Home / ComeDonChisciotte / IL TRATTATO DI LISBONA E' UN CAVALLO DI TROIA

IL TRATTATO DI LISBONA E' UN CAVALLO DI TROIA

DI TITINE KRIESI E GISBERT OTTO
voltairenet.org/

Il verdetto della Corte Costituzionale tedesca sul Trattato di Lisbona chiarisce il dibattito politico. I magistrati non solo hanno segnalato che il nuovo testo implica numerose rinunce in termini di sovranità – che è un pleonasmo – ma inoltre hanno concluso affermando che la sua filosofia è incompatibile con i principi democratici. Pertanto, la Corte Costituzionale tedesca ha stabilito che la ratifica del Trattato di Lisbona sia inquadrata nella ridefinizione, da parte del Parlamento Tedesco, di una serie di principi superiori, però altri Stati non hanno evidenziato la stessa saggezza.
Il Trattato di Lisbona incrementerà le condizioni antidemocratiche e antisociali nella UE. In questo trattato gli Stati Nazionali trasferiscono quasi tutti i loro diritti alla UE. Circa 500 milioni di cittadini perdono la loro possibilità di pratica democratica. La UE interverrà in tutti gli ambiti della vita dei cittadini. La forbice tra ricchi e poveri si aprirà ancora di più. Questo processo è contrario all’Articolo 1 della Legge fondamentale che dichiara inviolabili la dignità dell’essere umano e obbliga la Germania a difendere i diritti umani.

Antidemocrazia fondamentale

Una Costituzione può essere legittimata solo dal popolo, come è stabilito nella legge fondamentale tedesca: “Il potere dello Stato emana dal popolo” (articolo 20 comma 2 frase 1GG) e: “Questa legge fondamentale che vale per tutto il popolo tedesco fino alla riunificazione e liberazione della Germania, perderà il suo valore quando il popolo tedesco, liberamente, promulghi una Costituzione.” (art. 146 GG)
Secondo questo articolo, solo un “popolo europeo” potrebbe legittimare la Costituzione – ma in realtà un “popolo europeo” non esiste. Uno “stato europeo” presumerebbe l’accordo dei popoli d’Europa.
Solo i cittadini hanno il diritto di decidere se vogliono trasferire il potere dello Stato alla UE e se così fosse, in quale misura. Contrariamente alla Legge fondamentale, si evitò un referendum su Lisbona perchè il governo sa molto bene che la maggioranza dei cittadini avrebbero votato contro questo trattato. Ma non consultare il popolo è contrario alla clausola di non modificazione dell’art. 79 comma 3 GG: “Non è consentita nessuna modificazione della presente Legge fondamentale che si riferisca alla organizzazione della federazione in Länder, o il principio della partecipazione dei Länder nell’attività legislativa, o i principi enunciati negli articoli 1 e 20.” Le elite politiche ignorano coscientemente questo principio fondamentale. Cercano di ingannare i cittadini. Mediante la manipolazione dell’opinione pubblica vogliono raggiungere i loro obiettivi di potere politico. Un pubblico dibattito nei parlamenti non dovrà avvenire. Questa ricerca di potere è contraria alla Legge fondamentale – per esempio all’articolo 1 GG “La dignità degli esseri umani è inviolabile” ed all’articolo 20 GG (Principi della Costituzione). Questi articoli vengono prima di qualsiasi politica, allo scopo di assicurare la dignità dell’essere umano e garantire un’esistenza degna per tutti, in libertà, e sulle basi della verità.

Senza democrazia non è concepibile uno stato di diritto

Mediante la pianificata integrazione antidemocratica degli stati nella UE, i popoli retrocedono all’epoca precedente alla rivoluzione francese. Si distruggono principi fondamentali dello stato di diritto, tra i quali, in particolare la divisione dei poteri, che protegge i cittadini dagli abusi del potere. E’ una irresponsabilità che si perda questa protezione del diritto, soprattutto, grazie al trattato di Lisbona.
Soprattutto nell’economia, le conseguenze saranno più catastrofiche di quello che già sono ora. Per esempio, il “diritto al lavoro” che è parte della Carta dei diritti fondamentali della UE, così come della dichiarazione dei diritti umani del 1948, viene eliminato nel trattato di Lisbona. Anche il diritto a una “retribuzione adeguata e soddisfacente” del lavoro, che permetta al lavoratore “assicurarsi una esistenza degna”. Viceversa, per la prima volta nella storia dei diritti fondamentali si è stabilita nella Carta della UE la “libertà di commercio”.

