Home / ComeDonChisciotte / IL MONDO STA CAMBIANDO IN FRETTA E PER IL MEGLIO

IL MONDO STA CAMBIANDO IN FRETTA E PER IL MEGLIO

DI CANUKISTAN WIEV

1) UN NUOVO POTERE GLOBALE EMERGENTE: Nel loro ultimo incontro a Shangai, erano presenti i Nuovi Potenziali Membri: Iran, Pakistan e India. La loro agenda è stata ampliata al meglio ed è solo questione di tempo prima che l’intera regione entri a far parte del club originario e di recente successo: più del 50% del mercato mondiale, ricco di risorse naturali ed energetiche, capacità nucleare per frenare ogni ambizione di dominio di stampo sio-nazista, eccellenti capacità tecniche, scientifiche ed industriali, forza lavoro altamente istruita, mercati interni in crescita e meno dipendenti dai mercati statunitensi ed europei; crescita socio-economica sostenuta con un PIL (Prodotto Interno Lordo) tra il 5 e l’11%, molto al di sopra del 3,5% americano, ma , cosa ancora più importante, questi stati configurano una regione autosufficiente a tutti gli effetti.2) LA CAPACITA’ NUCLEARE E’ L’UNICO DETERRENTE CONTRO I SIO-NAZISTI: I membri della SCO (Shanghai Cooperation Organization; nell’immagine in alto il logo della Organizzazione) [1] e i nuovi potenziali aderenti, hanno provato e migliorato il loro potenziale nucleare, come la Russia, la Cina e il Pakistan. Essi sono estremamente determinati nel difendere le loro risorse naturali e/o i loro rifornimenti in quanto elementi strategici di sopravvivenza per le loro culture e popolazioni. Per i leader di questi paesi, come per il resto del mondo, è chiaro che l’Europa Occidentale e gli USA stanno cercando di riportare l’orologio indietro di secoli, ai genocidi e ai furti del 1500 in America Latina, alle crociate nel Medio Oriente e all’Inquisizione- precursori del moderno nazismo e sionismo ecc.

3) LA FRODE DEL DOLLARO: E’ altrettanto chiaro che quella del dollaro statunitense è una perfetta truffa perpetrata da un cartello di banchieri criminali, protetti e legittimati dagli Usa e dai governi europei occidentali. Il mondo si sta adesso accorgendo che per anni un cartello di criminali banchieri ha stampato banconote dal nulla come dei folli per molto molto tempo e che questi pezzi di carta stampata non hanno alcun valore intrinseco così come non hanno alcun tipo di convertibilità con l’oro, l’argento o qualsiasi altro elemento tangibile. È un dato di fatto che il valore del dollaro così come delle altre valute, quali ad esempio l’euro, si basa solamente e semplicemente sulla fede.

4) IL SACCHEGGIO DEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO: Questo cartello di criminali, con i loro governi o le loro elite monarchiche, e i loro compari delle società segrete, hanno messo in atto un vero e proprio furto globale di beni tangibili in cambio di inutili biglietti verdi. All’inizio questo tipo di operazione fraudolenta venne accettata e i governi utilizzarono la diplomazia del dollaro per espandere il proprio dominio. Tuttavia, negli ultimi 50 anni sono sorti forti dubbi ovunque, come ad esempio quelli di Charles de Gaulles, che portarono alla erroneamente detta “crisi petrolifera” negli anni settanta, a seguito della crisi le riserve aurifere statunitensi calarono da 20.000 a 8.000 tonnellate, e l’indice di valore del dollaro crollò da 165 a 80 punti.

5) DALLA DIPLOMAZIA DEL DOLLARO ALLA DIPLOMAZIA DEI CANNONI: L’ultimo secolo ha distrutto la maggior parte delle colonie dell’Europa occidentale, e con esse la possibilità di avere enormi risorse a basso costo di lavoro; così i paesi occidentali hanno raggiunto il loro picco economico negli anni settanta. Dall’altra parte, gli Stati Uniti, nuovo impero in espansione con ambizioni senza limiti, hanno spinto la propria economia attraverso guerre, invasioni e costruzioni di basi militari in ogni parte del globo, il che, in ultima analisi, ha trasformato l’economia statunitense dal maggiore creditore del mondo al più grande accattone nella storia mondiale ad una sbalorditiva velocità di 2 miliardi di dollari al giorno, o circa il 90% dei risparmi totali mondiali! Dal momento che questa brama oscena e criminale non sembra ancora volgere al termine, e le tensioni sociali sparse ovunque stanno chiedendo ai loro governi locali di pagare il debito sociale alle loro proprie nazioni – i guerrafondai statunitensi ed europei sono rapidamente passati dalla diplomazia del dollaro a quella delle armi. La frode del dollaro americano comincia a diventare sempre più riconoscibile e sempre meno nascondibile – non è assolutamente giusto che alcuni paesi si privino di migliori standard di vita al fine di finanziare altri che si ritrovano a vivere ben al di là dei propri mezzi; è immorale e criminale, dal momento che queste azioni hanno prodotto milioni di illetterati, di affamati, di uccisi.

