Home / ComeDonChisciotte / IL FALSO PROBLEMA DEL LODO ALFANO

IL FALSO PROBLEMA DEL LODO ALFANO


DI PAOLO FRANCESCHETTI
paolofranceschetti.blogspot.com

In questi giorni i giornali sono stati presi dalla polemica sul Lodo Alfano e sullo scudo fiscale.
Voglio spiegare in queste righe perché questi sono falsi problemi, che servono, tanto per cambiare, per sviare la cittadinanza dai veri problemi e prendere in giro tutti, mirando a ben altro.

Lodo alfano. Non c’è dubbio che la legge sia incostituzionale. Ma il vero scopo della legge NON è salvare il premier dai processi, e rendere intoccabili i potenti di turno.

Proviamo a ragionare e a fare queste riflessioni.

Prima domanda. Pensiamo veramente che Berlusconi possa essere o non essere processato solo perché esiste il Lodo Alfano? In altre parole: per processare Berlusconi è necessaria una legge così?
Risposta: No. Questa legge è del tutto inutile. Berlusconi ha subito una marea di processi, alcuni si sono risolti con la prescrizione, altri sono stati insabbiati e mai cominciati… inoltre la maggior parte dei reati commessi da Berlusconi non ha bisogno di una legge ad hoc perché vadano impuniti, perché c’è il nostro assurdo (e incostituzionale) regime della prescrizione che provvederebbe a fare il suo lavoro, facendo finire tutto a tarallucci e vino.
Un’altra caratteristica del nostro assurdo sistema giuridico e politico, poi, è quello di non reagire minimamente a fatti gravissimi; ad esempio nonostante dell’Utri sia stato condannato ad otto anni per associazione mafiosa, fatto eccezionale in Italia, nulla è cambiato nella considerazione che il senatore ha agli occhi degli Italiani, e nel 2008 è stato addirittura rieletto; siede quindi in parlamento e legifera, magari, anche in tema di mafia o di poteri della magistratura.
Ora, pensare che Berlusconi si senta più protetto solo perchè esiste una legge che dice che non può essere processato, è una cosa completamente fuori dalla realtà.

Seconda domanda. Ammesso e non concesso che esista da qualche parte qualche giudice serio che voglia processare Berlusconi, pensiamo davvero che il modo corretto di fermarlo sia per mezzo di una legge come il Lodo Alfano?
Risposta. No. Cerchiamo di essere realisti. Oggi i magistrati che vogliono indagare muoiono per infarto, per incidente, oppure vengono trasferiti. Basta vedere quello che è successo a De Magistris e alla Forleo.
Per fermare un magistrato è sufficiente che questo subisca minacce e intimidazioni; ad esempio gli si fa morire i genitori in un incidente stradale come è capitato alla Forleo; dopodiché il malcapitato verrà chiamato da Santoro e Travaglio in trasmissione a dire che i poteri occulti ce l’hanno con lui e voilà… un bel trasferimento da parte del CSM non glielo toglierà nessuno, perché si sa, i bravi magistrati devono lavorare in silenzio e quelli sono cattivi magistrati.

Terza domanda. Berlusconi è una persona intelligente. Tante cose gli mancano per essere un buon politico, ma certo non la caratteristica di non sapere come blandire le masse. Pensiamo forse che non sappia che la polemica sul Lodo Alfano serve a far calare ancora la sua popolarità? Per diventare ancora più popolare basterebbe che dica “non ho paura di essere processato, non ho nulla da nascondere”.
Berlusconi sa, molto probabilmente, che una dichiarazione di questo tipo farebbe salire la stima che gli italiani hanno di lui senza correre alcun rischio reale di subire processi.
Eventualmente, se poi qualcuno si decidesse a processarlo, si potrebbe sempre fare un ritocchino alla legge; è successo molte volte, ad esempio con il reato di attentato agli organi costituzionali (approvato in fretta e furia insieme ad altre norme, nelle more del processo ad alcuni alti gradi dell’esercito coinvolti nella vicenda Ustica), oppure con la cosiddetta “salva-Previti”, ecc…