Accumulazione di potere della UE non dichiarata apertamente

Inizialmente era previsto che la UE potesse essere attiva solo se convocata esplicitamente – il principio della cosiddetta “autorizzazione individuale limitata”. Questo principio è ignorato tra quelli in considerazione nella sentenza del Tribunale federale costituzionale, a causa delle autorizzazioni estremamente allargate attribuite alla UE. Con il trattato di Lisbona, la UE può agire per ottenere i suoi obiettivi senza consultare i parlamenti nazionali. Addirittura può aumentare le tasse della UE a suo piacimento. Inoltre, per una risoluzione del Consiglio europeo, con “procedimenti agevolati per i cambi” può cambiare totalmente, o in parte, il contenuto del trattato (fatta eccezione per tutto ciò che riguarda la politica estera e la sicurezza). Il trattato di Lisbona, quindi rappresenta una legge di autorizzazione; la UE si allontana totalmente dai principi costituzionali fondamentali, che sono alla base della cultura europea. Questo inganno alle persone – con profonde ripercussioni nella vita quotidiana – va reso evidente.

Il Capitalismo sfrenato ottiene rango costituzionale

La UE è una zona del capitalismo globale. Le colonne del capitalismo sono le cinque “libertà fondamentali”: la libertà di circolazione delle merci, dei capitali, di residenza, dei servizi come la mano d’opera, sono stabilite in forma estrema nel trattato di Lisbona. Questo sistema di “mercato aperto e di libera concorrenza” in cui l’aspetto sociale è poco considerato, sarà decisivo per le nostre condizioni di vita. L’ordine economico in Germania ha un fondamento sociale, in cui non solo si considera il principio di efficienza, ma anche l’aspetto sociale: l’economia deve avere anche una funzione di servizio alla comunità. Viceversa, il trattato di Lisbona segue una chiara linea contraria a questo principio. La libera concorrenza non è altro che un liberismo che crea le attuali condizioni di spoliazione, a scapito dell’aspetto sociale.
I requisiti per i quasi 8 milioni che ricevono gli aiuti sociali Hartz IV, sono vergognosi. Il sistema neoliberista del mercato e della libera concorrenza non ammette una reale politica del lavoro statale e ci porta verso la dittatura del capitalismo sfrenato.

Il principio del paese di origine rovina l’economia nazionale

Un esempio estremo della concorrenza senza pietà è il principio del paese di origine, che si ripercuote negativamente sulle economie interne. Questo principio consente ad aziende straniere di lavorare in Germania, alle condizioni vigenti nel loro paese di origine. Per esempio, un’azienda polacca con impiegati polacchi e ucraini può lavorare con stipendi molto più bassi di quelli tedeschi. Oltre agli stipendi, valgono pure le condizioni del paese di origine, tra l’altro, sugli standard di qualità, garanzie ecc. La concorrenza senza limiti così creata, minaccia soprattutto le aziende medie e anche la cogestione delle aziende in Germania. Ancora più aziende dovranno chiudere, ma anche le multinazionali saranno colpite, per esempio, quelle di prodotti alimentari; si corre il pericolo che queste ultime offrano prodotti di minor qualità a prezzi inferiori, per ottenere maggiori utili.

Si indebolisce la protezione dei diritti fondamentali

Il trattato di Lisbona legalizza la Carta dei diritti fondamentali della UE. In questa Carta, il capitale non ha alcun obbligo sociale – contrariamente alla Legge fondamentale, secondo la quale deve servire anche al bene comune. Inoltre, è assente il diritto al lavoro – un diritto elementare secondo l’art. 23 della Dichiarazione generale dei diritti umani.

La UE si attribuisce il diritto alla guerra

Gli stati membri perdono sempre di più la sovranità nella difesa a causa dell’integrazione delle forze armate nella difesa congiunta. Inoltre il trattato di Lisbona non solo obbliga i paesi membri della UE al riarmo, ma nell’art. 43 comma 1 EUV si attribuisce il diritto alla guerra, soprattutto nell’ambito della lotta al terrorismo in tutto il mondo e nei propri paesi. Perciò viene eliminato il divieto di una guerra offensiva, contenuta nell’art. 26 comma 1 della legge fondamentale tedesca.

