KOSOVO: GLI USA E LA UE APPOGGIANO UN PROCESSO POLITICO…

COLLEGATO AL CRIMINE ORGANIZZATO

Il Primo Ministro del Kosovo Hashim Thaci

fa parte di un sindacato criminale

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
Global research

I nostri orientamenti sono chiari. La fondazione dello stato del Kosovo, lo sviluppo economico, il benessere economico e sociale e misure rigorose contro la corruzione, il crimine organizzato ed il comportamento cinico, di modo che possiamo avere una migliorata sicurezza ed un Kosovo integrato nelle strutture dell’Unione Europea.

(Hashim Thaci, presidente del Partito Democratico del Kosovo (PDK), Primo Ministro del governo provvisorio del Kosovo, ex capo del KLA (UCK n.d.r.) e noto criminale)

Il PDK, guidato da Hashim Thaci, ex comandante dell’Esercito di Liberazione del Kosovo, ha preso controllo di molte municipalità dopo la guerra. Il partito ha stretti collegamenti con il crimine organizzato nella provincia. (The Observer, 29 ottobre 2000)

Thaci, soprannominato “il serpente” durante i suoi giorni del KLA, è un ex comandante ribelle ben vestito di 32 anni con scarse capacità oratorie, collegamenti con il crimine organizzato ed una determinazione a preservare i rapporti tra il suo partito e gli Stati Uniti (The Scotsman, 20 ottobre 2000)

“So riconoscere un terrorista quando ne vedo uno e questi sono terroristi”, Inviato Speciale ed Ambasciatore degli USA Robert Gelbard

Hashim Thaci ha fondato il “Gruppo-Drenica”, un’organizzazione clandestina che si stima abbia controllato tra il 10% ed il 15% di tutte le attività criminali in Kosovo (contrabbando di armi, automobili rubate, petrolio, sigarette e prostituzione). Wikipedia The Free Encyclopedia

Gli USA, la UE e l’ONU sostengono un governo del Kosovo diretto da un noto criminale, il Primo Ministro Hashim Thaci.

La posizione di Primo Ministro è stata creata dalle cosiddette Istituzioni Provvisorie di Autogoverno (PISG) costituite dalla Missione di Amministrazione ad Interim delle Nazioni Unite in Kosovo (UNMIK). Sotto il mandato dell’ONU, lo scopo del governo provvisorio è di fornire ‘autogoverno democratico, provvisorio’ in anticipo rispetto ad una decisione sullo status politico del Kosovo. Quello che ciò significa è che le Nazioni Unite hanno non soltanto preparato le condizioni per un governo del Kosovo “Indipendente” in violazione del diritto internazionale, hanno pure installato un governo del Kosovo integrato da membri di un sindacato criminale. Tutti e tre i primi ministri del Kosovo, Ramush Haradinaj, Agim Ceku e Hashim Thaci sono criminali di guerra.

Il Partito Democratico del Kosovo diretto dall’ex comandante del KLA Hashim Thaci è essenzialmente uno sviluppo dell’ex Esercito di Liberazione del Kosovo.

Il sostegno coperto di USA e NATO al KLA risale a metà degli anni ’90. Nell’anno precedente al bombardamento della Jugoslavia del 1999, il KLA era appoggiato del tutto apertamente dall’amministrazione Clinton.

Il leader del KLA Hashim Thaci era un protetto di Madeleine Albright. E’ stato scelto dalla Albright per giocare un ruolo chiave per conto di Washington ai negoziati di Rambouillet del 1998.

I collegamenti del KLA al crimine organizzato sono stati documentati dall’Interpol e dal Congresso USA. In un articolo pubblicato nel maggio del 1999 il Washington Times descrive il KLA ed i suoi legami all’amministrazione Clinton come segue:

Alcuni membri dell’Esercito di Liberazione del Kosovo [guidato dall’attuale Primo Ministro del Kosovo Hashim Thaci], che ha finanziato il suo sforzo bellico attraverso la vendita di eroina, sono stati addestrati in campi terroristi diretti dal fuggitivo internazionale Osama bin Laden — che è anche ricercato per gli attentati del 1998 a due ambasciate degli USA in Africa nei quali rimasero uccise 224 persone, inclusi 12 americani.

