Home / ComeDonChisciotte / IMPICCALI PIU’ IN ALTO!

IMPICCALI PIU’ IN ALTO!

DI ISRAEL SHAMIR

Sette anni dopo l’11 settembre, assistiamo ad un altro, più grande e ancor più godibile crollo, quello della piramide finanziaria americana. Ci sono voluti circa vent’anni per costruirla; ma il suo crollo ha richiesto solo poche settimane. Lasciamo da parte le chiacchiere ipocrite: è uno spettacolo meraviglioso, senza se e senza ma. I mercati azionari americani vivevano il loro boom durante i bombardamenti di Baghdad e Belgrado, prosperavano mentre derubavano Mosca e strizzavano sudore da Pechino. Quando le cose andavano bene, avevano un sacco di soldi per invadere l’Iraq, minacciare l’Iran e strangolare la Palestina. In parole povere, quando andava bene per loro, andava male per noi. Che ora assaggino un po’ della loro medicina!

“Loro” non sono gli americani e “noi” non siamo il resto del pianeta. “Loro” sono un piccolo frammento della popolazione americana, la folla di “arricchisciti in fretta” che viene dalla parte est di Manhattan o da zone similari. Negli ultimi vent’anni abbiamo assistito ad un enorme spostamento di denaro verso l’alto, verso un branco sempre più piccolo di avide bestie. Mentre la maggioranza degli americani perdeva la possibilità di mandare all’università i propri figli, questi pasciuti felini si compravano ville in Florida e case a Tel Aviv. Peggio ancora, spendevano i loro miliardi nell’acquisto dei media, allo scopo di sovvertire la democrazia americana e di mandare i soldati americani a combattere guerre in luoghi lontani. Una buona parte del denaro rubato è stata pompata verso Israele, dove i prezzi degli appartamenti sono arrivati alle stelle e sono tuttora in crescita.

Se la passavano bene; erano fieri del fatto che le mappe finanziarie degli Stati Uniti e del mondo venissero disegnate in una stanzetta da Henry Paulson del Tesoro, da Ben Bernanke e Alan Greenspan della Federal Reserve, da Maurice Greenberg della A.I.G. Costruivano il loro mondo circondandosi di Lehman Brothers, Merrill Lynch, Goldman Sachs, Marc Rich, Michael Milken, Andrew Fastow, George Soros, e tutti gli altri. Il loro eccitante nuovo mondo di Lexus e Nexus veniva glorificato da Tom Friedman sul New York Times. Conferivano il Premio Nobel per l’Economia a Myron Scholes e Robert C. Merton, orgogliosi direttori dell’ormai tristemente celebre hedge fund denominato Long Term Capital Management, appena salvato dalla Federal Reserve Bank di New York per la cifra di 3,6 miliardi di dollari. Il presidente Bush li ha ricompensati per la loro inattendibilità liberandoli dal fardello della tassazione. Che ora paghino per tutto il divertimento che hanno avuto.

Hanno preso i vostri dollari veri e li hanno trasformati in moneta giocattolo: “Cambiali della Fed non redimibili e non portatrici di interesse, non sostenute da nient’altro che la fiducia dei creduloni”, per usare le parole dell’umorismo internettaro. La rovina della classe lavoratrice americana e della stessa classe media è ormai inevitabile. Le paure che il Large Hadron Collider sostituisse la Terra con un buco nero erano fondate su questa sensazione di affondamento, che vede le incredibili ricchezze degli Stati Uniti svanire nel buco nero da esse creato.

Non è certo la prima truffa nella storia degli USA: Jay Gould e Joseph Seligman, alla fine del 19° secolo, provocarono il crollo del mercato azionario del “venerdì nero”, mentre Jacob Schiff provocò il famoso panico del “giovedì nero” che portò alla depressione economica nazionale [1]. Seligman fu anche l’artefice dell’”affare Panama”, un imbroglio azionario che in Francia divenne proverbiale. L’imbroglio fu orchestrato da due ebrei di origine tedesca, Jacques Reinach e Cornelius Herz, che corruppero alcuni parlamentari. Mentre Reinach si lavorava l’ala destra, i “Repubblicani” dei suoi tempi, Herz si lavorava i “Democratici”. Wikipedia cita una frase di Hannah Arendt, la quale scriveva che i mediatori tra il mondo degli affari e lo Stato erano quasi esclusivamente ebrei. Questo caloroso abbraccio fra lo Stato e gli affari è stata la ricetta per il disastro.

