Home / ComeDonChisciotte / IL PARADOSSO BEN BERNAKE

IL PARADOSSO BEN BERNAKE

The Advisor

La voce del ribelle

Il 24 dicembre 2008 il Sole 24 Ore ha pubblicato, a pagina 8, un articolo davvero molto interessante di Mario Margiocco, intitolato
“Il paradosso di Ben Bernanke”. L’autore analizza la politica monetaria della FED, coi tassi prossimi allo zero, e le sue probabili conseguenze.

L’analisi parte dalla descrizione alquanto precisa del debito americano che, in rapporto al PIL, risulta superiore persino a quello italiano. Sommando infatti le quattro componenti che lo costituiscono (sistema finanziario, imprese, famiglie e pubblico) il debito americano risulta essere pari al 377% del PIL contro il più modesto, ma non meno significativo, 292% di quello italiano. Fin qui i dati. Per contrastare questo immane indebitamento il metodo scelto da Ben Bernanke, il presidente della FED nominato da George W. Bush a fine 2005 in sostituzione di Alan Greenspan, viene ripreso in toto dalle teorie di Milton Friedman, che collegano a cause strettamente monetarie i processi inflattivi e deflattivi. In presenza di deflazione occorre finanziare a bassissimo costo il debito ed inondare il sistema di liquidità.
L’autore dell’articolo riprende un passo di un discorso che lo stesso Bernanke tenne nel 2002: «se cadiamo in una deflazione possiamo trarre speranza nel fatto che la logica della tipografia si imporrà e che una quantità sufficiente di cartamoneta alla fine riuscirà sempre a invertire la spirale inflazionistica». È ovvio, continua l’autore, che una simile politica pone interrogativi circa il finanziamento a bassissimo costo di un debito enorme, con remunerazione bassissima e con incognite di futura inflazione. Allo stato attuale solo l’atteggiamento (apparentemente) compiacente della Cina, che continua ad investire imperterrita in titoli del debito americano, sembra sostenere questo tipo di strategia.

All’interno degli States, nota Margiocco, vi è un dibattito aperto e sta prendendo piede una corrente di pensiero favorevole ad una “moderate inflation”, in quanto l’inflazione, ricorda l’autore, «come noto riduce il debito reale». Per concludere questa analisi viene rilevato che «due idee del tutto eterodosse da decenni nel mondo delle banche centrali, l’emissione di titoli in proprio e la sottoscrizione forzosa di titoli del Tesoro come avvenne in economie di guerra dal 1942 al 1951, sono state avanzate dallo stesso Bernanke».

Conseguenze: l’obiettivo di assicurare credito a basso costo pilotando all’ingiù i tassi e breve e a lungo termine ha insito in sé il rischio di una crescita dell’inflazione; e per evitare che i mercati reagiscano negativamente c’è quindi bisogno, come “valvola di sfogo”, di una quotazione del dollaro sensibilmente inferiore a quella attuale. Conclude Margiocco: “Negli anni Trenta, un’altra epoca, si chiamavano svalutazioni competitive”.

Proprio qui sta il punto: in questo modo gli USA stanno scaricando sui competitors internazionali le deficienze del loro sistema, alla faccia dell’economia globale… Dollaro debole vuol dire più facilità ad esportare ma vuol dire anche escludere dai mercati internazionali i concorrenti che nella nuova situazione non potranno essere competitivi, Paesi europei in testa. I mercati quantitativamente più rilevanti sono in oriente: si stanno creando le premesse per una esclusione di fatto dei prodotti non americani; esclusione basata non già su un giudizio qualitativo, espresso liberamente dalla clientela, ma su una scelta di carattere quantitativo, che si ferma al prezzo più basso e che è condizionata, e falsata, dall’artificiosa svalutazione del dollaro.

Qui in Europa, stretta da un mercato interno in sofferenza e dal rischio di un mini-dollaro, invece di contrastare ufficialmente e sistematicamente la politica monetaria americana si riapre il dibattito circa la necessità di dotarsi di una sorta di Costituzione comunitaria, riproponendo in Irlanda il referendum che ne vide già la bocciatura. Domanda: che si voglia ottenere in tal modo, più che la costruzione di un sistema più forte, l’impossibilità di poter uscire dal sistema attuale, per quanto debole e svantaggioso?

The Advisor
Fonte: www.ilribelle.com
Link: http://www.ilribelle.com/economia/2009/1/7/the-advisor-05-gennaio-2009.html
5.01.2009

Pubblicato da Davide

  • lino-rossi

    proprio così: “sottoscrizione forzosa di titoli del Tesoro”

    significa aumento della base monetaria. noi l’abbiamo fatto fino al settembre 1979.

