera per arrotondare le sue magre entrate. Non però in luglio e agosto perchè in piena stagione il costo della stanza del modesto albergo dove alloggia (modesto ma decoroso, son andato a dare un’occhiata) le rimangerebbe tutto il magro guadagno.
Ho pensato a Nicla Tarantini, la moglie di Giampi, quando dice, piangendo, ai Pm di Napoli “E adesso senza quei soldi che ci dava il Presidente come faremo a campare?” Alla signora non passa nemmeno per la testa che si possa “campare” lavorando. E al Pm che le chiedeva come mai avendo ricevuto dal “Presidente”, oltre ai 20 mila euro sborsati mensilmente, un surplus di altri 20 mila per una vacanza a Cortina, abbia sentito il bisogno di bussare ulteriormente a quattrini da Berlusconi reclamandone ancora 5 mila, ha risposto: “Siccome era la prima vacanza che facevamo dopo tre anni, eravamo in quattro e volevo far fare una bella vacanza alle mie bambine”.

Penso a Nicla Tarantini e sento montare in me una collera pericolosa. Vorrei prendere a sberle questa impunita, raccontarle della vecchia signora di Finale, ricordarle che 20 mila euro al netto sono lo stipendio annuale  di un impiegato o che i suoi coetanei se la sfangano nei call center a mille euro. Non è una questione personale, naturalmente. Perchè la tipologia di Nicla e Giampi Tarantini, gente che “campa” nel lusso senza aver mai battuto un chiodo, è vastissima. Per capirlo basta entrare in uno dei tanti locali “trendy” di Milano frequentati dal demimonde dello spettacolo, da escort (ammesso che vi sia ancora una differenza) e da una fauna maschile indefinibile, uomini di quaranta e cinquant’anni che ricordano nell’eleganza kitsch e nel gestire certi magliari degli anni Cinquanta. Dai tavoli senti discorsi di questo tipo: “Domani sono a New York, poi faccio un salto a Boston e prima di rientrare mi fermo una settimana in Tahilandia”. Se ti capita di parlare con uno di questi e, dopo un po’, gli chiedi che lavoro fa le risposte sono vaghissime. Non è un grande avvocato, non è un primario, non è un architetto di grido. Si muove vede gente. Ma che mestiere faccia non si sa anche se intuisci che non deve essere molto diverso da quello degli infiniti Tarantini, Lavitola, Bisignani che popolano questo Paese.

Ma la questione è più ampia. Da quando esiste la democrazie non ha fatto che allargare il divario fra ricchi e poveri. Un contadino dell’ancien régime era più vicino al suo feudatario di quanto lo sia oggi il cittadino comune a un personaggio dello star-system. Non solo in termini di ricchezza ma, paradossalmente, anche di status (in fondo feudatario e contadino, abitando sullo stesso pezzo di terra, facevano, almeno in una certa misura, vita comune). Ancora negli anni Cinquanta un alto dirigente Fiat guadagnava 15 volte il suo operaio, oggi un grande manager 400 volte. Un divario intollerabile, osceno. C’è del marcio nel regno di Danimarca. C’è del marcio nella democrazia. Un sistema, come ho scritto brutalmente in Sudditi, “per metterlo nel culo alla gente, e soprattutto alla povera gente, col suo consenso”. Abbattiamolo e ricominciamo da capo.

Massimo Fini
Fonte: www.ilfattoquotidiamo.it
24.09.2011

Pubblicato da Davide

  • MATITA

    Abbattiamolo e ricominciamo da capo.

    Come?

  • consulfin

    mi hai tolto la domanda dalle dita.

  • RicBo

    Bravo Fini finalmente ci sei arrivato, quando poi riconoscerai di far tu stesso parte di una elite privilegiata senza aver fatto chissà che per meritarlo il grande passo sarà compiuto.

  • Nauseato

    Mi associo ai commenti precedenti dove ci si chiede … bene, ottimo, bravo, abbatterlo e ricominciare. Ma COME ?
    Ed è ovvio che la domanda è abbastanza oziosa. Tanto che non mi sentirei di criticare Fini per il suo auspicio solamente critico.