6) IL DEBITO SOCIALE CHE DEVE ESSERE PAGATO: In primo luogo, è estremamente importante comprendere che la maggior parte dei paesi non sono poveri! Sono stati impoveriti dalla colonizzazione europea occidentale, dalla frode del dollaro e dal sistema di corruzione che essi hanno creato, dall’accumulo di ricchezze presso poche famiglie, ecc. Ciò costituisce un’importante differenza dall’essere poveri dal momento che essi hanno le potenzialità e le risorse per vincere queste forze distruttrici. In secondo luogo, bisogna sapere che il commercio mondiale si è retto sulla sterlina sino alla seconda guerra mondiale, quando questo sistema è crollato, ed è stato sostituito dal dollaro. Entrambe le valute hanno sofferto dell’inflazione anno dopo anno, in aggiunta alle svalutazioni in relazione ad altre valute. D’altra parte il prezzo delle merci provenienti dalle ex colonie e dai paesi emergenti non è mai stato adeguato di comune accordo, e questo vuol dire che il prezzo di ogni singola merce è oggi sottovalutato e il suo prezzo è ancora uguale a quello del 1-9-3-0!!! quando i prezzi vengono solamente adeguati al tasso di inflazione! In altre parole il prezzo dell’oro dovrebbe essere sopra i 2.500 dollari ad oncia, quello del rame superiore a 15 dollari al libbra, l’argento oltre i 54 dollari l’oncia e infine il petrolio sopra i 170 dollari al barile. In terzo luogo, i prezzi di tutti i prodotti e servizi degli Usa e dell’Europa Occidentale sono stati sempre adeguati in base all’inflazione (per esempio il carbone è passato da 0,05 centesimi di dollaro a 1 dollaro negli ultimi 50 anni, con un incremento di prezzo del 2000%); e quando non possono correggere i prezzi con l’inflazione per motivi di concorrenzialità nel prezzo, i paesi occidentali diminuiscono le proprie attività economiche, come nel caso delle aziende agricole americane e europee, dell’apparato della difesa, dell’industria aerospaziale, farmaceutica, ecc..

7) UN PERCHE’ L’EUROPA HA SERRATO I RANGHI CON GLI USA: Considerate gli ultimi rialzi dei prezzi di beni quali petrolio, rame, zinco alluminio, uranio, rodio ecc., beni che hanno un impiego industriale, e noterete che il mercato azionario negli USA, Giappone, Europa, India ecc è stato pesantemente corretto dopo 25 anni di rialzi, sebbene non sia ragguagliato per l’inflazione. Ciò che è accaduto è che i governi degli USA e dell’Europa Occidentale e le loro transnazionali non sono riusciti a controllare l’offerta e la domanda provenienti dagli enormi mercati emergenti di Cina ed India. E cosi i loro prezzi sono andati in alto creando un inflazione che sta minacciando il loro equilibrio socio-economico, dal momento che non arrivano più risorse illimitate e a prezzi economici dalle loro ex-colonie. Inoltre il loro potere politico sta scomparendo nel momento in cui il centro di gravità finanziario si sta spostando dai mercati azionari di Francoforte-Londra-Chicago-NY verso l’Europa orientale-Pechino–Honk-Kong. I prezzi più alti per i beni in un futuro orami prossimo (siamo all’inizio di un lento ma continuo mercato al rialzo per i beni primari che durerà all’incirca 15 20 anni, cui bisogna aggiungere l’incremento della domanda di Cina e India che i dollari Usa non possono controllare, il costante esaurimento delle risorse, i processi di nazionalizzazione come quelli portati avanti da Hugo Chavez o da Evo Morales in Sud America) dicevo più alti prezzi delle merci rimarranno tali, o addirittura aumenteranno fino a compensare i tassi di inflazione. Inoltre l’Europa Occidentale si trova in una situazione di crescente dipendenza e di costi crescenti che non solo andranno a colpire i loro standard sociali di vita, dal momento che in altre parti del mondo si è iniziato a lottare per i propri interessi, le proprie risorse, e il proprio benessere, ma anche la loro influenza politica e la loro FRODE DELLE VALUTE [Nell’originale: FIAT CURRENCY SCAM] [2].
Non è strano quindi, che la Regina d’Olanda sia uscita di soppiatto dal proprio palazzo per andare in Canada ( Ottawa) la scorsa settimana, intrufolandosi in un hotel nascondendosi dai media, come un prostituta di bassa lega che esce dal retro, per un incontro segreto con altri dominatori del mondo e con i loro scagnozzi. Si trattava del Builderberg Secret Meeting che, tra i vari banchieri sio-nazisti e i guerrafondai, vedeva presenti Kissinger, Perle, Wolfowitz etc. Credo che la regina sogni di ritornare al 1500 con i suoi pirati per rubare di nuovo argento, oro e adesso anche petrolio. Non è un caso che abbiano preso parte all’invasione dell’Iraq e che stiano conducendo con una portaerei delle esercitazioni vicino la costa venezuelana! L’Impero Inglese e l’ex mini-Impero Olandese sono legati fortemente a Bush e al suo nuovo ordine mondiale! Lo spagnolo Aznar e il buffone italiano Berlusconi adesso sono fuori.