Ovviamente da allora le cose sono cambiate e oggi i seguaci di Mammona appartengono a varie scuole di pensiero, perfino cristiane, come Hank Paulson, il cui patrimonio è stimato intorno ai 700 milioni di dollari e la cui carriera nella Goldman Sachs (presidente dal 1998 al 2006) lo ha reso la scelta più ovvia per la posizione di ministro del Tesoro. Solo la loro devozione al dio dell’Avidità è rimasta costante. Nel mondo del capitalismo ideale (“economia di mercato”) che costoro hanno tanto glorificato, oggi dovrebbero pagare un prezzo. Nel divertentissimo romanzo Carter Beats the Devil di Glen David Gold, il loro antenato spirituale veniva ricoperto di catrame e di piume da alcuni determinati popolani del Connecticut (intorno al 1670) per aver acquistato un intero carico di prodotti importati per arricchirsi in fretta, facendo crollare il mercato e defraudando i suoi simili. Oggi un criminale del genere riceverebbe una medaglia dal neoliberale Milton Friedman Fund, una citazione del JINSA e verrebbe additato come esempio da seguire dalla Harvard Business School.

Oggi costoro vogliono sfruttare il loro controllo sul governo per scaricare le loro perdite sui comuni cittadini americani. Che quest’atto venga chiamato “nazionalizzazione”, “privatizzazione” o “salvataggio”, il succo è che molti americani si ritroveranno in miseria e che tutti gli americani dovranno sopportare un enorme fardello fiscale. Ma i fondatori della piramide la faranno franca; si ritireranno nei loro castelli e nei loro investimenti sicuri e protetti, come hanno sempre fatto in precedenza.

Gli americani sono stati fatti fessi: sono stati ripuliti tanto facilmente quanto lo furono i rozzi albanesi pochi anni or sono. Peggio ancora: gli albanesi, almeno, presero le armi e diedero la caccia ai rapinatori; gli americani hanno deciso di subire in silenzio. Ma il meccanismo è sempre lo stesso.

Gli americani hanno il diritto di sapere chi ha derubato loro e i loro figli: sono stati gli uomini che sono diventati così vergognosamente ricchi durante gli ultimi due decenni. Costoro dovrebbero pagare il prezzo dei loro crimini. E se il governo, il Presidente, il Congresso e il Senato, i Democratici e i Repubblicani sono riluttanti a sostenerli, i comuni cittadini americani dovrebbero fare ciò che fecero i loro antenati del Connecticut: applicare catrame e piume in grande libertà. E se non basta, impiccare quei bastardi ai lampioni.

Questo è il momento più opportuno per ricordarsi perché i Padri Fondatori dell’America inserirono il diritto del popolo a possedere e portare armi nel Secondo Emendamento della Costituzione. Grazie a Dio, l’ADL non lo ha ancora abrogato. Queste armi non servono a difendere i rapinatori: servono a fare giustizia quando tutti gli altri mezzi hanno fallito. Alle armi, alle armi, come dissero i francesi mentre davano ai loro truffatori ciò che si meritavano. L’America ha una grande tradizione di giustizia diretta e immediata, il richiamo occidentale dell’Impiccalo Più in Alto. E’ ora di ascoltarlo!

Che i soldati americani vengano richiamati dalle guerre inutili e dalle remote basi sparse in tutto il mondo: il vero nemico si trova all’interno del loro paese. Per usare le squillanti e ancora attuali parole di Lenin, trasformiamo la guerra imperiale in una guerra civile, contro questi avidi bastardi. Invece di dissanguare i contribuenti, trasformiamo gli Stati Uniti in una zona libera da miliardari! I miliardari, questi avidi topi di fogna, hanno guadagnato molto con la Grande Piramide: impoveriamoli! Annulliamo i loro conti in banca. La sparizione di trilioni di dollari dai loro depositi elettronici riporterà in alto il valore del dollaro; il vostro stipendio tornerà ad essere denaro vero!