Appoggiarsi alla democrazia

Le strutture democratiche vigenti sono l’unica protezione contro la slealtà di coloro i quali decidono, i quali obbediscono al capitale e alle lobby di potere. Purtroppo, viviamo in un’epoca in cui il diritto è violato costantemente. Eufemismi o semplicemente bugie sono all’ordine del giorno. La missione dei soldati tedeschi in Afghanistan, per esempio, secondo il governo non è una missione di guerra, anche quando ovviamente lo è. Bugie come questa vanno messe allo scoperto. Anche i procedimenti di una politica di potere per rendere effettivo il trattato di Lisbona, con il quale si annullerebbe la democrazia. I popoli d’Europa hanno il diritto di vivere in pace e libertà come cittadini liberi e sovrani in una autentica democrazia.

Titine Kriesi e Gisbert Otto
Fonte: www.voltairenet.org
Link: http://www.voltairenet.org/article161494.html
5.08.2009

Traduzione a cura di UMBERTO CAMMARATA per www.comedonchisciotte.org

Vedi anche:
Scacco al Trattato di Lisbona
nei forum

Pubblicato da Truman

  • PIEROROLLA
  • renatino

    Ecco perchè non sono andato a votare alle europee!!
    E mi fa specie di DeMagistris che si è candidato!! A fare che?! A far crescere quell’altro ipocrita di DiPietro?! DeMagistris non poteva continuare a fare il magistrato?!
    Ci hanno levato il diritto al voto!!

  • paolo_attivissimo

    Il diritto alla guerra,inteso come lotta al terrorismo,mi sembra sacrosanto.
    Altrimenti israele dovrebbe sempre e solo subire in silenzio tutte le angherie
    arabe.

  • Tonguessy

    Infatti l’Iraq ci ha minacciato con le sue armi di distruzione di massa (scaldabagni e vasche da bagno vecchie) e per questo l’abbiamo invasa e rasa al suolo. E non dimentichiamoci l’Afganistan: essendo stati attaccati e avendo subìto perdite consistenti in termini di infrastrutture e popolazione ci siamo sentiti in dovere di contrattaccare. Paolo Cattivissimo, fai uso di sostanze pesanti, vero? Te le passa il CICAP?

  • illupodeicieli

    Israele, per fortuna, non fa parte dell’Unione Europea. E qui da noi, in Italia, perchè noi italiani ci sentiamo (qualche volta) italiani e non europei, non mi pare abbiamo avuto attentati terroristici, a meno che non vogliamo ritenere quello della stazione di Bologna o dell’Itavia compiuti da stranieri,e quando si parla di stranieri,in questi casi, la maggior parte degli italiani (a causa di tanti lavaggi del cervello) capisce “arabi o musulmani”. In ogni caso il trattato andava e andrebbe spiegato, articolo per articolo, attraverso tutti i media che oggi sono a disposizione, compresi i pannelli di informazioni nelle stazioni e negli aeroporti:sempre che un governo voglia far sapere quello che fa e fornire spiegazioni. Questo ,di informare , non sarebbe male anche per le leggi “normali”.Per essere ,tornando al terrorismo,ancora più chiari sarebbe sufficiente abolire il segreto di stato: ma poi chi conosce questi segreti davvero?

  • oldhunter

    Bene! Abbiamo qui anche il parere di un portavoce dei sionisti più beceri. Di quelli che, come in questo caso, sostengono che il terrorismo sia una creazione di Al Caeda e non delle menti neocon US.
    Complimenti!

  • nuunciaafamo

    Anche qui un refuso.

    Israele non fa parte “di fatto” della Unione Europea, ma ha conquistato diritti pari ai membri, senza concedere nemmeno un obbligo.

    Non lo sapevi vero ?

  • operaiomantici

    Il trattato di lisbona è scritto appositamente in modo illeggibile, e questo vuol dire che chi ha più soldi (banche, multinazionali, governi), quindi più avvocati e più bravi, può imporre la propria interpretazione.

  • metallaroforever

    Mi dispiace dirlo ma se le nostre scelte di voto sono BERLUSCONI,BOSSI,FINI,DALEMA,FASSINO,RUTELLI,cASINI…capite benissimo che la democrazia ha perso da un bel pezzo in questo paese…non so negli altri stati come sono conciati…ma forse quì da noi solo il grande fratello potrebbe salvarci dal grande Nano-puttaniere e dal suo circo……in sostanza da noi stessi ;D . …guardate quello che sta succedendo alla rai in questi giorni ….trailer censurati,notizie censurate!!….MINZOLINI!!!!! …..vi sembra che il nostro diritto di voto serva a qualcosa?…questi fanno quello che cazzo vogliono…e la cosa che + mi spaventa è come sono riusciti a deturpare il volto alle donne…come siano riusciti a trasformarle in bambole gonfiabili…io la odio questa gente qui….ma non ci posso fare niente ….sto in un paese di opportunisti…a cui interessa solo ciò che passa il convento…quindi preferisco che ci venga tolto definitivamente il voto…tanto qui non si è ancora capito per cosa andiamo a votare ..e soprattutto….se voi spaventati da tutto ciò avete smesso di farlo da un bel pezzo….di cosa vi lamentate? che dopo non riuscireste più a fare i fighi dicendo “io alle urne non ci vado”?….fidatevi.. …almeno qui non sarà una grossa perdita….