    Einaudi e Menichella aggiunsero:
    – un forte aumento della riserva obbligatoria,
    – tassi al 3-4%,
    attraverso i quali domarono anche l’inflazione.

    la tecnica ha funzionato allora, perchè non deve funzionare oggi?
    se non oggi, quando?

  • 6463

    Paradosso un accidenti, è la stessa politica seguita in Giappone quasi vent’anni fa: bolla immobiliare, default delle banche esposte, governo che garantisce crediti di carta straccia, tasso di sconto pressoché a zero, yen libero di valutarsi sul mercato. Se dopo quasi vent’anni il Giappone (la più grande economia manufatturiera) sta ancora in stagnazione, a qualcuno dovrebbe venire il dubbio che la ricetta sia sbagliata. Ma siamo sicuri che lo scopo di questa gente, bernake e c.ia, sia quello che noi gli attribuiamo?

  • lino-rossi

    infatti delle 3-4 necessarie, forse, ne sta pensando una mezza.

  • rosacroce

    L’autore dell’articolo riprende un passo di un discorso che lo stesso Bernanke tenne nel 2002: «se cadiamo in una deflazione possiamo trarre speranza nel fatto che la logica della tipografia si imporrà e che una quantità sufficiente di cartamoneta alla fine riuscirà sempre a invertire la spirale inflazionistica»errore( si voleva dire DEFLAZIONISTICA.)

    all’interno degli usa non è che ci sia un dibattito (come dice il” sole dell’avvenire”)su come creare una” moderata inflazione”.In realtà negli usa la massa monetaria(m3)è da mesi a livelli di molto superiori ai massimi dal 1900 al 2008,compreso il periodo (1939-1945)della 2 guerra mondiale.Di fatto la fed HA e STA stampando di tutto di più(più dollari che carta per giornali venduti)e se l’inflazione non è già ora a livelli da everest è solo perchè le BANCHE ancora non prestano denaro a nessuno ,sia perchè pochi lo chiedono e sia perchè non ne hanno.

    ORA come fà il sole( dell’avvenire della MISERIA)dire che bisogna stampare ancora di più dollari di quello che già si stà facendo con ritmi da primato STORICO, dato che comperare titoli di stato da parte della banca centrale è la migliore ricetta per creare denaro dal nulla,
    dicevo,,,,sostenere questo , fa capire chiaramente che chi GOVERNA è alla frutta(se non al grappino,o alla canna del gasssssss).
    in poche parole:stanno stampando a MANETTA ,vorrebbero stampare di più,sanno che cosi facendo fra poco i titoli di stato non li vorrà più nessuno,stanno proponendo che sia la banca centrale a comperare i titoli di stato ,che nessuno fra poco vorrà.
    questa è ricetta sicura per ultraiperinflazione= denaro verso lo 0.

  • rosacroce

    ” Costituzione comunitaria, riproponendo in Irlanda il referendum che ne vide già la bocciatura. ”
    il sole delle banche chiede di RIFARE IL REFERENDUM SUL TRATTATO DI LISBONA,forse non gli è piaciuto il risultato,
    io proporrei di rifare il referendum sulla NUOVA COSTITUZIONE EUROPEA
    finchè non esce SI.
    tutto questo riguarda l’irlanda, noi al referendum non abbiamo DIRITTO,per noi
    hanno deciso i nostri parlamentari(i tapettini delle banche) all’unanimità,si naturalmente il risultato.

  • rosacroce

    questi discorsi fumosi e contorti su come espandere il credito dal nulla,ed eventualmente contrarlo(il credito) regolando i tassi o la percentuale di credito detenuta dalle banche (riserva). non funzioneranno, danno solo l’idea della disperazione di chi gestisce il potere:non sanno più che pesci pigliare, per tenere in piedi il BARACCONE.
    ma dico io:
    MA FATE UNA BELLA GUERRA,non vedete che non c’è altro da fare.
    ci sarebbe dell’altro:
    si esce dall’euro ,si ritorna alla lira stampata dal nostro stato,con quella si paga il debito alla bce,che intanto fallisce.
    col denaro dello stato si finanziano progetti produttivi a tassi dell1% fissi per 30 anni.ci riprendiamo la sovranità MONETARIA.quella alimentare,quella politica,decidiamo noi italiani come governaci (altro che commistione europea del malaffare che nessuno ha eletto)(cioè eletta dagli eletti ),inponiamo alle banche la riserva del 100% ,allora si che siamo sicuri che prestano solo il denaro che hanno,come dice il rossi lino.

