Home / ComeDonChisciotte / IL GENERALE FRANK KITSON: IL PIONIERE DEL FALSO TERRORISMO

IL GENERALE FRANK KITSON: IL PIONIERE DEL FALSO TERRORISMO

DI KURT NIMMO
Another Day In The Empire

Ian Buckley, in un articolo apparso nel sito web Truth Seeker, parla del Generale Frank Kitson, un ufficiale britannico “che per primo ideò il concetto che fu utilizzato più tardi nella formazione di Al Qaeda. Lo chiamò la ‘pseudo gang’—un gruppo sponsorizzato dallo stato utilizzato per portare avanti un’agenda, screditando intanto la vera opposizione. La strategia venne utilizzata sia in Kenia che in Irlanda del Nord. Nel caso dell’Irlanda del Nord, la maggior parte della violenza che è stata attribuita ai ‘lealisti’ in realtà non era opera loro, ma il risultato delle attività delle squadre della morte affiliate allo stato segreto britannico”. In questo blog, un paio di mesi fa, ho esposto dettagliatamente l’uso del concetto della “pseudo gang” in Malesia (contro l’Esercito Antibritannico dei Popoli Malesi guidato dal leader comunista Chin Peng) ed in Kenia (contro i Mau Mau) ed anche dell’uso della guerra psicologica da parte del Generale Edward Geary Lansdale nelle Filippine ed in Vietnam.
Anche i rhodesiani usarono il concetto della “pseudo gang per compiere attentati contro le chiese (ed assassinare missionari) ed incolpare della violenza gli “atei comunisti” o i guerriglieri del Fronte Patriottico in lotta per la determinazione nazionale contro il governo razzista. “I rhodesiani avevano una vasta esperienza nella dottrina della contro-insurrezione, risalente al 1956, quando le forze del Commonwealth britannico in Malesia avevano incluso i Fucilieri Africani Rhodesiani ed anche i rhodesiani avevano modellato le loro ‘pseudo gangs’ lungo le linee della strategia di contro-insurrezione britannica durante la rivolta dei Mau Mau negli anni ’50 in Kenia”, scrive Stan Winer. In aggiunta, il Sud Africa organizzò violenti incidenti “nero-su-nero”, utilizzando “fucili AK-47 e pistole Makarov di fabbricazione sovietica per creare l’impressione che ne fossero responsabili i ‘terroristi’ dell’ANC ed i rapporti della polizia incolpavano sempre l’ANC”. La polizia sudafricana “distolse il denaro dei contribuenti ad una unità di inganno strategico condotta dalla polizia chiamata Stratcom”, spiega Winer. “Il comandante imprigionato delle squadre della morte della polizia segreta Colonnello Eugene de Kock ammise più tardi in tribunale che il suo coinvolgimento nella Stratcom durante gli anni ’80 comprendeva attacchi clandestini sui bianchi che falsamente venivano attribuiti ai neri per provocare un contraccolpo di destra”.

E’ precisamente questo genere di “contraccolpo” che lo sforzo del falso terrorismo anglo-americano si propone di provocare contro musulmani ed arabi, secondo il piano neocon di una Guerra dei Trenta Anni (o più lunga) contro le società islamiche. Si dovrebbe notare che l’originale Guerra dei Trenta Anni(1618-1648) aveva una chiara colorazione religiosa, sebbene il motivo fondamentale fosse interamente politico—l’autoconservazione della dinastia asburgica.

Più o meno nello stesso modo, la squadra dello “scontro di civiltà” (l’attuale clique predominante è nettamente del filone straussian-machiavellico) attualmente in controllo dell’impero globalista anglo-americano desidera preservare ed espandere la sua presa su grande parte del mondo (specialmente il Medio Oriente e l’Asia Centrale ricchi di petrolio e risorse) ed un falso scisma o conflitto tra civiltà occidentale ed orientale si adattano al programma. Il Generale Frank Kitson semplicemente aprì la strada come un innovatore di tecniche per l’attuale serie di trucchi sporchi, sanguinari e clandestini eseguiti da talpe e burattini spacciata per terrorismo islamico. L’Islam è un quasi perfetto nemico fabbricato a causa della persistente eredità xenofoba e culturale delle Crociate e le ampiamente mantenute paura e sfiducia occidentali delle orde “Saracene” che non vogliono niente altro che installare un califfato (capo islamico) mondiale, come ci viene adesso incessantemente raccontato, soprattutto recentemente come conseguenza degli attentati e non attentati di capri espiatori a Londra.

Versione originale

Kurt Nimmo
Fonte: http://kurtnimmo.com/
Link: http://www.prisonplanet.com/articles/august2005/030805faketerrorism.htm
03.08.2005

Versione italiana

Fonte: http://freebooter.da.ru/
Link: http://freebooter.interfree.it/gfk.htm
Ottobre 2006

Pubblicato da Davide