Home / ComeDonChisciotte / IL DEFUNTO OSAMA BIN LADEN, GUERRIERO DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO

IL DEFUNTO OSAMA BIN LADEN, GUERRIERO DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO

DI KURT NIMMO
infowars.com

Non solo Osama, morto e sepolto, ci odia per le nostre libertà, ma ci odia anche perché non abbiamo impedito il cambiamento climatico. “Osama bin Laden, il leader di Al-Qaeda, ha accusato gli Stati uniti e i paesi sviluppati per non aver arrestato il cambiamento climatico e ha affermato che l’economia globale dovrebbe abbandonare immediatamente la sua fiducia nei confronti del dollaro americano, stando ad una cassetta diffusa venerdì scorso dal network Al Jazeera”, dichiara il New York Times.

Osama ricorda molto Al Gore. “Parlare di cambiamento climatico non è un lusso ideologico, ma una realtà. Tutti i paesi industrializzati, specialmente i più importanti, hanno la responsabilità della crisi legata al riscaldamento globale”.

Come al solito, l’autenticità della cassetta non può essere imediatamente confermata, e ad Al Jazeera non hanno parlato di come siano venuti in possesso del messaggio.

L’audio è soprattutto la prova del fatto che la CIA e il Pentagono, con l’aiuto dei grandi media, stanno cercando di riesumare Osama e il mito di Al-Qaeda, mentre il governo intensifica la propria presenza in Afghanistan, moltiplica gli attacchi in Pakistan e lancia nuovi fronti nella falsa guerra al terrorismo in Yemen.

Il messaggio ambientalista di Osama è il secondo che viene rilasciato dal leader terrorista morto e risorsa della CIA. Domenica, il defunto Osama ha rivendicato la responsabilità per il grottesco attentato della biancheria non esplosiva dello scorso Natale, che era chiaramente una “black op” [da “black operation”, un’operazione pianificata ed eseguita per occultare l’identità del suo esecutore, ndt]. “Il sig. bin Laden, che si pensa sia nascosto in Pakistan, vicino al confine con l’Afghanistan e che ha diffuso molte altre cassette contenenti invettive anti-occidentali, non ne ha realizzata una in quattro mesi, prima di quella sull’attentato a Detroit”, ha denunciato il New York Times.

Osama somiglia sempre di più ad un’istituzione progressista. Negli ultimi video elogia Noam Chomsky, si lamenta per la mancata firma degli Stati Uniti al Protocollo di Kyoto, si lamenta della globalizzazione e delle politiche monetarie, e fa un appello a boicottare in tutto il mondo i prodotti americani e il dollaro.

“Noam Chomsky aveva ragione quando paragonava le politiche statunitensi a quelle della Mafia”, dice Al Jazeera citando il terrorista deceduto. “Loro sono i veri terroristi, e quindi dovremmo astenerci dal fare affari con i dollari statunitensi e dovremmo provare a sbarazzarci di questa moneta il prima possibile”.

Adesso gli editori e i blogger dell’establishment hanno un’arma molto utile per le loro invettive contro “i terroristi del complotto” che criticano la Federal Reserve, il sistema monetario e i banchieri. Il confronto tra Osama e Ron Paul è senza dubbio imminente.

Kurt Nimmo
Fonte: www.infowars.com
Link: http://www.infowars.com/dead-osama-bin-laden-climate-change-warrior/
29.01.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ELISA NICHELLI

Pubblicato da elisa

  • nettuno

    Mio caro KURT NIMMO, hai messo troppa carne al fuoco e per la gente normale che legge Comedonchisciotte non fai capire un bel niente.
    Prendi per favore un argomento alla volta.

    E vivo Bin Laden? per certo che NO – lo ha detto pure la Butto prima che venisse assassinata.

    Il riscaldamento globale propagandato da Al Gore era una menzogna ? Si era una menzogna.