  • Earth

    Dove hai preso la m3 dei dollari del 2008? Da quanto ne so io avevano smesso di renderla ufficiale da gia’ un paio d’anni.

  • rosacroce

    ho visto diversi grafici pubblicati da diversi economisti.adesso non mi ricordo dov’erano,ma ti garantisco,tutto vero m3 è altissima .un everst.

  • rosacroce

    ho il grafico sotto gli occhi(europe 2020 ultimo report in francese)
    fonte fed :la base monetaria è a 40,era a3un anno fa,era a20 nella seconda guerra mondiale,ora è altissima a record,annuncia una inflazione alla weimar

  • warewar

    ciaoo a tutti …

    non riesco a capire come facciamo ad arrivare al 292% sul PIL di debito totale.

    Facendo due calcoli … 104% debito pubblico – 75% debito imprese – 50% debito famiglie … abbiamo il 225% (circa) sul PIL …

    grazie a tutti quelli che risponderanno 🙂

  • rosacroce

    stan dando io numeri,giocali al lotto.
    293, 145 220.
    credi forse che siano numeri veri?
    illuso.

  • STARLIFE

    Ho notato una piccola dimenticanza,
    stanno inondando l’europa di euro
    forse vogliono svalutare anche l’euro?
    e pantalone paga………………….svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  • warewar

    vabbe’ rosacroce mica li conosci solo te i massoni 😀
    io ho letto dei dati della banca d’italia ma nn sono arrivato al fantomatico debito del 292% sul pil ….

    leggiti qlcsa sui Rothschild se ti piace la massoneria 😉

  • rosacroce

    guarda ,che i debiti delle banche non lo sa nessuno quanti siano, nemmeno loro,e guarda che ci sono nel mondo ,si stima 1.400.000 miliardi di derivati,che coprono debiti o crediti,in quanto alle stime sul debito pubblico futuro ,sono solo stime,e bisogna aggiungere i debiti dei comuni e regioni .che non si sa quanti siano,etccc.
    quindi come vedi sono solo numeri buttati li,,,,quasi casuali ,non degni di tanta fede.

  • rosacroce

    e che ti credi ,che solo l’euro si salva?
    ti informo che nell’ultimo anno l’euro ha perso parecchio sul dollaro,che è tutto dire.

  • Earth

    !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Earth

    Qualcuno pero’ sti soldi se li e’ fregati. Posso capire che la gente non voglia capire l’economia o e’ troppo difficile per loro, ma e’ incredibile come la gente non capisce che un modo facilissimo per far ripartire l’economia sarebbe quello di espropriare tutti i beni dei ricchi e dividerli per tutti i cittadini del mondo. 1c’e’ crisi = qualcuno si e’ rubato i soldi 2 prendiamo i soldi di tutti i ricchi sia chi ha rubato sia chi non ha rubato, c’e’ in gioco la vita di MILIONI di persone. 3 non volete essere espropriati e siete sicuri di non aver rubato? allora indicami chi ha rubato e le prove. 4 dividi tutto per tutti i cittadini del mondo, visto che non esistono barriere per gli affari non si sa dove e’ stato rubato il benessere. RESET, SOCIALIZZIAMO IL MONDO.

  • rosacroce

    per far ripartire l’economia,bisogna
    dichiarare l’attuale sistema fallito,perchè è questa la verità,i debiti sono impagabili,non c’è abbastanza danaro in tutto il mondo per pagarli,(lindon la rouche http://www.movisol.org).dopo di che ci si riapropia della sovranità monetaria , e lo stato stampa moneta ,libera da debito,da distribuire al popolo.

  • idea3online

    Se il dollaro svaluta oltre il buon senso gli Stati del Mondo non finanzieranno più gli Stati Uniti.

    E’ semplice dedurre questo effetto. Gli affari si fanno quando conviene a tutti, se il business non conviene ci alziamo dal tavolo, e ognuno per la sua strada……è la vita!!!!!

  • adriano_53

    Ben Bernake è un paradosso e altrettanto paradossali penso siano coloro che ritengono che con qualche colpo di genio monetario si possa uscire dal garbuglio monetario che proprio personaggi alla bernake hanno creato in questi decenni.

