Il Green Pass è pura e semplice sopraffazione

di Costantino Ceoldo

Dov’è Hannah Arendt quando serve? E, soprattutto, dove sono i suoi estimatori, quelli che vanno sempre in deliquio nel commentare, nel citare, nel prendere ad esempio la sua “banalità del male”?

Li vedo nelle piazze ogni 25 aprile, ogni 2 giugno e in tutte le altre feste laiche di questa nostra Repubblica delle banane. Commemorano. Discettano. Parlano. Commuovono e si commuovono. Gli alti valori della resistenza. I partigiani. L’Olocausto. Democrazia. Libertà.

Tante belle parole ma sono bastati pochi mesi di pandemia e lorsignori hanno accantonato senza ritegno tutti i bei princìpi di cui erano usi riempirsi la bocca e tediare il loro prossimo. Come era tragicamente naturale, sono stati svelti ad accantonarli in favore di un regime sanitario che giorno dopo giorno assume sempre di più un volto sinistro, disumano e crudele.

Proviamo a ricordare le cose dal principio.

All’inizio del 2020 scoppia una epidemia simil-influenzale localizzata in Cina. In breve tempo peggiora al punto da spingere Pechino a sigillare una zona con 60 milioni di abitanti. Ma in realtà è già troppo tardi: il virus si sta già spostando in altre parti del mondo.

Cosa fa il governo italiano in carica in quei giorni? Chiama razzista e fascista chi suggerisce di controllare la temperatura dei cinesi che atterrano negli aeroporti italiani, un primo e comunque fin troppo blando tentativo di prevenire i contagi. Si sentono slogan idioti: “abbraccia un cinese!”, “mangia un involtino primavera!”, “nessuna discriminazione!”. Chi di noi non ricorda il segretario del PD, Nicola Zingaretti, intento a Milano a farsi un apericena antifascio? O il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, con la sua gentile consorte, impegnato in un ristorante cinese della sua città a dimostrare tutto il suo antidiscriminante antirazzismo?

In pochi giorni, però, gli ospedali di Bergamo e Brescia diventano un carnaio di malati COVID, a dimostrazione che un virus molto infettivo se ne infischia delle preoccupazioni razziali del PD e dei suoi afecionados.

Curiosamente, Bergamo e Brescia avevano visto, pochi mesi prima dell’esplodere dell’epidemia, due enormi campagne vaccinali, contro l’influenza e la meningite ma, curiosamente ancora, nessuno prova interesse ad investigare se vi sia un nesso tra la mattanza da COVID e le vaccinazioni pregresse, un non voluto ed imprevisto effetto di sovraeposizione del sistema immunitario. Non interessa alla “Destra” come non interessa alla “Sinistra”. Anzi, è proprio la Sinistra italiana a manifestare uno slancio decisionista, facendo l’unica cosa che riesce bene ai comunisti: imporre una dittatura.

Viktor Orban chiede poteri speciali al parlamento ungherese per contenere l’epidemia. Li ottiene, ma condizionati: per pochi mesi e comunque sotto controllo di un comitato che riferisce al parlamento. È il parlamento ungherese che decide di concedere poteri speciali al presidente Orban, non Orban che se li prende sentiti i suoi compagni di merenda. E comunque li restituisce dopo pochi mesi. Il meglio del pattume giornalistico italiano però chiama Viktor Orban fascista, dittatore, lo dichiara un pericolo per l’Europa. Ma i media italiani tacciono quando il governo Conte Bis decide di imporre una gigantesca quarantena a tutta Italia e dichiara uno stato di emergenza che, in virtù dell’ultima proroga decisa dal governo di Mario Draghi, durerà fino al 31 dicembre 2021. Il parlamento italiano è consultato poche volte, di fatto quasi di malavoglia e i risultati sono scontati. Le decisioni più importanti vengono prese da pochissimi ministri, con l’aiuto di una “cabina di regia” che ad alcuni sembra davvero avere caratteristiche surreali.

Al 31 dicembre 2021 saranno quasi due anni di stato di emergenza, con possibilità di ulteriore estensione. Hitler fece proprio così: Hitler non abrogò mai la costituzione della Repubblica di Weimar ma la accantonò dichiarando, poco dopo la nomina a cancelliere avvenuta con regolari elezioni, uno stato di emergenza che durò fino alla caduta del Terzo Reich. E sappiamo tutti come è caduto.