    L’ 11/ 9 si è trattato di un auto attenatto ? Si è stato un attentato per andare in Guerra,

    Chi fa parlare il fotomontaggio di Bin Laden ? La CIA . perchè ? per continuare a prendere per il culo un mondo di idioti

    ( credo di aver sintetizzato le cose fondamentali )

    E ora si va tutti a cagare

  • Rossa_primavera

    Certo che questo Osama e proprioun gran furbone,bastava usare il vecchio metodo dei sequestratori sardi e delle brigate rosse,mostrando in primo piano un giornale con evidenziata la data,per evitare tutte queste discussioni sul fatto se sia vivo o morto.Questo astutissimo leader della presunta organizzazione terroristica piu pericolosa del mondo,il cui nome calzerebbe a pennello ad un lenone texano,capace di organizzare attentati arditissimi ed ingegnosissimi,cade poi su una buccia di banana come la credibilita.Il fatto e che Osama,chiunque sia e chiunque lo abbia messo li,non e credibile come personaggio,risulta ridicolo,grottesco,ai limiti della farsa,con una barba che nemmeno il generale Lee avrebbe osato sfoggiare,dei lineamenti da persona meno che normodotata cerebralmente,un naso che sembra fatto di cartone,degli abiti assolutamente improbabili ed impossibili.Insomma sembra una figura fatta apposta per ridicolizzare i musulmani,anche per questo si capisce che e finto,certo che la cia poteva sforzarsi un po di piu.Tanto ci pensa il presidente iraniano,che e autentico,a gettare discredito sul mondo musulmano in genere e sciita in particolare.

  • snakolas

    ennesima resurrezione dell’uomo piu ricercato della galassia,ennesima presa per il culo in una maniera ancora + umiliante per la popolazione mondiale.il pluri-risorto osama bin laden dopo averci regalato diverse apparizioni video dopo il 911,le quali ognuna differente dall’altra fisicamente parlando ,è venuto a mancare dalla scena televisiva decidendo di bannare il suo volto e comunicare al mondo esclusivamente tramite squallidi messaggi audio a lui attribuitegli grazie all’ausilio di chissa quali strumenti tencologici.forse qualcuno in regia si è finalmente reso conto delle sconcertanti differenze tra i diversi bin laden sfornati in tv in questi anni,ed è stato costretto ad agire nella maniera più drastica quanto patetica : eliminare le immagini video del fantomatico bin laden,lasciando esclusivamente una messaggio audio,registrato chissa da chi.Lo stesso bin laden(supponendo che esista) dovrebbe essere a conoscenza del fatto che inviando un messaggio audio senza video,questo perderebbe credibilità. in pratica osama una volta registrato il messaggio deve incrociare le dita e sperare che il messaggio giunga tra le mani dei media,e che quest’ultimi confermino l’autenticità del suo messaggio, altrimenti tutto il piano va a puttane.Adesso è diventato ancora più facile beffare i telecaproni mondiali,dandogli in pasto questi messaggi privi di alcun significato per leggettimare la continuazione della fantomatica guerra al terrorismo…..
    Con questa resurrezione fanno 24…24 resurrezioni in 9 anni…roba da fare invidia al nostro caro Gesù..
    saluti snakolas

  • Nellibus1985

    Messe in scena talmente ridicole da sfiorare il comico. La superficialità degli americani è ogni giorno più stucchevole.

  • BlackWarrior

    “Il confronto tra Osama e Ron Paul è senza dubbio imminente.”

    E il confrontro tra i critici della truffa del global warming e i fascisti al governo altrettanto imminente – col medesimo scopo. Meditate fino in fondo sull’astuzia di certe mosse.

    E sulle intenzioni di chi le pubblicizza come questi siti.

  • Altrove

    Ci mancava solo che si mettesse ad elogiare noam chomsky. Magari si farà il suo blog, pubblicherà articoli e magari qualche giornale italiano lo prende come freelance. Comunque se tuto fosse vero l’america ci sta facendo un grossa figura di merda: beffati da un barbaro nascosto nelle montagne che coordina un esercito di gente che a furia di farsi saltare in aria saranno rimasti in venti. Complimenti america, sei proprio brava a scovare e ad annientare i pericoli…

  • ADANOS

    Essendo ancora presto per terrorizzare gli stolti con la minaccia di una invasione aliena, è giusto che continiuno ad usare il barbuto immortale che sembra funzioni ancora alla grande.

    Io personalmente ,la notte, dormo con un occhio aperto per paura che una cellula di al qaeda (o al kaeda o al qaida) mi entri in camera da letto per farsi esplodere al grido di “Allah è grande!”
    dannazione queste cellule, sono ovunque!!!!!!

  • Zret

    Mr Bin colpisce ancora, ma non fa molto ridere.