  • metallaroforever

    cacchio….scusate ma andavo di fretta e non ho letto tutto…..mi spiace….ho frainteso il senso dell’articolo…..considerate il mio precedente commento OT ok?…effettivamente quello che sta succedendo è una cosa gravissima(anche se sul diritto di voto ho delle riserve,vedi il commento di prima)….ora però devo scappare….appena potrò…posterò il commento definitivo….

  • vic

    Ha ragione il nostro.

    Gia’ il mascelluto diceva le stesse cose. Il baffetto pure, aveva il sacrosanto diritto di fare quel che fece, dichiarando guerra a quei terribili terroristi che gli avevano incendiato il palazzo del governo. Per non parlare di quei terribili terroristi polacchi che poi lui, avvedutamente e con lungimiranza, invase come Dio comanda.

    Come mai l’aviazione italiana non bombarda Capaci? Vi fu’ un gravissimo caso di terrorismo li’! Anche in varie stazioni ferroviarie saltarono per aria in parecchi: ci siam dimenticati di bombardare Bologna e Milano e spruzzarli per bene con pesticidi e uranio impoverito. Ah che esercito distratto che ha l’Italia!

    Anche l’Austria sarebbe da bombardare, siccome una sua nota ditta farmaceutica ha spedito in giro recentemente decine di chili di virus attivissimi. Guerra al bioterrorismo, o no!

    Adesso scappo perche’ devo andare a piangere al muro del pianto per le angherie Arabe. E da domani usero’ solo cifre romane. Questi maledetti numeri arabi sono troppo sovversivi e altamente pericolosi: ieri ho visto un ragazzino che calcolava quanti chili di polvere da sparo ci vuole per far saltare in aria il pollaio di suo nonno. Cosi’ non va’. Dobbiamo togliere questi pericolosi strumenti di calcolo arabi dalle mani dei nostri fanciulli.

    Fortunatamente il Vaticano ci insegna che i numeri romani sono molto superiori.

    Ave atque vale, Paule Activissime I

  • AlbaKan

    [2.bp.blogspot.com]
    [1.bp.blogspot.com]
    [1.bp.blogspot.com]
    [2.bp.blogspot.com]
    [2.bp.blogspot.com]
    [2.bp.blogspot.com]
    Purtroppo c’è ancora gente che crede alla storiella del “Terrorismo”…e i manicomi sono stati chiusi…in compenso abbiamo il Grande Fratello, L’isola dei famosi ecc…
    Gli unici terroristi di questo pianeta sono quelli nelle foto…

  • AlbaKan

    [2.bp.blogspot.com]
    [1.bp.blogspot.com]
    [1.bp.blogspot.com]
    [2.bp.blogspot.com]
    [2.bp.blogspot.com]
    [2.bp.blogspot.com]
    Purtroppo c’è ancora gente che crede alla storiella del “Terrorismo”…(mi riferisco al 2° commento…)e i manicomi sono stati chiusi…in compenso abbiamo il Grande Fratello, L’isola dei famosi ecc…
    Gli unici terroristi di questo pianeta sono quelli nelle foto…

  • Tonguessy

    Manca Kissinger, quello di “la globalizzazione non è che il nuovo nome della politica egemonica americana”

  • Tonguessy

    Manca Kissinger, quello di “la globalizzazione non è che il nuovo nome della politica egemonica americana”