Se poi teniamo conto del fatto che oltre la metà dei miliardari sono fieri esponenti della Lobby Ebraica, questo potrebbe risolvere anche il problema del Medio Oriente. Per andare sul sicuro, confischiamo tutti i beni dei costruttori di Piramidi; di Paulson e Bernanke, degli amministratori di Merril Lynch e Goldman Sachs, e del presidente Bush, che ha permesso che avvenisse tutto questo. Otterremo la pace in Palestina, Afghanistan e Iraq; gli americani potranno tornare a essere fieri del loro paese. Questa confisca di massa ripristinerà la democrazia negli USA: i prossimi candidati alla presidenza non dovranno più andare dall’AIPAC col cappello in mano a dichiarare la propria fedeltà. La sconfitta dell’Avidità volgerà nuovamente le persone verso Dio; l’eliminazione della zavorra permetterà che vi siano un servizio medico nazionale, una pensione e un’educazione gratuita per tutti. Più che un disastro, il collasso finanziario è un’opportunità unica per guarire i mali dell’America. Non sprecatela!

Parlando invece al vasto mondo che è al di fuori dell’America, dirò questo: non scambiate una buona moneta con una cattiva. Rifiutate le seducenti moine di Washington. Considerate già perduti i vostri investimenti negli USA. Se riuscite a recuperare qualcosa, bene: ma non sprecate denaro ed energie nel tentativo di recuperare ciò che è perso. C’è un bene di assai maggior valore che potrete ottenere in cambio di quelli perduti: la vostra libertà e la vostra indipendenza. La distruzione del dollaro significa che la vostra economia sarà al sicuro. Il crollo della Piramide vi renderà liberi!

Versione originale:

Israel Shamir
Fonte: http://www.israelshamir.net/
Link: http://www.israelshamir.net/English/Hang.htm
28.09.08

Versione italiana:

Fonte: http://blogghete.blog.dada.net/
Link: http://blogghete.blog.dada.net/archivi/2008-09-28
29.09.08

Traduzione a cura di GIANLUCA FREDA

[1] Benjamin Ginsberg, The Fatal Embrace: Jews and the State (L’abbraccio fatale: gli ebrei e lo Stato), University of Chicago Pres, Chicago 1993, p 73

Pubblicato da Davide

  • reza

    Ma la crisi è arrivata già in europa:

