Il CDC non riconosce più il test PCR come metodo valido per individuare i “casi confermati di Covid-19”

Nel corso dei prossimi dieci giorni negli Stati Uniti il test PCR sarà dichiarato non valido

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Prof. Michel Chossudovsky
globalresearch.ca

Il PCR è un processo. Non ti dice che sei malato.” Dr. Kary Mullis, premio Nobel e inventore della RT-PCR, scomparso nell’agosto 2019.

Questo uso improprio della tecnica RT-PCR è applicato come strategia implacabile e intenzionale da alcuni governi per giustificare misure eccessive, come la violazione di un gran numero di diritti costituzionali … con il pretesto di una pandemia basata su un numero di test RT-PCR positivi e non su un numero reale di pazienti.” Dr. Pascal Sacré, medico belga specializzato in cure critiche e rinomato analista di salute pubblica.

Nel corso dei prossimi dieci giorni il test RT-PCR sarà dichiarato non valido negli Stati Uniti?

Con una decisione bomba, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) invalideranno il test PCR come metodo per rilevare e identificare il SARS-CoV-2.

Dopo il 31 dicembre 2021, il CDC ritirerà la richiesta alla U.S. Food and Drug Administration (FDA) per l’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) del pannello diagnostico CDC 2019-Novel Coronavirus (2019-nCoV) Real-Time RT-PCR, il test introdotto per la prima volta nel febbraio 2020 per il rilevamento del solo SARS-CoV-2.”

In preparazione a questo cambiamento, il CDC raccomanda ai laboratori clinici e ai siti di test che hanno utilizzato il test CDC 2019-nCoV RT-PCR di selezionare ed iniziare la transizione verso un altro test COVID-19 autorizzato dalla FDA.

Il CDC incoraggia i laboratori a prendere in considerazione l’adozione di un metodo multiplex che possa facilitare il rilevamento e la differenziazione del SARS-CoV-2 e dei virus influenzali. Tali esami possono facilitare test continuativi sia per l’influenza che per il SARS-CoV-2 e possono far risparmiare tempo e risorse nella stagione influenzale. I laboratori e i siti di test dovrebbero convalidare e verificare il test selezionato all’interno della loro struttura prima di iniziare i test clinici. (Grassetto aggiunto)

Ci sono voluti quasi due anni per riconoscere che il test PCR è difettoso e non valido.

Leggete attentamente, questa direttiva del CDC ammette che il test PCR non può differenziare tra “il SARS-CoV-2 e i virus dell’influenza.” Lo abbiamo saputo fin dall’inizio.

Questo avviso del CDC era stato emanato nel luglio 2021 e deve essere applicato nel corso delle prossime due settimane, fino alla scadenza del 1° gennaio 2022.

Sarà attuato? Attualmente non c’è nessuna transizione visibile verso “un altro test Covid-19 autorizzato.”

Il lockdown natalizio per la variante Covid-19 Omicron

PERCHE’ il CDC sta aspettando fino al 31 dicembre 2021 per applicare la sospensione di un test PCR non valido e difettoso? L’influenza stagionale, che di solito inizia in ottobre, ha contribuito a far salire il numero dei cosiddetti “casi confermati di Covid-19.”

E, nei recenti sviluppi, questi casi positivi alla PCR vengono abitualmente classificati come “Casi Confermati Covid-19 Variante Omicron.” È anche un periodo dell’anno in cui la gente prende il comune raffreddore da coronavirus, che spesso risulta in una PCR positiva.

Questa impennata di casi positivi alla PCR è ora usata da politici corrotti per sostenere la campagna di paura per l’Omicron e per imporre il “lockdown natalizio Covid-19.”

Milioni di persone in tutto il mondo sono in fila per essere testate e vaccinate per “proteggersi” dal SARS-CoV-2 (che non può in nessun caso essere identificato dal test PCR).

Questo è un vero e proprio mea culpa. Un tacito riconoscimento da parte del CDC e della FDA che l’intera base di dati generata dal test PCR non è valida.

Quasi un anno fa, nel gennaio 2021, l’OMS aveva messo in dubbio la validità del test PCR che essa stessa aveva proposto come mezzo per rilevare e identificare il SARS-CoV-2 all’inizio della presunta pandemia, nel gennaio 2020.

Il database della presunta pandemia di Covid-19

Diversi miliardi di persone in più di 190 Paesi sono stati testati (e ritestati) per la Covid-19 utilizzando il test PCR che è difettoso e non valido. Stiamo parlando di circa 260 milioni di presunti “casi confermati di Covid-19” (PCR positivi) in tutto il mondo.

Si dice che la pandemia abbia provocato più di 5 milioni di morti legate alla Covid-19. Questi sono numeri assurdi e insensati. È una grande bugia. E questo database viene usato per giustificare l’imposizione del “virus killer” Covid-19 mRNA, per non parlare del “passaporto vaccinale.”

Si tenga presente che, nei recenti sviluppi, il test PCR viene usato abitualmente per “identificare” le presunte varianti, tra cui Delta e Omicron, il che è un’impossibilità oltre che una bugia.

Sciocchezze scientifiche. I casi positivi alla PCR (che secondo il CDC potrebbero essere il risultato dell’influenza stagionale) vengono ora assegnati di routine alla variante Omicron:

La decisione del governo di reimplementare la necessità di un test PCR per tutti gli individui nel secondo giorno dopo l’arrivo nel Regno Unito dall’estero, con autoisolamento fino a quando non sarà possibile produrre un test [PCR] negativo, anche se frustrante per coloro che viaggiano, è essenziale al fine di identificare rapidamente i casi di infezione con la variante Omicron e favorire un rapido isolamento e una ricerca mirata dei contatti per limitare la diffusione della variante nel Regno Unito.” (grassetto aggiunto, Guardian, 27 novembre 2021)

I funzionari sanitari del Nuovo Galles del Sud, in Australia, hanno iniziato ad effettuare test urgenti dopo che due persone arrivate su un volo dall’Africa meridionale durante la notte erano risultate positive al coronavirus, [test PCR] (Reuters 27 novembre, 2021, grassetto aggiunto).

Senza un test PCR difettoso, i lockdown natalizi per la Covid non avrebbero una giustificazione valida

La pistola fumante: Il CDC ammette che il test PCR non è valido.

Non differenzia la Covid-19-19 dall’influenza stagionale.

Non rileva o identifica il SARS-CoV-2 e le sue varianti.

Se il test PCR non è valido, come confermato dal diretto interessato (ovvero il CDC), allora i 260 milioni di cosiddetti “Casi confermati di Covid-19” raccolti e tabulati in tutto il mondo dall’inizio della presunta pandemia non hanno senso.

Non c’è nessuna pandemia. L’unica funzione dei test PCR Covid-19 attualmente in corso è far salire i numeri e portare avanti una campagna di paura per giustificare un vaccino killer e il lockdown natalizio. Crimini contro l’umanità?

Per ulteriori dettagli vedere anche:

Fake Science, Invalid Data: There is No Such Thing as a Confirmed Covid-19 Case.” There is No Pandemic

Prof. Michel Chossudovsky

Fonte: globalresearch.ca
Link: https://www.globalresearch.ca/bombshell-cdc-no-longer-recognizes-the-pcr-test-as-a-valid-method-for-detecting-confirmed-covid-19-cases/5765179
22.12.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
5 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
5
0
È il momento di condividere le tue opinionix