Ora, in questo agosto soleggiato, nel mezzo di una campagna vaccinale con sieri anti-COVID sperimentali e che non possono essere imposti alla popolazione senza violare la nostra Costituzione, viene introdotto l’obbligo di un documento ufficiale per poter entrare in una palestra, sedersi al ristorante, usare mezzi pubblici. Lo si può avere solo se vaccinati o si è negativi ad un tampone COVID, risultato che comunque è valido per poche ore.

Lo hanno chiamato “Green Pass” perché “lasciapassare” faceva troppo nazista ma questa è la sua vera natura discriminatoria. È contrario al regolamento europeo che l’Italia ha sottoscritto ma la cosa non costituisce un problema per questo governo. Qualcuno già chiede di impedire ai non vaccinati di poter entrare nei supermercati. Li si vuole prendere per fame. E presumo, vista l’aria che tira, che alla fine la richiesta verrà accolta e che saranno anche puniti quei vaccinati che si offriranno di fare la spesa per coloro che non lo sono. Come quei cittadini che aiutavano a sopravvivere gli ebrei perseguitati.

Ci dicono che i non vaccinati sono un pericolo per i vaccinati, i quali possono infettarsi e infettare a loro volta, finendo perfino intubati in ospedale. Non vedo nessuna logica nell’usare un vaccino che non ti protegge realmente, che a volte ti invalida subito o ti accoppa direttamente, come in una mostruosa roulette russa e i cui effetti collaterali a lungo termine non sono noti ma che potrebbero, invece, essere tragicamente spaventosi. Non vedo nessuna logica se non la logica dei soldi che arricchiscono multinazionali farmaceutiche. Ma la logica non interessa a chi controlla le informazioni e di sicuro non interessa a chi vuole arricchirsi sulla pelle degli altri e a quelli che sognano di riscrivere la società occidentale se non addirittura quella mondiale.

Chi sono coloro che ci impongono ora il Green Pass, ipocritamente ignorando quei regolamenti europei che loro, per primi, ci tirano sempre addosso?

Sono coloro che negli ultimi 20 anni ci hanno detto che con l’euro sarebbe stato come lavorare un giorno di meno e guadagnare come se lavorassimo un giorno di più. Che la “riforma del lavoro” avrebbe creato opportunità per tutti. Che la “riforma delle pensioni” avrebbe assicurato un futuro migliore a noi e ai nostri figli. Che la “riforma della scuola” avrebbe permesso di studiare meglio. Che la “riforma della giustizia” avrebbe difeso gli innocenti e garantito una pena equa ai colpevoli. Che la “riforma della sanità” avrebbe permesso di risparmiare denaro eliminando gli sprechi e fornendo cure migliori agli ammalati. E tutto in nome del “ce lo chiede l’Europa”. Si sono visti i risultati!

L’euro ha affossato la nostra economia. I nostri lavoratori sono stati ridotti a schiavi robot di carne e sangue, meno importanti di un martello o di un cacciavite e comunque prigionieri di contratti a scadenza. La scuola è di fatto quasi esclusivamente in mano alle donne, femminizzata e incapace di offrire una visione anche virile del mondo. I programmi scolastici sono oramai ridicoli e tutto il sistema scolastico non insegna ad imparare, cosa che è tra gli scopi primari di una vera Scuola. L’età della pensione si allontana sempre di più ottenendo l’effetto paradossale che i vecchi continuano ad occupare quei posti di lavoro che i giovani non riescono ad avere e i giovani vivono sempre più spesso di sussidi e impieghi occasionali. La Sanità pubblica è stata oramai ridotta ad una mangiatoia dove ognuno vuole la sua parte per gestire le proprie clientele politiche. E la giustizia italiana… beh, si potrebbero risolvere molti problemi grazie anche alla magistratura, se la magistratura italiana, purtroppo in molti casi, non fosse in realtà parte e causa dei problemi da risolvere.

E adesso anche un lasciapassare nazista. Con il plauso di quelli che hanno sempre parlato di democrazia e libertà.

La senatrice Liliana Segre, ebrea italiana sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, non ha nulla da eccepire: per lei è una cosa normale che ci sia il Green Pass, un lasciapassare da nazisti e anzi si è adombrata, lei ed altri, per il paragone tra l’Italia di adesso e la Germania nazista che tanto si impegnò nel cercare di accopparla. Non le passa nemmeno per la testa che proprio lei, ora, potrebbe essere usata per uno scopo nascosto e infame…

Solo Giorgio Agamben ha avuto il coraggio di esporsi fin dall’anno scorso per metterci in guardia contro gli sviluppi che puntualmente si stanno realizzando. Ma quale gregge di pecore, isteriche e terrorizzate, ascolterebbe mai un vecchio filosofo che dice cose sgradevoli?