Quarta domanda. Giuristi e giornalisti spesso conoscono la legge. Sanno che ci sono molte leggi, molto più gravi, che nuocciono alla nostra democrazia. La norma in materia di prescrizione, quella in materia di falso in bilancio, quella che ha di fatto depenalizzato il reato di attentato alla Costituzione, la legge sulle intercettazioni, per non parlare dell’indegna legge elettorale, quella che non consente agli elettori di scegliere i suoi rappresentanti. E allora la domanda è: come mai tutti li, a parlare del Lodo Alfano, ben sapendo che in una vera democrazia una legge come quella sul Lodo Alfano non conta nulla, rispetto allo scempio che hanno fatto della Costituzione in questi anni destra e sinistra?
Il Lodo Alfano è un moscerino, rispetto alla balena rappresentata dal Trattato di Lisbona e all’elefante rappresentato dalla legge elettorale, dalla legge sulla prescrizione ecc…
Allora forse la polemica sul Lodo Alfano nasconde altro. Vediamo cosa.

La polemica sul Lodo Alfano nasconde in realtà un dialogo tra quella parte della massoneria che vuole affossare Berlusconi, e che da tempo gli ha mandato diversi segnali negativi, anche a mezzo della moglie. In pratica si tratta di un segnale dei poteri forti su una prossima caduta di Berlusconi.
E il premier, e coloro che lo difendono, quando dichiarano le loro posizioni, stanno solo dialogando con la controparte.

La leggi, spesso, non sono fatte per una reale volontà di cambiare la legge, né sono fatte per dare all’Italia un diritto più equo. Le leggi nascondono in realtà dei segnali alla controparte, dei veri e propri messaggi in codice.
La modifica del reato di attentato agli organi costituzionali, di cui abbiamo parlato in questo blog, ad esempio, non serviva certamente per evitare che un magistrato potesse indagare su eventuali complotti ai danni dello Stato; i complotti ci sono stati per decenni, in barba alla legge che prevedeva l’ergastolo, e tutti coloro che sono arrivati alla verità sono saltati in aria, Falcone e Borsellino, Occorsio, Alessandrini…
Non occorreva una legge per difendere coloro che in segreto tramano per destabilizzare il paese.

La polemica sul lodo Alfano, quindi, serve da una parte a far credere ai più ingenui che ci sia ancora un residuo di democrazia in Italia.
Ma in realtà è un messaggio forte e chiaro a Berlusconi e significa: il tuo tempo sta per finire, e cadrai per uno scandalo giudiziario.

Ai politici e ai giuristi, del Lodo Alfano, non interessa nulla. Loro sanno benissimo in che stato è la nostra democrazia.

Paolo Francescetti
Fonte: http://paolofranceschetti.blogspot.com
Link: http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/10/il-falso-problema-del-lodo-alfano.html
9.10.2009

Pubblicato da Davide

  • metallaroforever

    si vede che sta messo male ….non riesce nemmeno a mentire a se stesso in questi giorni… http://www.youtube.com/watch?v=ptQ5uE0T5nc

  • dana74

    alcuni processi Berluska li ha vinti, poi c’è stato l’indulto….

    Il lodo Alfano cmq era una sospensione non un’immunità permanente come previsto nella costituzione fino al 93.

    Oltre al gravissimo problema del Trattato di Lisbona, chissà se Santoro , Ballarò o la Gabanelli ci farà mai uno speciale..mi preoccupa moltissimo la legge
    che DEPENALIZZA IL COLPO DI STATO di cui parla Solange Manfredi.
    Di Pietro non si scandalizzò per quella legge. Mah.

  • federasta

    Paolo, mi dispiace dirtelo, ma hai pienamente ragione! E come al solito il problema siamo noi italiani che non vediamo (o non vogliamo vedere?) oltre le facciate che ci vengono proposte…
    cresceremo mai? personalmente sono sempre più sfiducioso

  • Galileo

    Ah. Signor Franceschetti stavo giusto pensando a Lei. Oggi apro il giornale “La Vanguardia” (spagnolo) e mi trovo una foto di Obama piú o meno 20 cm x 20 cm (peccato che sulla LA Vanguardia on line non ci sia la stessa foto se no le mettevo il link) insomma una foto di Obama con una meravigliosa Rosa Rossa in primo piano (ce ne sono altre due in basso a destra ma non così protagoniste come la prima)…gliela scanneo e gliela mando.

