IMPICCATELI BENE IN ALTO – LA NUOVA FRONTIERA DELLA SINISTRA?

DI GABRIELE ZAMPARINI
The Cat’s Blog

Quel deserto di cadaveri annegati sotto un oceano di sangue, noto anche come il Nuovo Iraq, deve avere un effetto afrodisiaco in grado di stimolare le passioni più nascoste. Già con il linciaggio dell’ultimo presidente dell’Iraq, quasi un anno fa, questo desiderio eccitato è affiorato dal lato più oscuro dell’umanità, nella forma di un sinistro gracchiare nell’aria.

Quando la strategia del silenzio è fallita, a causa dello scalpore spontaneo suscitato dall’orrore di un paio di video che mostravano il barbaro linciaggio di Saddam Hussein, il circo occidentale di saltimbanchi, farabutti , “difensori dei diritti umani”, think tanks, maître à penser (compresi molti esponenti della “sinistra” e di ciò che è noto come “il movimento contro la guerra”), è stato costretto a dare le spiegazioni più sofisticate e con la sua scienza ha aiutato l’opinione pubblica occidentale già manipolata dalla propaganda a bersi un altro crimine e accettare quest’altra mostruosità giuridica e morale.
Altri membri del governo legittimo dell’Iraq sono stati linciati, tramite impiccagione e taglio della gola, dai responsabili del supremo crimine internazionale e dai loro collaboratori. Dopo che è stato illegalmente invaso e occupato brutalmente un paese sovrano, i supremi criminali internazionali hanno decapitato il governo iracheno, con l’aiuto di una banda settaria di assassini e signori della guerra che hanno contribuito a far precipitare l’Iraq nell’età più buia della sua storia.

Ora, con più di un milione e duecentomila iracheni uccisi, più di 5 milioni di profughi iracheni, colera, squadroni della morte, uranio impoverito, pulizia etnica e un paese completamente annientato, questo effetto afrodisiaco sembra aver completamente avvelenato il nostro sangue, se si può leggere su uno dei migliori siti della sinistra alternativa l’accorata richiesta che vengano impiccati altri tre funzionari del partito Ba’ath: Ali Hassan al Majid, Sultan Hashem al Tai e Hussein Rashid al-Tikriti.

“Hang ‘Em High” [“impiccateli in alto!”] è diventato la nuova frontiera della sinistra? Porca puttana!”

Versione originale:

Gabriele Zamparini
Fonte: http://www.thecatsdream.com/
Link
07.11.2007

Versione italiana:

Fonte: http://www.uruknet.info/
Link: http://www.uruknet.info/?p=s7643

0 0 voti
Valuta l'articolo
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
myone
myone
13 Novembre 2007 , 19:39 19:39

Sono macerie sul campo, sono macerie su un popolo, quello inerme e di nessuna parte, e sono macerie, su chi si e’ sporcato le mani cosi …. fate voi l’ attributo. E che dire. Quando si e’ massacrata una parte della vita, e un’ altra parte si e’ lasciata massacrare, e continua a farsi valere, con l’ intento di continuare e di fumentare altra violenza, non ci resta che la resa per noi, e la continuazione per loro, finche’ non arriveranno a una fine per cosi dire , naturale. Ma si sa’, nulla e niente e’ a se’, ma e’ attaccato e reagisce, come un’ onda d’ urto, sempre, in altri luoghi comuni o affini. Speriamo, che i colpi, vengano spartiti, e che sopratutto, vengano dati dei colpi finali, a chi, di questo gioco, ne e’ piu’ coinvolto e piu’ colpevole, e che la gente, viva e viva in pace, in un posto, dove, la pace non ci sara’ mai piu’. Pensando al disagio, di chi non vuole averne di diritti o non si avvale di contese, sapendoli i continuatori delle varie carneficine, penso ai normali esseri che cercano solo di vivere, per forza di sopravvivenza. Sarebbero quelli da guardare… Leggi tutto »

paolapisi
paolapisi
13 Novembre 2007 , 20:08 20:08

Segnalo solo che anche si è associato a questo lugubre coro di avvoltoi e jene anche un sito italiano teoricamente antimperialista e antioccupazione. Si tratta del filoiraniano e filosadrista Arabmonitor, sul quale scrive anche quel sant’uomo di Padre Benjamin e che due anni fa intervistava con deferenza i rappresentanti della “resistenza Baath” ( http://www.albasrah.net/en_articles_2005/0805/salah_01080505.htm = http://www.arabmonitor.info/news/dettaglio.php?idnews=11075&lang=it ) . Oggi ne chiede l’impiccagione.

Questo il titolo e le prime tre righe “Iraq: le forze di occupazione in squadra con i gerarchi del deposto regime
Baghdad, 12 novembre – Il portavoce delle forze di occupazione americane in Iraq ha respinto le critiche del premier Nouri al Malki, secondo cui non si vuole consegnare alle autorità irachene tre alti…
http://www.arabmonitor.info/news/dettaglio.php?idnews=21220&lang=it
Dopo non so come prosegue, perchè se si vuole leggere oltre bisogna pagare, e certo i miei soldi a questa settaria feccia forcaiola non li dò.