  • IVANOE

    Ma scusate perchè tutta stà meraviglia per il trattato di Lisbona ?
    Ma perchè prima la UE era democratica ?
    La UE se la sono confezionata a loro immagine e somiglianza le elite di potere.
    Tanti credevano 10-12 anni ( più che credevano ci avevano ben bene infinocchiato ) che la UE fosse il paese dei balocchi : stipendi e salari europei per tutti, prezzi uguali per tutti, giustizia uguale per tutti ecc. ecc. cioè credevamo che ci fosse la vera unificazione.
    Invece adesso cos’è un ricettacolo di ingiustizie dove i salari e gli stipendi sono nelle valute passate ( per noi la lira ) e i prezzi in euro, dove ci hanno trucidato le nostre tasche facendoci buscare una crisi economica senza precedenti, dove migliaia e migliaia di famiglie hanno perso la loro casa grazie all’aumento dei muti ecc. ecc. E poi la più grande frustrazione per i popoli eurpei, vedere leggi europee che gli passano sulla testa oppure maggiori protezioni sociali per alcuni paesi mentre per altri come il nostro ( ingiusto fino alla morte !!! ) la stessa UE lascia alla discrezione locale di ogni singolo paese la leggifeazione !!
    E questa sarebbe la UE ? Questa sarebbe l’unione con cui nel 1996 abbiamo pagato pure il bilglietto che ci ha venduto Prodi ? ( mortac… )
    La UE è come la FAO e il trattato di Lisbona è solo carta che servirà a foraggiare i solti funzionari raccomandati figli di politci, diplomatici ecc. ecc. della giusta causa o del valore morale non gle ne può fregare niente a nessuno.
    La vera UE ci sarà quando le elezioni saranno a livello europeo : gli elettori devono poter sciegliere per l’italia un presidente del consiglio tedesco o finlandese e viceversa.
    I giudici tedeschi o francesi vengono in italia a sovlgere processi italiani e viceversa.
    Qundo una legge della UE giusta o sbagliata che sia venga applicata senza se e senza ma in tutti i paesi della UE.
    Per questo nno prendetevi pena per il trattato di Lisbona.

  • Kevin

    Paolo attivissimo è un fake.

  • Massud

    L’Agenda degli “Illuminati dalle vampate di metano dei loro peti” avanza. Lo scarabocchio del disegnatore che non sa disegnare, sta prendendo forma. La marionetta cascante del burattinaio ubriaco sta barcollando dall’Atlantico ai Carpazi. La legge dello specchio non mente nemmeno in questo caso. Dal momento in cui abbiamo lasciato in nome della comodità e della “sicurezza” fette sempre più ampie del potere e della possibilità di controllo sulle nostre esistenze agli organi “competenti”, ignorando palesemente la nostra natura umana più “sottile” a favore di una visione meramente psicofisiologica e materialistica dell’esistenza, le nostre vite hanno assunto sempre più le sembianze della marionetta di legno fradicio che si aggira controllata e annichilita sul palcoscenico nel quale si recita la parodia della non-esistenza. Ce la prendiamo con i presunti illuminati e abbiamo ancora il coraggio di definirli tali, con una sorta di reverenziale timore, quando si tratta probabilmente della peggior specie di controiniziati epigoni delle contraffazioni della dottrina tradizionale autentica, ciechi che credono di vedere e di tirare le fila, quando stanno semplicemente recitando la parte più oscura di questa precisa condizione cosmica, obbedienti alle forze che spingono l’umanità verso la dissoluzione.
    Sta in chi ha coscienza, in chi è portatore di luce cercare dentro di sè le possibilità di un Mondo “nuovo”. Siamo NOI a dover cambiare, il trattato di Lisbona non verrà certo spazzato via dagli organi istituzionali o dal voto, dai soliti artifizi e dai soliti mentecatti che si sdilinquiscono in grottesche odi alla democrazia. E’ necessaria quantoprima una presa di coscienza che tenga conto di altre dimensioni dell’essere umano, che rafforzi tra noi la cooperazione e la collaborazione a scapito dell’individualismo illusorio e sfrenato, che ci renda nel quotidiano e in ciò che riteniamo, sbagliando, il nostro insignificante piccolo, veri guerrieri, presenze vive e illuminanti, presenti al Sè e in ogni atto. Finchè saremo in balia dell’Ego e delle farneticazioni della cosiddetta mente razionale, saremo specularmente in balia dei Rothschild, dei Rockfeller, dei Warburg e compagnia bella.

  • marimari

    non fa parte ma sta aderendo occultamente, hanno firmato un accordo di libero scambio doganale con israele ecc

  • edo

    “Altrimenti israele dovrebbe sempre e solo subire in silenzio tutte le angherie arabe.”

    Umorismo Macabro.

  • edo

    Anche quello vero, lo è…?