I tedeschi questa volta sono cauti, sono stati pesantemente stravolti l’ultima volta, in occasione della seconda guerra mondiale, ed hanno imparato dolorosamente cosa vuol dire lavorare a stretto contatto con il demone sio-nazista. L’oggetto dell’incontro di Builderberg erano i piani di guerra per l’Iran e la domanda Lo facciamo adesso? O lo facciamo dopo? Mentre le persone festeggiano la coppa del mondo e ballano la samba in Germania, questi criminali hanno pianificato un altro genocidio, questa volta in Iran. Dopo quest’incontro lo Scimpanzè Americano sembra aver ammorbidito le posizioni ( come a dare l’idea di essere più ragionevole sebbene abbia ancora intenzioni di bombardarli con testate nucleari) e i banchieri centrali hanno concentrato i loro sforzi per far calare l’oro. Tuttavia i loro obiettivi non sono stati raggiunti- l’oro è salito da 458$ a oltre 470$ in meno di 48 ore – così i banchieri sono in un merda ancora più profonda dal momento che hanno aumentato le loro posizioni corte [SHORT POSITIONS] [3] che adesso si trovano sotto la superficie dell’acqua!

8) CHE DIRE DEL GIAPPONE? La stretta relazione tra il Giappone, gli Usa e l’Europa è considerata l’elemento storpio ed infetto dell’intera regione: non ci si fida di loro e d’altra parte loro non saranno i dominatori della regione asiatica così come era stato previsto dopo la seconda guerra mondiale.

Tuttavia questa associazione con gli Usa sta cambiando lentamente per motivazioni politiche ed economiche puramente pragmatiche. Una per tutte, il ritiro del Giappone dall’’Iraq è stato politicamente devastante per i sio-nazisti di Washington, sebbene militarmente sia poco rilevante. Ma la spaccatura maggiore nei confronti degli USA è la progressiva liquidazione del dollaro che è cominciata nell’aprile 2003, quando il Giappone ha deciso di non difendere più il declino del dollaro che aveva causato perdite per 400 miliardi di dollari. Infatti da un rialzo massimo in partecipazione azionaria vicino agli 800 miliardi ormai nel range di 600 miliardi. Ci si potrebbe chiedere come il Giappone sia riuscito a riprendersi durante gli ultimi tre anni, in quanto stanno investendo ora in Giappone piuttosto che continuare a sprecare il proprio denaro sostenendo una valuta fraudolenta: il PIL sarà all’incirca pari al 3% quest’anno, una lunga strada dopo 17 anni di deflazione; la Cina è ora il loro principale partner commerciale; la politica giapponese del tasso di interesse vicino allo zero sta per concludersi- ciò significa che non ci sarà più denaro a basso costo per speculazioni nel resto del mondo ( Japanese Carry Trade); i giapponesi stanno diventando più benestanti e meno dipendenti dal mercato morente degli States.

