Home / ComeDonChisciotte / IL NUOVO FASCISMO

IL NUOVO FASCISMO

DI WILIAM RIVERS PITT

“ I dogmi di un tranquillo passato sono inadeguati al turbolento presente. La situazione è irta di difficolta’, e noi dobbiamo esserne all’altezza. Perche’ cio’ che abbiamo di fronte e’ qualcosa di nuovo, percio’ dobbiamo pensare in modo nuovo, ed agire in modo nuovo. Dobbiamo liberare noi stessi dalla schiavitu’, ed allora potremo salvare il nostro paese.“
– Abraham Lincoln

Dite “fascismo” a chiunque incontrate, e rievocherete immagini di elmetti da minatore, di tacchi alti nazisti marciare all’unisono lungo le strade di Berlino durante quei terribili giorni che solo alcuni ancora in vita ricordano. Ancora oggi, coloro che fanno parte della generazione che udì quei tacchi, quando va per strada porta con sé parole sussurrate di avvertimento. Io vidi con i miei occhi, sentii i bisbigli sottovoce prima del passaggio dei soldati. Vedi questo numero tatuato? Vedi questa ferita? E’ accaduto realmente.
Dite “fascismo” a chiunque incontrate, e sarete accolti con una risposta di allegra arroganza: questo tipo di cose non possono accadere qui. Questi sono gli Stati Uniti d’America, terra della liberta’ e dimora del coraggio. La nostra e’ una nazione di principi, di salvaguardia e stabilita’, di moralita’ e decenza. Le nostre legge e tradizioni si ergono come una fortificazione contro l’espansione della follia totalitaria. Non po’ accadere. Inoltre siamo indottrinati nelle scuole a riconoscere la nostra propria grandezza.
“Dobbiamo liberare noi stessi dalla schiavitù” disse Abraham Lincoln, e cosi’ dobbiamo fare, perche’ puo’ accadere qui. Sta gia’ accadendo. Tutte le declamazioni ripetute a pappagallo sul grado di insegnamento civico della scuola non puo’ cancellare il fatto che un nuovo ordine si sta sviluppando. Chiamatelo “ fascismo segreto “ o “ fascismo dalla faccia sorridente “. Chiamatelo una tranquilla dittatura. Chiamatelo come volete, ma e’ qui tra noi, in America, e sta crescendo.

Ad essere sinceri, non ci sono elmetti da minatore allineati in fila lungo le nostre strade, né Tonton Macoute che attaccano violentemente i dissidenti, né Khmer Rossi che massacrano intellettuali e gruppi di cittadini, uccisi a milioni sulle strade disseminate di teschi. La vera forza del nuovo fascismo e’ quella di parlare silenziosamente. Non si presenta in modo ovvio da farsi riconoscere da chi e’ succube dei dogmi della nostra grandezza.

Questo nuovo fascismo non si nutre solo di menzogne, sebbene esse si propaghino con ridicola abbondanza. Questo nuovo fascismo si nutre di miti, i nostri miti, i miti con i quali ci culliamo per addomentarci. Questo nuovo fascismo e’ in verità un fascismo rudimentale, rinato oggi da una confluenza di eventi; il diligente lavoro di pochi, in combinazione con la passivita’ di molti, ha portato avanti questo nuovo ordine.

Lo scrittore Umberto Eco, in un saggio del 1995, intitolato “ Il Fascismo Eterno”(1) [Ur-Fascism], delineo’ diversi elementi fondamentali che sono esistiti in una forma o in un’altra in ogni stato fascista della storia: “La democrazia parlamentare e’ per definizione corrotta, perche’ non rappresenta la voce del popolo, che è quella del leader supremo. La dottrina supera la ragione, e la scienza è sempre vista con sospetto. L’identita’ nazionale esiste grazie ai nemici della nazione. Il disaccordo equivale ad alto tradimento. Perpetuamente in guerra, lo stato deve governare con gli strumenti della paura. I cittadini non agiscono; giocano solo un ruolo di supporto ‘al popolo’ in quella splendida opera che e’ lo stato.”

Prendiamo le definizioni singolarmente.

“ La democrazia parlamentare e’ per definizione corrotta, perche’ non rappresenta la voce delle persone, che è quella del leader supremo.”