Secondo rapporti dell’intelligence ottenuti di recente, i membri del KLA, adottati dall’amministrazione Clinton nei 41 giorni della campagna di bombardamenti della NATO per portare al tavolo delle trattative il Presidente jugoslavo Slobodan Milosevic, sono stati addestrati in campi segreti in Afghanistan, Bosnia-Herzegovina ed altrove.

I rapporti dimostrano anche che il KLA ha arruolato terroristi islamici — membri dei Mujahideen — come soldati nel suo continuo conflitto contro la Serbia e che molti sono già stati portati di nascosto in Kosovo per unirsi alla lotta. ….

I rapporti dell’intelligence documentano quello che viene descritto come un “collegamento” tra bin Laden, il milionario fuggitivo saudita, ed il KLA — compresa un’area comune di organizzazione a Tropoje, Albania, un centro per terroristi islamici. I rapporti dicono che l’organizzazione di bin Laden, nota come al-Qaeda, ha addestrato e sostenuto finanziariamente il KLA. (Washington Times, 4 maggio 1999, v. articolo completo qui sotto)

In una cronaca del 14 agosto 2000, il Christian Science Monitor descrive la rete criminale controllata da Thaci:

La polizia dell’ONU sospetta che gran parte delle violenze ed intimidazioni sono provenute da ex membri del KLA, specialmente da quelli alleati con Hashim Thaci, l’ex leader del KLA e capo del Partito Democratico del Kosovo, una delle diramazioni politiche del KLA.

In un recente episodio, il negozio di un attivista dell’LDK nel villaggio natio di Thaci è stato colpito da raffiche di armi automatiche – il secondo di simili attacchi da novembre.

Il partito di Thaci nelle elezioni ha potenzialmente molto da perdere, che sono solamente uffici municipali. Dopo che l’anno scorso le forze serbe si sono ritirate, il KLA ha occupato municipi ed istituzioni pubbliche da una parte all’altra del Kosovo ed impiantato il suo governo provinciale.

Sebbene l’ONU abbia gradualmente imposto la sua autorità e collocato nel governo locale dei rappresentanti di altri gruppi politici, in luoghi come Srbica gli ex membri del KLA affiliati al partito di Thaci esercitano ancora l’effettivo completo controllo.

“Questi tipi non lasceranno il potere così facilmente”, dice Dardan Gashi, un analista politico dell’International Crisis Group, una organizzazione di ricerca basata negli USA con un ufficio a Pristina.

La polizia dell’ONU sospetta anche che in alcune delle violenze sia coinvolto il crimine organizzato. Dice che i gruppi criminali impegnati nelle estorsioni, nel contrabbando e nella prostituzione contano su stretti collegamenti con alcune persone al potere. La prospettiva di perdere questi legami – ed il reddito che producono – li rende maldisposti verso l’LDK.

I funzionari dicono che il problema è peggiore nella regione di Drenica del Kosovo, il centro del KLA e roccaforte del partito di Thaci. Srbica, dove Koci è il locale presidente dell’LDK, è una delle principali città a Drenica. (enfasi aggiunta)

La Heritage Foundation: sostegno del KLA-KDP, nonostante i suoi collegamenti criminali

In un rapporto del maggio 1999, la Heritage Foundation riconosce che il KLA è un’organizzazione criminale. Nondimeno ha richiesto che dall’amministrazione Clinton dovrebbe essere fornito appoggio al KLA:

Gli USA dovrebbero imbrigliare il potenziale militare del KLA contro il brutale regime di Milosevic, nonostante le singolari radici ideologiche del KLA e gli evidenti legami con il crimine organizzato? … Il KLA non rappresenta tutti i gruppi che perseguono la fine della brutale campagna di Milosevic ed è noto che abbia commesso alcune atrocità, è la forza più significativa che resiste all’aggressione jugoslava all’interno del Kosovo. Inoltre, la scala e la portata dei suoi crimini sono stati resi insignificanti dalla sistematica campagna di terrore scatenata dai militari, paramilitari e forze di polizia jugoslavi in Kosovo. Il che Washington ha costantemente fatto dalla guerra del 1999. (Rapporto Heritage Foundation, 13 maggio 1999)

Respingere il KLA ora priverebbe gli Stati Uniti dei benefici di cooperare con una forza di resistenza che è in grado di incrementare la pressione su Milosevic per negoziare un accordo (Ibid)

La Heritage Foundation appoggia il Partito Democratico del Kosovo (KDP) che è integrato degli ex membri del KLA.