    Una volta pensavo che quando la “gente”, almeno il 40%, non avrà quasi più da mangiare (e Dio non voglia ma non è affatto da escludere …) e del restante il 30% avrà grossissime difficoltà per vivere oltre la mera sopravvivenza, solo allora molto probabilmente succederà finalmente qualcosa.

    Temo invece che molto probabilmente non succederà nulla nemmeno in quel caso da tragedia.
    E poi quand’anche succedesse, conoscendo i miei simili di madrelingua italiana l’ancor più bello verrebbe dopo: perché un paese intimamente “mafioso” dove chi è anche solo vagamente onesto è un fesso, non può avere speranze.

  • mikaela

    Caro Fini, ha abbocato alla storiella della signora come spera che abbocchiamo noi utenti che ti leggiamo (Io quasi mai).

    Io che facevo spesso quell’autostrada per tornare in patria decidevo sempre di tornare a Maggio o a Ottobre perche’in quel periodo un Hotel a 1 sella con le finestre sul traffico cittadino che mi svegliava alle 5 del mattino costava 60 euro a notte, mentre quelli silenziosi sulla spiaggia erano chiusi.

    Diciamo piuttosto che la signora decide di passare un paio di mesi al mare( e che mare!) in bassa stagione,in quanto e’ l’unico periodo che si puo’ permettere con la sua “misera” pensione, perche’ anche se vende i suoi porta documenti a 5 euro non va’ molto lontano ,primo perche’ ce’ poca gente, secondo quelli che vanno al mare in bassa stagione ci vanno per risparmiare come lei e comprano quelli Made in Cina ad 1 euro.

    Cerchi di fare veramente il ribelle e spieghi cosa veramente sta’ uccidendo la nostra democrazia ai tuoi lettori sul Fatto Quotidiano, visto che il tuo vicedirettore Travaglio non aprira’ mai bocca in proposito.

    Cordialmente Mikaela

    Qui trova una lezione in proposito del prof L.Randall Wray New Economic Perspectives dell’universita’ di Kansas City che lo spiega passo dopo passo, la sintassi lascia a desiderare nella traduzione ma la parte tecnica e’ perfetta.schiacci qui [modernmoneytheory.blogspot.com]

  • Servus

    Non mi sembra che una persona che si permette di andare al mare per mesi, anche se non sono luglio e agosto, per di più in albergo, sia povera: oramai sono tanti gli italiani, come me, che si permettono una sola settimana al mare. Questo racconto sa proprio di radical chic.

  • stendec555

    quest’articolo il buon Fini poteva anche risparmiarcelo.

  • sheridan

    Benedetta ragazza, ma e’ mai possibile che ogni qualvolta si tenta di impostare un discorso un po’ serio te te ne esci con le solite fesserie sulla moneta sovrana??? Se ti impegni non e’ difficile capire che sono appunto fesserie spaziali. Gli strambi sostenitori della famigerata moneta sovrana sono bizzarri individui che credono di aver scoperto teorie monetarie rivoluzionarie sintetizzabili in una sola frase “stampa e magna!”. Non funziona cosi’ benedetta ragazza, arrivi a un punto in cui piu’ stampi e meno magni perche’ poi quando vai a comprare il petrolio con le tue banconote fresche di stampa qualche sceicco te le infila……….. (azz! Sto diventando volgare). Anziche’ pensare alle solite scemenze da domani cerca di renderti piu’ utile, va dall’assessore alle finanze del tuo comune e cerca di capire cosa ti sta rubando. Lo so che parlare della moneta fa piu’ chic, ma tante’, visto che fino adesso ci hai capito poco o niente tanto vale porsi traguardi meno ambiziosi.

  • Nauseato

    E pensa che c’è chi non si permette nemmeno una settimana …

  • ericvonmaan

    Fini deve, per motivi contrattuali, scrivere articoli a cadenza regolare, e tra l’altro credo non gli manchi molto alla pensione. Non infierite troppo con lui.

  • ranxerox

    Quando sarai alla canna del gas non avrai bisogno di uno che ti dica come e cosa fare. Lo saprai e lo dovrai fare. Per forza.