    Borsa Amsterdam: Fortis tenta il recupero dopo salvataggio ma ora cede 2,7%

    (Il Sole 24 Ore Radiocor) – Bruxelles, 29 set – La reazione
    positiva del mercato al salvataggio del gruppo Fortis da
    parte di Belgio, Olanda e Lussemburgo e’ durata solo un’ora,
    e dopo un avvio in recupero a 5,92 euro l’azione e’ gia’
    caduta sotto i 5,18 euro di venerdi’, e perde circa il 2,7%.
    Il titolo era stato colpito negli ultimi dieci giorni da
    voci circa il rischio di una imminente dissesto, che lo
    avevano portato da 8 euro ai 5,18 euro di venerdi’.
    L’intervento concordato dai tre Governi del Benelux vuole
    mettere Fortis in sicurezza: i tre Paesi entreranno nel suo
    capitale investendo 11,2 miliardi di euro di cui 4,7
    miliardi il Belgio (che deterra’ il 49% della capogruppo
    Fortis Bank Belgium), 4 miliardi i Paesi Bassi (che
    deterranno il 49% di Fortis Bank Nederland) e 2,5 miliardi
    il Lussemburgo (che deterra’ il 49% di Fortis Banque
    Luxembourg). E’ inoltre prevista la cessione della quota di
    Rfs Holding (lo strumento usato per l’acquisizione di Abn
    Amro) i cui proventi non spetteranno alle azioni speciali
    che ricevera’ il governo olandese a fronte della propria
    partecipazione.
    L’intervento pubblico “assicura alla societa’ forza
    finanziaria e stabilita’ per andare avanti”, spiega il neo
    Ceo Filip Dierckx, nominato venerdi’ scorso, mentre il
    presidente Maurice Lippens ha lasciato il consiglio e il
    suo sostituto verra’ scelto al di fuori del gruppo, di
    concerto con il Governo belga. I tre stati nuovi azionisti
    del gruppo avranno una significativa rappresentanza nei
    consigli delle banche del gruppo Fortis di cui sono soci, ma
    l’obiettivo, ha spiegato il ministro belga delle finanze
    Didier Reynders, “non e’ evidentemente restare nel capitale”
    del gruppo.
    L’intervento pubblico consente a Fortis di fare pulizia nel
    portafoglio di Cdo, che ha trascinato il gruppo nella crisi:
    svalutazioni nette per circa 5 miliardi di euro nel terzo
    trimestre porteranno il capitale “core” di Fortis a fine
    settembre a circa 30 miliardi che comporta un eccesso di
    capitale “core” di 9,5 miliardi per Fortis, un indice di
    patrimonializzazione per la banca oltre il 9% (Basilea I) e
    un indice di patrimonializzazione regolamentare totale di
    Fortis Bank del 13%. Al termine delle svalutazioni,
    l’esposizione netta su Cdo dovrebbe ammontare a 1,1
    miliardi, da sottoporre ai revisori. Fortis svalutera’ anche
    1,2 miliardi di euro di crediti fiscali Usa.
    com-Lor-Y-

  • glomer

    …CMQ la mia paura + grande è di perdere il lavoro…!!!
    Per il resto non so proprio come comportarmi! Sigh!!!

    Ah, ultima cosa! Per tutti i Sig.ri che scrivono sul blog:
    Ma che razza di lavoro fate? nel senso che siete tutti convinti che stiamo andando verso il baratro…ma parlate sempre di altri e non di Voi stessi!
    Questa richiesta non è un’offesa o altro…:-)) serve solo per rincuorarmi di non essere solo, o uno dei poveri fessi che non hanno ancora capito come non soccombere in questo schifo, niente affatto voluto da me ma da qualche “signorotto” di alta Classe!!!!!
    Cmq complimenti per gli articoli ed anche per i relativi commenti!

    Un saluto.

  • reza

    IL SENATO AMERICANO HA RIFIUTATO DI METTERE 700 MILIARDI A DISPOSIZIONE DELLA BANDA CRIMINALE BUSH&CO PER SALVARE I BASTARDI CHE STANNO PORTANDO L’AMERICA ALLA RIVINA TOTALE.

    SE RIUSCIVA A PRENDERE QUESTI SOLDI, BUSH AVREBBE SALVATO QUEI BASTARDI USURAI SIONISTI PER CUI HA LAVORATO IN 8 ANNI , LASCIANDO GRAN PARTE DEL POPOLO AMERICANO DA QUESTI SFRUTTATI AL PROPRIO DESTINO CIOE’; IN ROVINA.

    DUNQUE, NIENTE SOLDI E NESSUN AIUTO AI QUESTI CRIMINALI CHE VANNO ARRESTATI E MESSI IN GALERA E QUALSIASI AIUTO DELLO STATO DOVREBBE ANDARE AL POPOLO, UNICAMENTE AL POPOLO, DISANGUATO DAI SIONISTI IN QUESTI ULTMI 8 ANNI.