Il KDP ha mantenuto i suoi collegamenti con il crimine organizzato. Questa posizione riassume ampiamente l’atteggiamento della “comunità internazionale” in relazione al Kosovo. Più di recente, la Heritage Foundation, che gioca un ruolo dietro le scene nella formulazione della politica estera degli USA, sta spingendo per l'”Indipendenza” del Kosovo.

Hashim Thaci

Le prove confermano ampiamente che il primo ministro del Kosovo non ha mai interrotto i suoi collegamenti al crimine organizzato.

Un noto criminale viene protetto dalle Nazioni Unite: fu arrestato a Budapest nel luglio del 2003 dietro un mandato dell’Interpol e fu rilasciato immediatamente, in seguito ad una richiesta della Missione ONU in Kosovo (UNMIK). Questo non è un caso isolato. Vi sono prove che la Missione ONU e la sua forza di polizia internazionale hanno protetto l’ex KLA, che, come conseguenza del bombardamento della NATO del 1999, fu rietichettato il Corpo di Protezione del Kosovo (KPC) sotto un formale mandato dell’ONU.

Secondo il Ministro della Giustizia serbo Vladan Batic, “l’accusa al tribunale per i crimini di guerra dell’Aia possiede più di 40.000 pagine di prove contro il capo dell’ex Esercito di Liberazione del Kosovo Hashim Thaci” (citato da Radio B92, Belgrado, 3 luglio 2003).

Nell’aprile del 2000, il Segretario di Stato USA Madeleine Albright “ordinò al procuratore capo dell’Aia Carla del Ponte di omettere Hashim Thaci dalla lista dei sospetti per crimini di guerra” (Tanjug, 6 maggio 2000). In seguito Carla del Ponte affermò che non vi erano prove sufficienti per incriminare Thaci per crimini di guerra. .

Più genericamente, la Missione ONU ha agito come un complice nel proteggere un sindacato criminale.

Nel novembre del 2003, vennero avviati a Belgrado i procedimenti penali contro diversi ex comandanti del KLA. Questi includevano Hashim Thaci, Agim Ceku e Ramush Haradinaj. Entrambi i nomi di Haradinaj e Ceku sono nelle liste dell’Interpol.

Agim Ceku

Agim Ceku è noto per avere commesso crimini di guerra su vasta scala nella regione della Krajina in Croazia a metà degli anni ’90 riguardanti il massacro e la pulizia etnica della popolazione serba. Era un ex brigadiere generale dell’esercito croato ed un pianificatore importante dell’Operazione Tempesta, che portò all’espulsione di diverse centinaia di migliaia di serbi dalla regione croata della Krajina. Nel 1999 venne nominato Comandante del KLA, con l’approvazione degli USA e della NATO. In seguito fu nominato Comandante del Corpo di Protezione del Kosovo (KPC) sponsorizzato dall’ONU (nel libro paga dell’ONU) e nel 2006 divenne Primo Ministro. In Kosovo ha continuato ad avere collegamenti con i sindacati del crimine organizzato. Secondo un articolo del London Observer, il KPC, che era comandato da Ceku, è stato coinvolto in atti di tortura come pure di protezione della prostituzione in Kosovo. (14 marzo 2000, Atlanta Journal-Constitution)

I media occidentali: la disinformazione riguardo alla natura del governo del Kosovo

Il governo del Kosovo è legato ai sindacati del crimine organizzato coinvolti nel traffico di narcotici e di esseri umani.

Il fatto che tutti e tre i primi ministri del Kosovo, Ramush Haradinaj, Agim Ceku e Hashim Thaci siano dei criminali di guerra non è stato ammesso nei resoconti giornalistici recenti riguardanti l’indipendenza del Kosovo.

La UE e gli USA sostengono la criminalizzazione della politica del Kosovo.

Portiamo all’attenzione dei nostri lettori due articoli pubblicati nel Washington Times.

Il primo articolo è stato pubblicato nel maggio del 1999 e descrive il KLA come un’organizzazione criminale. Il secondo articolo, pubblicato nel febbraio del 2008, evidenzia il ruolo del Primo Ministro Hashim Thaci, un “ex criminale”, nel processo per l’indipendenza del Kosovo.

