Insegnanti “woke” vogliono cancellare Shakespeare

neovitruvian.com

C’è una crescente spinta da parte degli insegnanti per eliminare Shakespeare e altra letteratura occidentale dalle classi. Un gruppo, #DisruptTexts, insiste: “Si tratta di supremazia e colonizzazione dei bianchi”.

Lorena German, presidente del National Council of Teachers of English Anti-Racism Committee e co-fondatrice del forum Disrupt Texts, ha insistito che “tutto ciò che riguarda il fatto che era un uomo del suo tempo è problematico nelle sue opere. Non possiamo insegnare Shakespeare in modo responsabile e non interrompere il modo in cui le persone sono caratterizzate e formate”.

King Richard the third

In precedenza abbiamo discusso di come il ritratto di William Shakespeare sia stato rimosso dal Dipartimento di inglese dell’Università della Pennsylvania come dichiarazione per una maggiore sensibilità e diversità razziale. Gli studenti vengono sempre più privati ​​di classici fondamentali come “Romeo e Giulietta”, “Macbeth”, “Re Lear” o Riccardo III. Queste sono opere che non sono solo capolavori, ma hanno plasmato generazioni di opere successive e continuano a essere citate nella scrittura moderna.

Amanda McGregor, una bibliotecaria con sede in Minnesota, ha scritto nel numero di gennaio del giornale della biblioteca scolastica che “il lavoro di Shakespeare è pieno di idee problematiche e obsolete, molta misoginia, razzismo, omofobia, discriminazione di classe, antisemitismo, misoginia”

La German ha insistito sul fatto che Shakespeare “non è universale” come gli altri autori non lo sono.

Alcuni insegnanti sostengono di sostituire Shakespeare con opere come “Hunger Games”.

Fonte: https://neovitruvian.com/2021/02/17/insegnanti-woke-vogliono-cancellare-shakespeare/

Fonte originale: https://www.zerohedge.com/political/woke-teachers-want-shakespeare-canceled-about-white-supremacy-and-colonization

Pubblicato il 17.02.2021