  • lino-rossi

    la parte che schiaccerà il nano sarà peggiore di lui.

  • vic

    Qui giace Silvio Viv,

    che rappresento’
    il popolo italiano
    e da questo
    venne amato
    lodato
    e imbrodato.

    Ebbe il merito
    di togliere il settimo velo
    alle veline.
    Se ne ando’
    punto nell’orgoglio
    da un’entita’
    subdola:
    l’anagrafe.

    Riposa in pece.

  • Galileo

    Però come puoi Vic? Sei unico nel tuo genere
    (…riposa in pEce era voluto o un errore??!!)

  • myone

    eheh, la parte che schiaccera’ il nano, se lo schiaccera’, e’ gia’ il peggio che si possa avere. Se ci sara’, significa che siamo all’ osso.P
    ENSO CHE SIA IL MOMENTO DI PRENDERE IL LARGO PER ALTRI PAESI. QUI A DIRE IL VERO, NON E’ RIMASTO NULLA.
    UN POPOLO AMERICANIZZATO, STANDARIZZATO, E NEMMENO TANTO PREPARATO AD AFFRONTARE SITUAZIONI SI INGERENZA TOTALE. GLI “stranieri”VI ROMPERA
    NNO LE OSSA ASSIEME AI 4 VENDUTI DI TURNO DI ITALIOTI CHE ANCORA VOTERETE, SE….. E SE NON BASTA, CI PENSERA’ LISBOA A LEGALIZZARE IL TUTTO. Sogno una spiaggia o una montagna o una pianura, con un po di puzza di animali, con gente che lavora per la vita e una comunita’ di deportati aotusponsorizzati, in cui passare questi ultimi anni, assaporando un senso di liberta’ da tutto, da pensieri, discorsi, stranieri e stranieri patrioti-italioti
    , senza tv, senza bus, auto, strade, semafori, scuole, bollette, ma con tutto questo ancora, ma messo nella sua giusta dimensione, quella per terra, dove gli uomini ci pestano sopra, e non ci devono soffocare con la feccia al collo.

  • myone

    lO RIPETO, BERLUSCA HA OTTENUTO UN BONUS, PER MILIAIA DI INTERROGATORI E PROCESSI AVUTI
    SENZA POTERLO CONDANNARE, E SE LO POTEVANO UNA SOLA VOLTA E NON E’ SUCCESSO
    PER DECORRENZA DEI TERMINI, E’ COSA POCA, A CONFRONTO DI GALERE E ERGASTOLI CHE SI MERITEREBBERO
    GOVERNANTI E GOVERNI CHE SONO STATI, ANCHE SE APPARENTEMENTE PULITI.
    BONUS DA FARSI GIUSTIZIA DA SOLO, CON IMMUNUTA’ UNIVERSALE, E DIRITTO DI SENTENZE ED ESECUZIONI.

    ED E’ BEN CHIARO, CHE SEBBENE POTESSE RIFARE LA LEGGE E FARLA APPROVARE, PERCHE’ NE HA I NUMERI, NON LO FARA0, E SI METTE COSI A DISPOSIZIONE DELL’ INCHIESTA, E NE USCIRA’ A TESTA ALTA, METTENDO IN RIDICOLO CHI LO ACCUSA. E FA BENE SE COSI E’.

    TUTTO QUESTO CASINO E’ CHIARO CHE LO HANNO FATTO PER FARLO ANDARE A CASA E TORNARE A GOVERNARE LORO. LA LEGGE E’ STATA PROPOSTA CONSULTANDO LA CORTE COSTITUZIONALE E IL CAPO DELLO STATO, CHE IL VERO COLPO DI MANO, L’ HANNO FATTO LORO, E NON LO VOGLIONO AMMETTE, ALTROCHE’ BELLI O INTELLIGENTRI, BIFIDI E BASTA.