George W. Bush ha quasi tolto ogni vitalità al Congresso nei recenti mesi, unendo i cosiddetti “signing statements” ad una varieta’ di leggi, secondo cui il presidente puo’ agire oltre le leggi ogni volta che lo ritiene opportuno. Gli Stati Uniti, modellati come repubblica, hanno come voce il Congresso. Per consolidare la propria vittoria sul sistema parlamentare, Bush ha assegnato Samuel Alito alla Corte Suprema, un uomo che crede in un leader con potere supremo sugli altri.
Il devitalizzato Congresso non sembra in grado di estromettere quest’uomo da membro dell’alta corte, e di consequenza evitare che gli apparati di bilanciamento del governo entrino a far parte di un sistema satellite del potere esecutivo.

“La dottrina supera la ragione, e diffida della scienza.”

La supremazia del fondamentalismo religioso all’interno e fuori del governo porta con se’ questa bandiera. Qual e’ lo scopo del fanatico zelante? La scienza e’ diventata un vascello che imbarca acqua mentre le incontroversibili verita’ dei dati empirici sono messe da parte.
Spencer Tracy, nel film “Inherit the Wind,” sottolinea l’avvertimento: “ Fanatismo ed ignoranza sono sempre attivi, ed hanno bisogno di essere nutriti. E presto, suo Onore, con bandiere al vento e tamburi rullanti, noi marceremo all’ indietro, verso i gloriosi anni del sedicesimo secolo, quando i bigotti bruciavano gli uomini che osavano portare chiarezza ed intelligenza nella mente umana.”.

“L’identità nazionale è riflessa dai nemici della nazione.”

Questa idea ci ha accompagnato per generazioni. La nostra nazione distingue noi stessi attraverso il paragone con i Nazisti, l’ impero Giapponese, ed attraverso decenni di Comunismo.
Il terrorismo ha soppiantato tutti questo, colpendo un martedì di settembre attraverso l’azione di alcune menti folli. Noi non siamo loro, tutto e’ giustificato nella lotta contro di loro, ed in questi modo noi veniamo distinti.

“Il disaccordo equivale ad alto tradimento.”

Tutto quello che uno deve fare per capire questo concetto e’ spendere alcune ore con il canale Fox News. Libertà fritta. Perché provi odio verso l’America? Sei con noi o con il terrorismo. Attento a ciò che dici.

“Perpetuamente in guerra, lo stato deve governare con gli strumenti della paura.”

A dire il vero, la manipolazione di questa popolazione attraverso la paura e’ stata maldestra, ma anche crudelmente efficace. Non c’e’ bisogno di ritrovarci in un fungo atomico. Armi di distruzione di massa ed Al Qaeda in Iraq. Piani nucleari in Iran. Fogli di plastica e nastri adesivi. [2]. Allarmi arancioni. Dissentire equivale a tradire semplicemente perche’ il compito che ci è stato assegnato per tutto il tempo è quello di avere paura. Una popolazione spaventata e’ piu’ facile da governare, e si governa da sé, questa lezione fu ben imparata durante la Guerra Fredda nei giorni dello sparisci-e-copriti [duck-and-cover era il metodo per la protezione personale contro gli effetti di una detonazione nucleare e che gli Usa insegnavano ai bambini delle scuole dalla fine degli anni 40 fino agli anni 80, en.wikipedia.org/wiki/Duck_and_cover]. Queste lezioni sono state ancora una volta applicate in modo dispotico. Oggi, sia la polizia cittadina che la massa si muovono come un solo corpo. Anche la sorveglianza di innocenti cittandini da parte dello stato e’ un male necessario. Ricorda: sei osservato.

“I cittadini non agiscono; giocano solo un ruolo di supporto ‘alle persone’ di quella spendida opera che e’ lo stato.”

Una volta, avevamo una formidabile semplicita’ di votazione. Votare era il diritto privato piu’ patriottico che un cittadino potesse esercitare, un’ affermazione di tutto cio’ che per noi e’ importante. Oggi, viviamo nella nazione dell’elettore svanito. Finora le persone sono state private del potere da parte di chi, con soldi ed influenza, considera le votazioni una perdita di tempo. Aggiungiamoci il crescente controllo degli strumenti per la conta dei voti da parte di aziende faziose, e di consequenza la regola del ‘Noi il Popolo’ e’ ridotta in cenere [NdT: We the People, il preambolo della Costituzione Usa, consiste di una singola frase che introduce il documento ed il suo scopo en.wikipedia.org/wiki/We_the_People].