    Bernake è la crisi, come lo è stato greenspan, volcker e Wall street, la FED, vale a dire tutti gli operatori che hanno la funzione non di creare reddito, ma di redistribuirlo: a favore di chi non occorre dirlo.

    uno scrupolo: ma bernake non sara per caso ebreo

  • remox

    Per Lino Rossi:

    cambia poco che sia la BC a comprare i titoli di stato. E’ vero che in questo modo tiene bassi i tassi, ma applicare poi un TUS del 3-4% significia oltremodo distorcere il mercato artificialmente. Tus al 3-4% e i titoli di stato a quanto? Inoltre quel debito dovrà essere comunque onorato…la spirale debitoria non si abbatterà mai.
    Servono accordi nazionali profondi (nazionali) per la revisione dei debiti, la stabilizzazione dei tassi e l’emissione monetaria senza debito. Sono d’accordo poi che la riserva obbligatoria deve essere aumentata, va tolta alle banche commerciali la possibilità di inflazionare a proprio piacere.
    Ciò che conta poi, ricordiamocelo sempre, non è quanto tagli i tassi o quanta moneta stampi, ma la velocità di circolazione della stessa.

  • warlock

    …si esce dall’euro ,si ritorna alla lira stampata dal nostro stato,con quella si paga il debito alla bce,che intanto fallisce. col denaro dello stato si finanziano progetti produttivi a tassi dell1% fissi per 30 anni.ci riprendiamo la sovranità MONETARIA.quella alimentare,quella politica,decidiamo noi italiani come governaci (altro che commistione europea del malaffare che nessuno ha eletto)(cioè eletta dagli eletti ),inponiamo alle banche la riserva del 100% ,allora si che siamo sicuri che prestano solo il denaro che hanno,come dice il rossi lino…..

    che bello sarebbe. e aggiungerei pure nazionalizzazione del sistema bancario, i prestiti li fa lo stato a interessi moderati ( e ovviamente lo stato deve creare il credito e contestualmente generare moneta senza debito da inserire nel sistema per coprire il debito privato ), e si potrebbe anche fare prestiti senza interesse per i giovani che iniziano a vivere la vita fuori casa. mutui di 20 anni a tasso zero reale. allora si che si puo’ creare un futuro.

  • rosacroce

    questi propositi ,sono avanzati da lindon la rouche (movisol.org)e altri economisti con il SALE in testa.son contento che ci siano altri che capiscano che bisigna fare questo.non c’è altra strada ,aparer mio e di la rouche.

  • lara122

    e contestualmente generare moneta senza debito da inserire nel sistema per coprire il debito privato ), e si potrebbe anche fare prestiti senza interesse per i giovani che iniziano a vivere la vita fuori casa. mutui di 20 anni a tasso zero reale. allora si che si puo’ creare un futuro.
    Come si crea moneta senza debito? se la crea lo stato invece della banca centrale sempre me la presta e io sempre ho un debito!
    La mia è una domanda e non una critica.
    E poi il giovane che fa il mutuo di 20 anni deve sempre avere un lavoro per poterlo restituire.

  • rosacroce

    guarda,che il sistema di usura è voluto per sfruttare i giovani e farli LAVORARE per i vecchi porci al potere.
    nel momento che lo stato, come dovrebbealtrimenti,non ha senso che ci sia,si stampa la propia moneta,questa non nasce da debito(con le banche private),a questo punto lo stato(che sarebbe senza DEBITI) può e DEVE fare BENEFICIENZA al suo popolo; che ci sta a fare se no?(solo a fregarci?)

    Lo stato stampaun pò di moneta in più ,libera da debito con CHICHESSIA e la dà ai giovani per comperare casa ,al tasso FISSO dell’1% per 30 o 40 anni,con una parte a fondo perduto.
    se non fa questo è perchè non si vuole che la gente sia libera,altrimenti non si farebbe SFRUTTARE,da lor signori al potere che MANGIANO A CREPAPELLE fino a SCOPPIARE.condannando il popolo a una vita da SCHIAVI,senza futuro.
    rivoluzione subito.

  • rosacroce

    senza considerare che lo stato ha interrotto apposta la politica di edilizia popolare anni fà ,per far salire il costo degli immobili,affitti e mutui,su ORDINE sicuro delle banche .

  • Bigfoot

    Date per scontato che si possa sempre crescere all’infinito (PIL sempre positivo)…ci sarà pure un limite! Forse questo limite è stato raggiunto.