9) IL CROLLO DELL’IMPERO USA BASATO SULLA FRODE DEL DOLLARO E LE FIAT CURRENCIES [2]: L’asse USA-Canada-Europa Occidentale-Australia non potrà continuare a imporre il proprio volere al mondo ancora a lungo. Le basi del loro potere non sono più in grado di sostenerli come ad esempio la loro superiorità militare, la caduta della frode del dollaro, il loro modello di democrazia equivalente ad invasioni militari per creare dei regimi dittatoriali e pro sio-nazisti in difesa dei valori occidentali che è uguale alla difesa di un cartello di petrolieri, di trafficanti di droga, di corporazioni corrotte come la statunitense Enron. Stanno perdendo tutti i punti di riferimento politici: Chavez disobbedisce apertamente ed è considerato un cattivo esempio dal momento che si è unito al leggendario Fidel Castro, Putin si è dimostrato un vero leader e non una marionetta come Yeltsin. Gli equilibri si stanno spostando verso est e verso sud, e all’orizzonte non c’è nulla che lasci intravedere un cambiamento se non una guerra globale in difesa della frode del dollaro. Ma gli Stati Uniti hanno un sostegno sufficiente in Europa, Medio Oriente, Asia, Est Europa, Sud America o Asia. Io non lo credo- le basi militari in questi paesi sono state imposte e non richieste! In un scenario di guerra globale sarebbero scavalcati dalle popolazioni locali e il collasso del loro impero e della loro frode valutaria sarà solo storia.

SALUTI DAL CANADA – pace pace

Canukistan Wiev
Fonte: http://www.iraqwar.mirror-world.ru/
Link: http://www.iraqwar.mirror-world.ru/article/91901
19/06/06

Tradotto per www.comedonchisciotte.org da NICOLA GERUNDINO

[1] La Shanghai Cooperation Organization (SCO) è una organizzazione internazionale intergovernativa fondata a Shanghai il 15 giugno 2001 da 6 paesi: Cina, Russia, Kazakhstan, Kyrgyzstan, Tajikistan e Uzbekistan. Gli stati membri coprono un’area di oltre 30 milioni di Kmq, circa i 3/5 dell’Euroasia, con una popolazione pari ad ¼ di quella mondiale. Le lingue ufficiali sono il russo e il cinese.

[2] Il dollaro, l’euro e le monete nazionali sono delle FIAT Currencies. In analogia a Dio che creò la luce dal nulla (FIAT LUX), le autorità hanno creato il denaro dal nulla.

[3] Short Positions: Vendita di titoli non posseduti realizzata con l’intenzione di riacquistarli successivamente quando le relative quotazioni saranno inferiori. (http://www.performancetrading.it/Glossario/Pi.htm)

Pubblicato da Truman

  • remo

    Ma chi ha scritto questo delirio?

    Che il mondo grazie allo SCO stia andando verso un equilibrio pacifico è una panzana. Lo SCO è stato creato in opposizione all’influenza americana e della NATO soprattutto nell’area asiatica ed è chiaro a tutti un duplice punto:

    1) i paesi dello SCO sono instabili politicamente e dunque anche nella gestione della loro forza militare, eccezion fatta, forse, per Russia e Cina.
    2) i paesi dello SCO sono storicamente rivali e nemici fra loro, cosa che non si riscontra nella NATO. India e Pakistan, Russia e Cina, Iran e Afghanistan semmai questi ultimi entreranno.

    gli intenti costitutivi dello SCO non sono male, ma non reggeranno facilmente e non porteranno alla pace, perchè i leader del mondo, delle nazioni più grandi, vogliono il potere ed il dominio ed agiranno per questo. Questo è il nuovo disordine mondiale nel quale siamo entrati e se le responsabilità degli USA e dell’Europa sono grandi, prevedo che ben presto anche Russia e Cina diventeranno (già in alcuni casi lo sono soprattutto la Cina) fattori di squilibio paragonabili ai paesi Occidentali.

    Tralascio le solite amenità terzomondiste in quanto dovrebbe essere chiaro a tutti che la corruzione dei leader di quelle nazioni è alla base di ogni impoverimento del popolo e di arricchimento della oligarchia dominante locale. Questo avviene in tutti i paesi del mondo, Italia compresa.