  • Grossi

    Ho come te paura di perdere lavoro e quei 4 soldi che ho messo da parte, ma ho più paura di un mondo governato dagli americani, che sono veramente degli adoratori del dollaro, sono senza principi e riempiono di menzogne il mondo, ultimo esempio la Georgia, dove gli americani oltre al credito in campo economico hanno perso quello politico.
    E’ allora che si sono giocati tutta la loro credibilità, da mio miraggio, li ho dovuti passare ad una delle peggiori popolazioni mondiali, combattono sì per la democrazia, ma solo se c’è petrolio di mezzo.
    E anche questa democrazia governata dalle lobby non è che sia poi quella gran cosa che continuano a descriverci, i poveri sono sempre più poveri, i comunisti sempre più immanicati con banche e assicurazioni, per questo li detesto così tanto, come fai a difendere la povera gente quando fai ormai parte della classe dei padroni.
    Fra i comunisti ci sono un sacco di brave persone che conosco e ammiro per il loro buon cuore e desto per la loro miopia.
    La destra si è fatta ingabbiare dal Berlusca, e scusate se è poco non lo desto patologicamente come i rossi, ma non lo amo certamente, alle elezioni ho rifiutato il voto e ne sono fiero !
    Vivo in un paese di pazzi, che si trova in un mondo di pazzi, mi dissocio.
    Ne ho anche per i sindacalisti che fanno la recita da anni di essere dalla parte degli operai, mentre stringono accordi nei week end e fanno perdere diritti pian piano alla gente, mentre vanno in giro con lo smoking e la evve moscia, li guardi e capisci che fanno parte della razza dei dirigenti, così bravi da farti capire che sono dalla tua parte, mentre salvano altri portafogli, ma non il mio.
    C’è da stupirsi se fanno riassumere i ladri colti in flagrante ?
    Cane non mangia cane !

  • macosamidicimai

    Perchè i comunisti dovrebbero difendere te, che li detesti?
    Fatti proteggere da Fini, Storace, Rauti e Santanchè.

  • macosamidicimai

    Si si, è colpa dei signorotti, senza dubbio alcuno…

    Certo, pero’, che comprare casa nuova (senza avere una lira), facendo un muto a 40 anni, comprare l’auto nuova a rate (quando quella vecchia va ancora bene), andare in vacanza all’estero (perchè fa piu’ figo) tanto mi fanno credito … NON ERA UN OBBLIGO.

    E nemmeno la carta di credito era indispensabile: i nostri vecchi non avrebbero saputo che farsene. Compravano quando avevano i soldi e pagavano in contanti.

    La benzina è alle stelle? La rata del mutuo è aumentata? E che mi frega, io vado a farmi il weekend fuori.
    Vedessi che file al casello il venerdi sera e la domenica pomeriggio!!

    E ci vuole il cellulare nuovo, che fa le foto meglio, si collega ad internet e, pensa, telefona pure!

    E se alla fine del mese mi avanza qualcosa, investo in titoli della Lehman Brothers, che quelli salgono di sicuro.

    Scusa se sono “franco”, ma sti signorotti, come li chiami tu, non lo sarebbero nemmeno diventati, se non fosse stato per la dabbenaggine di chi gli ha dato retta per venti anni.

    E alla fine qual’è la soluzione? NAZIONALIZZARE!
    Cosi’ oltre alla rata di mutuo aumentata, bisogna pure pagare le voragini lasciate dai signorotti, che intanto si godranno le loro stock option in qualche paradiso tropicale, alla faccia dei fregnoni che li hanno ingrassati.
    Ma tranquillo, passata la bufera torneranno con nuove offerte speciali. Occasioni da non perdere!

    🙂

  • Grossi

    Li detesto per modo di dire, molti miei cari amici sono comunisti, direi più della metà, detesto in loro il fatto che si fanno prendere in giro, poi da dove credi che arrivi io ?
    Perchè sono diventato di destra ? O almeno ho tirato a destra, abbastanza da farmi nauseare anche da loro ?
    Io posso detestare un’idea ma non la persona che la pratica, che di per sè può essere la migliore del mondo.
    Un ideale sbagliato non è abbastanza per squalificare umanamente una persona, per cui posso detestare l’opinione che una persona ha di una certa cosa e ammirare il 99% del resto, ovvero la sua cultura la sua umanità, e il suo modo di porsi di fronte agli altri.
    Un concetto che potresti capire, io non odio nessuno, posso sì detestare un atteggiamento che giudico sbagliato, ma mai l’uomo nella sua totalità, che va ben oltre una semplice idea o opinione.
    Sinceramente non mi importa più nulla nè di destra nè di sinistra, datemi qualcuno di onesto da votare e lo voterò.
    Quanto al perchè dovrebbero proteggermi me lo domando anch’io proteggono solo le loro tasche ormai, oggi hanno pasteggiato al ristorante alla nostra faccia con il portafoglio bello gonfio, io alla stessa ora stavo guardando per la prima volta un pensionato nella mia zona rovistare nella spazzatura alla ricerca di qualcosa da mangiare.
    I comunisti potrebbero aiutare almeno lui, visto che io non ne sono degno, che cosa ne dici ?