    ANCHE FOSSE, CHE BERLUSCA SIA COSI, NON E’ AFFR VOSTR, PERCHE’ QUANTIFICATE IN EURO E DEPOSIZIONI POLITICHE, MA UNO COME BERLUSCA, VE LO SOGNATE CI POSSA ESSERE ANCORA E CHE SIA MAI STATO, PERCHE’ QUELLO CHE HA FATTO E CHE FARA’, NON LO HANNO MAI FATTO IN 40 ANNI DI GOVERNI.

    E QUELLO CHE VOLEVA DIRE BERLUSCONI, CON QUESTA LEGGE, NON E’ DI PARARSI IL CULO, MA DI DIRE: SE UNO CHE E’ AL POTERE, FA’, E FA BENE E PIU’ DI QUANTO NON SI SIA FATTO, VALE LO SCONTO DEL PROPIO, PERCHE’ NEL PUBBLICO, RENDE E RENDE POSITIVAMENTE.STOP.

    POI, SE MI DITE, CHE SOTTO UN CERTO PUNTO DI VISTA, SONO TUTTI UGUALI, CHE IL METRO E’ IL FISCO E LE LEGGI E IL SISTEMA, E CHE TANTI SOLDI SAREBBERO POTURI ESSERE IMPEGNATI DIVERSAMENTE, ALLORA SONO DACCORDO CON VOI, MA ANCORA VI SFIDO, AD ANDARCI VOI, E VEDERE SE TENENTE BANCO A SISTEMA, POLITICA, E MANTENETE LA VOSTRA VERGINITA’ INTELLETTUALE E VOLONTA’ POLITICA.

    La polemica sul Lodo Alfano nasconde in realtà un dialogo tra quella parte della massoneria che vuole affossare Berlusconi, e che da tempo gli ha mandato diversi segnali negativi, anche a mezzo della moglie. In pratica si tratta di un segnale dei poteri forti su una prossima caduta di Berlusconi.
    E QUESTI, SONO SENZ’ ALTRO PIU’ BELLI CHE INTELLIGENTI. SONO SARCOFAGI PUTRIDI.
    La vera rovina della politica e del governare, del clientelismo e della vera mafia, quella con la cravatta, quella dell’ ipocrisia, dei malati di mente, dei depravati, quelli dove esistono solo i loro fantasmi e le loro paure, ed e’ per questo, che sono occulti.

  • myone

    vic, non hai mai fatto ridere, anche te stai rompendo i maroni. con simpatia.

  • Galileo

    Sei uno stupido myone, permettimi di dirtelo, nada de personal. Con simpatia.

  • myone

    vedi, gli itlaiani, capiscono, vorrebbero il meglio, sarebbero pure predisposti a tutti, ma hanno da lavorare, vivere, e cosi cercano nel mazzo, di sopravvivere e di sopraffare legalmente, o di starsene fuori. si vero, purtroppo, vanno a votare come votassero un reclame o uno spoot. la cosa che fa schifo, e’ che rapprenenta la qulita’ del popolo italiano in merito, nell’ insieme, e’ che non e’ nato nessuno dall’ etere universale del tutto, che si proponga a soluzioni e a giustizia, e che dica: eccomi, eccoci, votateci che risolveremo il male. giustizia, significa non usare lo stesso cucchiaio in 100 per lo stesso cibo. no nso se mi sono fatto capire. giustizia significa, cambiare radicalmente modo e etere cognitivo. non significa andare nella miseria. significa rendere le cose che abbiamo, pulite, organizzate, moderate, ridistribuite, parsimoniose, non distruttive, vivibili, paritarie, per un’ ottimizzazione di una vita che dovrebbe essere un diritto di tutti. stare in e con questo puttanaio, non risolvi nulla. meno ancora, se ti affigli al puttanaio europeo, mondiale, ecc ecc. la casa e’ aperta, e i topi ballano. siamo schiavi di noi stessi. la codardia, fa prezzi inverosimili, ma ancora abbiamo da pagare. un colpo alla volta e sempre di piu’, cosi ci si adattera’, e non fara’ male, il copo risolutivo, ci svegliera’ come un flesc, e cosi ci renderemo conto dove saremo andati a parare.