    Riguardo al dollaro e alla sua crisi, solo un delirante potrebbe credere che Russia e Cina si siano accorti recentemente del funzionamento del sistema. Vorrei ricordare che Marx lo descrisse bene già nel XIX secolo (ogni tanto scriveva cose sensate anche lui). Tanto è vero che il recente annuncio di Putin sulla piena convertibilità del rublo è funzionale all’acquisto in rubli delle materie prime russe il che potrà avvenire solo a seguito di una forte espansione monetaria russa. Esattamente quello che fecero negli anni settanta gli americani e i sauditi facendo andare alle stelle il prezzo del petrolio. Per costringere tutti a detenere dollari.
    Non è ancora chiaro come si comporteranno i mercati valutari, sebbene sia evidente che il dollaro stia progressivamente perdendo il suo appeal. Senza una vera riforma monetaria globale non fa differenza se ad inflazionare siano gli americani, gli europei, i giapponesi o i russi; il risultato è sempre lo stesso, distruzione del potere d’acquisto dei redditi ed impoverimento sociale a fronte dell’arricchimento di chi comanda il sistema (che non è solo occidentale).

    Concludo sottolineando il fatto che a guardare il blocco occidentale (USA ed Europa) fattori di eventuale inversione di tendenza sulla politica internazionale, speranze per il futuro emergono solo dalla società americana che mostra segni di vitalità anche a livello politico per sovvertire l’attuale politica neocon. Tutto questo in Europa non si vede legata com’è alle vecchie dottrine laiciste, illuministiche, massoniche e, quando qualcuno vuol far vedere di opporsi, comuniste. Una pena immensa questo continente.

    Forse qualche speranza potrebbe venire dalla Russia, ma non mi sembra maturo il tempo; la politica energetica di Putin mi fa pensare che la Russia continui a vedersi Asiatica più che europea, ovvero desiderosa di comandare più che di cooperare.
    I cinesi finchè rimarranno sotto l’attuale governo dittatoriale guidato da una classica filosofia epansionistica di stampo orientale non possono che costituire un serio pericolo.
    Curioso tuttavia quanto dichiarato recentemente da alcuni dei più alti esponenti intellettuali cinesi, i quali, nello studiare le vie del successo dell’occidente, indagando su ogni aspetto del sociale, politico, economico, culturale, abbiano concluso che il fattore determinante della superiorità nello sviluppo occidentale sia stato il cristianesimo. Forse è per questo che all’interno del partito è in atto uno scontro sui rapporti con la Chiesa, fra chi vuole aprire nuovi canali di collaborazione e chi vuole mantenere le attuali chiusure, che di riflesso investono la diplomazia sino-vaticana. I leader più giovani si dimostrano più aperti…forse hanno capito qual’è la vera Via!

  • avlesbeluskes

    Che il “cristianesimo” serva alla Cina, (è stato detto da un colonnello che fa parte delle gerarchie di quel carcere/paese), è un ottimo attestato che dimostra, sotto sotto, quali siano i “pregi” delle religioni, cristiana in questo caso, cioè la chiusura dell’uomo in un carcere mentale e spirituale.
    ————- E’ come se Jack lo Squartatore lamentasse la mancanza di una motosega quale causa del divario dei risultati delle sue scorribande notturne rispetto a quelle dei colleghi, quali il Mostro di Dusseldorf. —————–
    Infatti allentando le maglie del carcere fisico cinese (più capitalismo e meno comunismo) emerge la necessità di compensare il tutto con più alte mura erette nello spirito delle persone, e a tal bisogna il cristianesimo, da duemila anni collaudato, si rivela adatto e superiore ai concorrenti monoteisti presenti sul mercato mondiale della contenzione psicologica di massa.
    Una buona iniezione di senso di colpa nell’Anima dei cinesi è quello che ci vuole, affinché rimangano pecore, come da sempre così sono stati trattati. ALLORA POTREMMO BEN DIRE CHE LA CINA SI STA APRENDO AL MONDO!

    AVlse.

  • remo

    Come al solito non hai capito il merito del discorso, ma posso capirlo visto il tempo prezioso che perdi dietro alle superstiziose fantasie di quel servo del sistema chiamato David Icke.

    Non è stato un colonnello ma un membro della commissioni culturali, uno che in Occidente verebbe definito intellettuale, uno che si è informato nel capire perchè un paese come la Cina, ricco di storia, cultura, tradizioni sia così arretrato nei confronti dell’Occidente e tutto quello che sia riuscito ad ottenere è stato importare un’ideologia occidentale come quella comunista che non ha portato quella grandezza a cui la Cina ha sempre aspirato e di cui si considera depositaria.

    La Cina è un drago destinato a soccombere alla Donna come tutte le grandi potenze del passato che l’hanno combattuta.

    Altro che rettili e alieni….