Il circo woke colpisce ancora: “Essere offensivi e` un reato” ma la polizia smentisce

neovitruvian.com

Costretta a chiarire che “essere offensivi non è di per sé un reato”.

La polizia del Merseyside è stata costretta a rispondere dopo che gli agenti hanno preso parte a una campagna pubblicitaria elettronica fuori da un supermercato che sosteneva che “essere offensivi è un reato”, con le autorità che in seguito hanno chiarito che in realtà non è un reato.

Durante il fine settimana, il cartellone elettronico mobile è stato parcheggiato davanti a un supermercato Asda per una campagna di pubbliche relazioni.

“Essere offensivi è un reato” recita l’annuncio, presentando un distintivo della polizia sovrapposto a una bandiera arcobaleno LGBT.

“La polizia del Merseyside sta con e sostiene la comunità LGBTQI +, non tollereremo i crimini d’odio a nessun livello. Vieni a parlare con #TeamBeb “, afferma il testo dell’annuncio.

Il cartellone ha ricevuto enormi critiche, con molte persone che hanno sottolineato che in realtà non è un reato penale essere offensivi.

La polizia del Merseyside è stata costretta a chiarire in seguito in una dichiarazione che “essere offensivi non è di per sé un reato”.

Forse avrebbero dovuto capirlo prima di metterlo a grandi lettere sul lato di un furgone.

La polizia ha affermato che l’annuncio aveva lo scopo di “incoraggiare le persone a denunciare crimini ispirati dall’odio” e “sebbene vi fossere buone intenzioni ci scusiamo per l’eventuale confusione che ciò potrebbe aver causato”.

Sebbene essere “offensivi” non sia illegale nel Regno Unito, esiste il reato di essere “gravemente offensivi”, ma risulta molto difficile da dimostrare e raramente si arriva in tribunale.

A causa della scarsità di fondi, le forze di polizia nel Regno Unito stanno lottando per tenere il passo con l’aumento dei tassi di criminalità. Nel 2015, il capo del Consiglio dei capi della polizia nazionale ha affermato che gli agenti non sarebbero stati in grado di perseguire alcuni furti.

Ciò ha portato a critiche diffuse sul fatto che le autorità siano troppo fissate sul controllo dei crimini mentali mentre i crimini reali vengono ignorati.

“Allora non ci sono problemi con armi da fuoco o coltelli nel Merseyside?” ha chiesto Nigel Farage.

Fonte: https://neovitruvian.com/2021/02/22/il-circo-woke-colpisce-ancora-polizia-inglese-costretta-a-rispondere-dopo-aver-esposto-un-cartellone-con-scritto-essere-offensivi-e-un-reato/

Fonte originale: https://summit.news/2021/02/22/uk-force-police-forced-to-respond-after-ad-claimed-being-offensive-is-an-offence/

Pubblicato il 22.02.2021

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Lupis Tana
Lupis Tana
23 Febbraio 2021 11:25

ma gli americani sono al mondo solo per far danni? vergognatevi.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Lupis Tana
23 Febbraio 2021 12:38

Ripubblico il link al video di un discorso tenuto nel 2012 dall’attore Rowan Atkinson in difesa della libertà di espressione in Gran Bretagna:

https://www.davvero.tv/videos/il-discorso-di-rowan-atkinson-sulla-liberta-di-espressione

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  Holodoc
23 Febbraio 2021 13:29

Ottimo, grazie, pregevole…

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  CptHook
24 Febbraio 2021 0:30

Sì.

Eccellente la risposta nei confronti di chi ritiene sia giusto essere intollerante con gli intolleranti. Che è esattamente il punto di vista immaturo di chi sostiene che bisogna usare la pena di morte nei confronti degli assassini!

Quasar
Quasar
23 Febbraio 2021 14:06

invece di dare la caccia ai criminali

Haytham
Haytham
23 Febbraio 2021 23:34

Alfine si è capito (neanche tanto) che questi ridicoli movimenti sono stati creati ed usati come grimaldello per sopprimere le libertà di pensiero, nonché concetti (teoricamente) basilari come la razza, il sesso e la famiglia. Avanti popolo!