  • amensa

    nell’articolo manca solo la piccola fiammiferaia, che arriva sull’angolo del marciapiede in ferrari, poi siamo a posto.
    quando scrivo che se c’è un debito pubblico di circa 2000 miliardi di euro, c’è anch euna schiera di creditori, per la stessa cifra, sembra ch enessuno senta.
    d’altronde io non ho mai voluto limitare i compensi alle persone, quello che sostengo che vada limitato è la disponibilità e questo semplicemente con una tassazione fortemente progressiva, e non solo dei redditi, ma del totale delle disponibilità.
    una cosa del genere impedirebbe ch eil manager percepisse 400 volte l’operaio, magari gli resterebbe un 8-10 volte, ma non di più, e così il debito pubblico non ci sarebbe, senza tante seghe mentali di strani sistemi monetari.
    io , d’altronde penso che ereditare grossi patrimoni sia un danno, per tutti.
    per la collettività che non ha taliu risorse disponibili, ma anche per l’erede che non impererà mai a vivere… e infatti prima o poi, tutti i grossi patrimoni , finiscono sperperati, molti eredi suicidi, ecc….

  • mikaela

    Povero uomo! “Stampa e magna” lo dici solo tu che sei un ignorante in materia .Io ho capito quanto sia importante avere una valuta sovrana e non voglio prenderla in prestito dalla BCE che e’ una istituzione internazionale che non rifletteva sin dai primordi la nostra economia interna, ma aiutati da Prodi che ci ha guadagnato la presidenza ce’ l’ha messo in quel posto ( Ooops) senza che nessuno se ne stesse accorgendo perche’ tutta la stampa ufficiale era e continua ad essere al servizio del grande potere economico che rispetto a quello che ruba un piccolo commercialista di quartiere e’ come paragonare un granello di sabbia con il Sahara

    “19 Il Governo che opera con una moneta non sovrana affronta rischi di solvibilita’ perche’ crea debito sia in moneta estera, sia in moneta interna ancorata alla moneta estera(oppure al metallo prezioso)E’ riconosciuto, perlomeno parzialmente dai mercati e anche dai Credit Raters che comunque, l’emissione di Valuta sovrana che il governo spende usando la sua fluttuante non convertibile moneta non puo’ essere strangolato nel debito.

    Ecco perche’ una Nazione com il Jappone che sta usufruendo di un bassisimo interesse sul debito sovrano , puo avere un rapporto debito verso il PILl che e’ il doppio del piu’ alto debito delle Nazioni Euro”PIIGS” (Portogallo,Irlanda,Italia. Grecia e Spagna)”

    Leggilo tutto e sei hai obbiezioni puoi sempre chiedere spiegazioni sotto L’articolo originale.Il professore Wray non si risparmia.

    http://neweconomicperspectives.blogspot.com/2011/09/problems-with-design-of-euro-responses.html

  • backtime

    Portando loro il mollusco della cozza, che i gusci già li hanno ricevuti.

  • Allarmerosso

    Ben detto in questa Nazione l’onestà non paga ,anzi ti condanna ancor più forte perchè “sei scemo” … e te lo dice uno che lo sta vivendo sulla sua pelle direttamente con una condanna penale che avrei evitato se avessi fatto l’irresponsabile codardo e “furbo” … lasciamo stare va … !

  • Allarmerosso

    “arrivi a un punto in cui piu’ stampi e meno magni perche’ poi quando vai a comprare il petrolio con le tue banconote fresche di stampa qualche sceicco te le infila……….. ”

    Perchè la Federal Reserve e la BCE , di grazia cosa fanno ???

    ahh giusto in più a quello che potrebbe fare uno stato SOVRANO ?!! ci mettono anche gl’interessi …

    Se pensi di avere una certezza ed una conoscenza o verità non insultare chi non la condivide ,pavoneggiandoti da essere superiore.

  • Allarmerosso

    Ormai il livello in cui si misura la povertà è troppo relativo per certi individui a cui io darei una cura di picco e pala … un po’ di sudore gli farebbe bene ..

  • Allarmerosso

    chiamale seghe mentali ma , il debito pubblico è figlio di uns istema moentario sbagliato … poi si può non guardare ma non si può dire che una cosa nonesiste solo perchè non la si vede … !!!