  • macosamidicimai

    Toh, guarda come se li litigavano i titoli della Lehman Brother.

    http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=598454

    :-))))

  • macosamidicimai

    Ti dico che continuo a non capire perchè tu, che non li voti, continui a chiedere che siano i comunisti a battersi per i diritti sociali.
    Tu, ad esempio, ti sei battuto contro la legge elettorale che li ha tenuti fuori dal parlamento? Mi sa di no eh?.
    Di la verità, stai a fa’ il paraculo, come diciamo noi a Roma.

    Ma dagli tempo e vedrai che a risolvere tutti i problemi ci penseranno Berlusconi, Fini e Bossi.
    Stai certo che quel pensionato l’estate prossima verrà invitato da Berlusconi in persona a trascorrere le vacanze estive in una delle sue 5 ville in Sardegna.
    E certamente Briatore non gli farà mancare il suo invito per una serata di gala al Billionaire (veline incluse).
    E Tremonti gli donerà del suo, perche Robin Hood le ingiustizie non le tollera proprio.
    Quindi perchè agitarsi tanto?
    Stai tranquillo, va tutto a gonfie vele.

  • ericvonmaan

    Un articolo mitico. Vorrei essere li, di fianco alla ghigliottina, a vedere tante teste cadere nella cesta di paglia. Si, è ora di farla finita. Il guadagno e la ricchezza si fanno grazie al LAVORO, non al gioco d’azzardo a livello planetario che questi squali hanno potuto fare grazie alle leggi che permettono alle banche di prestare soldi anche con una riserva minima del 2% appena… chi ha un po’ di memoria potrà ricordarsi di tutte le leggi che, rimanendo in campo nazionale, hanno gradualmente abbassato la riserva frazionaria fino agli attuali livelli. Andreatta, Ciampi, Prodi, Amato, D’Alema e tanti altri, foraggiati dai loro padroni banchieri, hanno zitti zitti introdotto negli anni queste leggi che permettono a una banca, con soli 2 euro in cassa, ci prestarne CENTO tirati fuori dal nulla.
    Le uniche soluzioni sono: NAZIONALIZZARE LE BANCHE CENTRALI E AFFIDARE AI GOVERNI LA SOVRANITA’ MONETARIA E IL POTERE DI CONIARE MONETA E CREARE CREDITO, SOTTOPORRE LE BANCHE COMMERCIALI A REGOLE CHE IMPEDISCANO LA FINANZA CREATIVA, LE SPECULAZIONI FINANZIARIE E QUESTE SCHIFEZZE (ALZANDO LA RISERVA FRAZIONARIA FINO AL 20-30%), CREARE UNA FORMA DI CREDITO “SOCIALE” A TASSI MINIMI, GESTITA DALLO STATO, PER SOSTENERE I BISOGNI PRIMARI (CASA, PICCOLA IMPRESA ECC).
    Ma dove sono i politici che portano avanti queste battaglie???? Chi dobbiamo aspettare, la venuta del messia dalla galassia di Andromeda????