  • myone

    non te lo permetto, ma visto che lo hai detto uguale, consolati va’, cosi dimostri di non essere stupido, come tanti altri.

  • Galileo

    Stupido due volte…ahahahahah

  • francesco67

    scansire… si dice gliela scansisco. Scanneo immagino viene da escanear (vedo che l’influenza spagnola non sta solo nei giornali ma anche ma anche ne tuo modo si esprimerti).
    …:))

  • vic

    Qui giace Silvio Viv,

    che rappresento’
    il popolo italiano
    e da questo
    non venne ne’ amato
    ne’ odato
    ne’ imbrodato.

    Ebbe il merito
    di mettere il settimo velo
    alle veline.
    Ritorno’
    punto nell’orgoglio
    da un’entita’
    subdola:
    l’anagrafe.

    Riposa in pece.

  • vic

    Qui giace Silvio Viv,

    che rappresento’
    il popolo italiano
    e da questo
    non venne ne’ amato
    ne’ lodato
    ne’ imbrodato.

    Ebbe il merito
    di mettere il settimo velo
    alle veline.
    Ritorno’
    punto nell’orgoglio
    da un’entita’
    subdola:
    l’anagrafe.

    Riposa in pece.

  • adriano_53

    sarà pure così: ma in questo caso sto con i massoni che vogliono cacciare berlusconi, piuttosto che con i suoi simpatizzanti palesi od occulti.

  • Galileo

    Gracias. (capi mi influenza spagnola.)

  • Galileo

    io ci penserei un poco prima di dirlo.

  • myone

    da qui si vede, quanto sei infantile.

  • lino-rossi

    sui gusti non si discute.

    ma … complimenti per il Suo fegato.

  • Galileo

    Giá. 🙂

  • sentinella

    Un giorno si potrà forse dire che l’Italia è stata salvata da un verdetto della Corte Costituzionale. Siamo finiti così in basso in Italia, dal Presidente della Repubblica all’elettore popul-fascista che stavamo per consegnare la nostra nazione ad un destino di ridicola repubblica delle banane dove al posto degli interessi delle multinazionali della frutta si fanno gli interessi dei mafiosi e dei palazzinari. Non è detto che la scamperemo, come giustamente scrive Franceschetti se ho ben capito c’è ancora una caterva di leggi pro-mafia approvate indistintamente da destra e da sinistra che comunque non renderanno facile il lavoro ai magistrati onesti. Io credo che degli onesti e dei buoni cittadini ci siano in Italia. Lo voglio credere per avere una speranza per il futuro. Lo voglio credere perchè sono un utopista, o forse perchè sono un ingenua.
    DI CERTO E’ SICURO AVREMO BISOGNO DI ALTRI EROI PER USCIRE DA QUESTA MERDA.

    BEATO IL PAESE CHE NON HA BISOGNO DI EROI.

  • amelet

    Caro paolo, al mondo ci sono due mestieri facili: il primo è il metereologo in egitto, come sanno tutti quelli che sono stati in egitto là è difficile non azzeccare le previsioni del tempo: sole, sole, sole, tutto l’anno, ovunque.
    Il secondo mestiere più facile al mondo è il profeta di sventura in Italia: merda, merda, merda, tutto l’anno, l’anno prossimo peggio, quello dopo ancora peggio, ovunque. I Baci Perugina avevano ragione, ce lo avevano predetto: oggi più di ieri e meno di domani.
    Chi verrà dopo il nano malefico sarà peggio di lui (facile previsione), quello che verrà dopo sarà ancora peggio (facilissimo da indovinare), quello ancora dopo peggio del peggio (sembra già di vederlo)…

  • Truman

    Mi sembrano errate tutte e quattro le domande con le relative risposte. C’è dietro un notevole manicheismo per cui tutto ciò che non è un complotto massonico non conta niente.