Versione originale:

Fonte: http://www.globalresearch.ca/
Link: http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=8055
12.02.08

Versione italiana:

Fonte: http://freebooter.interfree.it/
15.02.08

Traduzione a cura di FREEBOOTER

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
bstrnt
bstrnt
16 Febbraio 2008 11:52

Quanto riportato in questo articolo conferma quanto già noto, non grazie ai nostri servili giornalisti di regime, ma dalle lettere di alcuni volontari di organizzazioni umanitarie dalla zona di Gorazdevac.
Così NATO e USA riescono a piazzare in Europa un nuovo focolaio di destabilizzazione dopo i missili in Polonia e radar nella Repubblica Ceca.
Quando questa stanca, succube e servile Europa riuscirà ad avere uno scatto di dignità e far sloggiare dal suo territorio la NATO e le basi americane!
Forse bisognerà attendere che gli USA si suicidino con le loro mani, come sembra stiano facendo, poi faremo i lacché dei cinesi, visto che dignità è prossima a zero.
Comunque già siamo riusciti ad alienarci gli abitanti delle zone serbe del Kosovo, un passo importante per la coesione dell’Unione Europea, vero?

Iliria
Iliria
17 Febbraio 2008 15:38

EIIIiiiii
Ma chi le scrive queste scemenze????

Sapete cosa si ricordera dell 17 Febraio 2008???????

L’INDIPENDEZA DELL KOSOVO
Per une volta la storia e giusta.

LonanHista
LonanHista
17 Febbraio 2008 16:36

L’indipendenza accordata al kossovo segna definitivamente la volontà americana di avere in contrapposizione un europa politicamente unita e dimostra la stupidità e l’imbecillità dei politici e dei popolo europei.
Se l’independenza del kossovo sancisce una spina nel fianco della serbia e dei russi i quali ora si troveranno difronte alle rivendicazioni di independenza della cecenia dell’ossezia e dei tanti staterelli russi, SIGNIFCA ANCHE IL RISCHIO DELLA DEFINITIVA FRAMMENTAZIONE DEGLI STATI EUROPEI E DELL’EUROPA COME ENTITà POLITICA, perché da oggi potranno rivendicare l’indipendenza, gli irlandesi dell’ulster, i baschi in spagna, i corsi in francia e i sudtirolesi in Italia.

SI HANNO FATTO PROPRIO UNA BELLA CAZZATA I POLITICI EUROPEI!
(oltre naturalmente ad accendere una miccia nei balcani perché i serbi non accetteranno questa indipendenza oltre al fatto di riconoscere un ulteriore entità musulmana nel fianco debole dell’europa.

E’ STATA FATTA PROPRIO UNA GROSSA CAZZATA!

bispensiero
bispensiero
18 Febbraio 2008 5:32

Parto da questosottotitolo dell’articolo “I media occidentali: la disinformazione riguardo alla natura del governo del Kosovo” che e’ una contradizione, visto che la maggior parte dei cittati di MICHEL CHOSSUDOVSKY e’ preso dai media occidentali che lui tanto critica per la loro disinformazione. Un altra fonte eradio B92 ( radio serba ). Allora questi media fanno informazione o disinformazione?? Oppurequando conviene e’ giusta informazione e qundo non conviene e’ disinformazione?? Questo mi fa venire dei dubbi sulla natura dell’ informazione pubblicata su questo sito, infatti inizio a pensare che voi stessi siete parte del sistema, un contrapeso del quale il sistema aveva bisogno. Voi alimentate con il vostro modo di fare informazione speranze e sogni cavalcando senza nessun rimorso il malcontento generale,ma non proponete mai nulla di concretto, siete diventati un luogo di sfogo. Avrei moltissime altre cose da scrivere al riguardo, (seguo da moltissimi anni questo ed altri siti di informazione alternativa) ma non e’ questo il motivo per il quale replico a questo articolo. Ora passiamo di nuovo all’articolo ( che e’ l’ultima di una serie di articoli anti kosovari e sopratutto in generale antialbanesi) Non ho mai letto qui dentro qualcosa su chi sono i kosovari, cos’e’… Leggi tutto »