  • MalBianco

    Hai troppo ragione!!! Bisogna iniziare a fare un mondo “nuovo” partendo dal “fare qualcosa di nuovo”… tanto questi hanno tutti 80 anni e fischia, passeranno oltre a breve e noi dobbiamo educare al “nuovo” con saggezza il futuro… basta bla bla bla

  • Saysana

    Riquoto:
    “Il diritto alla guerra,inteso come lotta al terrorismo,mi sembra sacrosanto. Altrimenti israele dovrebbe sempre e solo subire in silenzio tutte le angherie arabe.”

    Hahahhahhahaaaahhhahaahhahhahahaaaaaaahahah…. questa e’ veramente forte 🙂

  • Tonguessy

    specialmente quello!

  • ventosa

    Mi sto arrovellando su un dubbio: attivissimo(minuscolo), hai il cervello ma non la coscienza, o viceversa?

  • myone

    (L’ uomo) vuole arginare sempre di piu’ il tutto pensando che pochi pensando per gli altri e il tutto
    possano fare un mondo milgiore, e a questo punto, perfetto, vagliando puntini su puntini.
    Alla fine, non sanno nemmeno loro dove parare, e l’ instabilita’ e’ tanta, che chi puo’ corre ai suoi ripari,
    legalmente o no. Ma come dico io, colano il moschino e si mangiano il cammello.
    Non volgiono guardare a basso, fa male la schiena, e l’ alto, e’ talmente a portata di stupefacente, che basta farne uso e si vola.

  • myone

    Sai, hai ragione. Un (personaggio) rappresenta una cultura, ma sarebbe bene dire un “mito”, in cui, inculcato in testa per educazione passiva,
    ti attieni e bevi di tutto.
    Bisognerebbe andare faccia a faccia e dire: Scusi, ma te chi cazzo sei?
    Ti rendi conto di questo e questo? Ovvio, se lo fai fugge, Dietro e fuori dal contesto,
    dove puo’ aprire l’ acqua che tu dovrai bere, sapra’ solo dare risposte latenti, che non sono altro, che quello per cui ci troviamo a vedere, leggere, e renderci conto di quello che abbiamo, che fanno, e di come ci troviamo.
    Non e’ mai esistito, che nessuna forma sociale, sia passata indenne da qualcosa, e adirittura scomparsa.
    O nella misura che ha misurato, o nella misura che si e’ mal costruita, o nella misura dell’ ingiustizia.
    Ma hanno sempre tracollato su se’ stessi.
    Inutile dirlo: quello che hanno seminato, vedremo come lo raccoglieremo.
    Piegati a terra, penso io, alla maniera di come sono andate tutte queste situazioni.

  • illupodeicieli

    In effetti non ne ero al corrente e mi chiedo: non sarà mica anche per merito dei radicali (Emma Bonino in testa) che un tempo insistevano perchè questo avvenisse?

  • AlbaKan

    …credo manchi anche qualcun altro…ma ho reso l’idea… 😉 😉 😉

  • AlbaKan

    [2.bp.blogspot.com]
    …verissimo, e pensare che mi era venuto in mente…sei sicuro di voler vedere anche ques’altra faccia?….OK…come vuoi…

  • AlbaKan

    …di la verità…ti sei fatta il solletico sotto i piedi per ridere…ma almeno tu ci sei riuscita!

  • Tonguessy

    Ormai ho già vomitato tutto….

  • Galileo

    Mi trattengo dal dire cosa sia questo…questo paolo att….ma lo lascio sottinteso.

  • MespE

    Trollissimo!!!! Adesso ti segnalo al sito hahahaha

  • yiliek

    Ma chi è sto pazzo!!!!

  • Galileo

    Boh. A me stà storia che la Germania si alzi solo due mesi fa a dire che ci sono delle “inconguenze (eufemismo il mio) con il Trattato di Lisbona mi lascia un poco perplesso, anche se era ora, che qualcuno stoppasse i piedi a questa enorme bufala.

    Speriamo che l’Iralanda a ottobre (come si diveva in un principio) dovendo tornare a votare, possa (evitando le minacce) mandare a fanculo questo giochino.