    Senza voler levare niente alle varie loggie massoniche io penso che il mondo sia abbastanza più complesso e che ad esempio, il nostro amato premier non avrebbe perso tanto tempo e denaro per fare una legge e difenderla poi davanti alla Corte costituzionale se non ne avesse avuto vantaggio.

    Ci sarebbe molto da discutere, ma l’articolo, che porterebbe anche elementi interessanti, è tutto impostato su una logica bianco/nero che porta totalmente fuori strada.

    Basta guardare la faccia di Berlusconi come appariva subito dopo la sentenza della Corte costituzionale per capire che la sentenza per lui era importante.

    E poi a quelli che parlano di un complotto contro il premier manca un pezzo fondamentale: il suo sostituto. Se non si dimostra che c’è qualcuno destinato a sostituirlo e tale persona è amica delle logge massoniche (nel discorso di Franceschetti) o delle lobby USA (in altri discorsi) tutta la costruzione di un complotto anti-Berlusconi non sta in piedi.

  • Galileo

    Grazie, ci vuole un po di “infantilismo” per ridere di tanto in tanto. Senpre con simpatia.

  • Galileo

    Chissà perchè ho tanto la sensazione che il tuo intervento voglia quasi “screditare” Franceschetti…e di articoli suoi ne avete messi a valanghe a suo tempo. Bah!

    Sappiamo dove tira Franceschetti. Franceschetti vede SOLO complotti massonici. Vive di quello.

  • maristaurru

    le lotte interne alla massoneria sono importantissime per la storia di questo e di altri paesi, peccato che si continua a voler piegare la storia e quel poco che si sa della massoneria , alle proprie convinzioni tifoso-politiche.

  • AnviL

    valle a scrivere altrove ste minchiate!

  • hansolo

    Secondo l’Accademia della Crusca “scansire” non esiste, più corretto “scannerizzare”. Poiché però il verbo inglese “to scan” deriva dal latino “scandere” ed ha lo stesso significato, il verbo corretto da usare sarebbe “scandire”.

  • edo

    Ho notato la stessa foto in altri giornali e ho pensato: se Franceschetti ha ragione significa che Obama è già morto, ma ancora non lo sa… stiamo a vedere che succede!

  • Truman

    @Galileo: non fa parte della logica editoriale l’idea di screditare persone. Si preferisce dibattere di argomenti e valutazioni di merito. Nel caso in questione, mi appare che l’approccio alla bocciatura del cosiddetto “Lodo Alfano” (io l’avrei chiamato “emendamento Alfano” o “legge Alfano”) come un complotto massonico non sia il più adeguato. Restano degli elementi validi (pure io ho la sensazione che il premier sia in questo momento indebolito e più persone/entità ne stiano approfittando per colpirlo), ma l’approccio manicheo e massonico per me spiega poco.

  • Galileo

    Grazie Truman, questo mi fa piacere, che non sia logica editoriale.

    Penso la dovremmo chiaramarla “legge” Alfano.

    Io penso che la debilità di cui parli, sia provocata, e più persone ne stiano aprofittando (come dici tu).

    D’accordo con te con no si può spiegare tutto con la massoneria…a parte che io personalmente non so fin dove può arrivare, però poi quando guardo la foto di Obama con la rosa (come se una mano fuori scena la tenesse ben ferma proprio per la foto)…mi viene da pensare.
    Grazie per il lavoro che stare facendo voi di ComeDonChisciotte.

  • Cagliostr0

    non sei l’unico myone ad avere questo desiderio…non passa giorno senza che ci io ci pensi..e sono sempre piu convinto che piu che la voglia di cambiare e di “farsi il culo” per costruire una comunità del genere, serva quello che alla maggior parte degli italiani manca: il coraggio di dire basta e di cambiare..se un giorno questa “utopia” verrà realizzata, sarò tra i primi a partecipare ma fino ad allora c’è solo molta solitudine e indifferenza intorno a me..