  • reza

    I fatti sono chiari, al governo ci sono i peggio del peggio, e all’opposizione pure.
    Ma come diavolo è possibile conciliare la realtà attuale che vede costretto i governi occidentali (chi prima, chi dopo) a tornare al socialismo, quando il “capo socilaista” dell’Italia, o pressunto tale, quale un certo signor Veltroni, mentre molti pensionati italiani (come nel esempio del nostro amico qui) cercano del cibo nela spazzztura, questo va comprare casa alla filfia a Manhatan !?!
    Vi risulta lo sperpero e società di comodo che Veltroni ha creato facanedo il sindaco a Roma, ci sono miriadi di società che Veltroni ha creato lasciandole nelle mani di certa gente sua. Queste società non servono a niente se non a portare soldi in tasca di amici di Veltroni, ma quei soldi apartengono ai romani, appartengono alla città e al benessere dei cittadini romani che devono avere i servizi megliori con quei soldi.
    Ora il sindaco di destra che fa ? colpisce la dove può, portando a sua volta la sua gente, lasciando in piedi altre società che sono nelle mani di quela certa gente di fronte alla quale anche lui si inchina.
    Chi rimane fregato è la città con i suoi citttadini.
    E’ inutile litigare per sinistra e destra, la politica attuale è politica canaglia e basta e nessuno si salva.

  • glomer

    Per signorotti intendevo proprio quelli che adesso si stanno mangiando i soldi della povera gente americana e perchè n quella italiana…Destra sinistra, repubblicani democratici sono tutti della stessa pasta!!!
    Questi stanno facendco crollare tutto per cominciare da capo!!! niente altro…!!! Purtroppo noi italiani siamo alla frutta sia mentale che economica!!! :-(( pertanto non sappiamo svegliarci da quest’incubo che ci attanaglia da tanto tempo!!!

    Se si tornasse al baratto forse ci sarebbe più rispetto per le persone e per i veri valori!!!!

    Un saluto!

    P.S. ci sono persone che parlano di New World Order o qualcosa di simile…ne avete sentito parlare?

  • reza

    Mah, i non credo ormai in nessun new world order.
    Nell’1997 alla riunione della FAO i paesi del mondo hanno deciso per agevolare la Globalisazione basata sul regionalismo e sul libro scambio commerciale, l’idea avrebbe dovuto cancellare la fame e la povertà nel mondo, entro e non oltre il 2007, poi è arrivato l’11 settembre e Bush&Co hanno trascinto il mondo nel caos attuale.
    Mi sto covincendo su un fatto però:
    Per anni, studiando l’Islam, ho riflettuto sulla superiorità che il Corano descrivere delle regole dell’Islam pr un mondo cadut nel caos, solo che non vedevo il caos, vedev il casno, ma ancora il caos non lo vedevo, non come è reale adesso e quindi, da pochi giorni sto arrivando alla conclusione che, il mondo andrà verso caos sempre più allargata e maggiore e alla fine salta tutto, il tutto di cui gran parte è già saltato per opera del neoliberismo, lascerebbe un uoto totale di ordine e sicurezza nel mondo, e unico SISTEMA immune dal caos, unico SISTEMA concreta, completa e dotata di regole ferree, salde e dure sulla terra sarà proprio l’Islam:
    Se rubi ti tagllia la mano.
    Se uccidi, t impica al pao più alto.
    Se dici bugie e ciò viene verificat, ti frusta in pubblico.
    Se usi la calunnia per avere vantaggi, t fa n culo comeuna cappana e via dicendo……………..

    Quadra ?

  • glomer

    Capisco!!!
    Islam?? Non mi dispiacerebbe…noi Cristiani siamo solo a parole!!!

    Mi sa che hai ragione…vedremo con il passar di questi tre mesi come andrà a finire!
    Un saluto.

  • macosamidicimai

    Signori, cerchiamo di essere seri almeno per 5 minuti.

    Come si fi a confondere il socialismo con l’ennesima truffa ai danni dei ceti meno abbienti?

    Quando si privatizza una banca fallita si trasferiscono automaticamente i suioi debiti ai cittadini, sgravandone al contempo la proprietà.

    Se la Banca X, che capitalizza 10 miliardi di euro ma ha debiti per 300 miliardi, di euro viene nazionalizzata, significa che, sotto forma di tasse, i contribuenti dovranno ripianare l’enorme buco.

    E tu questo lo chiami socialismo?

  • macosamidicimai

    Concordo pero’ con te nel ritenere che sia al governo che all’opposizione abbiamo il peggio del peggio.

  • X

    Splendido articolo!…speriamo chiarisca le idee a tanti babbei!…