La realtà è molto semplice: molti hanno vissuto come animali da compagnia e quando si vive così il passo per diventare bestie da macello è tragicamente breve.

Allora chiedo ancora: dov’è Hannah Arendt quando serve? E dov’è quell’altra voce, quella che da Radio Londra chiamava a raccolta gli uomini forti e liberi affinché si unissero in un ineludibile superiore scopo comune?

Ai lettori che hanno avuto la pazienza di arrivare fin qui, suggerisco questo video di Vera Sharav:

https://www.youtube.com/watch?v=kKZmJSPiTyg

La radici del male sono spesso profonde e ben nascoste, ma il ricordare è una delle nostre armi. Oltre a resistere.

Costantino Ceoldo

Pubblicato da Tommesh per Comedonchisciotte.org

Notifica di
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Individualista
Utente CDC
10 Agosto 2021 16:15

Ineccepibile. Io non sono ottimista, ma su questa storia si stanno spingendo talmente oltre che non può non fallire.
Se poi quanto scrive Cesare Sacchetti fosse vero, allora un cambiamento radicale non dovrebbe essere troppo lontano.

Andr3a
Utente CDC
10 Agosto 2021 16:23

Dove sono gli antifascisti? Non lo so…. hanno perso la bussola? Tanti hanno aspettato il colpo di stato per combattere ma ora che è arrivato sono vecchi e non lo riconoscono. Posso dire che io operaio ho visto cambiare radicalmente i rapporti all’interno dello stabilimento. Siamo tutti vecchi sopra i 50 anni, di giovani non ce ne sono. 50 operai quasi tutti di sinistra, quasi tutti antifascisti, ma solo 3 non vaccinati e contro al Green pass. Che fanno? Aspettano la pensione terrorizzati dal rimanere fregati. Hanno 56 57 58 anni e alle spalle oltre 40 di lavoro. Non lotteranno per nessun diritto che stanno perdendo vogliono solo andare in pensione. Dove sono gli antifascisti? Sono vecchi ecco dove sono e incapaci di affrontare la guerra che si preannuncia.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Andr3a
10 Agosto 2021 20:50

Dove sono gli antifascisti? All’ANPI, tra le sardine, nel PD, dovunque, tranne dove dovrebbero essere veramente: per esempio, nelle piazze a protestare contro il regime fascio-sanitario. Purtroppo, a loro basta dirsi e percepirsi “antifascisti” (identificarsi, come i trans) per credere di esserlo, mentre avvallano tranquillamente la nuova dittatura delle multinazionali e delle banche, del neoliberismo globalista piu’ sfrenato. Meritano che gli si tolga quell’anti che portano con disonore e chiamarli con quel che resta della parola. Perche’ e’ quello che sono veramente.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Divoll
piero deola
Utente CDC
Risposta al commento di  Andr3a
11 Agosto 2021 11:38

Sono tutti nel PD dei fascisti.

Eugiorso
Utente CDC
10 Agosto 2021 17:04

Chi ha scritto questo articolo ha troppi riferimenti ebrei, ma lascio perdere la cosa perché mi preme chiarire che quanto sta accadendo è l’esito, sul piano politico, della demokrazzia liberale, occidentaoide e “avanzata”.
Proprio così, è questa la demokrazzia, al netto delle favolette per gonzi sulla “democrazia diretta”, o peggio, sulla “democrazia in rete”, come vagheggiava il “John Lennon de noantri” casaleggio padre (gianroberto, per l’anagrafe).
Avete voluto demokrazzia e merkato?
Adesso teneteveli e il risultato è sotto gli occhi di tutti, sicuri che potrà solo che peggiorare.

Cari saluti

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
10 Agosto 2021 20:51

Le ore piu’ buie della notte sono le piu’ vicine all’alba.

Eugiorso
Utente CDC
Risposta al commento di  Divoll
10 Agosto 2021 22:11

Voglia il cielo (quello della Rivoluzione) che tu abbia ragione …

Cari saluti

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
11 Agosto 2021 2:34

“Avete voluto demokrazzia e merkato? Adesso teneteveli”…

Ineccepibile.
Effettivamente, chi è sempre stato a favore, e dunque complice, di questo regime, dovrebbe solo tacere e soffrire in silenzio. Questo, a voler essere “massimalisti”… Ma siccome ormai siamo tutti dei mollaccioni, e soprattutto siamo tutti nella stessa barca in un mare in tempesta, tanto vale accogliere con una pacca sulla spalla chi si fosse svegliato con decenni di ritardo (comunque pochi).

