Il Responsabile Medico Capo della Sanità del Canada mette in evidenza l’inutilità dei test di massa obbligatori per il coronavirus

N.d.T. Questo articolo richiama ad altri più lunghi e con estesa documentazione; stiamo lavorando per tradurre anche questi.

Da GreatGameIndia – 12 agosto 2020

Ontario: il Responsabile Medico della Sanità del Canada, la dott.ssa Barbara Yaffe, ha messo in guardia contro l’obbligo di effettuare test di massa coronavirus, affermando che sottrae risorse a campi più essenziali e “non ottiene di fatto alcun risultato“. Ha anche affermato che nelle aree con bassa incidenza di infezione da COVID, il tasso di test falsi positivi è “quasi la metà“.

La dottoressa Barbara Yaffe ha dichiarato che i test devono essere effettuati solo in caso di situazioni dubbie, per individui con sintomi e relative complicazioni. Poiché l’Ontario si sta preparando ad aprire le scuole per i bambini a settembre, ha detto che i test COVID-19 obbligatori per gli insegnanti “non faranno altro che complicare la situazione”.

Ritengo che molte persone pensino che i test risolveranno davvero l’intero problema, e non è così. È una componente di una risposta. Se si fa il test a qualcuno oggi, si sa solo se è infetto oggi. E infatti, se si esegue il test in una popolazione dove il virus si è scarsamente diffuso, si ottengono falsi positivi quasi la metà delle volte. La persona in realtà non ha il COVID, ha qualcos’altro o potrebbe non avere niente. E ciò complicherà solo la situazione”.

“D’altra parte, se abbiamo le prove di un caso in una scuola, anche solo il sospetto, tutti i contatti di quella persona, sia che si tratti di un bambino o di un insegnante, verrebbero sottoposti a test, indipendentemente dal fatto che siano asintomatici o meno. Questo è ciò che abbiamo imparato con il COVID, è molto importante farlo. È il momento in cui potremmo identificare le persone asintomatiche e infette che hanno bisogno di stare a casa e di aspettare che siano autorizzate dalla sanità pubblica. Fare i test su tutti gli insegnanti significherebbe sottrarre un’enorme quantità di risorse ai test rapidi in caso di persone con sintomi”.

“Dobbiamo anche fare lo screening dei sintomi. E tutti devono essere sensibilizzati sui sintomi da rilevare e non andare a lavorare o a scuola se si è malati. Queste sono le cose importanti insieme al lavaggio delle mani, al distanziamento, alle mascherine, tutte cose di cui stiamo parlando”. I test in realtà non otterranno nulla se non sottrarre risorse ad altri luoghi dove servono”.

La mancanza di disponibilità e accesso ai kit e alle strutture di test, insieme ai test di massa che seguono protocolli sbagliati e amplificati dai media isterici, sta portando il caos nelle infrastrutture mediche delle nazioni in isolamento a causa del Coronavirus con conseguente maggiore panico e caos. In un precedente rapporto, GreatGameIndia ha smascherato questa gigantesca truffa del Protocollo di test del Coronavirus.

Mentre i risultati falsati aumentano vertiginosamente, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è stata oggetto di critiche a livello mondiale. Ciononostante, uno sguardo più approfondito ai casi di GreatGameIndia ha evidenziato una enorme truffa relativa al Protocollo di test del Coronavirus: truffa perché l’OMS lo ha già fatto in precedenza e lo ha ammesso.

Il protocollo di test dell’OMS è stato anche messo in discussione dall’autorità sanitaria nazionale finlandese. L’OMS aveva invitato i paesi a testare il maggior numero possibile di persone per il coronavirus. In una sorprendente rivelazione, il responsabile della sicurezza sanitaria della Finlandia, Mika Salminen ha respinto il consulente dell’OMS dicendo che l’OMS non conosce le pandemie e che il loro protocollo di test per il coronavirus è illogico e non funziona.

Link: https://greatgameindia.com/mandatory-mass-coronavirus-testing/

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli e Cinthia Nardelli per ComeDonChisciotte