Khan: Gli USA dietro il cambio di regime in Pakistan

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

L’ex Primo Ministro pakistano Imran Khan ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno minacciato il suo governo di “conseguenze” se non fosse stato rimosso dal potere, come poi accaduto con il voto di sfiducia in aprile.

“Negli ultimi 40 anni, la nostra leadership si è sostanzialmente piegata a tutto ciò che gli Stati Uniti ci hanno chiesto”, ha dichiarato Khan al Sunday Times, accusando Washington di “arroganza imperiale” e di ingerenza negli affari interni del suo Paese.

Khan ha raccontato che ad aprile il suo ambasciatore a Washington gli ha inviato un telegramma diplomatico relativo a un incontro con l’assistente del Segretario di Stato americano per gli affari dell’Asia meridionale e centrale Donald Lu.

Secondo il racconto dell’ex Primo Ministro pakistano, Lu ha detto al diplomatico che il Pakistan avrebbe subito “conseguenze” se il premier non fosse stato rimosso dall’incarico e che invece “tutto sarebbe stato perdonato” se fosse stato destituito.

Khan ha detto che le sue critiche alla guerra in Afghanistan sono state tra le cose che hanno attirato le ire di Washington. “Gli americani non hanno mai capito la cultura del Paese e la gente con cui avevano a che fare”, ha affermato.

Gli Stati Uniti hanno respinto le ripetute affermazioni di Khan secondo cui la sua caduta sarebbe stata orchestrata da Washington.

Massimo A. Cascone, 20.06.2022

Fonte: https://www.thetimes.co.uk/article/on-women-religion-and-the-taliban-imran-khan-is-unashamed-d2l22pmsv

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
1 Commento
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix