Home / ComeDonChisciotte / IL SERVIZIO SEGRETO ALLA SCUOLA ELEMENTARE BOOKER

IL SERVIZIO SEGRETO ALLA SCUOLA ELEMENTARE BOOKER

OVVERO IL CANE CHE NON HA ABBAIATO

Florida Straits: Bush Spinge per il Piano d’Istruzione nello Stato del Sole

W A S H I N G T O N, Sept. 10 – Il Presidente Bush si è recato oggi in Florida per una breve visita a sostegno delle sue riforme per l’Educazione mentre la declinante ecomonia richiede una crescente attenzione nella capitale della nazione.” [ABC News]

La notizia della visita del Presidente Bush alla scuola elementare Booker era di pubblico dominio il 10 Settembre 2001.

Ispettore Gregory: “C’è nient’altro che vorrebbe portare alla mia attenzione?”
Holmes: “Il curioso episodio del cane durante la notte.”
“Il cane non ha fatto niente durante la notte”
“Appunto, un curioso episodio” rimarca Sherlock Holmes.
Da “The Adventure of Silver Blaze” di Arthur Conan Doyle

Dimenticate ciò che vedrete nel video.
Concentratevi invece su cosa dovrebbe esserci e non c’è!

Bush at Booker Elementary
Il Video

RealVideo excerpt 7 MB
QuickTime full video 25 MB
Clicca con il tasto destro del mouse e scegli ‘Save Target As’ per scaricare il video

Tutti abbiamo visto il video. È trattato dettagliatamente in “Fahrenheit 9/11″ di Michael Moore. È il video di George Bush alla Booker Elementary School mentre viene informato da Andy Card del secondo impatto di un aereo passeggeri nel World Trade Center e rimane seduto nell’aula per diversi minuti a leggere storie sui capretti.

Quello che rovina l’amministrazione Bush non è ciò che c’è nel video, bensì ciò che DOVREBBE esserci e non c’è. Apparentemente, Bush e Card stanno reagendo ad un attacco a sorpresa, ma Bush non agisce come se lo fosse, e Andrew Card non agisce come un uomo che sta consegnando una inaspettata notizia ma soltanto come se riferisse i passi di una tabella di marcia alla quale sa già che Bush non darà una risposta immediata.

C’è un’altra cosa non presente nel video e che dovrebbe esserci, cioè il Servizio Segreto, il cui solo ed unico scopo dovrebbe essere la sicurezza del Presidente.

Nella finzione, Sherlock Holmes risolse il crimine in “Silver Blaze” deducendo che il criminale era il proprietario della casa. Come faceva a saperlo? Perchè il cane non abbaiò. Il solo criminale che poteva compiere il crimine e non provocare la reazione del cane era colui che il cane già conosceva come amico, il padrone del cane.

Adesso applichiamo questa Sherlocchiana logica sul 9/11. Gli aerei dirottati girovagavano intorno sorvolando metà del versante orientale della nazione. In teoria nessuno poteva sapere quanti ce n’erano o se altri aerei non fossero in procinto di essere dirottati. Come potevano saperlo? Due degli aerei si sono schiantati contro il World Trade Center. C’é un aereoporto a sole 4 miglia dalla Booker Elementary School, e la presenza di Bush nella scuola fu la notizia che i mass media dettero giorni prima. Il Sarasota Herald Tribune annunciò la visita di Bush l’8 Settembre, dando ai progettatori dell’11 settembre tre giorni per includere Bush tra gli obiettivi. Nessuno poteva con sicurezza escludere che egli non fosse un obiettivo.

Ed ancora, il Servizio Segreto non si affrettò e non trasportò il Presidente verso un posto sicuro, o a bordo della sicura e blindata Limousine presidenziale. Questo è il loro lavoro. Questo è ciò che fanno in caso di un vero attacco a sorpresa con scarsa informazione dei fatti. Non fanno nient’altro. Ma il Servizio Segreto non fece niente di tutto ciò. Il cane non abbaiò.

I difensori di Bush cercano di spiegare in modo evasivo che la non-reazione del Presidente fu condizionata dal fatto di non voler deludere i bambini. Michael Moore spiega che a Bush non fu detto di lasciare l’aula. Ma Michael Moore ha sbagliato nel seguire questa linea di ragionamento al di là della sua conclusione logica: dove erano le persone il cui lavoro è portare il Presidente in un posto sicuro in caso di attacco, le persone che avrebbero dovuto portare di forza Bush ed i bambini fuori da quel luogo così da non rovinare l’apparenza pubblica. E per tutto il tempo che i bambini rimasero nella stanza, anche le loro vite erano a rischio di un potenziale attacco aereo. Lasciate che ripeta l’ultima parte. Tenere queste persone nella classe significava mettere a rischio le loro vite, bambini inclusi, per una potenziale minaccia interna.

Il Servizio Segreto non fece niente. Il cane non abbaiò.

Se gli eventi dell’11 settembre fossero stati davvero una sorpresa per il governo degli Stati Uniti, allora come poteva il Servizio Segreto sapere che non ci sarebbe stato alcun aereo dirottato o rubato che si dirigeva verso la Booker Elementary School in quel momento.
Il Servizio Segreto non poteva sapere che Bush sarebbe stato al sicuro dove era.

Il Servizio Segreto non fece niente. Il cane non abbaiò.

Il Servizio Segreto dovrebbe essere nel video ma non c’è. Dalla sua non-reazione, è chiaro che il Servizio Segreto SAPEVA DI CERTO CHE IL PRESIDENTE NON ERA L’OBIETTIVO
DI UNO DEGLI AEREI DIROTTATI. Ed il solo modo attraverso il quale tutti in quella stanza potevano saperlo è essere già da prima al corrente di quali fossero gli obiettivi degli aerei dirottati, in quel particolare momento.

Il Servizio Segreto non fece niente. Il cane non abbaiò.

Quod Erat Demonstradum, l’amministrazione Bush è stata parte del complotto dell’11 settembre.

Fonte: http://www.whatreallyhappened.com/9-11secretservice.html

( Trad. di Manrico Toschi per comedonchisciotte.org)

Pubblicato da Truman