  • glab

    mah!, forse cercava questi qua:
    http://www.circoloinquieti.it/home/
    ed invece ha trovato solo la vecchina.

  • glab

    francamente penso che non ci abbia perso.

  • sheridan

    Gesu’, Giuseppe, Sant’Anna e Maria. Benedetti ragazzi, la BCE non e’ quello strozzino che vi hanno fatto credere, e se sostituite la BCE con BANKIT non cambia niente, anzi cambia tutto in peggio, se poi volete addirittura metterci i politici a stampare allora e’ il disastro totale, quelli si spendono tutto in troiame assortito. Almeno la BCE vi stampa biglietti buoni, se li fate stampare a BANKIT o ai politici allora ci potete anche incartare la colazione la mattina. Il Giappone e’ tutta un’altra storia, li’ c’e’ un tacito accordo tra i giapponesi e il loro governo, il debito e’ tutto collocato all’interno e i cittadini lo comprano anche se rende niente per puro patriottismo e desiderio di stablitita’. Inoltre lo Jen e’ ai massimi di tutti i tempi e quindi possono comprare all’estero tutto quello di cui hanno bisogno. In Italia questo non sarebbe possibile, dopo 17 anni di performance del cavaliere ormai ci vedono come un paese di cilatroni e nella finanza la fiducia e’ tutto. P.S. se vedi quel professore che hai detto digli che posso dargli un po’ di lezioni private, pero’ avvertilo: COSTO CARO.

  • mikaela

    Non sono qui per raccogliere le tue provocazioni, ma solo per farti notare che tutto il mondo adotta lo stesso sistem, cioe’ tutti hanno una loro Valuta sovrana da quando e’ stata inventato il sistema monetario tranne che nella Zona Euro da quando ce lo hanno imposto (Fatta eccezione per l’Argentina e poche isole caraibiche)che sono legate con un cambio fisso al $ USA.

    La storiella che dici dei buoni del tesoro giapponese che li comprano per patriottismo non regge,i motivi sono ben altri e si deducono dopo la lunga lettura di questa risposta del professore.
    Qui ti ripropongo un altro passaggio del Prof Randall Wray riconosciuto in tutte le universita’ del mondo ma ti farebbe bene leggerlo tutto.

    Saluto e chiudo definitivamente l’argomento con te perche’ vedo proprio che non si puo’parlare, e visto che l’argomento serio per te e la Signora anziana saluto anche lei e i suoi preziosi lavoretti e le auguro(con un pizzico d’invidia) di potersi godere negli anni a venire (e anche per me) le bellissime spiagge italiane

    “25-In contrapposizione una Nazione Sovrana come gli USA ,il Giappone, o UK non hanno in prestito la loro moneta. Spendono attravesto acreditamento bancario. Quando una Nazione opera con moneta sovrana non ha bisogno di emettere Bonds per finanziare le sue spese. Emettere “Bonds”(obbligazioni) e un’ operazione volontaria che da al pubblico l’opportunita’ di sostituire i loro guadagni senza interessi che sono passivita’ governative,in valuta e riserve presso la Banca Centrale in passivita’ governative che producono interesse, buoni del tesoro e “Bonds” ,che sono saldi attivi in Titoli nella stessa Banca Centrale. Se si capisce che l’emissione di Bond sono operazione volontarie di un Governo sovrano e che quei Bonds non sono niente di piu’ che conti correnti alternative nella stessa Banca Centrale gestiti dallo stesso Governo, diventa irrilevante per questione di solvibilita’ dei tassi d’interessi se ci sono acquirenti per i Bonds governativi oppure se i Bonds sono di propieta’ di cittanini interni o internazionali.”

  • MATITA

    Da perfetto ignorante ma consapevole che dietro il complesso sistema valutario vi è del marcio mivien da chiedere a chi posta questa conclusione

    Benedetta ragazza, ma e’ mai possibile che ogni qualvolta si tenta di impostare un discorso un po’ serio te te ne esci con le solite fesserie sulla moneta sovrana???

    ma allora perchè pare che l’unico stato americano,il nord dakota,che ha una banca centrale che controlla effettivamente il denaro è l’unico non in stato di sofferenza e indigenza?

  • lpv

    mikaela alias PB…??