  • oldhunter

    Articolo interessante, ma gli autori sembra non si siano accorti di un ulteriore pesante conseguenza legale di questo trattato.
    Meglio spiegare con un esempio pratico di cosa parlo.
    Se io, da bravo negazionista o ragionando con la mia testa, in Italia nego in un pubblico consesso l’esistenza delle camere a gas oppure faccio mie le parole di Faurisson e dichiaro che “Le pretese camere a gas hitleriane e il preteso genocidio degli ebrei costituiscono una sola e medesima menzogna storica, che ha permesso una gigantesca truffa politico-finanziaria i cui principali beneficiari sono lo Stato d’Israele e il sionismo internazionale e le cui principali vittime sono il popolo tedesco – ma non i suoi dirigenti – e l’intero popolo palestinese”, non compio un reato. Posso essere criticato, disprezzato, messo all’indice, ma la libertà di opinione qui è ancora (anche se per poco – Mastella batti un colpo) garantita dalla Costituzione e nessuna delle forze dell’ordine mi può arrestare e nessun giudice può incolparmi per quanto ho detto e rinviarmi a giudizio.
    In altri paesi dell’EU (Francia, Austria, Germania) questo, come sappiamo, invece è un reato e viene perseguito penalmente.
    Ma che succederà con l’approvazione e l’attuazione del Trattato di Lisbona?
    Che un giudice di Amburgo, o di Vienna, o di Limoges, o di dove vi pare di uno qualsiasi dei paesi “democratici” che ha reso obbligatorio per legge credere alla favola dei “6 milioni di ebrei morti”, venuto a conoscenza della cosa, può spiccare un mandato di cattura e farmi arrestare nel MIO Paese dalle NOSTRE forze dell’ordine per farmi poi tradurre nelle carceri di quel SUO paese e, quindi, processarmi e condannarmi in base alle leggi vigenti colà!
    Fantastico! Vero?

  • Galileo

    Massud…ma sai quello che stai dicendo? Guarda che non lo dico per offenderti, ma per fermarti un momento a riflettere.

    GUERRIERI???? para che? Per continuare a prenderle in continuazione?

    GUERRIERI…per ritrovarti continuamente bastonato anche alle spalle?

    GUERRIERI…per non venire capiti in ciò che si stà cercando di fare?

    GUERRIERI…pfffiuuu, quanto mi costa a volte.

  • Franky_Ramone

    grandi ragazzi, e come diceva il generale Massimo: COME UN SOLO UOMO!!!

  • marcello1950

    non so da dove cominciare:

    ma la costituzione di lisbona è una di quelle cose per cui è valida la frase che gli DEI rendono ciechi quelli che vogliono perdere.
    a questo punto e malgrado il passato bisogna dire meno male che IDDIO ha creato di Tedeschi.
  • Kiddo

    L’antidoto per i troll come paolo attivissimo è : Non cagarli nemmeno di striscio!!

    dopo un po’ si stancano di scrivere…..

  • nessuno2

    Israele e’ uno stato sovrano ed ha il diritto di difendersi se i terroristi palestinesi lanciano razzi

  • nessuno2

    Invece di scrivere idiozie perche’ non cerchi il tuo punto g,frigidona?

  • nessuno2

    Lo sappiamo tutti,una latrina al pari di te.

  • tersite

    Il problema è che.. tende ad allargare la sua sovranità con mezzi loschi e criminali ed armi vietate dall’onu che causano massacri di migliaia di innocenti, come quello dell’ultimo natale. Il popolo palestinese(o quel che ne rimane) ha due scelte: 1) essere sterminato 2) morire.

  • Galileo

    Grazie nessuno, apprezzo il tuo interessamento a che io stia bene. Saluti alla famiglia, Grillo incluso.

  • MrAsh

    scusa , ma sei fuori dal mondo vivi in un altro pianeta.

  • Allarmerosso

    Il diritto alla guerra,inteso come lotta al terrorismo,mi sembra sacrosanto.

    Il diritto alla guerra “Sacrosanto” … ??? dai almeno evita di utilizzare termini religiosi per parlare di GUERRA (ma tu non hai idea di cosa sia la Guerra se non una parola).

    Lotta al terrorismo … mmm interessante questa parola … Attivissimo spiegami cos’è il terrorismo per te ? Ribellarsi ad una parte di mondo che vuole imporre le proprie idee per i propri interessi economici e di potere ?
    Far saltare qualche bombetta in giro per le strade contro i soldati ?
    Però le azioni di guerra altrui sono legittime in base a quale “sacrosanto” diritto ? La lotta a qualunque genere di terrorismo si fa rendendo le persone autosufficienti e capaci di poter conseguere una vita dignitosa avendo cibo una casa e istruzione per giovani e bambini. Se io fossi un bambino iracheno che ha vissuto un’atacco come quelloa vvenuto recentemente penso che avrei un solo sentimento . ODIO , per chi ha distrutto la mia famiglia la mia casa la mia vita .

    “Altrimenti israele dovrebbe sempre e solo subire in silenzio tutte le angherie arabe”
    Le angherie arabe cosa sarebbero pietre contro i carriarmati dai ciccio che la gente non è tutta stupida .