Dobbiamo liberare noi stessi dall’idea che le nostre istituzioni, le nostre tradizioni, le barriere che ci proteggono dal potere assoluto ed autoritario, non possono essere abbattute. Stanno smantellando un mattone alla volta. La separazione di poteri e’ gia’ stata annientata. E’ un fascismo sussurato, che non marcia ancora per le strade o batte alla tua porta nel bel mezzo della notte. Ma e’ qui, ed ha radici profonde. Dobbiamo ascoltare oltre il fascismo sussurato di oggi verso il fascimo urlato di domani. Dobbiamo guardare oltre le menzogne ed i miti, oltre i dogmi per i quali dormiamo.

William Rivers Pitt insegna all’Università a Boston ed è un noto commentatore e saggista.
E’ autore del libro Guerra all’Iraq. Tutto quello che Bush non vuole far sapere al mondo (recensione libro: http://www.librerie.it/news-settembre-2002-24.html)
(Titolo originale: War on Iraq. What Team Bush Doesn’t Want You to Know)

Fonte:www.truthout.org
Link:Link: http://www.truthout.org/docs_2006/011706I.shtml
17.01.06

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da MANRICO TOSCHI

NdT:
(1) Da “Il fascismo eterno” di Umberto Eco, (Cinque scritti morali)
[…]Il fascismo fu certamente una dittatura, ma non era compiutamente totalitario, non tanto per la sua mitezza, quanto per la debolezza filosofica della sua ideologia. Al contrario di ciò che si pensa comunemente, il fascismo italiano non aveva una sua filosofia […] Il fascismo non era un’ideologia monolitica, ma piuttosto un collage di diverse idee politiche e filosofiche, un alveare di contraddizioni.
[…];immagine incoerente che ho descritto non era dovuta a tolleranza: era un esempio di sgangheratezza politica e ideologica. Ma era una “sgangheratezza ordinata”, una confusione strutturata. Il fascismo era filosoficamente scardinato, ma dal punto di vista emotivo era fermamente incernierato ad alcuni archetipi.Siamo ora giunti al secondo punto della mia tesi. Ci fu un solo nazismo, e non possiamo chiamare “nazismo” il falangismo ipercattolico di Franco, dal momento che il nazismo è fondamentalmente pagano, politeistico e anticristiano, o non è nazismo. Al contrario, si può giocare al fascismo in molti modi, e il nome del gioco non cambia. Succede alla nozione di “fascismo”quel che, secondo Wittgenstein, accade alla nozione di “gioco”. Un gioco può essere o non essere competitivo, può interessare una o più persone, può richiedere qualche particolare abilità o nessuna, può mettere in palio del danaro, o no. I giochi sono una serie di attività diverse che mostrano solo una qualche “somiglianza di famiglia”.(Fonte: http://www.golemindispensabile.it/ )
Per un approfondimento si legga questo articolo
Per una recensione del libro “Cinque scritti morali “ http://www.librialice.it/cafeletterario/016/cafenov.htm#Eco

(2) “Plastic Sheeting” e “Duct Tape”: sono rotoli, rispettivamente, di tela trasparente plastificata e di nastro adesivo (entrambi per sigillare la propria abitazione), che fanno parte del kit di sopravvivenza per le famiglie americane, consigliato da FEMA, Governo americano e Croce Rossa. Un kit completo di protezione da eventuali attacchi chimici o biologici è venduto al prezzo di circa 100 dollari. Un esempio del kit può essere visionato qui (Notare la scritta: “Don’t be afraid…”). Il Washington Post ha scritto che quasi la metà dei guadagni ottenuti dalla vendita del duct tape negli Stati Uniti sono di una azienda il cui fondatore ha donato 100.000 dollari ai Repubblicani nel 2000. Per molti, la paura diffusa dal governo americano con il relativo consiglio di acquistare il prodotto potrebbe inquadrarsi in una restituzione di favore (vedere a proposito l’articolo http://www.thenation.com/doc/20030331/drmarc Duct Tape, Terrorism and Common Sense)

Pubblicato da Truman

  • principe

    Scusate ma qui mi pare che in certi casi la vostra ideologia, che spacciate per libertà citando addirittura Voltaire, prevalga sulla ragione e sulla storia:
    perchè usare il termine esclusivo di fascismo per descrivere in realtà il totalitarismo?, che si pone all’estrema destra come all’estrema sinistra (il breve accenno ai kmer rossi non è sufficiente a dare una parvenza di imparzialità all’articolo), perchè accostare sempre il nazionalsocialismo al fascismo elencando solo i difetti che li accomunavano, senza mai analizzare il quadro completo dell’epoca inserendolo nel suo contesto storico? comunque complimenti per l’impegno e la qualità di molti dei vostri articoli
    pm