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da BrunoWald
Rnamessaggero
Utente CDC
10 Agosto 2021 17:37

Su su svaccinati , forza e coraggio , gli antifascisti sono quelli di destra , ai quali hanno cambiato nome , li chiamano nazionalisti come i comunisti , così ne inchiappettano due con un solo cetriolo , paradossale vero ? Siamo vittime del super potere economico concentrato in mano a pochi , come un tempo esistevano Re e Faraoni , ed è si che da decenni si paventava l’ ipotesi che troppo potere economico in mano a pochi avrebbe distrutto quel minimo di democrazia guadagnata col sangue e sacrifici . Al momento è troppo caldo per i ragionamenti complessi e predittivi , Draghi ha il vantaggio di essere rettile , in questo clima si sente a suo agio , arriverà anche l’ inverno e diventeremo tutti un pò più russi mentre Draghi sarà costretto in un nido in letargo . A sti rettili non gli scappa un’ occasione , fiutano con la lingua biforcuta , ciò che cercano o è a destra o è a sinistra , hanno notato che la maggioranza era favorevole ai vaccini , vedi i trivalenti e le porcherie che contenevano , ed il gioco è finito sul tavolo della pandemenzia . Gli scopi sono tanti… Leggi tutto »

Violetto
Utente CDC
10 Agosto 2021 18:15

Io non ho ben compreso la storia dei documenti.

Pare che il greenP a parte trasporti e poco più, sarà un flop se nessuno controllerà.

Eugiorso
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
10 Agosto 2021 22:21

Per quanto riguarda i controlli, questi saranno affidati a polizia e carabinieri, il che è tutto un programma …
Nell’estate del 2020, i controlli avrebbe dovuto farli lo stato (lo regioni hanno sempre detto che è lo stato, cioè l’amministrazione centrale, a dover controllare), ma polizia e carabinieri non li hanno fatti, i controlli, perché sono dei parassiti imboscati in attesa degli aumenti di paga e della prematura pensione …
All’inizio di quest’anno, quando si parlava di riaperture (e il solito salvini, autoproclamatosi patrono dei commercianti frignava in tal senso) si è detto che nessuno (leggi gli imboscati di polizia e carabinieri) avrebbe controllato …
Anche in questa circostanza credo che i controlli saranno solo sporadici, per rastrellare soldi con qualche sanzione, o per intimidire la popolazione con qualche “sortita” punitiva e quindi di fatto non ci saranno …
Pur tuttavia credo che subdolamente estenderanno, nei prossimi mesi, l’obbligo del “green pass” (espressione del c***o, anglofila ma improbabile) fino alle streme conseguenze, per imporre il vaccino definitivamente e impedire ai non vaccinati anche semplicemente di uscire di casa.

Cari saluti

Mark.Twain
Utente CDC
10 Agosto 2021 23:21

“Nessuno ha il diritto di obbedire” è un famoso paradosso di Hannah Arendt.
Scommetto un centesimo che il gregge ha già pronto un bel triplo salto carpiato per spiegarci che lei, l’autrice, non parlava di vaccini ma di libertà.
E, come ha detto il nostro beneamato ministro della salute, il siero è libertà!

Meteorite, dove sei???

BrunoWald
Utente CDC
11 Agosto 2021 3:42

Dove sono gli antifascisti?
Dove sono sempre stati, salvo onorevoli eccezioni: sul carro dei vincitori.
Chi sono coloro che ci impongono ora il Green Pass?
La stessa genia di traditori che amministra l’Italia per conto dell’occupante da 76 anni, 3 mesi e 17 giorni.
Cambiano i nomi e le facce, ma il lignaggio è il medesimo fino almeno dal 1942, quando al fronte si combatteva ancora, e i vari Enrico Cuccia e Ugo La Malfa s’incontravano all’estero con gli emissari angloamericani, chiedendo bombardamenti a tappeto sulle città italiane per accelerare la caduta del Fascismo. Da allora fu tutta una discesa, ma prima o poi si tocca il fondo.

piero deola
Utente CDC
11 Agosto 2021 11:36

Mi risulta che dal 12 agosto sia efficace la risoluzione 2361 del Consiglio d’Europa e a fronte del Regolamento n.953/2021-n°36 del Parlamento Europeo che vieta la discriminazione………con il presente documento ai sensi e per gli effetti degli artt.38-46-47-48 del DPR n°445/2000……che non consente l’uso del green pass nei 27 Paesi associati.

Bertozzi
Utente CDC
11 Agosto 2021 22:55

Ottimo.

15
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x