  • Earth

    Partiamo dalla domanda piu’ facile: 1″Come si crea moneta senza debito? se la crea lo stato invece della banca centrale sempre me la presta e io sempre ho un debito!”. La risposta e’ devi guardare da lontano. Cosa significa? Ti sei incastrata tra la semantica e l’economia. Quando qualcuno ti impresta qualcosa hai sempre un debito , da dizionario: debito= ciò che si deve restituire ad altri. Un altro discorso invece e’ il debito intesa come economia, quando qualcuno ti impresta una somma di denaro hai un debito se devi degli interessi di +n%, un anticipo se e’ dello 0%, o un credito se e’ del -n%. Dunque se fai un mutuo al -3% microscopicamente (guardando da vicino) hai un debito, mentre macroscopicamente (guardando da lontano) hai un credito, devi dare meno di quello che hai ricevuto. 2Come si crea la moneta senza debito? Dando per assioma il pensiero di signoraggio come truffa mondiale, la zecca e’ privata, stampa la moneta che la presta allo stato e deve essere restituita con +n%, in tutto si ha il valore di facciata+gli interessi creati dal nulla da restituire, questo e’ un debito enorme. Se invece la stampa lo stato (la zecca e’ di proprieta’ dello stato) non bisogna dare niente in cambio e si utilizzera’ il signoraggio eticamente. 3″e contestualmente generare moneta senza debito da inserire nel sistema per coprire il debito privato” se il signoraggio e’ stata una truffa, dunque ci hanno rubato tutti i soldi di cui l’ammontare e’ chiamato debito pubblico, non si capisce perche’ devo creare una moneta senza credito per finire di pagare la truffa, si cancella il debito pubblico e si sequestra tutto quello che hanno comprato con i soldi che hanno ricavato coi pagamenti annuali del debito pubblico. 4 una volta che hai la moneta credito, non ci sara’ mai piu’ la disoccupazione, ci sono tante cose importanti di cui non si hanno i soldi per poterle fare, ma pensiamo anche alle quisquilie una volta che tutti i lavori prioritari sono occupati, pensa ai palazzi che sono tutti sporchi, perche’ non c’e’ lavoro di uno che pulisce i palazzi? perche’ non ci sono soldi, perche’ la staccionata del giardino pubblico e’ rotta e non si mette a posto? perche’ non ci sono soldi. I soldi servono per far lavorare, se si levano col debito la gente non lavora e il cibo CHE ESISTE nei supermercati viene buttato perche’ non c’e’ gente che ha i soldi per comprarlo e muore di fame, si capisce che c’e’ qualcosa che non funziona, dove c’e’ il ricco col bagno d’oro e il povero che muore di freddo e di fame. Comunque ricordo, tutto questo dando per assioma che il signoraggio primario e secondario, venga rubato dai privati, poi c’e’ lino rossi che dice che il signoraggio viene reimmesso nel sistema e non e’ rubato, ma sono le politiche monetarie che sono sbagliate, ma questo devo ancora capirlo e si vedra’, io non escludo mai niente.

  • myone

    ah ah ah ah. perche’ non fate come gli americani? Se e’ questo il modo vincente. Se il dollaro e’ alto vincono, se e’ basso vincono uguale. Forse a loro manca la mutua assistenza, di cui piu’ milioni di italiani vivono e sopravvivono, compresi i scaldasedie, a confronto dei disoccupati americani del 2008.

  • myone

    difatti gli americani dollaro basso o alto, crisi o no, defici o no che sia. ne escono sempre vincenti. Chissa perche’ il resto del mondo gli va dietro, e ne e’ trainato in modo innato. Non ci resta che copiarli.

  • myone

    Solo i maiali si sono spartiti i poteri e gli oneri, e hanno creato un potere uguale piu’ ampio, con la scusa che se il potere no e’ condiviso, le guerre ce le avremmo pure in casa, rpima economiche, poi belliche.
    L’ italia dovrebbe essere un paese indipendente, senza signoraggio, e debito con nessuno, ma produttiva di suo, con moneta interna, legalita’ totale, e comunismo di quelli che si comanda, dove tutti sono signori e benestanti. Altro che balle e bolle.

  • Earth

    rileggendo ho trovato un errore nel mio messaggio di prima “e contestualmente generare moneta senza debito da inserire nel sistema per coprire il debito privato ). ” non avevo effettuato una fresca rilettura del messaggio di warlock prima di rispondere. Per contestualmente e debito privato indica il debito contratto dal cittadino presso la banca statale. In questo caso warlock parla di creare moneta CREDITO del 1% di interessi di DEBITO che si prende lo stato, siccome chiedendo un prestito di 100 euro devi dare indietro 101 c’e’ bisogno di 1 euro in piu’ che deve circolare altrimenti sei costretta a indebitarti nuovamente se non ci sono. Comunque in questo caso tanto vale tenere i tassi al 0% e si fa prima, non si crea nulla non essendoci debito, ma solo un anticipo.

  • Earth

    favorevole al 1000%. Se continua di questo passo mi sa che mi trasferisco in Cina, anzi in Taiwan che e’ piu’ tecnologica.

  • lino-rossi

    quante divisioni abbiamo?