    Qui nel video, pericolosissimi terroristi iracheni scovati dai soldati americani
    http://www.youtube.com/watch?v=cYL58jTH91A

    Attivissimo fosse per me staresti nel bel mezzo di una guerra a vita !!!

  • MrAsh

    L’argomento e interressante , ma leggendo l’alrticolo non riesco a credere che quel che lo scritto difende esista davvero , o meglio esiste nero su bianco nelle nostre carte costituzionali ma non nella realtà , a me sembra che viviamo già con le prospettive della nuova carta europea da diversi anni.

    Sovranità , diritto al lavoro e uno stipendio dignitoso ,stato figura giuridica che rappresenta il popolo , controllo a scopo benefico dei capitali ….e via dicendo , sono favole in italia.
    Sovranità militare ? si certo quella Usa.
    Diritto ad uno stipendio che permetta una vita dignitosa? Proprio ieri sera parlavo con due carissimi amici , dottore lui , dentista lei (lui lavora in ospedale , lei dipendente in uno studio dentistico) persone perbene che nella loro vita non possono nemmeno immaginare o sognare di riuscire a costruirsi una casa un appartamento , che non possono far altro se non cercare di arrivare a fine mese con gli stipendi congiunti.(in italia se non hai i genitori alle spalle non hai molte poss)
    Stato rappresentante della volontà del popolo?Come dire che la mafia lavora per le persone.
    Controllo dei capitali? o si certo per arrichire i soliti 4 gatti industriali che acchiappano gli appalti.
    Potremmo andare avanti per ore a leggere la costituzione , lunica conclusione a cui si potrebbe arrivare e che a scrivere siamo molto bravi.

  • MrAsh

    si ma puoi dirlo solo tu che non hai potere mediatico 😛

    noi abbiamo tabù di cui non si può parlare , quando se ne solleva uno il dibattito viene immediatamente annullato emarginando il cattivo pensiero e colui che lo ha proposto.

    la libertà di parola in italia o nel mondo non esiste!!

  • Allarmerosso

    Dalle mie parti c’è un detto che dice “Te ghe vurieva in po’ de guera”

    tradotto Ti ci vorrebbe un po’ di guerra …

    penso che potrebbe essere perfetto per il Fake di cui sopra .

  • oldhunter

    Il punto non è, ovviamente, se lo dico io (che non sono felicemente nessuno). Potresti dirlo tu o Paolo Barnard.
    Il punto è una mostruosità giuridica, ovvero che ciò che da noi non è reato, ma che lo è in un altro stato dell’EU, ci può (va meglio così con un plurale indeterminato?) far perseguire e condannare (dopo essere stati tradotti a forza in un tribunale straniero) secondo le leggi di quello stato.
    Se quanto riporto è vero, e lo è, la tua obiezione (ancorchè veridica) è fuori luogo, frutto di bizantinismo e di chiacchera smodata.

  • vic

    L’importanza delle tombe

    Come fece Orwell ad azzeccarci cosi’ tanto?

    Tranquilli! Il trattato di Lisbona e’ solo un passo intermedio verso l’ambito governo globale, di cui si stan facendo gia’ ampiamente delle prove puntuali. Guardiam bene l’espressione della cinesina di HongKong, che capeggia l’OMS. Non sembra la Grande Sorella in persona? La caricatura di se stessa, un po’ come il nostro gran cavallerizzo.

    Chi vuole il governo mondiale? Chi lo controllera’? Suvvia lasciam correre un po’ la fantasia che non e’ difficile da indovinare. Semmai interpelliamo Orwell che ha sempre quel sorriso all’inglese, li’ in quella sua famosa tomba.

    A proposito di tombe, i famosi europeisti confinati a Ventotene dall’Italia di allora, si stan rotolando dalla disperazione, vedendo com’e’ stata stravolto il loro ideale.

    Forse conviene mettersi a decifrare i rotoli del Mar Morto, che son molto piu’ facili da decifrare del trattato di Lisbona.

    Per la posterita’, suggerirei di erigere un cerchio di menhir a Ventotene, accuratamente scolpiti in lingua runica, con tutti i paragrafi di Lisbona. Ad uso dei nostri lontani successori.

    E’ di sicuro un centro cerimoniale/sepolcrale diranno.

  • nautilus55

    Un capolavoro, Vic, complimenti.

  • Truman

    L’utente “paolo_attivissimo” qui sopra è un fake ed è stato disabilitato.